La sindrome di Bouveret è una malattia del calcoli biliari che può bloccare l'uscita dello stomaco. Questa condizione è rara, ma estremamente pericolosa per la vita del paziente. Una grande calcoli biliari migra attraverso una fistola della colecisti nel duodeno, in modo che si stenda sull'uscita dello stomaco. Questo processo è innescato da un'infiammazione. La malattia prende il nome dal medico francese Léon Bouveret (1850-1929), che la descrisse classicamente nel 1896.

Cos'è la sindrome di Bouveret?

La sindrome di Bouveret è una complicanza molto rara di un'ostruzione del dotto biliare da una pietra.
© Henrie - stock.adobe.com

La formazione di calcoli biliari è correlata alla bile, che si manifesta nel fegato, e viene immagazzinata nella cistifellea. Questa secrezione viscosa viene utilizzata per la digestione e viene rilasciata nell'intestino. Assicura l'eliminazione di tossine e metaboliti del metabolismo. Il succo biliare è costituito per la maggior parte da acqua, che dissolve i restanti componenti del fluido, come il colesterolo.

Queste sostanze hanno un rapporto molto specifico tra loro. Se questo equilibrio viene disturbato, si formano cristalli nella bile, che possono trasformarsi in calcoli biliari. Lo stesso accade quando la bile non può drenare, ad esempio a causa di un restringimento o addirittura di una chiusura nel cosiddetto dotto biliare. Una condizione di questo tipo si chiama sindrome di Bouveret.

cause

Il risultato può essere una colica biliare, quando una pietra della cistifellea si trova nel dotto biliare e provoca un blocco. Nel tentativo di portare via il corpo estraneo risultante, i muscoli del dotto biliare si contraggono in convulsioni. Questo processo provoca un forte dolore ciclico chiamato colica biliare.

Oltre al dolore, il danneggiamento del succo biliare è un grave pericolo per la salute: può defluire nel fegato o persino nel pancreas e quindi causare infiammazioni pericolose nell'addome. Se tali segni sono condensati, una rimozione precauzionale della cistifellea è spesso l'unica via di fuga possibile.

I pazienti sono per lo più donne di età superiore ai 70 anni che manifestano improvvisi dolori addominali gravi, associati a nausea grave e vomito nervoso. Febbre innaturale e brividi possono essere associati a questi sintomi. In alcuni casi, viene aggiunto l'ittero, in particolare l'ingiallimento della pelle. Queste e altre potenziali malattie parallele hanno complicato da tempo la diagnosi affidabile della sindrome di Bouveret.

Sintomi, reclami e segni

Oggi, le tecniche di imaging, come l'ecografia (ecografia) o la tomografia computerizzata, sono estremamente accurate nell'identificare le cause della malattia. Ad esempio, le bolle d'aria nei dotti biliari, che si verificano in connessione con la formazione di fistole nell'area intestinale, possono essere rappresentate molto bene. In una sindrome di Bouveret, l'occlusione si forma relativamente in alto all'uscita dello stomaco. Pertanto, le caratteristiche infiammatorie possono essere localizzate in modo molto chiaro.

Diagnosi e storia

La terapia inizialmente inizia con un approccio delicato. La sindrome di Bouveret è prevalentemente presente nelle persone anziane, che spesso hanno più comorbilità. Pertanto, a seconda della situazione clinica, una frammentazione del calcoli biliari e la sua successiva rimozione sono preferibili all'intervento chirurgico. Il medico di solito usa un semplice specchio con l'endoscopio.

Se la chirurgia è inevitabile, dovrebbe limitarsi il più possibile alla rimozione della pietra e al ripristino del passaggio naturale. I rischi di rimozione della cistifellea e chiusura della fistola sono spesso sproporzionatamente elevati. La cistifellea è tipicamente infiammata in una sindrome di bouveret, la fistola è riempita di gas al duodeno.

