La distimia è un cosiddetto disturbo affettivo ed è anche chiamato disturbo distimico o depressione cronica. Ha molto in comune con la depressione "ordinaria", ma i sintomi sono generalmente più lievi.

Che cos'è una distimia?

I sintomi della distimia variano notevolmente da paziente a paziente. Le persone colpite si sentono spesso senza gioia, impotenti, stanche, impotenti e scoraggiate.
© Sergey Nivens - stock.adobe.com

La distimia è un umore depressivo cronico. È anche noto come nevrosi depressiva, depressione nevrotica o disturbo depressivo della personalità. Le persone colpite mostrano i sintomi tipici della depressione come stanchezza, mancanza di gioia o disturbi del sonno. Sebbene i sintomi non siano così pronunciati come nella depressione normale, ma si verificano per un periodo di tempo più lungo.

Non di rado, la distimia è un'indigestione cronica cronica. Caratteristica della distmia è l'inizio precoce. Di solito adolescenti e giovani adulti sono particolarmente colpiti dall'umore persistente. A volte anche per tutta la vita.

cause

Le cause esatte della distimia non sono ancora chiare. Raramente, la malattia si basa su una sola causa. Piuttosto, è un'interazione di vari fattori che causano malattie e che causano malattie. Negli studi genetici è stato osservato un accumulo familiare di distimia.

Ciò non significa che la depressione sia ereditata, ma che le persone a rischio abbiano un rischio maggiore di sviluppare la depressione perché sono più sensibili ai fattori scatenanti. Le situazioni che possono portare alla depressione attraverso un livello estremamente elevato di stress includono, ad esempio, povertà, disoccupazione, separazioni dai partner, perdita di persone care o la propria malattia.

Il modo in cui le persone colpite possono gestire questi oneri emotivi dipende dalla loro composizione genetica e dalla loro capacità di recupero. La resilienza è la forza interiore di una persona, la sua resilienza mentale. Le persone con elevata resilienza soffrono di disismismo molto meno frequentemente delle persone che non sono resilienti. La resilienza è caratterizzata soprattutto da esperienze positive durante l'infanzia.

Biochimicamente, i cambiamenti nel cervello possono essere rilevati nella depressione. Quindi c'è uno squilibrio tra i messaggeri chimici. La serotonina e la noradrenalina sono le più colpite nella distemia. L'ormone dello stress cortisolo si trova anche nelle urine dei depressivi ad alta concentrazione. Tuttavia, non è ancora chiaro se questi cambiamenti siano una conseguenza o una causa della depressione.

Sintomi, reclami e segni

I sintomi della distimia variano notevolmente da paziente a paziente. Le persone colpite si sentono spesso senza gioia, impotenti, stanche, impotenti e scoraggiate. Non hanno fiducia in se stessi e spesso si sentono sopraffatti dalle piccole cose. Lo smantellamento della lavastoviglie può quindi diventare un ostacolo apparentemente insormontabile. I pazienti possono soffrire di disturbi del sonno.

Il sonno non è molto rilassante, in modo che le persone colpite al mattino si sentano come a ruote e a volte non possono nemmeno alzarsi dal letto. Molti non possono più funzionare. La caratteristica della distimia è anche la sensazione di intorpidimento. I pazienti si sentono congelati o morti.

Non sembrano più esistere sentimenti positivi, nemmeno sentimenti negativi come rabbia o dolore. Anche il ricordo dei sentimenti può scomparire, quindi le persone colpite non possono nemmeno ricordare, a seconda della durata della malattia, che erano felici, ridevano o si divertivano qualcosa.

La distimia non si esprime solo psichicamente, ma anche fisicamente. Oltre ai suddetti disturbi del sonno, la distimia può manifestarsi anche come perdita di appetito, perdita di libido, vertigini o disagio gastrointestinale. Non ci sono cause organiche per questi sintomi. I sintomi della distimia non sono così pronunciati come nella depressione acuta, ma i malati spesso ne soffrono per anni o addirittura decenni.

diagnosi

Molti stati d'animo distimici rimangono inosservati. Questo in parte perché i malati non riescono a raccogliere l'energia necessaria per parlare con un medico. Inoltre, lo stigma di una malattia mentale non deve essere sottovalutato nemmeno oggi. D'altra parte, molti malati stessi non prendono abbastanza seriamente i loro sintomi e li considerano normali sbalzi d'umore.

