• Monday July 6,2020

cefalea a grappolo

Il mal di testa a grappolo è caratterizzato da periodici attacchi unilaterali di dolore di estrema intensità nelle tempie e negli occhi, che colpiscono principalmente i giovani. A causa dell'etiologia finora inspiegabile del mal di testa a grappolo, non ci sono terapie causali (terapia causale). Tuttavia, all'inizio della terapia, un mal di testa a grappolo può essere trattato bene con i farmaci.

Che cos'è il mal di testa a grappolo?

Infogramma su cause e sintomi di emicrania e mal di testa. Clicca sull'immagine per ingrandirla.

Il mal di testa a grappolo si riferisce a una condizione di dolore dipendente dall'area, che è associata a gravi attacchi emipterali di dolore nell'area delle tempie e degli occhi. Gli attacchi di dolore si verificano raggruppati (in gruppi) fino a otto volte al giorno e possono durare non trattati per 15-180 minuti.

Nell'80% dei casi, gli attacchi di dolore periodici (a volte per settimane o mesi) si alternano a mesi o anni di intervalli senza sintomi (cefalea a grappolo episodica). Al contrario, nel 20 percento dei casi c'è un mal di testa a grappolo cronico caratterizzato da oltre un anno di attacchi di dolore senza fasi di remissione (fasi non sintomatiche di almeno quattro settimane).

cause

Le cause del mal di testa del cluster non sono ben comprese. Poiché gli attacchi si verificano frequentemente in primavera e in autunno (fasi meteorologiche transitorie), si sospettano disturbi del bioritmo come possibili cause.

Inoltre, poiché gli attacchi di cefalea a grappolo si verificano spesso alla stessa ora del giorno, si sospettano disregolazioni in quelle aree del cervello che regolano, tra le altre cose, il ritmo sonno-veglia (ipotalamo).

Inoltre, si ipotizzano cause genetiche per il mal di testa a grappolo, sebbene finora non sia stato identificato nessun singolo gene responsabile della malattia. Tuttavia, la probabilità di mal di testa a grappolo è notevolmente aumentata (18 volte) se un parente di primo grado ha la malattia.

Inoltre, specifici fattori scatenanti come il consumo di alcol e nicotina, luce brillante o tremolante, aria ad alta quota, sforzo fisico e alcuni agenti vasodilatatori (istamina, nitrati) possono scatenare attacchi di cefalea a grappolo.

Sintomi, reclami e segni

Il mal di testa a grappolo è caratterizzato da un improvviso inizio di forte mal di testa noioso o tagliente. I pazienti avvertono dolori lancinanti dietro gli occhi, che sembrano un coltello incandescente caldo negli occhi. In un attacco di mal di testa è interessato solo un lato della testa. Non si verificano mai mal di testa simultanei su entrambi i lati.

In rari casi, tuttavia, il mal di testa può anche cambiare la testa durante un attacco. Oltre al forte mal di testa si aggiunge agli occhi acquosi, congiuntivite, gonfiore delle palpebre, naso che cola, forte sudorazione sul viso e sulla fronte e la sindrome di Horner nella metà interessata del viso. La sindrome di Horner è caratterizzata da una palpebra superiore ricadente, una pupilla ristretta e un bulbo oculare affondato nell'orbita.

Anche tipica è l'agitazione estrema durante un attacco di mal di testa a grappolo. Ciò vale per oltre il 90 percento delle persone colpite. Questa irrequietezza si manifesta nella costante avanti e indietro, nonché in un'altalena apatica con la parte superiore del corpo. Le convulsioni si verificano soprattutto in primavera o in autunno. Inoltre, il mal di testa spesso inizia allo stesso tempo spesso al mattino presto o due ore dopo essersi addormentato.

Tuttavia, le distanze tra i singoli attacchi di mal di testa sono spesso di diversa lunghezza. Nel mezzo ci sono a volte settimane o mesi di tempi di non reclamo. Una singola crisi può durare tra 15 e 180 minuti. Molti pazienti soffrono anche di depressione a causa degli attacchi gravi.