Con l'aiuto dell'endoscopia, il calcoli biliari può essere ridotto al minimo mediante distacco mirato ai suoi bordi. O è diventato così piccolo che può essere recuperato per via orale, o scivola più a fondo, fino a quando non viene eliminato nei soliti modi. La fistola può quindi regredire entro pochi giorni con decorso favorevole e trattamento antibatterico.

Se queste prospettive non sono soddisfatte, è possibile ricucire chirurgicamente la fistola. Tuttavia, statisticamente, un terzo di tutti i casi ha visto complicanze postoperatorie. Queste sono prevalentemente infezioni della ferita. La massima sicurezza è quando viene eliminato solo il calcoli biliari che chiude lo stomaco.

I chirurghi lo vedono oggi come un'alternativa ragionevole a ulteriori restauri, come la fistola. Una grande pietra calcarea può raggiungere dimensioni di circa sette per tre pollici. Pertanto, nel caso di una sindrome di Bouveret di emergenza, lo svuotamento gastrico è massicciamente bloccato.

complicazioni

La sindrome di Bouveret è una complicanza molto rara di un'ostruzione del dotto biliare da una pietra. La pietra entra nel duodeno attraverso una connessione (fistola) e può quindi chiudere l'uscita dello stomaco (piloro) e quindi causare una stenosi. Questa complicazione è caratterizzata da nausea e vomito improvvisi, nonché da un forte dolore nella parte superiore dell'addome.

La stenosi dell'output gastrico può causare il più grave deragliamento del metabolismo, che può anche essere potenzialmente letale se non viene trattato chirurgicamente. Il vomito frequente provoca alcalosi metabolica nel corpo e pericolo di disidratazione, poiché si perde molto fluido e non ne viene quasi assorbito.

In caso di un intervento chirurgico impuro, la ferita può essere infettata e inoltre caricare il corpo. Inoltre, può verificarsi sanguinamento interno. Inoltre, lo stomaco può infiammarsi e, nel peggiore dei casi, l'infiammazione può diffondersi sistemicamente, causando sepsi. La sepsi è una condizione pericolosa per la vita e deve essere trattata prontamente, poiché può rapidamente portare alla morte del paziente.

In genere, i calcoli biliari aumentano il rischio di infiammazione dei dotti biliari e della cistifellea, che può anche portare alla sepsi. La pietra può anche penetrare nelle pareti e portare all'infiammazione del peritoneo (peritonite).

Quando dovresti andare dal dottore?

La sindrome di Bouveret è una malattia del calcoli biliari che provoca il blocco dell'uscita dello stomaco. È urgentemente necessario un trattamento medico e farmacologico perché può esistere persino un pericolo acuto per la vita. Nella maggior parte dei casi, la sindrome di Bouveret si verifica nelle persone anziane che hanno precedentemente avuto problemi con calcoli biliari esistenti. La difficoltà con la sindrome di Bouveret è che spesso viene diagnosticata molto tardi nella malattia.

Spesso la sindrome di Bouveret è caratterizzata da dolore addominale grave e prolungato. Inoltre, c'è spesso un forte dolore nella regione addominale, che limita fortemente la vita di tutti i giorni. Per il dolore addominale inspiegabile, consultare un medico il prima possibile. Chi si astiene dal visitare il medico a questo punto si espone a un grande rischio. Il dolore in un caso aumenta in modo significativo in questo caso.

Un aumento della temperatura e nausea sono anche possibili effetti collaterali che possono verificarsi in relazione al quadro clinico sopra descritto. Per questo motivo: la sindrome di Bouveret è una malattia che richiede sicuramente cure mediche.

Medici e terapisti nella tua zona

↳ Per trovare medici e terapisti specializzati nella tua zona, fai clic su: "Cerca specialisti nella tua zona" o inserisci un indirizzo a tua scelta (ad es. "Berlino" o "Augustenburger Platz 1 Berlino"). f.name) .join (', ') "> ↳ Sei un medico o un terapista e non trovi qui? Contattaci!

Terapia e terapia

Di regola, un calcoli biliari è grande solo quanto una pietra di ciliegia. È costituito essenzialmente da bile solidificata. Principalmente è composto da colesterolo depositato, quindi ha un colore giallastro. Le stime suggeriscono che circa il 20 percento dei calcoli biliari sono chiamati calcoli.

