• Monday July 6,2020

codeina

La codeina è un medicinale principalmente usato per alleviare il dolore.

Che cos'è la codeina?

La codeina è un medicinale principalmente usato per alleviare il dolore.

La codeina appartiene agli oppioidi. In medicina, viene utilizzato in due aree, come antidolorifico o farmaco per la tosse. La codeina è composta da succo di oppio, quindi è un composto naturale. Contrariamente ai tempi precedenti, quando la codeina è stata prescritta frequentemente per la tosse, la maggior parte dei medici oggi è diventata abbastanza cauta a causa del rischio di effetti collaterali.

Azione farmacologica

Per quanto riguarda l'effetto della codeina come farmaco, ci sono grandi differenze genetiche nella popolazione. In alcune persone, la codeina ha scarso effetto a causa delle sue proprietà genetiche, mentre altri hanno un effetto così forte che dovrebbero astenersi dal prendere il farmaco.

La codeina ha un effetto analgesico nel corpo in diversi modi. Circa il 10% dell'effetto curativo può essere spiegato dalla formazione del metabolita attivo morfina, dovuta a un processo di demetilazione nel corpo. Più di 400 mg di codeina non sono più efficaci, perché a un dosaggio più elevato non è possibile alcun metabolismo della codeina nel corpo. A dosaggi normali di codeina, circa il 10% di questa sostanza viene escreto immodificato attraverso i reni. Il resto lascia anche l'organismo attraverso i reni sotto forma di coniugati di codeina o coniugati di morfina.

Applicazione e uso medici

Generalmente, la codeina agisce contro il dolore e la tosse. I farmaci contenenti codeina sono spesso prescritti per la tosse irritabile. Nella BPCO, l'effetto è considerato discutibile. Prima che potesse essere prodotto il metadone, la codeina veniva spesso utilizzata come strumento utile per superare la dipendenza da eroina.

Per il dolore da moderato a grave, i farmaci contenenti codeina combinati con altri analgesici sono ancora comunemente prescritti oggi. Questi farmaci supplementari includono, ma non sono limitati a, paracetamolo, diclofenac o acido acetilsalicilico.

La codeina viene spesso somministrata in forma liquida quando viene prescritta per la tosse irritante. Questi possono essere gocce o sciroppo per la tosse contenente codeina. Ci sono anche farmaci contenenti codeina disponibili sotto forma di compresse o capsule. Normalmente, la codeina ha un'emivita plasmatica di 2-3 ore in molti farmaci e può essere scomposta dall'organismo abbastanza rapidamente. Ma questo non è il caso di ogni farmaco contenente codeina. Esiste anche la codeina sotto forma di medicinali a rilascio prolungato. In questo caso, si verifica un legame con lo scambiatore di cationi codeina-poli (stirene, divinilbenzene) solfonato, che a sua volta porta a un'emivita molto più lunga di codeina nel corpo e quindi contribuisce a una più lunga durata d'azione.

Rischi ed effetti collaterali

La codeina è uno dei farmaci che sono prescritti da molti medici a causa degli effetti collaterali ricorrenti e talvolta molto gravi solo con grande cautela. Non sempre, gli effetti collaterali sono pericolosi per la vita, ma piuttosto classificarli come innocui.

Gli innocui effetti collaterali della codeina comprendono costipazione, nausea, vomito e affaticamento. La codeina è stata particolarmente pericolosa nei neonati e nei bambini. Il principio attivo può essere passato attraverso il latte materno al bambino se la madre assume medicinali contenenti codeina. Sonnolenza (sonnolenza), letargia e difficoltà a bere si sono spesso verificate nei neonati allattati al seno quando le madri sono state trattate con codeina.

Nel trattamento con codeina dei bambini stessi a volte si sono manifestati effetti collaterali molto gravi. Il più delle volte erano depressioni del respiro. Pertanto la codeina non dovrebbe più essere prescritta per i bambini.

La codeina rientra nella legge sui narcotici in Germania ed è generalmente soggetta a prescrizione medica. Normalmente può essere erogato solo in basse dosi a persone non narcotiche o alcoliche.

Articoli Interessanti

scatto di crescita

scatto di crescita

I primi anni dell'uomo sono caratterizzati da sbalzi di crescita, che si estendono principalmente al periodo tra la nascita e l'ottavo anno di vita. Durante queste spinte il bambino compie significativi passi evolutivi. Che cos'è uno scatto di crescita? I primi anni dell'uomo sono caratterizzati da sbalzi di crescita, che si estendono principalmente al periodo tra la nascita e l'ottavo anno di vita.

diverticolo di Zenker

diverticolo di Zenker

Il diverticolo di uno Zenker è inteso per essere una crescita eccessiva della faringe. Può causare disfagia. Che cos'è un diverticolo Zenker? Si ritiene che il diverticolo dello Zenker sia il diverticolo esofageo, sebbene si trovi sulla faringe (ipofaringe) piuttosto che direttamente nell'esofago. I

zenzero

zenzero

Lo zenzero è conosciuto da noi come una pianta di spezie, ma è anche in medicina una priorità assoluta. Il tubero acuto aiuta con la nausea e il trattamento delle malattie reumatiche. Presenza e coltivazione di zenzero Oggi lo zenzero non è più un alimento base degli scaffali, in particolare la cucina asiatica ama e apprezza il tubero speziato. Lo

benessere

benessere

Il benessere è un termine smagliante: quasi tutti hanno in mente un quadro apparentemente chiaro quando lui (o lei) parla di "benessere", ma in realtà non esiste un significato definito con precisione. Il benessere ha una vasta gamma di contenuti. La sfocatura porta alcuni svantaggi: Troppo veloce e troppo facile può navigare sotto la parola "stile di vita" - senza che quindi sarebbe comunicato qualcosa sulla qualità dei singoli aspetti. Il

Trattamento e prevenzione del morbillo nei bambini

Trattamento e prevenzione del morbillo nei bambini

Non sono mai stato gravemente ammalato, tranne per il morbillo e altre malattie infantili! "I pazienti spesso riferiscono quando intervistati come dottori sulla storia delle loro condizioni attuali: il fatto che nei paesi industrializzati europei ad alta densità, quasi tutti sono già considerati malati Se il bambino sopravvive al morbillo, la malattia può apparire nella memoria dell'individuo come un episodio innocuo con un'interruzione all'asilo o alla frequenza scolastica. N