Un'infiammazione del muscolo cardiaco o miocardite è una malattia del cuore. Questa infiammazione del muscolo cardiaco può essere sia cronica che acuta. Un attacco di cuore può avere gravi conseguenze fisiche senza trattamento e deve pertanto essere curato dal medico.

Che cos'è un'infiammazione del muscolo cardiaco?

Mentre l'infiammazione del muscolo cardiaco è spesso una condizione grave, non è così facile da diagnosticare, perché in molti casi non si verificano o solo sintomi non specifici.
© Henrie - stock.adobe.com

Nella miocardite, nota anche come miocardite in termini medici, si verifica un'infiammazione del muscolo cardiaco o del pericardio. Se anche il pericardio è interessato, tuttavia, i medici parlano di perimiocardite. Tuttavia, durante la diagnosi è spesso difficile separare le due malattie.

L'infiammazione del muscolo cardiaco porta al disturbo della capacità di contrazione del cuore. Ciò porta a un calo delle prestazioni fisiche o addirittura all'insufficienza cardiaca. Questa infiammazione è anche conosciuta, in alcuni casi, come causa di morte cardiaca improvvisa.

cause

L'infiammazione del muscolo cardiaco è più comunemente causata da virus nei paesi occidentali. Il più noto qui è un'infezione con il virus coxsackie B. Ciò si verifica spesso come causa di raffreddore e meningite. Un'infezione influenzale non trattata o influenza gastrointestinale possono anche portare a miocardite.

Soprattutto se la malattia non è adeguatamente curata e la persona scade fisicamente troppo presto, come negli sport di resistenza. Una malattia batterica può anche portare all'infiammazione del muscolo cardiaco. Ecco le malattie più comuni difterite, scarlattina e malattia di Lyme. Questa è una malattia trasmessa da zecche.

In rari casi, il muscolo cardiaco può anche essere infettato dopo l'infezione da funghi, parassiti o organismi unicellulari, come la toxoplasmosi. L'infiammazione del muscolo cardiaco dovuta alla malattia autoimmune, alla radioterapia o all'uso di droghe o droghe è meno comune, ma del tutto possibile.

Sintomi, reclami e segni

Mentre l'infiammazione del muscolo cardiaco è spesso una condizione grave, non è così facile da diagnosticare, perché in molti casi non si verificano o solo sintomi non specifici. Questi reclami non specifici possono anche indicare altre malattie. Così tanti malati lamentano debolezza generale delle prestazioni e affaticamento.

Tuttavia, quando le condizioni di esaurimento aumentano e allo stesso tempo si verificano difficoltà respiratorie con il minimo sforzo, questo è considerato un serio segnale di avvertimento di possibile miocardite. Questi sintomi sono spesso accompagnati da perdita di appetito, perdita di peso, mal di testa e dolori muscolari. In alcune persone sono comuni sintomi cardiaci diretti come palpitazioni, senso di oppressione al torace (angina pectoris) o persino inciampo cardiaco.

Le aritmie cardiache come la tachicardia o il battito cardiaco non coordinato spesso aumentano. Riduce sempre di più le prestazioni fisiche. Anche i giovani hanno più difficoltà a salire le scale e tutte le altre attività. Nei casi più gravi, l'insufficienza cardiaca è il risultato di ritenzione idrica nel corpo, grave difficoltà respiratoria e stasi visibile delle vene giugulari.

Tuttavia, i casi gravi di infiammazione del muscolo cardiaco sono rari. A volte si verificano anche lievi o nessuna lamentela. In altri casi, tuttavia, anche dopo una banale infezione da influenza a miocardite acuta, che si sviluppa molto rapidamente e può portare a grave insufficienza cardiaca in breve tempo. A volte è possibile salvare la vita del paziente affetto solo con un trapianto di cuore.

malattia

Il decorso della miocardite o miocardite può essere molto diverso.

Esistono cicli problematici dell'infiammazione del muscolo cardiaco con solo sintomi molto deboli, ma anche casi gravi. Questi possono anche finire con la morte. All'inizio, la persona interessata dapprima nota una debolezza generale, che si nota anche nelle attività quotidiane.

Ciò può causare affaticamento rapido e perdita di peso. Inoltre, i dolori del corpo appaiono occasionalmente come un sintomo dell'infiammazione del muscolo cardiaco.

Inoltre, può causare balbuzie cardiache, palpitazioni o dolore toracico. A seconda della gravità della malattia, anche semplici attività fisiche possono causare respiro corto o respiro corto.

