La pancia è un'unità anatomica del corpo umano, che comprende diversi organi e sistemi di organi. L'addome è la parte anteriore inferiore del corpo, situata tra il diaframma e il bacino. Inoltre, un aumento dell'accumulo di cellule adipose in questa sezione anatomica viene comunemente chiamato addome.

Cosa segna la pancia?

La pancia piatta e l'ombelico ben formato sono ideali di bellezza del nostro tempo. Lo sport e una dieta sana possono assicurare uno stomaco sodo fino alla vecchiaia.

Il termine medico per l'addome, cioè la cavità addominale e il suo intestino, è addominale. Ad esempio, se il medico parla di dolore addominale, può significare dolore addominale o altri disturbi addominali.

Il corpo o l'addome sono sinonimi anche in termini di medicina per l'addome medio o inferiore. Nel senso più ampio, la cavità addominale è anche la cosiddetta cavità addominale da comprendere, che ospita tutti gli organi addominali.

La limitazione della cavità addominale si verifica su tutti i lati quasi esclusivamente dai tessuti molli. Ma esiste anche una protezione ossea dell'addome. Questo è formato nel complesso dalla colonna vertebrale, dalle proporzioni del torace e da entrambe le pale iliache.

La cavità addominale è divisa in due sezioni anatomiche, la cavità peritoneale e il cosiddetto spazio retroperitoneale. La cavità peritoneale è la parte dell'addome che è allineata verso l'interno con il cosiddetto peritoneo. Lo spazio retroperitoneale è lo spazio dietro la cavità peritoneale. Anche in questa parte dell'addome vi sono organi, come i reni.

Anatomia e costruzione

L'anatomia e la struttura della cavità addominale umana derivano dai suoi limiti ad altre strutture anatomiche e attraverso gli organi vitali nella cavità addominale. Dal torace l'addome è separato verso l'alto dal diaframma, verso il basso vi è una limitazione anatomica attraverso il bacino.

Tutte le pareti e gli organi dell'addome sono avvolti dal peritoneo. Nello spazio del tessuto connettivo dietro la cavità addominale si trovano gli organi retroperitoneali, i reni, l'aorta addominale surrenalica, il pancreas e il duodeno.

Sotto la cupola del diaframma si trova la sede del fegato, nell'addome superiore sinistro è la milza, che come organo di immunità, sebbene funzioni importanti, ma non è vitale per la sopravvivenza. Gli organi digestivi riempiono la maggior parte dello stomaco. Gli organi digestivi includono esofago, stomaco, duodeno, cistifellea, pancreas, intestino tenue, intestino crasso e retto.

In questo tratto digestivo, dopo qualsiasi assunzione di cibo liquido o solido, la digestione avviene nelle singole sezioni anatomiche. I resti indigeribili vengono escreti dopo disidratazione e ispessimento dell'ano come movimento intestinale.

Funzione e compiti

Le diverse funzioni e compiti dell'addome sono determinati dagli organi e dai sistemi di organi alloggiati in esso. Il diaframma agisce come una piastra muscolare tra il torace e l'addome per la respirazione. Il torace contiene cuore e polmoni. L'aorta addominale è l'arteria più importante dell'addome.

I reni fungono da organi filtranti e assicurano l'escrezione dei metaboliti superflui attraverso la minzione. Le ghiandole surrenali appartengono anche agli organi addominali, assumono importanti funzioni come produttori di ormoni. Il pancreas, pancreas, è responsabile del rilascio di alcuni enzimi digestivi e della regolazione del metabolismo degli zuccheri nel sangue. Come organo di disintossicazione, il fegato nell'addome in alto a destra è di importanza centrale e vitale.

La cistifellea è in grado di immagazzinare la bile prodotta dal fegato e di fornirla rapidamente quando necessario per la digestione di cibi ricchi di grassi. La cistifellea non è vitale. Lo stomaco è l'organo digestivo centrale, la mucosa gastrica secerne enzimi e acido cloridrico, che sono utilizzati in particolare per la digestione delle proteine.

L'intestino tenue serve l'ulteriore digestione del chimo. Attraverso i villi intestinali c'è l'assorbimento dei nutrienti direttamente nel flusso sanguigno. Nell'intestino crasso, l'attuale processo di digestione è già completo. Qui, l'acqua del chimo viene in gran parte prelevata e nel retto vengono raccolte le particelle di cibo all'escrezione naturale, chiamate anche defecazione.

Malattie e lamentele

Tutti gli organi e i sistemi di organi nell'addome possono ammalarsi, questo vale sia per le singole sezioni della cavità addominale che per l'intera cavità addominale. Il sintomo principale del disagio addominale è il dolore addominale, che può essere acuto o cronico. Il dolore addominale, in tutte le sue forme, è sempre un sintomo che necessita di chiarimenti. Può nascondere sia cause innocue che pericolose per la vita.

Soprattutto nel caso del cosiddetto addome acuto con addome a setola e tensione di difesa, è necessario un rapido trattamento medico. La causa principale di questo dolore addominale acuto è l'appendicite, la cosiddetta appendicite. Altre sezioni anatomiche dell'addome possono anche mostrare alterazioni infiammatorie.

Allo stesso modo, l'intero peritoneo può essere influenzato dall'infiammazione, quindi i professionisti medici parlano di peritonite. La peritonite sulla base di un'eruzione ventricolare o un infarto mesenterico sono ancora comuni oggi, l'ingresso di feci nella cavità addominale libera è un pericolo per la vita e l'indicazione immediata per un intervento chirurgico.

Anche le infiammazioni delle mucose dello stomaco, la cosiddetta gastrite, sono un quadro clinico comune. Proprio come la pancreatite, la pancreatite, la gastrite possono anche essere scatenate dall'eccessivo consumo di alcol o dalla malnutrizione.

L'addome è rivestito da una sottile rete di nervi, in questo contesto è indicato anche dal cervello addominale. Pertanto, anche i disturbi o lo stress vegetativi hanno un impatto diretto sulla salute dell'intestino. Disturbi addominali non chiari e cronici come la sindrome dell'intestino irritabile sono spesso un'espressione di questi cosiddetti disturbi funzionali, di solito senza una specifica scoperta anatomica.

Oltre all'infiammazione, anche i tumori dell'intero tratto gastrointestinale svolgono un ruolo crescente. A causa della malnutrizione e dell'obesità, le neoplasie tumorali maligne dello stomaco, del retto o del pancreas continuano ad aumentare.

Il carcinoma pancreatico è considerato particolarmente temuto, poiché non vi è una diagnosi precoce e il dolore addominale dovuto a un tale tumore del pancreas è di solito sintomo di una già estesa infestazione tumorale.

Tag: 
  • patogeno 
  • Malattie 
  • viaggiare 
  • piante medicinali 
  • dispositivi medici 
  • Top