Il termine melanoma coroidale si riferisce a una formazione di tumore maligno nell'occhio. È un tumore primario che si sviluppa direttamente nell'occhio stesso e di solito colpisce persone di età avanzata. Il melanoma coroidale è il tumore più comune negli occhi.

Cos'è un melanoma coroidale?

Il termine melanoma coroidale si riferisce a una formazione di tumore maligno nell'occhio.

Con il termine melanoma coroidale, i medici comprendono un tumore dell'occhio che forma un tumore maligno.

Ciò deriva direttamente dalla coroide, da cui deriva il nome della malattia. Questo è il tipo più comune di tumore agli occhi: le statistiche mostrano che si verifica circa 6 volte su 100.000 persone. Le persone più colpite sono quelle di età superiore ai 50 anni; si osserva un accumulo speciale tra il 60 ° e il 70 ° anno di vita.

La malattia viene spesso rilevata in una fase avanzata. Pertanto, circa la metà dei melanomi coroidali diagnosticati non viene trattata fino a quando le metastasi non si sono già formate in altri organi.

cause

Le cause del melanoma coroidale non sono state completamente comprese. La malattia si verifica sempre quando le cellule contenenti melanina nella coroide iniziano a degenerare e portano alla crescita del tessuto maligno.

Finora, gli scienziati non sono ancora stati in grado di determinare perché alcune persone sperimentano questa degenerazione delle cellule. Si ritiene che le radiazioni UV abbiano un'influenza sullo sviluppo del cancro.

Tuttavia, si stima che questa influenza sia inferiore rispetto alla formazione del cancro della pelle (melanoma cutaneo). Inoltre, una bassa presenza di pigmenti dovrebbe essere associata alla suscettibilità al melanoma coroidale. Le persone di carnagione chiara sono circa 150 volte più colpite dalla malattia, secondo le statistiche.

Sintomi, reclami e segni

Un melanoma coroidale inizialmente non provoca sintomi chiari. Solo con la progressione della malattia si arriva a diverse lamentele, che influenzano principalmente la vista. Pertanto, chi soffre spesso soffre di problemi visivi come la visione doppia o uno sguardo sfocato. Nella maggior parte dei casi, appare un'ombra nel campo visivo, un cosiddetto scotoma.

Ciò si manifesta con un oscuramento soggettivo del campo visivo su uno o entrambi i lati, che aumenta nel decorso della malattia e alla fine porta a una prestazione visiva permanentemente limitata. Inoltre, un melanoma coroidale può portare a una percezione distorta, al peggioramento della lungimiranza o alla macropsia, in cui gli oggetti sono percepiti più grandi di loro.

In alcuni casi, il tumore può sfondare il derma, che è evidente ad esempio dal dolore e da un acuto deterioramento della vista. Se il melanoma si diffonde ad altre parti del corpo, possono verificarsi ulteriori disagi. A seconda della regione del corpo interessata, possono verificarsi guasti funzionali degli organi interni, delle ossa o della pelle. Anche i polmoni e la pelle possono essere colpiti. Le metastasi possono essere espresse sotto forma di dolore da pressione, paralisi, disturbi sensoriali e una generale riduzione delle prestazioni fisiche e mentali.

Diagnosi e storia

Un melanoma coroidale spesso non viene notato dalla persona interessata fino a quando la malattia non è progredita. Se viene consultato un medico a causa di disturbi come la vista scarsa o l'avvistamento delle ombre, non è raro che il medico riconosca il tumore durante un esame generale dell'occhio.

Con l'aiuto di un esame ecografico, è possibile determinare la cosiddetta ecografia, la dimensione e la posizione esatta del tumore. Se un melanoma coroidale non viene trattato, dopo i disturbi visivi si verificano nel corso del dolore e, eventualmente, un distacco della retina.

Man mano che la malattia progredisce, il paziente può perdere la vista. Se le metastasi si diffondono e si diffondono nel fegato, la malattia può essere fatale.

complicazioni

Il trattamento del melanoma coroidale è essenziale e dovrebbe essere effettuato il prima possibile. Se non viene eseguito alcun trattamento, l'occhio non può essere salvato. Poiché i tumori possono formarsi nel corpo, la morte si verifica nel caso peggiore.

