È poco esigente e può essere trovato quasi ovunque. Ha poteri curativi, ma è anche velenoso e quindi si applica solo con la necessaria cautela. Il gauchheil di campo è una piccola pianta interessante, che è ancora oggi utilizzata nell'omeopatia per il trattamento di varie malattie.

Presenza e coltivazione del campo gauchheil

Il gauchheil di campo è una piccola pianta interessante, che è ancora oggi utilizzata nell'omeopatia per il trattamento di varie malattie.

Originaria della regione mediterranea, nel frattempo la pianta si è diffusa in quasi tutto il mondo. Può essere trovato su campi, terreni incolti, discariche, giardini o semplicemente sul ciglio della strada.

L'Acker-Gauchheil ( Anagallis arvensis latino) appartiene alla famiglia Primrose Family ( Primulaceae ). Nei mesi da maggio a ottobre, l'erba strisciante e annuale con i suoi fiori rosso vivo a forma di stella del diametro di 10-15 millimetri affascina. In piccoli frutti a capsula, che raggiungono la maturità tra agosto e ottobre, la pianta coltiva i loro semi.

A causa della sua proprietà speciale di chiudere le sue fioriture nei cieli nuvolosi o nella pioggia minacciosa, l'Acker-Gauchheil in vernacolo è anche chiamato Wetterblume, Wetterkraut o pianta della nebbia. Dozzine di altri nomi insignificanti (ad esempio passero o pavone), ad esempio, erano generalmente usati solo a livello regionale. In Inghilterra porta - oltre al suo nome ufficiale Scarlet Pimpernel - il bel nome barometro da pastore. Poiché esiste una grande quantità di saponine nell'intera pianta, ma soprattutto nelle radici, è considerata velenosa.

Effetto e applicazione

Anagallis arvensis non viene utilizzato a causa dei possibili effetti collaterali nella medicina convenzionale. Tuttavia, l'omeopatia e lo spagirico usano l'erba per il trattamento di problemi al fegato e ai reni dolorosi, depressione lieve e problemi della pelle come psoriasi, eczema, acne o verruche.

È disponibile in commercio e somministrato sotto forma di compresse, globuli (tipicamente in potenze D), gocce o tè, ma può anche essere somministrato per via endovenosa o intramuscolare come soluzione iniettabile. Per la preparazione del rimedio omeopatico viene utilizzata l'intera pianta. Oltre alle già citate saponine, gli ingredienti più importanti della pianta includono varie sostanze amare, tannini e flavonoidi.

Gli studi clinici sugli effetti del gauchoil seminativo sull'organismo umano non sono ancora stati completati, ma sono già stati in grado di dimostrare le sue proprietà antivirali, antifungine e antiossidanti. Stimola anche l'attività renale, drenante, espettorante, che riduce la febbre e sudata. Applicato esternamente come una busta, dovrebbe anche aiutare contro l'artrite.

Le persone che soffrono di un'allergia di primula possono anche essere allergiche all'Anagallis arvensis. Per loro, anche il semplice contatto della pelle con la pianta può causare eruzioni cutanee. Anche le persone non allergiche dovrebbero usare solo preparati a base di gauchheil a basso dosaggio (ad esempio, come parte di un tè misto) e mai per un periodo più lungo, altrimenti potrebbero verificarsi sintomi di avvelenamento.

Questi vanno da diarrea, aumento dell'escrezione urinaria (diuresi) e infiammazione del tratto gastrointestinale a improvviso calo della pressione sanguigna o lieve anestesia. In passato, l'Acker-Gauchheil veniva attribuito con i suoi poteri medicinali e magici. Dovrebbe evitare il male in generale, ma soprattutto il malocchio. In un rituale protettivo e purificante, i contadini hanno bruciato la casa, il fienile e il cortile con gauchheil. Gli indiani sfruttano la debole tossicità della pianta durante la pesca.

Importanza per la salute, il trattamento e la prevenzione

Il nome "Gauchheil" testimonia l'uso tradizionale della pianta nelle malattie mentali ed emotive: "Gauch" era il nome dell'uccello, che oggi conosciamo come cuculo. In senso figurato, tuttavia, la parola si riferiva anche a una persona sciocca, pazza o semplicemente una sciocca. Acker-Gauchheil era già usato nell'antica Grecia per il trattamento della malinconia. Ippocrate lo usava sotto forma di polvere per il trattamento delle ulcere maligne.

In Danimarca, la forza di Anagallis arvensis era apprezzata e veniva anche utilizzata esternamente sotto forma di pomate e creme rinfrescanti. Nella vicina Norvegia, era un rimedio provato per il rigurgito acido. A Taiwan, è usato per trattare i morsi di serpente.

L'omeopatia raccomanda oggi l'Anagallis arvensis come rimedio efficace per determinate condizioni della pelle e per il rafforzamento in periodi estremi di affaticamento, se si verificano a seguito di un'intensa attività mentale. Inoltre, i pazienti che soffrono di forte prurito in tutto il corpo, spesso hanno sangue dal naso o si lamentano di "formicolio" nelle cavità nasali, li hanno trattati con Acker-Gauchheil.

I suoi effetti curativi includono molti tipi di disturbi dermatologici, inclusa l'irritazione della pelle nell'area delle dita e dei palmi. Fornisce anche sollievo nelle emorroidi causate da prurito nell'area anale. Il rimedio non è adatto per curare eruzioni cutanee correlate agli ormoni. L'omeopatia raccomanda anche l'Anagallis arvensis ai pazienti maschi che soffrono di dolore uretrale, bruciore uretrale e secrezione purulenta dall'uretite.

Antichi libri a base di erbe dimostrano che l'Acker-Gauchheil ebbe un ruolo importante nella medicina popolare tradizionale. Cotto nel vino, ad esempio, dovrebbe agire contro le punture e le ferite di insetti tossici. Chiunque fosse stato morso da un animale rabbioso, lavava via le ferite con la birra. L'erba bollita con acqua, usata come busta, dovrebbe pulire le ferite, alleviare il dolore e promuovere la guarigione delle ferite.

Le schegge e le spine dovrebbero poter scacciare. Il succo fresco dell'erba dovrebbe eliminare le verruche, alleviare il mal di denti e - mescolato con miele come una busta sugli occhi - anche gli occhi torbidi possono essere di nuovo chiari. A causa della sua tossicità e dei corrispondenti effetti collaterali, tuttavia, già all'inizio del XX secolo, sempre più persone si sono rivolte a rimedi vegetali alternativi con proprietà medicinali simili.

Tag: 

  • sintomi 
  • hausmittel 
  • cosmetici e benessere 
  • consulente 
  • salute e stile di vita 
  • Top