Diagnosi e storia

Il mal di testa a grappolo viene diagnosticato dai sintomi tipici. Oltre ai tipici attacchi di dolore, arrossamento dell'occhio e del viso, iperidrosi (sudorazione eccessiva), rinorrea (secrezione nasale), lacrimazione (lacrimazione), miosi (costrizione della pupilla), ptosi (palpebra sbavante), gonfiore delle palpebre o agitazione durante gli attacchi si può presumere che sia un mal di testa a grappolo.

Per la protezione e la diagnosi differenziale servono un test alla nitroglicerina (differenziazione dell'emicrania o nevralgia del trigemino) nonché procedure neurologiche e di imaging (esclusione dei tumori come causa del reclamo). Inoltre, un esame oculistico dovrebbe escludere il glaucoma (glaucoma) simile a un mal di testa a grappolo.

Il mal di testa a grappolo di solito ha un decorso cronico ricorrente, in cui intervalli senza sintomi si alternano ancora con fasi dopo anni, che sono dominate da attacchi di dolore. Tuttavia, il mal di testa a grappolo diminuisce con l'età in termini di intensità e frequenza degli attacchi.

complicazioni

Il mal di testa a grappolo provoca un mal di testa molto spiacevole nel paziente. Di norma, l'interessato non può più concentrarsi sul mal di testa a grappolo e non pensare più chiaramente. Il dolore può anche diffondersi a denti, orecchie e collo e portare a forti dolori in queste aree.

A causa del mal di testa a grappolo, il lavoro ordinario non è più possibile, quindi la routine quotidiana del paziente è fortemente limitata da questi attacchi. Ciò può anche avere un effetto negativo sui contatti sociali quando il paziente si ritira o il mal di testa a grappolo provoca un umore leggermente aggressivo nella persona interessata.

Questi mal di testa spesso causano sudorazione, nausea e vomito. Il forte dolore provoca anche irrequietezza fisica, anche gli attacchi di panico possono scatenare. Gli occhi sono arrossati e irritati. Nella maggior parte dei casi, il mal di testa a grappolo scompare naturalmente in pochi minuti.

Tuttavia, il paziente non può lavorare durante questo periodo e non svolge forti attività fisiche. Il trattamento stesso viene di solito eseguito con antidolorifici o con l'aggiunta mirata di ossigeno. Se il dolore si verifica solo temporaneamente, non ci sono ulteriori complicazioni. Tuttavia, di solito c'è un'altra causa di mal di testa a grappolo, che può portare a complicazioni imprevedibili e altri disturbi.

Quando dovresti andare dal dottore?

Il mal di testa che persiste per diversi giorni o che ha un'intensità molto grave deve sempre essere esaminato da un medico. Si consiglia anche una visita dal medico se il dolore si diffonde o si verifica più disagio. Il mal di testa a grappolo può interferire con altre modalità sensoriali. Vedere o ascoltare è spesso limitato.

Per determinare la causa esatta, consultare un medico. Se il dolore unilaterale provoca una riduzione delle prestazioni o una limitazione nell'affrontare le attività quotidiane, consultare un medico. Prima di assumere antidolorifici, consultare sempre un medico. In caso di ripetuti problemi di sonno, febbre o problemi di attenzione, consultare un medico. Se il mal di testa provoca un malposizionamento della testa, si può innescare la tensione muscolare o l'indurimento dei muscoli del collo, delle spalle e della schiena.

Per evitare che il sistema scheletrico e muscolare si ammali, i sintomi devono essere chiariti e trattati da un medico. Se l'assunzione di cibo è ridotta a causa del mal di testa, consultare un medico se si verifica una perdita di peso indesiderata o si verifica una sensazione di siccità interna. Inoltre, è necessaria una visita dal medico se si verificano problemi mentali o emotivi e la persona interessata ritiene che lo stress sia molto inquietante e invalidante.

Terapia e terapia

La terapia del mal di testa a grappolo mira a ridurre il dolore durante gli attacchi (terapia acuta) e prevenire ulteriori attacchi (terapia profilattica o terapia a intervalli). Mentre i farmaci analgesici convenzionali non aiutano o aiutano solo in modo insufficiente il mal di testa a grappolo acuto, l'inalazione di ossigeno al 100 percento di solito fornisce sollievo dal dolore entro pochi minuti.

