• Friday June 5,2020

adattamento luce-buio

Con la capacità di adattamento luce-buio, gli occhi umani sono in grado di adattarsi alle condizioni di illuminazione. Questi sono due processi opposti del sistema visivo. Disturbi dell'adattamento chiaro-scuro possono verificarsi in caso di carenza di vitamina A e dopo danni al percorso visivo nervoso centrale.

Qual è l'adattamento chiaro-scuro?

Con la capacità di adattamento luce-buio, gli occhi umani sono in grado di adattarsi alle condizioni di illuminazione.

L'uomo è una delle creature controllate dagli occhi. Ciò significa che la percezione visiva ha giocato per lui il ruolo più importante nella sopravvivenza in termini di biologia evolutiva. Affinché l'occhio umano fornisca un'immagine affidabile con condizioni di luce e distanze di visione in costante cambiamento, avvengono diversi processi di adattamento negli occhi. Uno di questi è l'adattamento chiaro-scuro, con il quale l'occhio si adatta alle diverse condizioni di luce.

L'adattamento di luce e buio sono due processi diversi che sono opposti. Il Helladaptation è un caso speciale di avvistamento diurno. Si verifica quando il sistema visivo nella sua interezza si è adattato a luminanze superiori a 3, 4 cd per metro quadrato. Con l'adattamento al buio, il sistema visivo si adatta a livelli di luminanza inferiori a 0, 034 cd per metro quadrato.

Quando una persona entra nell'interno di un edificio dal pieno sole, l'ambiente visivo appare quasi nero per alcuni secondi. Solo pochi minuti dopo viene raggiunto il pieno adattamento e la persona riconosce nuovamente i dettagli ambientali. Da questo punto in poi, sente di nuovo spiacevole la vista dalla finestra, perché la grande luminanza abbaglia l'occhio scuro adattato. L'adattamento al buio si basa sulla risintesi della tintura visiva nei coni e nei bastoncelli. Nel caso dell'adattamento della luce, invece, il pigmento visivo decade. Per questo motivo, l'adattamento al buio dura più a lungo dell'adattamento alla luce.

Funzione e attività

La capacità di adattamento luce-buio adatta la percezione visiva dell'essere umano alle condizioni di illuminazione. Le aste dell'occhio hanno una fotosensibilità maggiore rispetto ai perni. In condizioni di scarsa luminosità, quindi, l'occhio umano passa dalla visualizzazione a spigot alla visualizzazione a stelo. La maggiore densità del cono è nella fovea centralis. Questo posto è il luogo della visione più nitida, quindi al buio la visione nitida non è più possibile e i colori sono scarsamente riconosciuti.

La pupilla si adatta all'oscurità attraverso le contrazioni delle pupille dilatatrici sotto forma di ingrandimento, in modo che più luce cada nell'occhio. La sensibilità dell'asta alla luce dipende a sua volta dalla concentrazione di rodopsina. In luminosità, la rodopsina è necessaria per i processi di trasduzione. Nell'adattamento scuro, la sostanza non è più necessaria per la trasduzione ed è quindi di nuovo disponibile in grandi quantità, il che conferisce all'occhio una maggiore fotosensibilità.

Inoltre, nell'adattamento oscuro dell'occhio, l'inibizione laterale si riduce in modo che il centro dei campi recettivi possa espandersi nella periferia. Ogni cellula gangliare riceve al buio informazioni così ricettive da aree retiniche più grandi. La somma spaziale associata aumenta anche la fotosensibilità degli occhi.

Nel leggero adattamento degli occhi, si verificano i cambiamenti opposti. Dal bastone si passa alla vista a spillo, in modo che l'uomo di nuovo abbia un aspetto nitido e colorato. Le pupille sono confinate in buone condizioni di luce dalle pupille sfintere parasimpatiche. La concentrazione di colorante visivo diminuisce e gli occhi diventano meno sensibili alla luce. Allo stesso tempo, i campi ricettivi si stanno riducendo.

I processi dell'adattamento luce-buio spesso forniscono illusioni ottiche, ad esempio sotto forma di successivo contrasto. I motivi in ​​bianco e nero su un foglio di carta, ad esempio, lo spettatore vede dopo un certo periodo di considerazione come un motivo inverso.

Malattie e lamentele

Stati diversi possono disturbare l'adattamento luce-buio o cambiarlo patologicamente. Una di queste condizioni è la carenza di vitamina. Soprattutto, le canne hanno bisogno della vitamina A per funzionare senza restrizioni. L'adattamento oscuro passa dalla vista dello spinotto alla vista dello stelo. In questo modo, una persona con una marcata carenza di vitamina A non può vedere, se non del tutto, al buio.