Se la funzione del cuore è già limitata dall'infiammazione del muscolo cardiaco, si formano accumuli di acqua nelle gambe o nei polmoni. Anche un decorso cronico è possibile. Questo allarga il muscolo cardiaco, ma perde la sua capacità di contrarsi.

complicazioni

L'infiammazione del muscolo cardiaco è una malattia molto grave, che nel peggiore dei casi può portare alla morte del paziente. L'infiammazione riduce l'aspettativa di vita se non trattata tempestivamente. I pazienti soffrono di gravi disturbi cardiaci. Di norma, si verifica dolore nell'area del cuore e il cuore batte più velocemente del solito.

Allo stesso modo, la persona si sente debole e non è più resiliente nel modo ordinario. Le attività ordinarie e semplici possono essere stancanti per il paziente. Si tratta di una perdita di peso e continuano a far male al corpo. Con il progredire dell'infiammazione del muscolo cardiaco, si verifica un'angoscia respiratoria, che nella maggior parte dei pazienti porta anche direttamente a un attacco di panico. La qualità della vita del paziente è estremamente limitata dall'infiammazione del muscolo cardiaco. Senza trattamento, può verificarsi anche la morte cardiaca spontanea.

Le condizioni generali del paziente peggiorano e non è raro che le persone abbiano problemi di concentrazione o di pensiero. L'infiammazione del muscolo cardiaco può essere trattata con l'aiuto di antibiotici, per cui non si verificano complicazioni particolari. Tuttavia, non è possibile prevedere se il cuore sia irreversibilmente danneggiato dall'infiammazione del muscolo cardiaco e se ciò possa ridurre l'aspettativa di vita del paziente.

Quando dovresti andare dal dottore?

Poiché i sintomi dell'infiammazione del muscolo cardiaco sono piuttosto non specifici, una diagnosi è difficile. La miocardite può passare inosservata per molto tempo, ma ciò non significa che sia innocua. Insufficienza cardiaca, respiro corto e sintomi simili devono essere studiati il ​​prima possibile.

Uno dei sintomi principali, l'infezione febbrile, non è ancora un problema urgente, tuttavia, se esiste una condizione cardiaca di qualche tipo (debolezza nonostante il riposo, problemi respiratori, tachicardia, ecc.), C'è il sospetto di miocardite. Un medico dovrebbe essere consultato urgentemente. Il primo punto di contatto è il medico di famiglia, che poi, se necessario, si riferiva a un cardiologo.

Soprattutto le persone che hanno già un'insufficienza cardiaca dovrebbero andare rapidamente dal medico se i loro sensi cambiano. Lo stesso vale per le persone che praticano sport eccessivi. Questo può essere fatale in combinazione con miocardite.

Un rapido viaggio dal medico e un trattamento rapido sono sempre nell'interesse della persona interessata. Altrimenti, un'infezione può essere ritardata o ampliata. Il danno conseguente al cuore è ancora peggio, più a lungo l'infiammazione del muscolo cardiaco rimane non trattata.

Terapia e terapia

Il trattamento dell'infiammazione del muscolo cardiaco è di solito medicato. Se c'è un'infezione da batteri, questo viene trattato con l'uso di antibiotici. Se l'infiammazione del muscolo cardiaco è stata causata da virus, questi non possono essere trattati con i farmaci. In questi casi, vengono trattati solo i sintomi concomitanti. A tale scopo, vengono somministrati antidolorifici e le possibili aritmie cardiache vengono trattate con la somministrazione di farmaci speciali.

Se l'infiammazione del muscolo cardiaco ha già portato a un'insufficienza cardiaca, questo viene combattuto da una miscela di farmaci diuretici, ACE-inibitori e beta-bloccanti. In un grande sfogo questo è punteggiato, cioè il liquido viene aspirato. Se una malattia autoimmune è la causa dell'infiammazione del muscolo cardiaco, viene anche trattata dalla somministrazione di cortisone. Questo dovrebbe sopprimere le difese del corpo.

Se l'infiammazione ha già portato a un danno forte e permanente al cuore, c'è l'ultima alternativa, il trapianto di cuore. Per prevenire l'infiammazione del muscolo cardiaco, è necessario prestare particolare attenzione in caso di febbre. Anche con un semplice raffreddore, nessuno sport dovrebbe essere praticato.

Outlook e previsioni

Se il paziente aderisce ai requisiti medici, ha una buona prognosi per l'infiammazione del muscolo cardiaco. Con un risparmio costante, uno stile di vita sano e l'eliminazione dello stress, viene fornito alle persone più colpite un buon corso di malattia e una cura. L'infiammazione del muscolo cardiaco guarisce completamente e di solito senza ulteriori sequele.