In alcuni casi il sumatriptan (autoiniezione sottocutanea) o lo zolmitriptan (spray nasale) sono usati per trattare gli attacchi acuti di cefalea a grappolo. Queste due sostanze attive appartenenti al gruppo dei triptani sopprimono, tra le altre cose, la percezione del dolore e bloccano il rilascio di neuropeptidi antidolorifici. Inoltre, oltre al verapamil, il litio, i glucocorticoidi o la metisergide sono usati profilatticamente nell'intervallo indolore nel mal di testa a grappolo episodico (terapia a intervalli).

Per la cefalea a grappolo cronica, il verapamil o il litio sono usati come terapia a lungo termine. Un nuovo metodo è la cosiddetta stimolazione cerebrale profonda da parte di un pacemaker cerebrale, in questa procedura chiamata neuromodulazione, le persone colpite sono elettrodi impiantati chirurgicamente nell'ipotalamo, che modificano i segnali nervosi in questa zona del cervello con appropriati stimoli elettrici.

Tuttavia, questa promettente procedura, per la quale non sono disponibili risultati a lungo termine, viene utilizzata solo se la terapia farmacologica è stata inefficace o in cefalea a grappolo cronica con un decorso molto grave.

Outlook e previsioni

Il decorso della malattia del mal di testa a grappolo è cronicamente ricorrente ed è differenziato in decorso cronico ed episodico. Tra le fasi degli attacchi di dolore arriva una completa libertà di denuncia. Circa l'80% dei pazienti ha un decorso episodico. In alcuni casi c'è una transizione da episodico a sporadico.

Nelle stagioni primavera e autunno, il numero di pazienti affetti aumenta in modo significativo. Le persone colpite segnalano la stessa ora del giorno in cui soffrono di un forte dolore. Molti di loro sono al mattino o immediatamente dopo essersi addormentati.

Oltre alle caratteristiche ricorrenti di cefalea a grappolo, gli eventi episodici possono causare lunghe pause tra gli attacchi di dolore. Spesso i pazienti sono liberi da sintomi per anni fino a quando successivamente si verifica una nuova fase di cefalea a grappolo. Il mal di testa a grappolo episodico persiste per alcune settimane o mesi fino a quando non scompare completamente.

In una malattia cronica, gli attacchi di dolore durano più di un anno, fino a quando non arriva a un periodo senza lamentele. Qui gli intervalli sono limitati a poche settimane fino alla prossima occorrenza. Una guarigione spontanea permanente del mal di testa a grappolo è possibile in qualsiasi momento in entrambi i corsi. Nelle fasi dei periodi di dolore, i sintomi sono ridotti dai farmaci. Con la conoscenza del singolo trigger può essere evitato da solo.

prevenzione

Poiché le cause del dolore a grappolo non sono chiare, non esistono misure preventive. Tuttavia, per evitare un attacco di cefalea a grappolo, dovrebbero essere evitati fattori scatenanti come sostanze contenenti istamina e tiramina (inclusi quelli presenti in alcool, noci, formaggio, cioccolatini, pomodori, agrumi) nonché luce abbagliante o tremolante, consumo di aria di montagna e nicotina.

post-terapia

Durante e dopo la terapia medica assistita, devono essere prese misure a domicilio per ridurre al minimo i sintomi del mal di testa a grappolo. Si consiglia di assumere integratori alimentari specifici:

Le persone colpite hanno spesso una mancanza di magnesio. L'assunzione di integratori di magnesio può ridurre al minimo la frequenza del mal di testa a grappolo. La vitamina B2 può ridurre la gravità e la frequenza degli attacchi. Il sollievo incompleto dal trattamento convenzionale può essere migliorato assumendo melatonina.

Lo stile di vita dovrebbe essere adattato in base alla malattia. Pertanto, si raccomanda un'attività sportiva adeguata. L'esercizio fisico regolare stimola la circolazione e riduce lo stress. Anche lezioni di yoga e meditazione possono contribuire al sollievo.

Esercizi di respirazione che forniscono un'adeguata assunzione di ossigeno possono alleviare la gravità di un attacco e ridurre la durata. I pazienti devono inoltre assicurarsi che i modelli di sonno siano rispettati e letti a castello contemporaneamente.