Uno dei trattamenti comuni è la radioterapia. L'occhio è preservato. Le complicazioni di questo trattamento sono che il nervo ottico stesso ha ricevuto una dose di radiazioni troppo alta. Ciò può comportare una perdita parziale o addirittura completa della vista.

Un'altra opzione di trattamento è l'irradiazione con un fascio di particelle di nuclei dell'atomo di idrogeno. Il vantaggio qui è che quasi solo il tumore può essere irradiato e il tessuto adiacente viene risparmiato. Tuttavia, non tutti i tumori possono essere trattati con questo metodo, poiché dipende dalle dimensioni e dalla posizione di questo.

Un'ultima opzione di trattamento è la rimozione dell'occhio (enucleazione). Il tumore viene rimosso in questo caso, ma non vi è completa certezza che i tumori secondari non si siano già formati. Uno svantaggio significativo, ovviamente, è la perdita irreversibile della vista. Il dolore può verificarsi dopo la procedura. Inoltre, sebbene raro, esiste la possibilità di formazione di un livido e un'infezione che può richiedere la rimozione dell'impianto inserito.

Quando dovresti andare dal dottore?

Accompagnando il fatto che si tratta di una malattia tumorale con un alto rischio di metastasi, si consiglia vivamente una visita dal medico. Improvvisamente una visione offuscata o una visione generalmente deteriorata, come spesso accade nel caso di un melanoma uveale maligno, è consigliabile la passeggiata dall'oculista.

Le persone di carnagione chiara, che hanno già talpe sulla coroide, sono un gruppo ad alto rischio, tuttavia la maggior parte dei melanomi coroidali viene scoperta per caso durante gli esami di routine.

Se si ritiene probabile un melanoma coroidale, l'interessato non dovrebbe astenersi dal chiarirlo il più rapidamente possibile, anche prelevando un campione di tessuto. È stato scoperto che la forma del melanoma coroidale, in cui le cellule hanno la monosomia 3, è particolarmente soggetta a metastasi. Seguiranno indagini su eventuali metastasi esistenti.

Un melanoma coroidale può portare a una serie di complicazioni in posizione e forma sfavorevoli, che coinvolgono principalmente la colonizzazione di altri organi con cellule tumorali. Di conseguenza, le terapie per il melanoma non dovrebbero essere posticipate. Qui, molti metodi di trattamento sono aperti alle persone colpite, la cui efficacia è determinata dall'esatta natura del tumore.

Accompagnare la terapia e anche durante il follow-up oftalmologico è un esame del fegato, perché è particolarmente spesso colpito dalle metastasi.

Medici e terapisti nella tua zona

↳ Per trovare medici e terapisti specializzati nella tua zona, fai clic su: "Cerca specialisti nella tua zona" o inserisci un indirizzo a tua scelta (ad es. "Berlino" o "Augustenburger Platz 1 Berlino"). f.name) .join (', ') "> ↳ Sei un medico o un terapista e non trovi qui? Contattaci!

Terapia e terapia

Se è stato diagnosticato un melanoma coroidale, il medico curante inizierà il trattamento appropriato. Se il tumore non è cresciuto troppo, può essere trattato con radioterapia locale (questo si chiama brachiterapia).

A tal fine, una lastra radioattiva viene suturata all'occhio in anestesia locale e rimane lì per un massimo di 14 giorni. In alternativa, il tumore può anche essere trattato esternamente con radioterapia protonica. Questa terapia è adatta anche per tumori più grandi. Se non sono disponibili tutti i tipi di radiazioni, l'ulcera maligna può anche essere rimossa chirurgicamente.

Se tutti questi trattamenti falliscono, l'occhio deve essere completamente rimosso (enucleazione) per impedire al tumore di diffondersi al resto dell'organismo. Anche dopo un trattamento efficace del melanoma coroidale, è necessario eseguire regolarmente un esame fisico completo per escludere i grumi. Dal momento che il melanoma coroidale in rari casi, anche un tumore figlia per un tumore può essere in un'altra posizione, è consigliabile l'esame generale esatto prima dell'inizio della terapia.

Se la malattia viene diagnosticata e trattata abbastanza presto, le possibilità di una cura completa sono molto buone, poiché il cancro è generalmente limitato all'occhio per molto tempo prima che si formino metastasi.