Lo sforzo eccessivo dovrebbe essere evitato durante il processo di guarigione, altrimenti potrebbero verificarsi complicazioni e una condizione potenzialmente letale. In circa il 15% dei malati si sviluppa un decorso cronico di miocardite. Il funzionamento del cuore è permanentemente limitato e la resilienza è ridotta. Ciò influisce sulla salute e sulla prognosi del paziente. È necessario un cambiamento delle procedure quotidiane, in modo che non si sviluppi alcun deterioramento della funzione cardiaca. Molti malati devono ristrutturare e limitare le attività professionali e sportive.

Le prestazioni complessive del paziente diminuiscono e aumenta la suscettibilità alle malattie. Molti pazienti segnalano difficoltà respiratorie e ricevono un farmaco a vita. Se si verificano gravi aritmie cardiache, la miocardite può portare a un esito fatale. Una morte cardiaca improvvisa è il risultato di irregolarità. Fondamentalmente, i pazienti con infiammazione del muscolo cardiaco devono sottoporsi a controlli regolari per tutta la vita. L'attività cardiaca viene controllata, in modo che in caso di discrepanze possa essere immediatamente reagita.

post-terapia

Con il giusto post-trattamento, la maggior parte dell'infiammazione del muscolo cardiaco guarisce facilmente e consente alle persone colpite una vita priva di sintomi. Naturalmente, anche il paziente deve contribuire a questo. Oltre ai controlli periodici presso il medico curante e alla stretta aderenza all'impostazione del farmaco, la persona interessata deve anche osservare un periodo di riposo da tre a sei mesi. Durante questo periodo, l'attività fisica o altre attività faticose sono completamente vietate.

La causa della miocardite è spesso infezioni intrappolate, in cui le persone colpite non hanno risparmiato. Anche dopo la completa guarigione, i pazienti dovranno mantenere un riposo assoluto a letto per raffreddori o infezioni gastrointestinali futuri. Questo non si applica solo alla febbre alta, ma anche a sintomi lievi come naso che cola o tosse.

Solo allora è possibile prevenire efficacemente un sovraccarico del cuore e una diffusione dell'infezione sul muscolo cardiaco. Poiché sia ​​la nutrizione grassa che il fumo sono tra i tipici fattori di rischio per le malattie cardiache, è inevitabile un cambiamento nella dieta e l'astinenza dal fumo. Se il paziente è incline all'obesità, ridurre il peso aiuta ad alleviare il sistema cardiovascolare.

La vita quotidiana dovrebbe essere rimodellata in modo da evitare lo stress. Come equilibrio, yoga, meditazione o hobby possono essere utili. La psicoterapia può aiutare a gestire meglio lo stress residuo, a trovare il perfetto equilibrio e ad alleviare il corpo.

Puoi farlo da solo

Una miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco) è una malattia molto grave, che non deve essere trattata da solo, altrimenti minacciano gravi complicazioni.

Se e cosa il paziente stesso può contribuire alla sua guarigione dipende dalla causa della miocardite. Se la malattia è dovuta a un'infezione da batteri o virus, come spesso accade, il paziente può accelerare il suo recupero rafforzando le difese del suo corpo. È utile una dieta prevalentemente a base di erbe, vitamine e fibre. Carne e salsicce, piatti pronti, dolci, prodotti a base di farina bianca e cibi di lusso come alcol e sigarette sono controproducenti. In Naturopatia l'Echinacea rossa (Echinacea purpurea) viene utilizzata per rafforzare il sistema immunitario. Tuttavia, tali medicinali da banco non devono essere assunti in caso di miocardite senza consultare il medico curante.

Indipendentemente dalla causa della miocardite, è sempre necessaria la cura fisica. Gli ordini medici in questo punto, tuttavia, devono essere seguiti. Lo stesso vale per le attività sportive, anche se queste, come le passeggiate regolari, sono sostanzialmente salutari. Anche queste attività devono di solito essere abbandonate durante un'infiammazione del muscolo cardiaco.

Uno sforzo eccessivo durante la convalescenza può portare a una ricaduta, che è associata a un danno permanente al cuore. Pertanto, il paziente deve necessariamente risparmiarsi nella misura richiesta.

Tag: 
  • dispositivi medici 
  • hausmittel 
  • sintomi 
  • notizia 
  • valori di laboratorio 
  • Top