Se i sintomi della depressione sono mascherati come un disturbo fisico, una diagnosi è ancora più difficile e spesso viene chiesta solo dopo una lunga odissea da medico. Se c'è il sospetto di distimia, si dovrebbe tenere una discussione dettagliata con uno psicologo o un medico, nella migliore delle ipotesi con uno psichiatra.

La diagnosi viene effettuata utilizzando il sistema diagnostico e di classificazione ICD-10. Ci devono essere almeno due sintomi maggiori e due aggiuntivi per un periodo di almeno due settimane. I sintomi principali includono umore depresso, perdita di piacere e riduzione della spinta. Ulteriori sintomi includono disturbi del sonno, irrequietezza interiore o pensieri suicidi.

complicazioni

Sebbene la distimia sia spesso più lieve della depressione maggiore, i malati possono essere suicidi. Il rischio di suicidio è spesso sottovalutato. Al contrario, non tutte le persone che soffrono di distimia sono suicide. Ecco perché è particolarmente importante chiarire questa domanda caso per caso.

Le persone che pensano alla morte, hanno fantasie suicide o pianificano la propria morte dovrebbero, se possibile, confidarsi con un'altra persona. Questo è anche un medico, uno psicologo o un terapista in questione. In caso di suicidio acuto, è appropriato un trattamento ambulatoriale, tuttavia è spesso possibile un trattamento ambulatoriale con farmaci o metodi psicologici se la persona è abbastanza stabile.

Soprattutto senza trattamento, la distimia è in pericolo di sviluppare la depressione maggiore. Gli psicologi parlano anche di doppia depressione (doppia depressione). Un episodio così deprimente di solito è più pronunciato della distimia.

Inoltre, la distimia può anche essere cronologica come un'altra potenziale complicazione: lo stato depressivo persiste in questo caso. Tuttavia, la terapia può anche portare a miglioramento o completo recupero nella distimia cronica. Oltre alla distimia, possono svilupparsi altre complicazioni psicologiche che si manifestano come altre malattie mentali. Inoltre, possono verificarsi complicazioni sociali e professionali (ad esempio disabilità).

Quando dovresti andare dal dottore?

Se gli stati d'animo depressivi persistono per più di qualche giorno, consultare un medico. I sintomi che indicano una distimia sono, tra le altre cose, mancanza di gioia, svogliatezza e mancanza di fiducia in se stessi. Chiunque soffra sempre più di questi reclami deve in ogni caso chiedere una consulenza professionale. In particolare, le persone che si trovano in una fase emotivamente stressante della vita, dovrebbero parlare con un terapeuta - idealmente anche prima che la distimia si sia completamente sviluppata.

Al più tardi, quando la depressione innesca sintomi fisici come perdita di appetito o riduzione della libido, c'è una situazione di emergenza. Poiché gli stessi interessati spesso non agiscono contro la distimia, è necessario l'ambiente più vicino. Chiunque nota un cambiamento psichico in un amico dovrebbe affrontarlo.

Insieme quindi un terapeuta dovrebbe essere visitato. Se un partner, un parente o un amico esprime pensieri suicidi, è necessario chiamare immediatamente un consulente in caso di crisi. Si consiglia di contattare la consulenza telefonica e di parlare con l'interessato. A lungo termine, la distimia deve essere sempre trattata da uno psicologo o, se del caso, come parte di una degenza ospedaliera.

Terapia e terapia

Per le distmie meno gravi, possono essere utili terapie sportive e per l'esercizio fisico, procedure di rilassamento o integratori a base di erbe come l'estratto di iperico. Nei processi più gravi ea lungo termine, la terapia della distimia si basa su tre pilastri. La base è la farmacoterapia con antidepressivi.

Il secondo pilastro sono le procedure psicoterapiche. La terapia comportamentale, la terapia sistemica e le terapie psicologiche profonde sono tra le terapie di scelta nel trattamento della distimia. Inoltre, altre terapie come la terapia occupazionale possono essere utilizzate come terzo pilastro della terapia.

Outlook e previsioni

La prognosi della distimia dipende dalla presenza di vari fattori influenzanti. Questi includono l'età del paziente a prima insorgenza, lo stress genetico e la presenza di altre malattie mentali.

