• Monday July 6,2020

coronavirus

Il coronavirus è un membro dei coronaviridae, un gruppo di virus che infetta non solo gli esseri umani ma anche altri mammiferi e uccelli e può causare una varietà di malattie. Nell'uomo, il coronavirus causa in particolare diarrea e infezioni respiratorie. Il virus è diventato noto in tutto il mondo nel contesto dell'epidemia di SARS nel 2002 e nel 2003.

Cos'è il coronavirus?

Il coronavirus è un virus RNA con un genoma insolitamente grande. Un involucro virale fatto di proteine ​​e una membrana lipidica lo rende estremamente resistente alle influenze ambientali.

La famiglia dei Coronaviridae è molto varia e comune sia nei mammiferi che negli uccelli. Attualmente, ci sono circa cinque diversi tipi di coronavirus noti che possono causare infezioni del tratto respiratorio nell'uomo. Si ritiene che una grande percentuale di raffreddori comuni in inverno siano causati da coronavirus. L'eccezione è il coronavirus più noto, il coronavirus SARS che, oltre alle malattie respiratorie, può contemporaneamente causare malattie gastrointestinali infiammatorie.

La trasmissione si verifica in tutti i coronavirus di solito per infezione da goccioline, non si può escludere un'infezione da striscio. Anche la trasmissione da parte di animali che trasportano il coronavirus è considerata possibile.

Trasmissione, contagio e significato

Mentre la maggior parte dei coronavirus ha maggiori probabilità di causare condizioni innocue, il coronavirus SARS innesca un'infezione respiratoria pericolosa per la vita nota come sindrome respiratoria acuta grave (SARS).

I sintomi sono simili a quelli di un'influenza classica: mal di testa e dolori muscolari, tosse grave, respiro corto e irritazione alla gola associati a raucedine. Tipico dell'infezione da coronavirus SARS, tuttavia, è l'aumento improvviso e insolitamente rapido della temperatura sopra i 38 ° C. Inoltre, viene aggiunta la polmonite bilaterale.

A causa della malattia, anche il numero di piastrine e globuli bianchi diminuisce, indebolendo ulteriormente il sistema immunitario. Il periodo di incubazione dura fino a sette giorni. Durante la pandemia di SARS nel 2002/2003, sono morte circa 1.000 persone, che corrispondono a circa il dieci percento degli infetti. I sopravvissuti hanno parzialmente trattenuto un danno a polmoni, milza, colonna vertebrale e sistema nervoso. Il danno a lungo termine comprende, in particolare, fibrosi polmonare, osteoporosi e necrosi ossea.

Malattie e trattamento

Non ci sono trattamenti efficaci per il coronavirus. Per combattere le infezioni batteriche secondarie, possono essere somministrati vari antibiotici.

Il sistema immunitario può essere rafforzato dalla somministrazione di antivirali e cortisone. A seconda della gravità dell'infezione, deve essere utilizzata anche la respirazione artificiale. In definitiva, tuttavia, con i mezzi di oggi il corso della malattia difficilmente può essere influenzato. Pertanto, nella lotta contro la pandemia di SARS nel 2002/2003, l'obiettivo principale era isolare i malati e prevenire un'ulteriore diffusione.

Sebbene il genoma del coronavirus SARS sia ora decifrato, non è stato ancora sviluppato né un vaccino né un farmaco efficace. Poiché il coronavirus si trasforma molto rapidamente, la ricerca attuale si concentra sulle proteine ​​dell'involucro virale. Sebbene ci siano stati risultati iniziali, quando sarà possibile un'applicazione pratica, ma non è ancora in vista.

Nel 2012, per la prima volta, è apparso il "nuovo coronavirus" coronavirus umano EMC. Le malattie precedentemente note erano molto più lente della SARS, ma molto difficili e per lo più fatali. Dei diciassette casi noti, dieci sono morti. L'infetto di solito si sviluppa da un'infezione respiratoria generale a causa di polmonite atipica e soffre precocemente nel corso della malattia di insufficienza renale acuta.

A causa del piccolo numero di casi e del fatto che nell'ambiente personale dell'infezione non si sono verificate ulteriori malattie, si ritiene attualmente che la CEM del coronavirus umano abbia una velocità di trasmissione molto bassa. Presumibilmente, a differenza di altri coronavirus, non viene trasmesso da goccioline ma da infezione da striscio, in modo che anche semplici misure igieniche possano impedirne efficacemente la diffusione.

Poiché tutte le persone colpite dal nuovo coronavirus provengono dal Medio Oriente, l'origine di questo virus è sospettata nella penisola arabica. Potrebbe esserci una relazione con un coronavirus che infesta una specie di pipistrello trovata lì.


Articoli Interessanti

scatto di crescita

scatto di crescita

I primi anni dell'uomo sono caratterizzati da sbalzi di crescita, che si estendono principalmente al periodo tra la nascita e l'ottavo anno di vita. Durante queste spinte il bambino compie significativi passi evolutivi. Che cos'è uno scatto di crescita? I primi anni dell'uomo sono caratterizzati da sbalzi di crescita, che si estendono principalmente al periodo tra la nascita e l'ottavo anno di vita.

diverticolo di Zenker

diverticolo di Zenker

Il diverticolo di uno Zenker è inteso per essere una crescita eccessiva della faringe. Può causare disfagia. Che cos'è un diverticolo Zenker? Si ritiene che il diverticolo dello Zenker sia il diverticolo esofageo, sebbene si trovi sulla faringe (ipofaringe) piuttosto che direttamente nell'esofago. I

zenzero

zenzero

Lo zenzero è conosciuto da noi come una pianta di spezie, ma è anche in medicina una priorità assoluta. Il tubero acuto aiuta con la nausea e il trattamento delle malattie reumatiche. Presenza e coltivazione di zenzero Oggi lo zenzero non è più un alimento base degli scaffali, in particolare la cucina asiatica ama e apprezza il tubero speziato. Lo

benessere

benessere

Il benessere è un termine smagliante: quasi tutti hanno in mente un quadro apparentemente chiaro quando lui (o lei) parla di "benessere", ma in realtà non esiste un significato definito con precisione. Il benessere ha una vasta gamma di contenuti. La sfocatura porta alcuni svantaggi: Troppo veloce e troppo facile può navigare sotto la parola "stile di vita" - senza che quindi sarebbe comunicato qualcosa sulla qualità dei singoli aspetti. Il

Trattamento e prevenzione del morbillo nei bambini

Trattamento e prevenzione del morbillo nei bambini

Non sono mai stato gravemente ammalato, tranne per il morbillo e altre malattie infantili! "I pazienti spesso riferiscono quando intervistati come dottori sulla storia delle loro condizioni attuali: il fatto che nei paesi industrializzati europei ad alta densità, quasi tutti sono già considerati malati Se il bambino sopravvive al morbillo, la malattia può apparire nella memoria dell'individuo come un episodio innocuo con un'interruzione all'asilo o alla frequenza scolastica. N