Il tè allo zenzero agisce sui recettori vanilloidi e riduce il vomito. Aiuta ad alleviare gli attacchi. Si consiglia di bere una o due tazze al giorno. Si consiglia inoltre di astenersi da sostanze che creano dipendenza come alcol, tabacco o narcotici di ogni tipo. Ciò è particolarmente vero durante un attacco. Queste sostanze aggravano i sintomi del mal di testa a grappolo.

Puoi farlo tu stesso

Il mal di testa a grappolo può essere completamente guarito solo in alcuni casi. Tuttavia, esistono diverse strategie che semplificano la gestione della malattia. Poiché gli attacchi di mal di testa sono spesso innescati dai cosiddetti trigger, in primo luogo si raccomanda un approccio prudente ai sintomi.

C'è mal di testa dopo aver bevuto alcolici? O i sintomi si verificano dopo aver assunto farmaci, integratori o determinati alimenti? Le persone interessate dovrebbero rispondere a queste domande con l'aiuto di un diario. Successivamente, possono essere prese adeguate precauzioni per prevenire ulteriori convulsioni o almeno alleviare i sintomi. I fattori scatenanti tipici sono il rumore, la luce tremolante, il calore estremo o i cambiamenti di altitudine - questi dovrebbero essere evitati a tutti i costi.

Se il mal di testa a grappolo non diminuisce nonostante tutte le misure, è necessario un consiglio terapeutico. Ad accompagnare questo può essere alleviato attacchi acuti da sport, meditazione o allenamento autogeno. Il monitoraggio costante dei trigger e delle contromisure efficaci possono almeno ridurre i sintomi a lungo termine. Tuttavia, a volte i mal di testa a grappolo possono essere alleviati da semplici farmaci, quindi i malati dovrebbero consultare un medico in ogni caso.


Articoli Interessanti

scatto di crescita

scatto di crescita

I primi anni dell'uomo sono caratterizzati da sbalzi di crescita, che si estendono principalmente al periodo tra la nascita e l'ottavo anno di vita. Durante queste spinte il bambino compie significativi passi evolutivi. Che cos'è uno scatto di crescita? I primi anni dell'uomo sono caratterizzati da sbalzi di crescita, che si estendono principalmente al periodo tra la nascita e l'ottavo anno di vita.

diverticolo di Zenker

diverticolo di Zenker

Il diverticolo di uno Zenker è inteso per essere una crescita eccessiva della faringe. Può causare disfagia. Che cos'è un diverticolo Zenker? Si ritiene che il diverticolo dello Zenker sia il diverticolo esofageo, sebbene si trovi sulla faringe (ipofaringe) piuttosto che direttamente nell'esofago. I

zenzero

zenzero

Lo zenzero è conosciuto da noi come una pianta di spezie, ma è anche in medicina una priorità assoluta. Il tubero acuto aiuta con la nausea e il trattamento delle malattie reumatiche. Presenza e coltivazione di zenzero Oggi lo zenzero non è più un alimento base degli scaffali, in particolare la cucina asiatica ama e apprezza il tubero speziato. Lo

benessere

benessere

Il benessere è un termine smagliante: quasi tutti hanno in mente un quadro apparentemente chiaro quando lui (o lei) parla di "benessere", ma in realtà non esiste un significato definito con precisione. Il benessere ha una vasta gamma di contenuti. La sfocatura porta alcuni svantaggi: Troppo veloce e troppo facile può navigare sotto la parola "stile di vita" - senza che quindi sarebbe comunicato qualcosa sulla qualità dei singoli aspetti. Il

Trattamento e prevenzione del morbillo nei bambini

Trattamento e prevenzione del morbillo nei bambini

Non sono mai stato gravemente ammalato, tranne per il morbillo e altre malattie infantili! "I pazienti spesso riferiscono quando intervistati come dottori sulla storia delle loro condizioni attuali: il fatto che nei paesi industrializzati europei ad alta densità, quasi tutti sono già considerati malati Se il bambino sopravvive al morbillo, la malattia può apparire nella memoria dell'individuo come un episodio innocuo con un'interruzione all'asilo o alla frequenza scolastica. N