Principalmente si verifica nelle situazioni più sfavorevoli: la lombalgia. Questo si riferisce a un blocco della colonna vertebrale, che è estremamente doloroso. Ma anche nel collo, nella parte superiore della schiena o in qualsiasi altra articolazione può verificarsi un blocco (disfunzione segmentaria reversibile medica). Non solo per questo motivo, è importante consultare un medico il più presto possibile, poiché i blocchi più lunghi, più difficili possono essere risolti di nuovo. I blocchi devono essere distinti dai nervi schiacciati.

Che cos'è un blocco?

I vantaggi di un massaggio sono: la promozione della circolazione sanguigna, il rilassamento dei muscoli, il sollievo dal dolore e il rilassamento mentale.

Il blocco può verificarsi in tutte le articolazioni. L'area interessata è quindi immobile ed è in una deformità che provoca forte dolore. Inoltre, ci sono tensioni muscolari dolorose intorno all'articolazione. Questi sono, da un lato, il risultato della contrazione della muscolatura dovuta alla deformità che si verifica e alla postura assunta dal paziente.

I blocchi sono innescati da un disturbo regolatorio dei muscoli, che "reagisce in modo eccessivo" durante determinati movimenti o sforzi e in tal modo provoca una malposizione articolare. Se il blocco colpisce la colonna cervicale, il termine "torcicollo" è comunemente usato in volgare.

La lombalgia è un blocco nella parte inferiore della colonna vertebrale. Il blocco della colonna vertebrale toracica provoca nel paziente sintomi che ricordano disturbi cardiaci, ma in realtà non influiscono su tale organo.

cause

Le cause di un blocco possono essere molteplici. Pertanto, diversi approcci sono discussi tra i professionisti medici. Ciò include il cosiddetto modello comune. Si presume che un movimento incontrollato comporti un blocco meccanico dell'articolazione.

Nel modello riflesso, la muscolatura circostante è il fattore scatenante del blocco. Il dolore che si verifica porta alla tensione della muscolatura nell'area interessata e infine a crampi, che causano il blocco in un evento simile al riflesso. Questo processo non è controllato per il paziente.

Il terzo approccio esplicativo integra entrambe le possibilità sopra menzionate e presuppone che il blocco dell'articolazione e la tensione muscolare siano reciprocamente dipendenti. L'articolazione, inizialmente bloccata solo da una reazione di rinforzo, può passare al blocco meccanico senza un trattamento adeguato.

Sintomi, reclami e segni

Un blocco o blocco nel sistema muscoloscheletrico è di solito evidente per la prima volta in una limitazione della mobilità della regione del corpo interessata. Allo stesso tempo, può accadere che il corrispondente tentativo di movimento naturale sia associato a un dolore acuto o elettrizzante.

Il blocco più comune è il collo e i muscoli del collo. Viene anche chiamato "treno", poiché può verificarsi quando l'interessato è esposto a correnti fredde per un lungo periodo di tempo.

Sintomi o segni esterni non possono essere riconosciuti durante il blocco, il che rende spesso difficile la diagnosi per il profano. La muscolatura nella zona interessata, tuttavia, è irrigidita e indurita e si sente soggettivamente accorciata e immobile.

Sebbene il movimento cauto e uniforme sia un rimedio molto efficace per i blocchi, è spesso percepito come molto doloroso e negativo, motivo per cui ai pazienti piace prendere moderazione. Il calore sulla zona interessata può ridurre il dolore, così come il paziente ha spesso desiderato leggeri massaggi.

Alcuni blocchi sono anche innescati dall'irritazione di un tratto nervoso o dal pizzicamento di un nervo. Inoltre, sono noti blocchi nell'area della colonna vertebrale. Oltre ai tipici sentimenti di tensione, nelle regioni adiacenti si verificano anche sentimenti di intorpidimento. Questi sono anche spesso associati a forti dolori.

Diagnosi e storia

La diagnosi di un blocco è di solito già effettuata da un esame fisico. Sulla base dei sintomi attuali, il medico può verificare quale articolazione è compromessa nella sua funzione. Spesso, questo è già dichiarato nella conversazione dal paziente.

