• Thursday July 9,2020

Cranio-corpografie

Cranio-Corpo-Graphie è un metodo di misurazione per il rilevamento, l'analisi e la documentazione dei disturbi dell'equilibrio.

Il metodo è stato introdotto per la prima volta nel 1968 e viene utilizzato anche per la documentazione obiettiva e standardizzata dei risultati di alcuni metodi di esame come il test a pedale di Unterberger, il test di Romberg e alcuni altri metodi diagnostici generalmente accettati. Il CCG è una procedura di esame riconosciuta nell'ambito del G-41 nell'ambito della linea guida G-41 (Lavorare con pericolo di caduta).

Che cos'è il cranio-corpo-graphy?

Una delle principali aree di applicazione di Cranio-Corpo-Graphie è determinare l'idoneità al lavoro nei luoghi di lavoro con rischio di caduta.

Il Cranio-Corpo-Graphie (CCG) fu introdotto per la prima volta nel 1968 dal neuro botanico tedesco Claus-Frenz Claussen. Il CCG non include una procedura di esame separata, ma serve la documentazione migliorata e oggettivata dei metodi di esame riconosciuti per le aree di equilibrio e disturbi dell'equilibrio.

Il metodo è assistito da computer e gli algoritmi integrati consentono un'analisi immediata. Il metodo è utilizzato principalmente nella medicina del lavoro per conformarsi alle Linee guida G-41 sui luoghi di lavoro con rischio di caduta e serve principalmente per dimostrare l'idoneità al lavoro nei luoghi di lavoro con rischio di caduta. Inoltre, il CCG viene utilizzato per lo studio dei disturbi dell'equilibrio di tutti i tipi, anche nei "pazienti normali".

Per contrassegnare i movimenti della testa e delle spalle, la persona in prova indossa un casco con due lampade e altre due lampade sulle spalle. I modelli di movimento sono registrati dalla fotocamera istantanea, che si trova sopra il soggetto. Dal 1993, c'è un ulteriore processo sviluppato in cui gli evidenziatori sono sostituiti da marcatori a ultrasuoni.

Funzione, effetto e obiettivi

Una delle principali applicazioni di Cranio-Corpo-Graphie è determinare l'idoneità al lavoro nei luoghi di lavoro a rischio di caduta secondo le linee guida G-41. Il fitness può z. B. con la prova permanente di Romberg e il Tretversuch a Unterberger essere scoperto.

Per eseguire l'esperimento di Romberg, il soggetto o il paziente si alza su entrambi i piedi in posizione chiusa con le braccia aperte e gli occhi chiusi. È importante che non vi siano possibilità di orientamento visivo o acustico come una luce intensa in un punto della stanza o una sorgente sonora (ad esempio il ticchettio dell'orologio). Durante il test, i movimenti compensatori del corpo vengono registrati tramite i marker di luce o ultrasuoni e quindi valutati.

Spingendo delicatamente il corpo, l'esperimento può essere condotto in condizioni leggermente più difficili. Se i movimenti compensatori del corpo superano un certo livello e si intensificano nel corso dell'esperimento o il tentativo deve essere fermato a causa del rischio di caduta, molto probabilmente c'è un problema di coordinazione neuronale. La tendenza a cadere da un certo lato indica piuttosto un disturbo di uno degli organi macula (sacculus o utricle), che è responsabile dell'acquisizione di accelerazioni lineari all'interno del sistema vestibolare (organi di equilibrio).

L'Unterberger prova a controllare i tratti riflessi tra i centri di equilibrio nel cervello e il midollo spinale (riflessi vestibulospinali). Il test del pedale prende il nome dal medico austriaco Siegfried Unterberger e consiste nel pareggiare con gli occhi chiusi. Si applicano gli stessi prerequisiti del processo di Romberg. Se la persona o il paziente del test ha girato involontariamente e inconsciamente più di 45 gradi dopo 50 passi, il risultato è considerato evidente. Una rotazione involontaria di oltre 45 gradi entro 50 passi suggerisce una lesione di una regione specifica nel cervelletto o suggerisce un problema con il sistema vestibolare.

Il metodo CCG supporta anche metodi di esame specializzati come i test LOLAVHESLIT, NEFERT e WOFEC. LOLAVHESLIT è un acronimo costituito dai termini test di scorrimento della testa longitudinale, laterale e verticale. Il paziente esegue sedute e giri ripetitivi della testa e movimenti della testa mentre è seduto, che vengono registrati dal CCG e immediatamente valutati. Il test consente di trarre conclusioni sui disturbi del movimento nel collo e rivela malattie legate alle vertebre cervicali e al midollo spinale.