Poiché i muscoli sono anche coinvolti nella regolazione della larghezza della pupilla e quindi in entrambi i tipi di adattamento luce-buio, la paralisi può anche essere responsabile dei disturbi visivi indotti dall'adattamento in determinate circostanze. Sono necessari muscoli innervati simpatici e parasimpatici per l'adattamento chiaro-scuro. Per questo motivo, le lesioni del tessuto nervoso nel sistema nervoso simpatico e parasimpatico possono causare paralisi, rendendo impossibile l'adattamento alla luce e al buio. Tali disturbi visivi sono neurogenici e di solito sono associati a malattie degenerative o altri danni al sistema nervoso centrale.

Disturbi associati alla sensibilità al contrasto e alla percezione del colore possono anche essere associati a disturbi neurogenici. La causa neurologica più comune in questo contesto è una lesione del tessuto nervoso nell'area del percorso visivo. Tale lesione nervosa può essere dovuta a diversi fattori scatenanti. Come condizione traumatica scatena un trauma cranio-cervello in questione. Anche con un colpo, la Sehbahn può subire danni. Con questo fenomeno si intende un improvviso disturbo circolatorio del cervello, che provoca una carenza di ossigeno a livello regionale e una carenza di nutrienti. Il tessuto sottoservito muore a causa dei sintomi da carenza.

Come parte della malattia autoimmune, la sclerosi multipla può nuovamente danneggiare diverse aree del tessuto nervoso del sistema nervoso centrale. Responsabili del danno sono le reazioni infiammatorie autoimmuni che possono uccidere il tessuto. Inoltre, una lesione infiammatoria nell'area dei percorsi visivi può portare a difficoltà nell'adattamento luce-buio.

Non sono solo concepibili un'infiammazione autoimmune, ma anche reazioni infiammatorie alle infezioni batteriche. Inoltre, i tumori o le metastasi tumorali nel cervello possono causare disagio nella visione luce-buio, se si trovano nell'area della percezione visiva o direttamente sul percorso visivo.


Articoli Interessanti

Sindrome di Shwachman-Diamond

Sindrome di Shwachman-Diamond

Shwachman Bodian Diamond Syndrome (SBDS) è una malattia del sangue ereditaria. È principalmente dovuto a un'insufficienza del pancreas a causa della conservazione del grasso. Anche una neutropenia, cioè una diminuzione del numero di globuli bianchi, può far parte del quadro clinico. Ciò è dovuto a un fallimento funzionale del midollo osseo. Inol

Disceposi mandibulo-facciale microcefalia

Disceposi mandibulo-facciale microcefalia

La sindrome da disostosi mandibulo-facciale-microcefalia è una malattia particolarmente rara. La sindrome è anche nota con l'abbreviazione MFDM tra molti professionisti medici. Fondamentalmente, la sindrome da disostosi mandibulo-facciale-microcefalia è una malattia genetica che esiste nei pazienti malati dalla nascita. C

ritenzione urinaria

ritenzione urinaria

Una condizione urinaria può essere dolorosa e avere molteplici cause. Un primo passo nella lotta contro questo è la diagnostica causale sufficiente. Che cos'è la ritenzione urinaria? Rappresentazione schematica dell'anatomia e della struttura della vescica. Clicca per ingrandire L'incontinenza urinaria (chiamata anche ischuria) è usata in medicina, quando la vescica di una persona colpita è effettivamente piena e sente anche un'urgenza urinaria, ma non è possibile la minzione. La r

Analisi bioenergetica

Analisi bioenergetica

L'analisi bioenergetica è una procedura psicoterapeutica che mira a rilevare e risolvere i blocchi energetici. L'analisi si basa su studi di carattere. L'analisi bioenergetica è oggi integrata in tutta l'assistenza psicoterapica. Cos'è l'analisi bioenergetica? All'inizio, l'analisi bioenergetica presuppone che lo spostamento delle emozioni e degli istinti attraverso la tensione porti a blocchi energetici che disturbano il flusso di energia. L

Meteo e clima in vacanza e festivi

Meteo e clima in vacanza e festivi

Molti viaggiatori e vacanzieri sono del parere che potrebbero andare ovunque per avere quante più vacanze o segnalazioni possibili. Sfortunatamente, non è sempre così, come insegna l'esperienza medica. A causa dell'importanza del fatto che la consulenza medica venga raramente ottenuta dall'esperienza, abbiamo il privilegio di fornire maggiori dettagli. Q

aldeide

aldeide

L'aldeide ossidasi è un enzima che degrada le aldeidi nei vertebrati. Può essere trovato in diversi tessuti di mammiferi e umani. L'esatta funzione dell'aldeide ossidasi non è ancora nota. Che cos'è l'aldeide ossidasi? L'aldeide ossidasi (AOX1) aiuta nella degradazione enzimatica delle aldeidi nel corpo. Tu