Un abiraterone è un ingrediente attivo che viene utilizzato principalmente nella terapia del cancro. Abbassando il livello ormonale, previene la crescita di metastasi precedentemente non posizionate nella prostata umana.

Che cos'è Abiraterone?

Abbassando il livello dell'ormone, l'abiraterone impedisce la crescita di metastasi precedentemente non consegnate nella prostata umana.

L'abiraterone provoca inibizione dell'ormone nei pazienti con cancro maschile. In alcuni casi, le metastasi si nutrono del testosterone dell'uomo. Nel processo, il cancro non si nutre più di testosterone nel sangue.

Questo può già essere significativamente ridotto nel contesto di una terapia iniziata. In tali situazioni iniziali, il cancro produrrebbe così il suo stesso cibo nel corso della cosiddetta sintesi degli androgeni. Per questo, tuttavia, ha bisogno dell'enzima CYP17. La sua produzione, a sua volta, è inibita dall'abiraterone.

Le metastasi non possono più nutrirsi in questo modo. La produzione dell'ormone nella prostata così come nelle ghiandole surrenali e nei testicoli diminuisce. Di conseguenza, questo dovrebbe essere accompagnato da un trattamento delicato del cancro. La procedura è relativamente nuova e i corrispondenti preparati contenenti il ​​principio attivo abiraterone sono stati utilizzati nella pratica solo per alcuni anni.

Azione farmacologica

L'abiraterone - in realtà chiamato abiraterone acetato - provoca il blocco dell'enzima CYP17. Ciò significa che alcuni ormoni nel sangue non possono più essere convertiti in testosterone.

Il livello di testosterone quindi diminuisce. Di conseguenza, il cancro non può più nutrirsi da solo. Allo stesso modo, trova nel corpo non più abbastanza ormoni per continuare a crescere. L'abiraterone può svolgere il suo effetto solo in combinazione con il prednisolone o il prednisone glucocorticoidi artificiali. Infine, la ghiandola surrenale non può più produrre il proprio glucocorticoide a causa dell'inibizione durante l'uso dell'abiraterone.

Questo deve quindi essere fornito. Nei casi testati finora, tuttavia, il tasso di successo è aumentato in modo significativo. Da un lato, ciò ha aumentato le possibilità di sopravvivenza dei pazienti dopo la diagnosi. D'altra parte, l'uso serio della chemioterapia potrebbe anche essere rinviato di diversi mesi. Inoltre, le persone colpite hanno riportato uno sviluppo a basso dolore. Anche la somministrazione di farmaci adeguati potrebbe quindi essere ridotta.

Applicazione e uso medici

L'abiraterone è attualmente utilizzato solo in un piccolo gruppo di malati di cancro. Questi devono essere maschi e avere metastasi resistenti alla castrazione. La crescita delle cellule maligne non avrebbe quindi dovuto rispondere all'intervento precedente come desiderato.

È altrettanto necessario che finora non abbia avuto luogo la chemioterapia e che non sia imminente a causa dello stato di salute della persona interessata. Inoltre, avrebbe dovuto essere iniziato un trattamento anti-ormone. In questi casi il cancro potrebbe essere già in una fase avanzata. Non avrebbe dovuto ancora affrontare altre misure.

Gli effetti di questa nuova terapia si dimostrano convincenti. In quasi tutti i casi di studio rilevanti, c'è stato un miglioramento della salute. Gli antidolorifici sono stati ridotti e anche la durata delle degenze in ospedale. Allo stato attuale, è previsto un tempo medio di sopravvivenza di circa cinque mesi rispetto a quei pazienti a cui non è stato somministrato l'abiraterone. Allo stesso tempo, la qualità della vita aumenta in modo significativo.

Rischi ed effetti collaterali

Tuttavia, l'abiraterone si rivela non solo benefico in termini di effetti collaterali. Si osservano frequentemente dolore e gonfiore delle articolazioni e dei muscoli. Il battito cardiaco raggiunge un ritmo aumentato. Si verifica una fatica generale, i carichi più piccoli sono percepiti come più difficili.

Inoltre, può portare alla ritenzione idrica nelle cellule del corpo. C'è anche un crescente bisogno di urinare di notte. Allo stesso modo, lo stomaco e l'intestino sono interessati. La dieta non è sufficientemente digerita, la diarrea e il vomito si verificano più spesso. Un uso prolungato dell'abiraterone può anche danneggiare gli organi del corpo.

In particolare, il fegato e il cuore sono considerati vulnerabili. Il farmaco deve quindi essere consumato senza eccezioni su consiglio medico. Gli effetti collaterali indesiderati possono altrimenti innescare condizioni acute o croniche o contrastare la sperata terapia del cancro. Tag: 

  • dispositivi medici 
  • Malattie 
  • Cibo 
  • cuore e circolazione 
  • formazione scolastica 
  • Top