Con NEFERT (Neck Flex Rotation Test) è possibile rilevare distorsioni e rigidità del collo, nonché una possibile lesione da colpo di frusta. La procedura è stata introdotta nel 1998. Un ulteriore metodo di prova per il rilevamento di un gangataxie è il cosiddetto test WOFEC (Walk on Floor Eyes Closed), i cui risultati possono anche essere documentati, interpretati e archiviati da CCG.

Rischi, effetti collaterali e pericoli

Cranio-Corpo-Graphie è una procedura di registrazione e diagnostica non invasiva che non può essere associata a pericoli o effetti collaterali.

Tuttavia, in caso di sospetto infarto acuto del cervelletto o del tronco encefalico a favore di diagnosi rapide e precise, devono essere utilizzate immagini diagnostiche come la risonanza magnetica (MRI), la tomografia computerizzata (CT) o la risonanza magnetica funzionale (fMRI). A questo proposito, il sospetto di un tronco encefalico o di un infarto cerebellare può essere inteso come una controindicazione all'uso di un CCG.

La legge tedesca sulla salute e sicurezza sul lavoro (ArbSchG) attua le direttive vincolanti dell'UE in materia di salute e sicurezza sul lavoro e si rivolge sia ai datori di lavoro che ai dipendenti. Sebbene la sicurezza sul lavoro con rischio di caduta non sia esplicitamente elencata nella Legge sulla salute e la sicurezza sul lavoro, i datori di lavoro sono tenuti non solo a formare i propri dipendenti che lavorano in pericolo di caduta, ma anche a richiedere prove di salute in conformità con le linee guida G-41.

La prova dell'equilibrio e il pieno funzionamento del sistema muscolo-scheletrico fanno parte del certificato sanitario richiesto. All'età di 25 anni, il certificato sanitario deve essere ripetuto ogni 36 mesi, da 25 a meno di 50 anni ogni 24-36 mesi e da 50 anni ogni 12-18 mesi.


Articoli Interessanti

ritenzione idrica

ritenzione idrica

Nella ritenzione idrica o nell'accumulo di acqua (med. Edema, idropisia, idrope) si gonfiano di solito gambe, piedi, braccia o mani da liquidi. L'edema è principalmente il risultato di malattie come malattie cardiache o epatiche. Normalmente, questo edema non fa male, ma dovrebbe essere esaminato dal medico per le loro cause.

meccanismo di feedback ultrashort

meccanismo di feedback ultrashort

Il meccanismo di feedback ultracorto è un ciclo di secrezione endocrina nelle ghiandole autocrine e paracrine. Un ormone inibisce il proprio rilascio in questo ciclo senza passaggi intermedi o altri ormoni. Le disregolazioni nel meccanismo di ultra-feedback possono essere causate da malattie come la malattia di Graves.

linfopenia

linfopenia

I linfociti, che sono essi stessi suddivisi in una varietà di manifestazioni con ruoli diversi, sono un sottoinsieme di leucociti: con poche eccezioni, fanno parte del sistema immunitario acquisito e la loro proporzione relativa di leucociti totali è in genere dal 25 al 45 percento dei leucociti, Se la proporzione relativa o il numero assoluto scende al di sotto di un determinato valore, è presente la linfopenia. C

aneurisma parete cardiaca

aneurisma parete cardiaca

L'aneurisma della parete cardiaca (aneurisma ventricolare) si riferisce a un rigonfiamento formato sulla parete del cuore. L'aneurisma della parete cardiaca si verifica prevalentemente nel ventricolo sinistro. L'aneurisma della parete cardiaca non è una malattia classica; è principalmente una delle complicazioni tardive dopo un infarto.

aerofagia

aerofagia

L'aerofagia si riferisce a un eccesso di aria nel tratto gastrointestinale. Di norma, quando si parla, si mangia o si beve, l'aria entra sempre nel tratto digestivo, ma nel caso della malattia aerofagica, la quantità di aria ingerita è così grande da causare gonfiore, dolore addominale e rigurgito eccessivo. C

La sindrome di Hermansky-Pudlak

La sindrome di Hermansky-Pudlak

La sindrome di Hermansky-Pudlak è una malattia ereditaria molto rara. La malattia è spesso indicata con l'abbreviazione HPS. La sindrome di Hermansky-Pudlak è caratterizzata dal fatto che le persone colpite soffrono principalmente di disturbi tipici e anomalie della pelle. Cos'è la sindrome di Hermansky-Pudlak? No