• Monday July 6,2020

Sindrome da affaticamento cronico (CSF)

La sindrome da affaticamento cronico (CSF), nota anche come sindrome da affaticamento cronico o sindrome da affaticamento cronico, è una malattia cronica con un quadro clinico diversificato. I sintomi principali si manifestano in un prolungato esaurimento mentale e fisico, che non scompare dal riposo e dalla protezione.

Che cos'è la sindrome da affaticamento cronico (CSF)?

Il problema con la sindrome da affaticamento cronico (CFS) è che i sintomi sembrano inizialmente non specifici e quindi non possono essere collegati.
© Foto Cara - stock.adobe.com

La sindrome da stanchezza cronica è una malattia in cui ancora oggi è ancora nel regno dell'ignoto. Sia in termini di cause, sia con la terapia appropriata non è stato ancora possibile stabilire standard universali.

La sindrome da stanchezza cronica (CSF) provoca una stanchezza mentale e fisica permanente, che è accompagnata da stanchezza, così come altri disturbi fisici. Anche con sufficiente protezione e riposo, i sintomi non possono essere eliminati. Le numerose e continue lamentele sono generalmente associate a qualche grave depressione.

Gran parte di questa malattia non è stata ancora chiarita scientificamente. Secondo le stime, circa una persona su trecento in Germania soffre di sindrome da stanchezza cronica.

cause

Ad oggi, le cause esatte della sindrome da affaticamento cronico sono sconosciute. Non sono state ancora trovate cause non ambigue né dimostrabili. Gli scienziati non sono d'accordo sul fatto che deficienze immunitarie o disfunzioni, disturbi ormonali o virus possano scatenare la sindrome.

Funghi, fattori mentali, stress persistente e persino tossine ambientali sono anche discussi come potenziali cause. I ricercatori sospettano che la stanchezza associata alla sindrome da stanchezza cronica possa essere innescata dall'indebolimento o dall'attivazione cronica del sistema immunitario, nonché da uno squilibrio nei segnali cerebrali.

Inoltre, si sospetta un malfunzionamento del sistema nervoso autonomo come fattore scatenante della sindrome da stanchezza cronica.

Sintomi, reclami e segni

Il problema con la sindrome da affaticamento cronico (CFS) è che i sintomi sembrano inizialmente non specifici e quindi non possono essere collegati. Potresti anche indicare altre malattie. Colpisce è, tuttavia, che i sintomi si verificano improvvisamente nella CFS.

Prestazioni estremamente limitate e un grave crollo del potenziale energetico finora sperimentato sono le caratteristiche principali di CFS. Questo sintomo guida può durare per anni. Si distingue dall'esaurimento ordinario per il suo continuo vigore. Per una diagnosi sicura, questo sintomo chiave deve esistere da più di sei mesi.

Deve essersi verificato bruscamente e non deve essere dovuto a sforzi eccessivi acuti. Inoltre, l'esaurimento deve essere sproporzionato rispetto a ciò che l'interessato ha precedentemente fatto. Inoltre, sintomi concomitanti tipici ma non specifici devono essersi verificati per un tempo altrettanto lungo.

Una sindrome da affaticamento cronico porta non solo alla fatica estenuante ma anche a [[problemi di concentrazione | problemi di concentrazione] e disturbi della memoria. Mal di gola, dolori muscolari e articolari, aumento della sensibilità alla pressione dei linfonodi sotto le ascelle e al collo, nonché mal di testa e sonno, che non fornisce alcun recupero, sono altri sintomi associati. Se almeno quattro di questi sintomi sono presenti oltre alla fatica, la CFS è considerata sicura.

Tuttavia, può essere escluso da un'attenta diagnosi differenziale che l'attuale situazione dei sintomi è dovuta ad altre malattie oltre alla sindrome da affaticamento cronico.

Diagnosi e storia

Una sindrome da stanchezza cronica è estremamente difficile da diagnosticare. In molti casi, non è riconosciuto perché non esistono esami specifici che possano rilevare la malattia.

Né test di laboratorio né altri esami medici convenzionali possono garantire una diagnosi. Un sospetto definitivo di CFS esiste solo se le persone colpite soffrono dei sintomi per almeno un anno e mezzo, senza trovare un'altra causa.

