L'ano o l'ano funge da segmento terminale del sistema digestivo di defecazione controllata e garantisce la continenza del retto (retto). La maggior parte delle lamentele nell'area anale sono generalmente innocue, ma in molti casi non vengono chiarite a causa della falsa vergogna.

Cos'è l'ano?

Rappresentazione schematica dell'anatomia del retto o dell'ano, nonché dei muscoli dello sfintere. Clicca per ingrandire

Come ano (anche ano) viene chiamata l'apertura escretoria del tratto gastrointestinale o del retto.

Come parte integrante del sistema digestivo, l'ano garantisce una defecazione controllata (defecazione) e, come organo di chiusura rettale, assicura la continenza delle feci.

L'ano è principalmente modellato da un muscolo circolare interno ed esterno, la cui attività muscolare, in collaborazione con altre strutture dell'apparato digerente, controlla la defecazione.

Anatomia e costruzione

L'ano è costituito principalmente da due principali muscoli circolari. Il muscolo dello sfintere interno autonomo, cioè indipendente dalla volontà umana, funzionante, il cosiddetto muscolo dello sfintere ani internus, è costituito da muscolatura liscia, che procede senza soluzione di continuità dalla tunica muscolosa rettale (strato muscolare liscio del retto).

È separato dal muscolo sfintere esterno dell'ano, il muscolo sfintere ani externus, da una fascia muscolare longitudinale. Il muscolo sfintere esterno striato ha fibre a ciclo continuo ed è suddiviso in sottocutaneo, pars superficiale e pars profunda.

Il muscolo dello sfintere esterno è innervato a piacimento attraverso il nervo pudendo e, attraverso il suo rilassamento, inizia lo scarico delle feci attraverso l'ano. Il segmento terminale del retto, che è formato dai muscoli dello sfintere ed è lungo circa 4 cm, è chiamato canale anale (canale anale) e forma il lume dell'ano. Il canale anale è fiancheggiato da cripte anali simili a tasche, che, come dotti delle ghiandole, secernono secrezioni mucose analgesiche nel canale anale.

Posteriormente (sul retro), l'ano è collegato alle vertebre del coccige da un legamento del tessuto connettivo (legamento anococcigeo), mentre l'uretra anteriore (addominale) (maschio) o la vagina (femmina) confina direttamente con l'ano.

Funzioni e attività

I due sfinteri a forma di anello controllano il processo di defecazione in congiunzione con il muscolo levatore e agiscono insieme come un apparato di chiusura rettale. Lo sfintere interno impedisce lo scarico involontario delle feci.

Se il contenuto intestinale penetra nel retto durante il suo passaggio attraverso il tratto gastrointestinale, i recettori di espansione vengono stimolati sulla sua parete, causando un'espansione (dilatazione) dello sfintere interno mentre il muscolo dello sfintere esterno si contrae e la continenza attraverso una condizione di tensione permanente (tono continuo) della muscolatura mantiene.

Inoltre, lo sfintere anale esterno provoca un allargamento del cosiddetto plesso venoso rettale (plesso venoso rettale), che sigilla ulteriormente l'ano e previene la fuoriuscita di gas intestinali. Inoltre, le contrazioni del muscolo circolare interno assicurano che il sangue non possa tornare indietro. Di conseguenza, le emorroidi sono riempite e assicurano una sigillatura fine del retto. All'aumentare del volume di riempimento, aumenta la necessità di feci.

Il rilassamento volontario del muscolo circolare esterno avvia la defecazione, con lo sfintere interno anche rilassante. La defecazione è supportata dall'attività di contrazione riflessa del retto e del colon sigmoideo (rettosigmoide) e dall'ano sollevato dal muscolo levatore ani. Con la cosiddetta pressa addominale, la contrazione simultanea del diaframma e dei muscoli del pavimento addominale e pelvico, le feci possono essere ulteriormente accelerate attraverso l'ano.

malattie

L'ano può essere influenzato da una varietà di disturbi e disturbi, che sono, tuttavia, innocui nella maggior parte dei casi. Una delle malattie clinicamente più rilevanti dell'ano è, ad esempio, la trombosi perianale (anche chiamata trombosi anale), in cui vi è una trombosi venosa (coagulo di sangue) nella zona esterna dell'ano o nel plesso venoso a causa della lunga seduta (stasi) o della pressione permanente. Una trombosi perianale dovrebbe essere differenziata da un ascesso perianale, che è caratterizzato da un'infiammazione purulenta nelle strutture tissutali intorno all'ano ed è solitamente causata da un'infezione batterica.

Inoltre, a seguito di un trattamento conservativo della trombosi perianale, possono svilupparsi i cosiddetti tag della pelle (pieghe della pelle) che, se insufficientemente anali, sono suscettibili alle infezioni e possono portare a dermatiti e prurito (prurito). Inoltre, una riduzione del flusso sanguigno al canale anale, un aumento del tono dello sfintere (tensione della muscolatura circolare) e / o costipazione presente (costipazione) possono causare la rottura della pelle del canale anale (ragade anale).

Un disturbo molto comune della zona anale è la malattia emorroidaria associata all'allargamento dei cuscinetti di sangue emorroidali, i cuscini vascolari artero-venosi anulari che assicurano una buona continenza. In rari casi, può manifestarsi il cancro anale (tumori maligni). Inoltre, si possono osservare anomalie genetiche dell'ano come un antresia ano (ano chiuso).

Malattie tipiche e comuni

  • Disagio anale
  • incontinenza fecale
  • Ragade anale
  • fistola anale
  • Dopo prurito (prurito all'ano)
  • Dolore durante i movimenti intestinali
Tag: 
  • processi corporei 
  • anatomia 
  • dentizione 
  • cosmetici e benessere 
  • Cibo 
  • Top