Un'ecografia 3D è un metodo in cui gli organi interni sono visualizzati tridimensionalmente da un'ecografia. Particolarmente popolare è l'ecografia 3D nelle donne in gravidanza del secondo trimestre, se il bambino è facile da riconoscere - ci sono anche applicazioni diagnostiche puramente mediche per l'ecografia 3D.

Che cos'è un'ecografia 3D?

Un'ecografia 3D è un metodo in cui gli organi interni sono visualizzati tridimensionalmente da un'ecografia. L'esame stesso non differisce nella procedura da un esame ecografico convenzionale.

L'ecografia 3D si riferisce a un esame ecografico nelle donne in gravidanza, che visualizza il nascituro tridimensionale. La registrazione può essere fatta come una foto o come un video ed è spesso solo il soddisfacimento del desiderio di una donna incinta per un'immagine ecografica riconoscibile o un video del bambino. L'esame stesso non differisce nella procedura da un esame ecografico convenzionale.

Per le immagini e i video di souvenir, l'ecografia 3D viene solitamente eseguita a partire dalla 30a settimana, poiché le caratteristiche e le caratteristiche del viso del bambino sono facilmente riconoscibili. Tuttavia, la procedura ecografica 3D può anche essere utilizzata in modo diagnostico molto prima per rilevare, ad esempio, malformazioni congenite: la visualizzazione semplifica la diagnosi rispetto all'ecografia classica. Le prime immagini 3D del bambino possono essere realizzate dalla 12a settimana di gravidanza fino alla 16a settimana circa, se lo sfondo è di natura diagnostica.

Per i ricordi offre l'indagine dalla 25a settimana in poi, con alcuni bambini in questo momento non sono ancora ben visualizzati su immagini 3D. Entro la 33a settimana circa, l'ecografia 3D dovrebbe essere eseguita in ogni caso, poiché altrimenti il ​​bambino non ancora nato potrebbe essere troppo grande per essere visualizzato completamente su un'immagine. Un'immagine del suo viso è anche possibile senza ulteriori indugi.

Funzione, effetto e obiettivi

L'applicazione principale degli ultrasuoni 3D è la produzione di ricordi facilmente riconoscibili del nascituro. Se non vi è alcun sospetto di malformazioni, alla donna incinta verrà offerta la procedura dalla 25a settimana di gravidanza al controllo mensile. Dalla 12 alla 16a settimana, il medico curante può rilevare le deformità fisiche del bambino usando l'ecografia 3D. In questa fase è possibile rilevare difetti cardiaci, spina bifida o difetti del tubo neurale, ma non è possibile rilevare anomalie cromosomiche con l'ecografia 3D.

Questi devono essere diagnosticati in precedenza con altre procedure. Se tale esame non è stato effettuato, è possibile dedurre solo la possibile causa dell'ecografia 3D alla base delle anomalie fisiche del bambino. Il risultato può quindi fornire indizi e argomenti per un'indagine continua. Gli organi interni e le ossa del nascituro possono essere visualizzati.

Il metodo di applicazione non differisce dagli ultrasuoni convenzionali. La donna incinta viene applicata sul lubrificante della pancia, quindi il dispositivo ad ultrasuoni viene spostato nel posto giusto per riconoscere bene il bambino. A seconda di come è, potrebbe non essere correttamente registrato per l'esame - in questo caso, sarebbe stato fissato un nuovo appuntamento perché il medico non può influenzarlo.

La donna incinta è in grado di determinare in quale posizione vengono scattate le foto. Ciò è possibile anche se il medico effettua una valutazione diagnostica. In questo caso, l'esame potrebbe richiedere un po 'più di tempo prima che l'anomalia fisica sospetta sia ben visualizzata. Oltre agli obiettivi diagnostici, il medico può anche voler suscitare gioia nel bambino. Il tracciamento dei movimenti dell'addome sull'ecografia 3D viene visualizzato in tempo reale e nel secondo trimestre il bambino è già visibile con chiare caratteristiche facciali.

Rischi, effetti collaterali e pericoli

I rischi sono molto bassi con gli esami ecografici. Sebbene non sia necessario pianificare un'ecografia più spesso di quanto raccomandato in una gravidanza sana e normale, un'ecografia 3D non danneggia il nascituro. Il medico non esercita una pressione inutile sullo stomaco della donna incinta e tiene conto della posizione del bambino. Se non può essere visualizzato perché è sfavorevole, attenderà fino al prossimo esame - la sua posizione non deve cambiare. Gli ultrasuoni 3D possono persino rendere inutili altri esami molto più scomodi e rischiosi.

Se si riscontra che il bambino è fisicamente insignificante e normale, ad esempio, non è necessario prelevare campioni o avviare ulteriori indagini. Non ci sono inoltre effetti collaterali, poiché l'esame ecografico viene eseguito senza stress fisico sulla donna incinta e sul bambino e non è invasivo. Una caratteristica speciale rispetto al normale esame ecografico è la dipendenza dalla posizione del bambino. Al fine di creare bellissimi ricordi, il bambino deve affrontare il dispositivo ad ultrasuoni o almeno giacere lateralmente. Solo per un'ecografia diagnostica 3D, la situazione del bambino può essere meno importante perché il medico potrebbe rilevare anomalie fisiche, anche se il bambino è un po 'sfavorevole.

Sfortunatamente, non si può influenzarlo, quindi nel peggiore dei casi, è necessario organizzare un ulteriore appuntamento per le foto ricordo. L'ecografia 3D non solo aiuta a chiarire le anomalie fisiche o a creare immagini di souvenir, ma può rafforzare l'attaccamento precoce dei genitori al loro bambino non ancora nato. Soprattutto nel caso di genitori molto giovani o di gravidanze difficili, i medici sono felici di offrire un'ecografia 3D in grado di mostrare ai genitori i loro figli in movimento e con caratteristiche facciali riconoscibili. Ciò può rafforzare la consapevolezza dell'essere vivente e la vita in crescita nel grembo materno e fare in modo che i genitori non vedano l'ora che arrivi il loro bambino.

Tag: 
  • notizia 
  • valori di laboratorio 
  • formazione scolastica 
  • cuore e circolazione 
  • parassita 
  • Top