L'etomidato è un farmaco altamente efficace e principalmente ipnotico. La sostanza agisce sui cosiddetti recettori GABA e sulla formattazione reticolare (rete neuronale diffusa) nel cervello umano. Di conseguenza, il sonno viene generato senza un effetto analgesico (cioè analgesico). L'etomidato è uno degli anestetici e viene somministrato per causare un intervento chirurgico (narcosi) in stato comatoso.

Che cos'è l'etomidato?

L'etomidato è una sostanza ipnotica nella medicina umana. I preparati contenenti la sostanza causano uno stato di sonno senza effetto analgesico. Cioè, il sonno viene attivato senza che si verifichi l'allattamento al seno di alcun dolore.

A causa dei suoi effetti, l'etomidato appartiene alla classe di anestetici del principio attivo. Viene quindi somministrato prima dell'intervento chirurgico per causare un sonno profondo, garantendo di nuovo un corretto ciclo di trattamento (induzione dell'anestesia). Etomidate raggiunge la sua efficacia agendo sui recettori GABA e sulla formazione reticolare nel cervello umano.

Il tessuto è venduto in Germania con i nomi commerciali Etomidat Lipuro® e Hypnomidate®. In chimica e farmacologia è descritto dalla formula chimica empirica C 14 - H 16 - N 2 - O 2. Ciò corrisponde a una massa morale di 244, 29 g / mol.

La somministrazione di etomidato è, come di consueto per un anestetico, generalmente parenterale, cioè il farmaco viene iniettato. La sostanza altrimenti incolore, giallastra o cristallina senza un odore speciale viene quindi generalmente scambiata come soluzione.

Azione farmacologica

L'etomidato ottiene il suo effetto ipnotico influenzando i recettori del GABA nel cervello umano. Circa un minuto dopo la somministrazione di un'iniezione del farmaco, c'è un'incoscienza quando viene trattata. A seconda della dose, la durata dell'effetto è tra 5 e 15 minuti. L'amministrazione multipla può quindi essere utile.

È importante sottolineare che l'etomidato da solo non causa l'anestesia completa. Perché la sostanza stessa non inibisce il dolore, che è essenziale per eseguire un'operazione. L'anestesia completa caratterizzata da un'assoluta perdita di sensibilità (in particolare il dolore) si ottiene solo in combinazione con altri anestetici o analgesici.

L'etomidato non influisce sul cuore o sulla circolazione tanto quanto altri farmaci dello stesso gruppo di farmaci. La gittata cardiaca di solito aumenta leggermente dopo la somministrazione di etomidato, poiché la resistenza periferica diminuisce leggermente. Tuttavia, la ventilazione minuto diminuisce dopo la somministrazione di etomidato. Quando si esegue un'infusione continua, può quindi venire alla formazione di depressione respiratoria. Inoltre, il principio attivo abbassa la funzione della corteccia surrenale. Tuttavia, la condizione innescata da questo è reversibile (cioè può essere annullata).

Alcuni pazienti hanno mioclono dopo la somministrazione di etomidato. Questi sono brevi contrazioni incontrollate dei muscoli. Sono spesso soppressi dall'uso di oppioidi (ad es. Fentanil).

L'emivita dell'etomidato è da 2 a 5 ore. Quando vengono somministrati oppioidi, l'emivita è prolungata. Il metabolismo della sostanza è principalmente da parte del fegato. La degradazione viene eseguita a livello renale (attraverso il rene) e fecale (attraverso le feci e l'urina).

Applicazione e uso medici

L'etomidato appartiene al gruppo degli anestetici perché provoca uno stato di sonno. Viene quindi somministrato esclusivamente per indurre l'anestesia. È utilizzato principalmente in pazienti ad alto rischio (ASA 3 e superiori dopo la classificazione del rischio ASA) in quanto è meno stressante per il cuore rispetto ad altri anestetici. Tuttavia, l'insufficienza cardiaca non è completamente esclusa anche con la somministrazione di etomidato.

Poiché Etomidat non ha alcun effetto analgesico, può essere utilizzato solo per indurre l'anestesia completa in combinazione con farmaci analgesici (ad es. Oppioidi). Questi vengono generalmente somministrati insieme all'etomidato, poiché il farmaco può portare a contrazioni muscolari involontarie (mioclono), che possono essere soppresse dagli oppioidi.

Rischi ed effetti collaterali

Poiché l'etomidato è un anestetico, può essere utilizzato solo da un medico appositamente addestrato. Questo deve controllare l'intubazione endotracheale, come nel caso degli anestesisti. Il principio attivo non deve essere somministrato se si conosce ipersensibilità o ipersensibilità.

Quando l'etomidato passa nel latte materno, l'allattamento non deve essere ripreso fino a 24 ore dopo la somministrazione. In gravidanza, il farmaco deve essere somministrato solo in casi eccezionali.

L'etomidato può causare effetti collaterali. In particolare, può portare a compromissione respiratoria e circolatoria, tipica degli anestetici. Gli effetti collaterali si verificano in diverse frequenze statistiche:

  • Molto spesso (in almeno una persona su 10) vi sono movimenti muscolari involontari (mioclono). Tuttavia, questi sono generalmente soppressi dall'allocazione di oppioidi.
  • Frequentemente (meno di 1 su 10 ma più di 1 su 100 persone trattate) può anche causare calo della pressione sanguigna e depressione respiratoria, nausea e vomito. Tuttavia, questi sono generalmente dovuti all'assegnazione di un oppioide.
  • Occasionalmente (meno di uno su 100 ma più di 1 su 1.000 persone) può causare brividi.
  • Molto rari (in meno di una persona su 10.000) sono reazioni di ipersensibilità e convulsioni tonico-cloniche.

Tag: 

  • medico 
  • neonati e bambini 
  • droga 
  • Cibo 
  • valori di laboratorio 
  • Top