• Tuesday February 25,2020

iris

L'iride, o iride, è una struttura arricchita di pigmento nell'occhio tra la cornea e la lente che circonda la pupilla al centro e funge da tipo di iride per l'imaging ottimale degli oggetti sulla retina. I muscoli dell'iride possono regolare le dimensioni della pupilla e quindi la luce.

Cos'è l'iride?

Come barriera opaca, l'iride o l'iride è parte integrante dell'occhio. È la parte anteriore visibile della coroide e si trova parallela al piano frontale dietro la cornea e davanti alla lente. Separa così la camera oculare situata tra le due strutture in una zona anteriore e posteriore. L'iride è fissata ai bordi, la radice dell'iride, con il corpo ciliare. Al suo centro, lascia un'apertura, la pupilla, libera, attraverso la quale la luce può cadere e colpire la retina che giace più indietro.

L'iride ha - tranne in presenza di un difetto genetico (albinismo) - nell'uomo un colore blu, verde o marrone con tutte le transizioni di colore. Questo fenomeno è dovuto alla diversa densa incorporazione di pigmenti. Un'alta densità di pigmento colora il marrone dell'iride, mentre uno inferiore tinge di brillantezza. Ontogeneticamente, i singoli componenti dell'iride sono di origine mesodermica o ectodermica.

Anatomia e costruzione

L'iride è composta da due strati principali in sezione istologica. Il confine frontale è seguito dal cosiddetto stroma - uno strato fibroso, attraversato da vasi sanguigni e nervi, in cui sono incorporati pigmenti di diversa densità e determinano il colore degli occhi dell'individuo. Lo stroma contiene anche le pupille dello sfintere del muscolo, le cui cellule muscolari corrono in cerchio attorno al bordo dell'occhio. Dietro questo strato fibrovascolare si trova uno spesso strato di epitelio costituito da due strati cellulari, la foglia di pigmento ( Pars iridica retinae ), che è anche caratterizzata da una forte deposizione del pigmento ed è associata ai muscoli. Questi sono i muscoli dilatatori ( dilatare le pupille ), che sono disposti radialmente come processi basali della foglia del pigmento e insieme al muscolo sfintere (muscolo sfintere) assicurano una buona nitidezza dell'immagine.

In una vista frontale, l'iride può essere suddivisa in due regioni. La parte pupillare è formata dalla parte più interna dell'iride, che definisce anche il margine della pupilla. Il resto dell'iride appartiene alla parte ciliare. Entrambe le regioni sono separate dal collare dell'iride (colletto), in cui il muscolo sfintere si sovrappone ai muscoli dilatatori. Da questo punto più spesso la profondità dell'iride ai bordi si restringe notevolmente.

Funzione e compiti

L'iride è indispensabile per una visione ottimale. A causa delle condizioni di illuminazione in continua evoluzione, è necessario effettuare una compensazione costante sull'occhio, al fine di percepire l'ambiente estremamente nitido. Simile all'apertura di una telecamera, la regolazione dell'occhio avviene tramite l'iride, che influenza la dimensione della pupilla mediante contrazioni muscolari involontarie e quindi determina una regolazione della quantità di luce incidente.

Solo in questo modo è possibile garantire un'immagine nitida di oggetti sulla retina. Influenzando l'iride sull'ampiezza del foro visivo, si può anche danneggiare la retina causando un'eccessiva irradiazione della luce, poiché si verificano in alcune malattie.

Oltre alla regolazione della dimensione della pupilla, la chiarezza dell'iride è anche importante nella presentazione nitida degli oggetti, che è l'unico modo per garantire la funzionalità dell'iride come iride. La luce diffusa che colpisce l'occhio è impedita a penetrare ulteriormente nella retina dal denso deposito di colore nella foglia del pigmento, in modo che la luce sia limitata al foro di osservazione. Il restringimento della pupilla (miosi) si verifica dalla contrazione del muscolo sfintere in un movimento circolare. I suoi antagonisti sono i muscoli dilatatori, che causano la midriasi da una contrazione radiale dell'iride e di queste pieghe.