Per poter diagnosticare la CFS, è importante escludere tutte le altre malattie che potrebbero essere presenti per i sintomi mostrati. In ogni caso, è necessaria una storia esatta, cioè la determinazione dei sintomi. Oltre alla valutazione delle mucose e allo studio della tensione muscolare e dei riflessi, vengono eseguiti anche esami del sangue e, se necessario, esami ecografici.

Una sindrome da burnout e gli stati d'animo depressivi devono essere esclusi perché potrebbero essere considerati una diagnosi differenziale. Tutti questi esami vengono eseguiti per escludere altre cause della condizione. Se non vengono rilevate altre cause, il sospetto di sindrome da affaticamento cronico diventa corroborato.

complicazioni

La sindrome da affaticamento cronico porta a una varietà di complicazioni che possono influenzare la vita quotidiana e il lavoro. I problemi di concentrazione e memoria spesso influiscono sulle prestazioni. Di conseguenza, sono possibili conflitti sul posto di lavoro; in alcuni casi, la sindrome da stanchezza cronica porta ad inabilità temporanea.

Senza una diagnosi corretta, esiste anche il rischio che il datore di lavoro possa porre fine alla vittima se i sintomi sono erroneamente attribuiti a un fallimento personale. Gli alunni, gli apprendisti e gli studenti sono anche a rischio di non superare gli esami o di ottenere un voto peggiore se i sintomi non vengono trattati.

Inoltre, senza trattamento o senza diagnosi medica c'è il rischio che la sindrome da affaticamento cronico non venga riconosciuta. L'autodiagnosi è molto critica in questo caso, poiché i sintomi della sindrome possono anche essere dovuti a un'altra malattia.

Un'altra potenziale complicazione sono i disturbi del sonno. Questi spesso insorgono quando le persone con sindrome da stanchezza cronica riposano durante il giorno e quindi non sono sufficientemente stanche al momento di coricarsi. Entrambi, difficoltà ad addormentarsi e rimanere addormentati sono possibili. Questi disturbi del sonno vanno oltre il sonno non riposante, che di per sé appartiene anche alla sindrome da stanchezza cronica.

Anche con il trattamento, possono verificarsi varie complicazioni. Molti problemi sorgono spesso durante la terapia perché la sindrome da affaticamento cronico non viene riconosciuta correttamente. Per le persone colpite, la via della diagnosi è quindi spesso noiosa.

Quando dovresti andare dal dottore?

Una sindrome da affaticamento cronico è menzionata da un periodo di 6 mesi, se i sintomi non migliorano. Chiunque percepisca i sintomi di una sindrome da affaticamento cronico può prima provare ad aiutare se stesso. Ciò è particolarmente utile se i reclami sono attribuibili a un evento specifico e l'esaurimento è il risultato di un onere attuale. Si consiglia, quindi, di riposare un po 'e rilassarsi, eventualmente perseguire un hobby o altre attività che portano gioia.

Tuttavia, chiunque soffra di affaticamento su una base apparentemente infondata senza motivo dovrebbe pensare di andare dal medico. Anche se è difficile spegnere, non c'è pace interiore e nessuna attività è più divertente, si consiglia la visita di un medico. Lo stesso vale per enormi problemi di memoria e concentrazione e sintomi fisici come mal di gola, linfonodi ingrossati, dolori muscolari e articolari, mal di testa e un sonno non riposante. Dovrebbe essere anche Clairaudience, che impiega un tempo sproporzionatamente lungo, fino a quando non si è ripreso da uno sforzo.

Terapia e terapia

Inoltre, il trattamento della sindrome da stanchezza cronica si rivela estremamente difficile. Per molti malati, la psicoterapia può alleviare i sintomi. Sfortunatamente, non è sempre così. Finché ci sono così tante perplessità sulle cause della malattia, un corso generale di trattamento per la CFS è estremamente difficile.

Un trattamento sufficientemente lungo e specifico per le persone con terapia comportamentale con sindrome da affaticamento cronico è l'unico trattamento ragionevolmente assicurato. Fondamentalmente, con ogni trattamento della CFS, il Divise deve prescrivere al paziente quanta più attività e stress possibile, ma quanto più risparmio e riposo quanto necessario.