Tuttavia, recenti scoperte sulla probabilità di metastasi dell'Ospedale universitario di Essen e del Charité Berlin suggeriscono un quadro diverso: il melanoma coroidale può formare micrometastasi molto precoci e la metastasi si verifica quasi esclusivamente a causa di una monosomia 3. Quindi non si tratta della diagnosi precoce del tumore né della sua Dipende dalle dimensioni.

Outlook e previsioni

Il melanoma coroidale causa nella maggior parte dei casi gravi problemi agli occhi. Soprattutto si sviluppano disturbi visivi, per cui può formarsi un deficit visivo, che prima non era presente. La vita quotidiana della persona colpita è ostacolata dal melanoma coroidale. In molti casi, il disagio mentale si verifica anche perché i pazienti hanno paura della cecità completa. Di norma, la persona interessata sull'occhio acceca completamente se non viene avviato alcun trattamento.

Nel trattamento, in molti casi, viene avviata un'irradiazione, che, tuttavia, può anche danneggiare il tessuto circostante. Sebbene la malattia di base venga rimossa, tuttavia, la persona interessata può soffrire di ulteriori problemi visivi. Nel peggiore dei casi, l'occhio del paziente deve essere completamente rimosso. Successivamente, gli impianti possono essere utilizzati per alleviare questi disagi.

Tuttavia, in molti casi c'è un decorso positivo della malattia se il trattamento è iniziato in anticipo. Non ci sono ulteriori complicazioni. L'aspettativa di vita di solito non è limitata perché il tumore non può diffondersi molto.

prevenzione

Poiché il melanoma coroidale è un tumore le cui cause non sono ancora note esattamente, la prevenzione nel vero senso non è possibile. Tuttavia, se vi sono segni di deterioramento della vista, consultare immediatamente un medico per determinare la causa esatta e, se necessario, iniziare la terapia.

post-terapia

Nella maggior parte dei casi non è possibile un follow-up diretto con melanoma coroidale. Il tumore deve essere rimosso dall'occhio il più rapidamente possibile per prevenire ulteriori complicazioni o metastasi. Una diagnosi precoce e il trattamento del melanoma coroidale hanno un effetto molto positivo sull'ulteriore decorso della malattia.

Di solito la malattia è trattata con radioterapia o chirurgia. L'interessato dovrebbe aver cura di proteggere il proprio corpo e di riposare dopo la terapia o dopo la procedura. Sono prevedibili attività estenuanti o altri sforzi fisici e attività fisiche.

In particolare, la regione degli occhi deve essere protetta con un melanoma coroidale e trattata con cura. Di norma, il tumore non si diffonde nelle altre regioni del corpo. Tuttavia, gli esami regolari sono ancora molto utili e dovrebbero essere eseguiti da un medico in ogni caso.

Poiché il tumore può influire negativamente sulla vista della persona interessata, il paziente deve indossare un ausilio visivo per contrastare questi disturbi. Nella maggior parte dei casi, l'aspettativa di vita della persona affetta dal melanoma coroidale non è influenzata negativamente.

Puoi farlo tu stesso

Dopo la diagnosi di melanoma coroidale, i pazienti stessi possono fare molto per accettare il cancro e vivere una vita piena nonostante la malattia. Ciò che è importante è uno stile di vita attivo con molti esercizi e una dieta per il cancro che si adatta ai rispettivi sintomi e disturbi.

I pazienti devono includere le proprie esperienze e apportare un cambiamento dietetico a supporto del processo di guarigione. Le diete possibili includono la dieta chetogenica, che è composta da grassi, proteine ​​e basso contenuto di carboidrati e zucchero e la dieta olio-proteine ​​con prodotti contenenti olio e proteine. I pazienti possono elaborare una dieta adeguata insieme al medico. Altrettanto importante di una vita quotidiana sana e attiva è lo scambio con altre parti interessate.

I gruppi di supporto dei pazienti con melanoma coroidale sono il primo punto di riferimento per i pazienti oncologici che condividono informazioni. Le buone alternative sono i forum su Internet o anche una conversazione consultiva con uno psiconcologo. Un melanoma coroidale può essere trattato bene oggi e i malati dovrebbero approfittare di questo fatto per aumentare il loro benessere attraverso gli hobby e una vita frenetica. Questo aiuta anche con il recupero e allevia il dolore, la depressione e altri concomitanti della malattia e della terapia.

Tag: 
  • trattamenti 
  • formazione scolastica 
  • patogeno 
  • cuore e circolazione 
  • ingredienti attivi 
  • Top