Il suo nucleo è anche il colesterolo, attorno al quale si è stabilizzata la bilirubina del pigmento biliare. Le pietre di pigmento sono piccole solo come granelli di sabbia, ma si trovano in colonie più grandi. Tutti i diversi calcoli biliari hanno in comune che calcificano nel corso della vita.

Outlook e previsioni

La sindrome di Bouveret è un'emergenza medica, il trattamento deve iniziare rapidamente, altrimenti può essere fatale. Nella maggior parte dei casi sono interessate le donne di età superiore ai 70 anni. A causa della loro età, la maggior parte dei malati soffre anche di altre malattie che possono peggiorare la prognosi.

Nel caso della sindrome di Bouveret, un calcoli biliari si sposta su una fistola, che collega il dotto biliare e il duodeno, di fronte all'uscita dello stomaco e lo ostruisce. La fistola è formata da processi infiammatori nel contesto della malattia del dotto biliare. L'insorgenza improvvisa di disagio addominale può portare a ulteriori complicazioni, inclusa la peritonite.

Solo una rapida rimozione o distruzione del calcoli biliari può porre fine alla condizione estremamente pericolosa per la vita. Dopo la corretta rimozione della pietra, di solito si tratta di una cura completa a seconda delle condizioni fisiche generali del paziente.

Poiché si tratta in genere di pazienti più anziani con altre malattie concomitanti, deve essere utilizzato il trattamento più delicato possibile. Se possibile, la pietra viene fracassata e rimossa con un aiuto endoscopico. Altrimenti, è necessario eseguire un intervento chirurgico per rimuovere la pietra dall'estremità dello stomaco, quindi dovrebbe essere solo per ripristinare la pervietà. In questo caso, si dovrebbe evitare un intervento più ampio con la rimozione della cistifellea per non aumentare il rischio chirurgico.

prevenzione

In Germania, i calcoli biliari si verificano statisticamente in circa ogni sesto residente. Nelle donne, sono molto più comuni che negli uomini. Reclami evidenti, tuttavia, solo circa il 25 percento di tutti gli interessati. Se i calcoli biliari non producono alcun sintomo, non devono essere trattati.

Per il primo dolore nell'addome superiore, che può estendersi alla zona posteriore e destra della spalla, ma probabilmente le pietre sono responsabili. Una dieta consapevole del colesterolo è il modo migliore per prevenire i problemi alla cistifellea.

Puoi farlo tu stesso

La sindrome di Bouveret è una rara complicanza che richiede un trattamento ospedaliero immediato. Dopo aver rimosso con successo il calcoli biliari, gli interessati dovrebbero prima proteggersi. Il riposo a letto e una dieta sana, non troppo irritante, dovrebbero regolare il tratto gastrointestinale in breve tempo. Per risciacquare i residui di rene o gall semola, bere molta acqua o tè ai reni. Aiuta con tisane e massaggi antidolorifici, ma anche cuscinetti caldi, esercizio fisico o una gita in sauna.

In consultazione con il medico, dovrebbero essere determinate anche le cause della sindrome di Bouveret. Spesso, la complicazione si basa su una malattia diversa, che deve essere trattata di conseguenza. Nella maggior parte dei casi, il medico responsabile raccomanda misure dietetiche come l'astinenza da stimolanti o in generale raccomanda uno stile di vita più sano.

I pazienti più anziani potrebbero anche dover cambiare il loro trattamento. Pertanto, vari preparati aiutano a rimuovere i calcoli biliari e riducono il dolore che può insorgere. In alternativa, offrono rimedi casalinghi come birra calda o succo di mirtillo rosso. In caso di sintomi gravi nonostante tutte le misure, la sindrome di Bouveret deve essere presa dal medico.

Tag: 
  • sintomi 
  • valori di laboratorio 
  • Malattie 
  • hausmittel 
  • piante medicinali 
  • Top