I fattori sfavorevoli includono disturbi alimentari, disturbi della personalità o disturbi ossessivi-compulsivi. In questi pazienti, la causa dei reclami deve essere determinata in modo che possa verificarsi un cambiamento nello stato di salute e di sollievo.

Senza l'uso di un trattamento, la prognosi della distimia è sfavorevole. I segni della malattia sono difficili da rilevare e spesso si sviluppano per un lungo periodo di tempo. Spesso, nel corso di diversi anni, si sviluppa uno sviluppo cronico durante il quale si sviluppa anche la depressione.

I sintomi della doppia depressione che si verificano variano quindi nella loro intensità e durata dell'insorgenza. Le fasi di remissione sono possibili ma non durano a lungo. Il rischio di suicidio di questi pazienti è aumentato ed è del 10%.

In circa il 40% delle persone colpite, la distimia provoca grave depressione man mano che la malattia progredisce. Questo allevia la prospettiva di una cura e nella maggior parte dei casi porta a anni di disagio. La prognosi migliora non appena il paziente richiede psicoterapia e terapia farmacologica.

prevenzione

Non è raro che la depressione sia troppo stressante e sovraccarica. Un'opzione di prevenzione è quindi un modo adeguato di affrontare situazioni stressanti. Questo può essere appreso attraverso varie procedure come allenamento della consapevolezza, procedure di rilassamento o seminari speciali di gestione dello stress. Gli obblighi non necessari dovrebbero essere ridotti a favore di cose che ti rendono felice. Anche l'esercizio fisico regolare ha un effetto preventivo.

post-terapia

Nel caso della distimia, la persona interessata di solito ha solo alcune misure o opzioni per il follow-up, quindi la persona interessata dipende principalmente da una diagnosi rapida e precoce per questa malattia. Soprattutto i parenti e gli amici devono convincere la persona colpita a un trattamento, perché altrimenti potrebbe verificarsi un ulteriore peggioramento dei reclami.

Nella distimia non si verifica un'auto-guarigione, quindi è sempre necessario un trattamento da parte di un medico. Nella maggior parte dei casi, la persona interessata dipende dal trattamento da parte di uno psicologo, sebbene varie terapie di esercizio fisico possano alleviare i sintomi della distimia. Alcuni esercizi di queste terapie possono anche essere ripetuti dalla persona colpita nella propria casa, promuovendo così la guarigione.

Inoltre, l'assunzione di farmaci può alleviare questi sintomi, con un dosaggio adeguato e un'assunzione regolare per prestare attenzione. In generale, la cura amorevole e il sostegno di amici e familiari ha anche un effetto positivo sul decorso della distimia. L'aspettativa di vita del paziente di solito non è influenzata negativamente dalla distimia.

Puoi farlo tu stesso

Per rallegrarsi della vita, i pazienti che soffrono di distimia dovrebbero prima di tutto affidarsi a un medico o uno psicoterapeuta e discutere con lui dell'ulteriore corso di azione. Cercare aiuto non è un segno di debolezza, ma il primo e decisivo passo verso un trattamento efficace.

Oltre alla terapia suggerita dal medico, una trasformazione della vita quotidiana può contrastare le richieste eccessive e la pressione per eseguire. Soprattutto, questo significa ridurre le esigenze di se stessi, fare pause regolari e mantenere i propri hobby. Lo sport è un ottimo modo per alleviare la tensione, aumentare l'autostima e provare un senso di realizzazione.

L'ambizione esagerata è fuori posto, la gioia del movimento deve essere sempre in primo piano. Se lo stress non può essere evitato nella vita professionale, aiuta ad apprendere tecniche speciali di gestione dello stress. È anche importante liberarsi da obblighi inutili e imparare a dire "no" senza una fitta di coscienza.

Anche i contatti sociali non devono essere trascurati: discussioni regolari con amici e conoscenti, in cui non sono esclusi anche problemi e sentimenti, allenano la competenza sociale e aiutano l'anima a trovare il proprio equilibrio. Le attività congiunte forniscono supporto e creano momenti positivi che possono contribuire in modo significativo a superare la distimia.

Tag: 
  • dentizione 
  • neonati e bambini 
  • patogeno 
  • trattamenti 
  • notizia 
  • Top