La "genesi" greca significa "genesi" ed è usata come termine medico sia per lo sviluppo di malattie che per i processi di rigenerazione fisiologica. L'embriogenesi, che descrive la genesi della vita umana, svolge un ruolo in questo contesto.

Qual è la genesi?

La "genesi" greca significa "genesi". L'embriogenesi, che descrive la genesi della vita umana, svolge un ruolo in questo contesto.

Le malattie si sviluppano in diversi modi. Ad esempio, mentre una è una causa infiammatoria, l'altra è una causa traumatica. Allo stesso modo, un fenomeno patologico può avere una causa immunologica o essere una causa finora inspiegabile.

Il termine medico di genesi è usato come sinonimo di causa o origine di una malattia. Tradotto letteralmente, la parola greca "genesi" significa tanto quanto genesi. L'eziologia si occupa della genesi delle malattie. Da questa disciplina medica, la patogenesi deve essere distinta, che oltre allo sviluppo si occupa anche dello sviluppo di malattie nel corso ulteriore.

L'espressione della genesi gioca anche un ruolo importante nello sviluppo della vita nel quadro della biologia evolutiva. La biogenesi è, ad esempio, la formazione e lo sviluppo di esseri viventi. L'ontogenesi è lo sviluppo dell'ovulo fecondato nell'organismo individuale e adulto e l'embriogenesi corrisponde al processo biologico di formazione dell'embrione.

In senso lato, il termine genesi è usato dalla medicina per tutti i processi che coinvolgono lo sviluppo o creano qualcosa di nuovo.

Funzione e attività

La genesi in senso biologico evolutivo aiuta prima l'uomo nella sua forma. Ad esempio, l'embriogenesi è suddivisa nella fase preembrionale tra la prima e la terza settimana di gestazione e la fase embrionale tra la quarta e l'ottava settimana di gestazione. Nella fase preembrionale, lo zigote si sviluppa in una blastocisti. Questo processo è anche chiamato blastogenesi.

Successivamente, si formano tre cotiledoni, noti come endoderma, mesoderma ed endoderma. Le cellule hanno quindi subito una prima differenziazione e sono divise in strato interno, medio ed esterno. Nella fase embrionale, si formano gli organi embrionali. Oltre allo sviluppo del cuore embrionale, lo sviluppo del fegato embrionale avviene ad esempio in questa fase.

L'embriogenesi coinvolge processi come la gastrulazione e la neurulazione. Durante la neurulazione, ad esempio, si forma il sistema nervoso successivo. Lo zigote si sviluppa quindi in un essere umano durante l'embriogenesi, in quanto le cellule inizialmente onnipotenti si differenziano nei singoli tessuti corporei.

Le fasi preembrionali ed embrionali sono seguite dallo stadio di sviluppo della fetogenesi. Questo passaggio inizia nella nona settimana e prevede lo sviluppo di organi con morfogenesi. Sotto la morfogenesi, la biologia evolutiva comprende tutti i processi modellanti che aiutano l'essere vivente alla sua forma individuale. Nella fetogenesi, anche i tessuti si differenziano. Questo processo è anche noto come istogenesi.

L'embrione mostra già una forma umana pronunciata dopo la fetogenesi. Gli organi assumono una particolare funzione pezzo per pezzo, che corrisponde alla loro funzione finale pianificata fisiologicamente. Le singole fasi dello sviluppo dello zigote in un essere umano indipendente sono, in sintesi, lo sviluppo cellulare, la nidazione, l'embriogenesi e la fetogenesi.

L'embriogenesi precoce può essere ulteriormente suddivisa nella formazione della vena primitiva, della gastrulazione, dello sviluppo della corda dorsale, dello sviluppo della neurulazione e della somite, nonché della curvatura e dello sviluppo faringeo. Con la morfogenesi e l'istogenesi l'embriogenesi termina nella fetogenesi.

Malattie e lamentele

Durante elaborati processi di genesi, come l'embriogenesi, possono sempre verificarsi errori. Per questo motivo esiste un certo rischio di malformazioni nell'embriogenesi. Gli errori nella differenziazione delle cellule embrionali e nella divisione cellulare sono innescati da disposizioni genetiche o da malattie infettive, tossine, droghe, radiazioni o simili.

Le anomalie embriogenetiche gravi sono la causa più comune di aborto spontaneo durante la gravidanza. La genesi svolge anche un ruolo clinico per qualsiasi malattia in termini di causa. Molte malattie sono ancora genesi sconosciute.

Una malattia della genesi autoimmune corrisponde a una malattia in cui il sistema immunitario è diretto da una cattiva programmazione contro il corpo, come ad esempio nella sclerosi multipla (SM) della malattia autoimmune. Le malattie della genesi degenerativa sono caratterizzate dalla degenerazione cellulare, come il morbo di Parkinson. La genesi metabolica si riferisce alle cause della malattia nel metabolismo e viene data ad esempio per la malattia della malattia di Wilson. In una genesi neoplastica, tuttavia, la causa della malattia è associata alla crescita cellulare incontrollata. In una genesi traumatica, la causa primaria della malattia è di nuovo una lesione.

La genesi è nella vita clinica quotidiana, quindi per ogni malattia su ciò che i singoli sintomi sono attribuiti in modo causale. Una malattia può avere origini diverse contemporaneamente. Ad esempio, la SM è una genesi infiammatoria autoimmune.

L'eziologia riconosce la genesi di una malattia sulla base di tre diverse categorie. Il primo di questi è noto come causa. Pertanto, in fenomeni medici ben studiati possono essere determinate le ragioni causali della malattia. Se esiste una causa specifica, per così dire, si verifica la malattia. La seconda categoria di eziologia è alquanto incerta. È anche noto come Contributio. C'è ancora una forte connessione tra causa ed effetto. Mentre esiste una causa specifica, la malattia non deve necessariamente verificarsi, ma è più comunemente documentata. La terza categoria di eziologia è Correlatio. Questa categoria ha un ruolo soprattutto per le malattie senza una relazione causa-effetto ben studiata. Correlazione in termini di genesi significa che una persona con malattia A a volte possiede la proprietà B. Non è chiaro se la proprietà B sia effettivamente causalmente collegata alla malattia A.

Tag: 
  • notizia 
  • viaggiare 
  • neonati e bambini 
  • parassita 
  • dentizione 
  • Top