Oltre al trattamento psicoterapico, viene effettuato un tentativo di trattare i principali sintomi concomitanti con farmaci adeguati. Se, ad esempio, si verificano articolazioni o mal di testa, sono controllati da antidolorifici appropriati. Nei pazienti con depressione, possono essere utilizzati antidepressivi. La combinazione delle singole opzioni di trattamento dipende sempre dal caso specifico del paziente affetto da sindrome da stanchezza cronica.

Outlook e previsioni

La prognosi della sindrome da affaticamento cronico è individuale e non può essere stimata in anticipo. Una cura spontanea è possibile in qualsiasi momento. In molti pazienti, la malattia si manifesta in modo imprevisto e improvviso. Quindi succede che l'interessato non può più uscire di casa e quindi i suoi doveri quotidiani non sono più soddisfacenti per lui.

Statisticamente dimostrato è la maggiore presenza di CSF dopo l'infezione. Eppure non è l'unica causa. A peggiorare le cose, le ragioni esatte non sono chiare. La malattia può persistere senza sosta per mesi o anni dopo la sua insorgenza. Sebbene possa arrivare a una cura completa, è anche possibile una ricorrenza ricorrente della malattia. Il tasso di recidiva è molto alto.

C'è un pericolo particolare con una rinnovata infezione o un aumento della vita stress nella vita di tutti i giorni. A causa delle circostanze, il decorso della malattia e quindi la prospettiva di una cura del liquido cerebrospinale sono imprevedibili. Non sono direttamente correlati all'età del paziente, allo stato di salute o allo stile di vita generale.

I medici non possono dire con certezza in una cura, se è stata innescata da un'azione intrapresa dalla terapia, da un cambiamento negli atteggiamenti cognitivi o nel trattamento medico. I risultati mancanti rendono difficile selezionare le fasi di trattamento necessarie in caso di recidiva.

prevenzione

La misura in cui possono essere prese misure preventive contro la sindrome da affaticamento cronico è in gran parte poco chiara, purché le vere cause non siano chiaramente comprese. In generale, tuttavia, si dovrebbe prestare attenzione all'esercizio fisico sufficiente e ad altre attività, nonché ai periodi di riposo e recupero sufficienti nella vita di tutti i giorni.

È anche importante evitare lo stress il più possibile. Tuttavia, non è ancora chiaro se queste misure siano effettivamente sufficienti. Una vita equilibrata ed equilibrata è, almeno per ora, l'unico modo per proteggerti il ​​più possibile dalla sindrome da stanchezza cronica.

post-terapia

Le persone a cui è stata diagnosticata la sindrome da affaticamento cronico (CSF) generalmente non subiranno un follow-up. Sarebbe utile, comunque. Di norma, la medicina convenzionale tratta questa malattia multisistemica piuttosto a metà. Il motivo è che finora non è stato trovato alcun chiaro fattore scatenante per il loro focolaio. Inoltre, le donne sono spesso le vittime. Questo spesso nutre sospetti sulla loro labilità mentale. Il trattamento è quindi spesso nelle cliniche psicosomatiche. Di solito inizia da false premesse e rimane inefficace.

Secondo recenti risultati, questa malattia multisistemica può essere curata mediante una terapia combinata. Un trattamento ragionevole e un trattamento di follow-up della sindrome da affaticamento cronico sono nella migliore delle ipotesi forniti da naturopati e cliniche specializzate specializzate, in cui viene trattata la sindrome da affaticamento.

Tuttavia, è improbabile che tutti i pazienti ricevano il trattamento ottimale. Pertanto, si deve presumere che anche l'assistenza post-vendita fallisca. È dal punto di vista di alcuni specialisti a una disinfezione cronica. Ciò richiede concetti di trattamento interdisciplinare. Poiché la malattia disturba e interferisce con vari sistemi vitali nell'organismo, il follow-up è utile.