Il medico esaminerà anche la tensione muscolare che si verifica e verificherà la presenza di eventuali deficit neurologici. Tuttavia, l'uso di immagini a raggi X non è necessario per la diagnosi di un blocco, poiché questo metodo non è significativo. Per escludere lesioni ossee o tumori, in alcuni pazienti è ancora utile fare radiografie.

Se si desidera un trattamento chiropratico nella terapia successiva, le immagini radiografiche devono essere comunque prese. Se un blocco rimane non trattato, il dolore e la limitazione del movimento rimangono per un periodo di tempo più lungo. A causa delle tensioni muscolari che si verificano automaticamente, è improbabile che venga rilasciato da solo.

complicazioni

Il blocco delle articolazioni può causare una serie di complicazioni. In primo luogo, possono verificarsi malposizioni a causa di restrizioni di movimento, spesso accompagnate da forte dolore e formazione di più blocchi muscolari. Se il blocco persiste per un periodo di tempo più lungo, il dolore continua ad aumentare e compaiono disturbi sensoriali come sensazioni di formicolio e paralisi.

A seconda della posizione del blocco, possono svilupparsi sequele specifiche come un blocco sacrale-pelvico. Il blocco stesso porta al dolore cronico nel corso, che può influire sulla salute mentale in uno sviluppo cronico. Inoltre, un blocco delle articolazioni può portare a incidenti nella vita di tutti i giorni; ad esempio, quando si verifica un blocco acuto durante la guida di un veicolo o durante l'uso di una macchina.

Se i blocchi articolari vengono trattati in modo rapido e completo, di solito scompaiono anche le complicanze dirette e viene ripristinata la mobilità precedente. Accompagnando il trattamento, possono verificarsi tensioni temporanee nelle regioni interessate. Se è necessario un intervento chirurgico, non sono previsti ulteriori problemi oltre alle solite complicanze dell'intervento

Quando dovresti andare dal dottore?

Il blocco delle piccole articolazioni della colonna vertebrale o delle articolazioni più grandi del corpo ritorna spesso spontaneamente come è arrivato. In molti casi, l'interessato può attendere la visita di un medico per vedere se il blocco viene rilasciato durante la notte durante il sonno o attraverso rimedi casalinghi come massaggi, ginnastica leggera o trattamenti termici.

Tuttavia, ci sono casi in cui si dovrebbe chiedere consiglio al medico. Ciò si applica immediatamente se il blocco non consente di svolgere le normali attività quotidiane, ad esempio se la limitazione dei movimenti costringe la persona interessata a una postura innaturale. Un altro motivo per la visita tempestiva di un medico è il forte dolore che non può essere alleviato o solo brevemente con antidolorifici convenzionali.

Questo dolore viene quindi interrotto dal medico, ad esempio, con la nebulizzazione del dolore. Questi assicurano anche un rilassamento del tessuto, altrimenti - senza assistenza medica - il dolore potrebbe causare una moderazione e crampi, che potrebbero comunque favorire il blocco.

Inoltre, è necessaria una visita dal medico se un blocco alla schiena è associato a intorpidimento o disturbi sensoriali nelle braccia o nelle gambe. Ecco un problema di dischi intervertebrali da escludere o trattare.

In caso di blocco, il medico di famiglia può spesso aiutare alleviando il dolore. Per cause più gravi, rimanda i suoi pazienti all'ortopedico, al neurologo o al fisioterapista.

Medici e terapisti nella tua zona

↳ Per trovare medici e terapisti specializzati nella tua zona, fai clic su: "Cerca specialisti nella tua zona" o inserisci un indirizzo a tua scelta (ad es. "Berlino" o "Augustenburger Platz 1 Berlino"). f.name) .join (', ') "> ↳ Sei un medico o un terapista e non trovi qui? Contattaci!

Terapia e terapia

Il trattamento di un blocco dipende dalla sua causa, per cui deve essere prima risolto. Questo può essere fatto il più presto possibile dopo l'insorgenza dei sintomi attraverso l'uso della terapia chiropratica o manuale.

