In medicina, un tampone è la rimozione delle sostanze del corpo, che si trovano sulla superficie delle mucose o sulle ferite.

Che cos'è uno striscio?

Uno striscio medico è la rimozione del tessuto endogeno dalla superficie delle ferite o delle mucose con tamponi di cotone sterili per un'ulteriore diagnosi microbiologica.

Tale tampone viene quindi esaminato dalla tecnologia di laboratorio in ulteriori passaggi. A seconda del tipo di striscio, vengono utilizzati diversi metodi per questo scopo: ad esempio, il materiale rimosso da uno striscio può essere applicato a un mezzo nutritivo su cui eventuali agenti patogeni che possono essere presenti formano una coltura.

Inoltre, il materiale può anche essere applicato su un vetrino e fissato. Dopo aver macchiato lo striscio appropriato, il materiale del corpo può quindi essere valutato al microscopio. Per rimuovere un tampone, è possibile utilizzare vari strumenti. Questi strumenti includono, ad esempio, piccole spatole o pennelli, ma anche tamponi di cotone sterili.

Funzione, effetto e obiettivo

Uno striscio viene utilizzato in medicina, ad esempio sotto forma di un cosiddetto striscio citologico (noto anche come striscio cellulare) o sotto forma di uno striscio microbiologico. Se viene eseguito uno striscio citologico, si tratta di una rimozione di alcune cellule endogene.

Ad esempio, un tale tampone può aiutare a escludere i tumori o a rilevare un cancro in una fase precoce. L'analisi delle cellule rimosse viene solitamente eseguita al microscopio. Di solito, vengono utilizzati microscopi speciali per questo scopo, come il cosiddetto microscopio a contrasto di fase.

Per la diagnosi precoce del cancro, uno striscio microbiologico viene utilizzato, ad esempio, in ginecologia (ginecologia). Lo striscio viene anche indicato come Pap test o portio ginecologico. E anche per la diagnosi precoce del carcinoma polmonare, è possibile prelevare uno striscio dai bronchi.

Ad esempio, uno striscio microbiologico può essere utilizzato per definire ulteriormente le fonti di infezione. A tale scopo, il materiale viene rimosso da una ferita, ad esempio con un batuffolo di cotone. Se sono stati determinati i patogeni di una mandria di infezione, è possibile una terapia mirata (ad esempio mediante la somministrazione di antibiotici).

Tuttavia, uno striscio microbiologico può anche servire ad altri scopi: se, ad esempio, le cellule della mucosa vengono rimosse dalla cavità orale, il DNA di una persona corrispondente può essere estratto da essa. Tale striscio viene utilizzato, ad esempio, se deve essere dimostrata una paternità o devono essere creati rapporti di parentela o se viene eseguita un'impronta genetica. Diversi tipi di tipizzazione possono anche essere oggetto di uno striscio microbiologico.

Parti del corpo in cui un tampone viene assunto relativamente frequentemente sono, ad esempio, ferite che guariscono solo lentamente. Questo è spesso il caso dei diabetici. Inoltre, la gola è un'area del corpo in cui vengono spesso fatte delle sbavature. Ad esempio, un tampone serve a confermare malattie come l'angina purulenta. In ginecologia, uno striscio viene solitamente assunto sotto forma di secrezioni dalla vagina o sotto forma di cellule dalla cervice. Tra le altre cose, soprattutto una macchia di secrezioni vaginali qui conferma un'infezione fungina o altre infezioni.

Rischi e pericoli

Di norma, ci sono pochissimi rischi associati a uno striscio. Se, ad esempio, nelle donne viene prelevato uno striscio dalla cervice, in casi eccezionali può verificarsi un leggero spotting. Tuttavia, questi sanguinamenti sono generalmente innocui e dopo un breve periodo di auto-rilascio.

Oltre alla preponderanza del rischio di striscio, uno striscio corrispondente è generalmente indolore. A seconda della cultura da cui proviene una donna, tuttavia, è possibile che il paziente corrispondente debba prima superare un confine pubico durante uno striscio ginecologico. Tuttavia, questo non è correlato allo striscio.

Occasionalmente, uno striscio può comportare il rischio di dover ripetere lo striscio. Questo è il caso, tra l'altro, se non sono state prese quantità sufficienti di materiale endogeno o se ci sono difficoltà di laboratorio nella preparazione del materiale.

Nel caso di un tampone utilizzato per la diagnosi precoce del cancro, esiste anche un basso rischio che un risultato determinato in laboratorio possa essere difettoso. Ad esempio, in alcuni casi si verificano i cosiddetti risultati dei test "falsi positivi". Questo è il caso in cui uno striscio è considerato evidente sebbene il paziente sia sano.

Tag: 
  • neonati e bambini 
  • cosmetici e benessere 
  • droga 
  • formazione scolastica 
  • gravidanza 
  • Top