Eventuali sequele di CFS dovrebbero essere escluse da regolari esami di follow-up. Inoltre, può essere consigliabile conservare una parte del trattamento dopo il recupero per tutta la vita. Senza follow-up medico c'è il pericolo che ulteriori infezioni ripristinino lo stato di esaurimento.

Puoi farlo tu stesso

È utile per il proprio benessere se la persona interessata conosce i propri bisogni emotivi e fisici. Inoltre, dovrebbe essere in grado di conoscere i propri limiti ed essere in grado di valutarli in tempo utile. Non è sempre possibile valutare le situazioni stressanti con largo anticipo e si è spesso notato, a posteriori, che si è verificata una domanda eccessiva. Pertanto, una buona autoriflessione e il coraggio di assegnare compiti sono utili per alleviare se stessi.

Se hai uno stato d'animo depressivo e non porti riposo o sonno, è consigliabile cercare l'assistenza di un terapeuta. Le condizioni del sonno devono essere controllate e ottimizzate. Il tuo stile di vita dovrebbe anche essere visto in modo critico e ristrutturato se necessario. A volte manca il coraggio di lasciare una situazione stressante. In queste situazioni, l'interessato può chiedere aiuto per trovare alternative.

La sindrome da affaticamento può essere impostata in fasi di mancanza di prospettive. Prende il posto per provare le modifiche o implementarle. Cambiare il proprio comportamento, tuttavia, può essere percepito come molto utile e corroborante per l'autostima. Inoltre, quando si assumono farmaci, è necessario controllare gli effetti collaterali e consultare un medico. Alcuni possono avere un impatto sulla forza motrice e sulla vitalità.


Articoli Interessanti

nocciola

nocciola

Le nocciole sono i frutti della nocciola. Le nocciole provengono principalmente dall'Asia minore e dall'Europa. Contengono molti nutrienti importanti e sono comunemente noti come alimenti per i nervi. Sebbene le nocciole siano generalmente benefiche per la salute, possono causare allergie o intolleranze

Sinterungsbruch

Sinterungsbruch

Una frattura da sinterizzazione è una frattura del vortice. La malattia colpisce la colonna vertebrale e viene anche definita frattura da sinterizzazione o sinterizzazione. Le fratture da sinterizzazione possono verificarsi soprattutto con ossa gravemente danneggiate a causa dell'osteoporosi. In molti casi, le fratture da sinterizzazione causano la perdita di stabilità e il collasso della vertebra interessata dalla frattura.

lente d'ingrandimento

lente d'ingrandimento

Non solo per la lettura, ma anche nella cura del corpo e negli occhialini della medicina. Esistono diversi tipi di lenti di ingrandimento utilizzate in modo diverso, a seconda dell'applicazione. Vengono principalmente utilizzati per identificare meglio possibili cambiamenti o aiutare a lavorare in modo più preciso attraverso una visione più dettagliata.

Arresto cardiaco (insufficienza cardiovascolare)

Arresto cardiaco (insufficienza cardiovascolare)

Un arresto cardiaco o un'insufficienza cardiovascolare possono avere cause diverse. Decisivo per una buona prognosi nell'arresto cardiaco è soprattutto un intervento rapido. Che cos'è un arresto cardiaco? Il paziente è in grave pericolo per la vita e c'è una minaccia di morte cerebrale. In

musicoterapia

musicoterapia

La musicoterapia utilizza il potere curativo della musica per alleviare e curare un'ampia varietà di disturbi fisici ed emotivi. Ogni forma di musicoterapia è una disciplina scientifica orientata alla pratica. Cos'è la musicoterapia? Con l'uso deliberato della musica, che si tratti di musica strumentale, canto o altre forme di performance musicale, la salute mentale, fisica e mentale dovrebbe essere supportata, incoraggiata, mantenuta e nella migliore delle ipotesi completamente restaurata. C

prostaciclina

prostaciclina

La prostaciclina è un ormone tissutale appartenente alle prostaglandine serie 2. L'ormone viene prodotto principalmente nelle cellule endoteliali dei vasi e nelle cellule muscolari lisce dall'acido arachidonico. Agisce localmente vasodilatatore, aumenta il dolore sensibilizzando i nocicettori, induce la febbre e inibisce l'aggregazione piastrinica in misura elevata.