La fisioterapia di accompagnamento può contribuire al rafforzamento dei muscoli. È generalmente importante allenarsi il più possibile di tutte le aree muscolari al fine di evitare blocchi in futuro. I farmaci analgesici aiutano anche il paziente ad alleviare la tensione in corso e il dolore associato.

Potrebbero essere necessarie alcune settimane o mesi prima di ottenere un sollievo dal dolore permanente. Il successo dipende in larga misura dalla cooperazione attiva del paziente.

Outlook e previsioni

Le previsioni per un blocco sono molto buone. L'iniziativa e la collaborazione del paziente, può arrivare in poche settimane a una cura permanente e completa. Il trattamento si basa sulla causa e sulla gravità del blocco in collaborazione con un chiropratico o un fisioterapista.

Questi forniscono suggerimenti utili e analizzano insieme al paziente quali movimenti dovrebbero essere ottimizzati in futuro. L'obiettivo è ottenere un cambiamento in modo che le tensioni rilasciate non ritornino. Inoltre, un ortopedico aiuterà se ci sono altri problemi del sistema scheletrico.

Nella vita di tutti i giorni, il paziente deve migliorare la propria postura, perseguire attività sportive e lottare per uno stile di vita più sano. Se tiene conto dei suggerimenti benevoli e si adatta meglio ai bisogni del corpo, ottiene un benessere buono e stabile.

La ricorrenza di un blocco è possibile, ma fortemente dipendente dal comportamento del paziente. La postura e la distanza tra il sedile e il tavolo devono essere controllate e ottimizzate. Il lavoro fisico pesante dovrebbe essere evitato o ristrutturato.

La rotazione non dovrebbe essere improvvisa o durante il sollevamento di oggetti pesanti. I muscoli dovrebbero essere rafforzati, assorbire abbastanza liquido e il corpo ha bisogno di calore sufficiente per un sollievo e una guarigione duraturi.

prevenzione

Un rafforzamento mirato della muscolatura può efficacemente prevenire un blocco. È importante che in particolare i pazienti che hanno già avuto un blocco a casa con gli esercizi di fisioterapia continuino e quindi garantiscano il successo dell'allenamento.

Anche per le persone che svolgono un intenso lavoro fisico, sono consigliati esercizi mirati per alleviare le aree colpite. Nel lavoro d'ufficio può venire in tensione nella zona delle spalle e del collo. Per evitare ciò, le interruzioni regolari dovrebbero essere prese dal lavoro sullo schermo.

Puoi farlo tu stesso

Quando si tratta di punti del corpo, come ad esempio i glutei in condizioni dolorose, è spesso un blocco dell'articolazione responsabile. Il blocco con mobilità limitata dell'articolazione o con una posizione anormale delle superfici articolari tra loro può essere alleviato da numerose misure di auto-aiuto.

Oltre al trattamento con un fisioterapista o un osteopata, sul corpo sono state dimostrate applicazioni di calore. Bottiglie di acqua calda o un rotolo caldo possono rilassare i muscoli intorno all'articolazione. Le applicazioni di calore stimolano la circolazione e possono quindi ridurre il dolore.

Un'auto-mobilitazione con un movimento indipendente del corpo può ridurre al minimo il dolore o addirittura spegnersi completamente. A seconda della zona interessata sul corpo, ci sono esercizi utili che puoi fare indipendentemente a casa. Nel periodo che precede gli esercizi, è consigliabile ottenere consigli utili dagli specialisti, in modo che gli esercizi appropriati possano essere eseguiti nel modo giusto dalla persona interessata.

Al fine di prevenire eventuali blocchi nel corpo, la costruzione dei muscoli addominali e della schiena è un passo importante verso la salute e il benessere personale. Chiunque sia già affetto da un blocco non dovrebbe avere fretta di tornare alle attività sportive. Un accesso troppo rapido all'allenamento può portare a una dolorosa ricaduta e quindi a causare nuovamente il blocco.

Tag: 
  • notizia 
  • cosmetici e benessere 
  • neonati e bambini 
  • dispositivi medici 
  • medico 
  • Top