Malattie e lamentele

Una delle malattie più comuni dell'iride è l'irite o l'iridociclite. In entrambi i casi c'è un'infiammazione dell'iride o del corpo ciliare, che porta a una visione offuscata e ad una maggiore sensibilità alla luce. Se l'infezione non viene trattata in tempo con gli antibiotici, può portare a una grave perdita della vista o alla cecità totale. Di conseguenza può formarsi una stella grigia o verde.

Ma anche difetti genetici come gli aniridi causano problemi alle persone colpite. In questo tipo di malattia, l'iride è completamente assente o così sottosviluppata che esiste solo un piccolo margine rudimentale. In entrambi i casi l'incidenza della luce è troppo elevata, il che influenza gravemente la vista.

Disagio ma anche danni minori, come piccoli buchi nell'iride (coloboma). Questi portano alla presentazione di ombre o doppie immagini. Questo fenomeno è causato da eventi traumatici o deviazioni genetiche.

Altre malattie dell'iride sono i melanomi maligni, che di solito vengono rapidamente rilevati e trattati prontamente a causa della loro buona visibilità. Nelle fasi iniziali, la rimozione dell'iride è sufficiente per il trattamento. Per i melanomi successivamente riconosciuti, la terapia protonica viene utilizzata con successo.

Nell'albinismo, gli individui soffrono di una completa perdita di pigmenti di colore nel corpo. L'iride, che di solito è colorata, è ora traslucida e quindi perde la sua funzione di diaframma, poiché anche la luce penetra attraverso di essa. Ciò porta all'abbagliamento delle cellule visive e a una funzione visiva disturbata già nell'infanzia e nell'età del bambino.


Articoli Interessanti

Menorragia (periodo mestruale lungo e pesante)

Menorragia (periodo mestruale lungo e pesante)

Un periodo mestruale lungo e forte si chiama ginecologia nella menorragia. Si accumula durante il ciclo mensile molto mucosa e durante il periodo mestruale si verifica un sanguinamento lungo e pesante. L'opposto della menorragia è l'oligomenorrea (periodo mestruale breve e debole). Che cos'è la menorragia?

acido glutammico

acido glutammico

L'acido glutammico, i suoi sali (glutammati) e la glutammina, un aminoacido correlato all'acido glutammico, sono stati a lungo oggetto di numerosi resoconti dei media. L'acido glutammico è un componente di tutte le proteine ​​e i loro sali, che fungono da additivi in ​​molti alimenti, hanno il compito di migliorare il gusto. Cos'

solfito

solfito

Il biocatalizzatore solfito ossidasi provoca la conversione dei composti di zolfo tossici dalla scomposizione degli aminoacidi in solfati non tossici. È vitale e quindi si verifica in tutti gli organismi. Se la sua funzione è disturbata da un difetto genetico, porta alla carenza di solfite ossidasi.

Emmentaler

Emmentaler

L'Emmentaler originale proviene dalla Svizzera dall'Emmental. Il formaggio è fatto con enormi ruote. Oggi è offerto in tutti i supermercati, ma queste sono spesso solo "copie" del vero Emmentaler, perché il termine formaggio Emmentaler non è mai stato protetto. L'autentico emmentaler svizzero originale è solitamente disponibile solo in un negozio di formaggi. Que

Cancro al fegato (carcinoma epatico)

Cancro al fegato (carcinoma epatico)

Il cancro al fegato è anche noto come carcinoma epatico; Questa malattia è un tessuto epatico maligno. Sebbene questa malattia sia rara nei paesi industrializzati occidentali, la tendenza è in aumento. Nel sud-est asiatico e in Africa, tuttavia, il cancro al fegato è uno dei tumori più comuni. Cos'è il cancro al fegato? I se

Necrosi del tessuto adiposo nel seno

Necrosi del tessuto adiposo nel seno

La necrosi del tessuto adiposo è un cambiamento generalmente non doloroso nel tessuto adiposo nella mammella, spesso a causa di un trauma. Una necrosi del tessuto adiposo non presenta rischi per la salute e generalmente non necessita di cure. Che cos'è una necrosi dei tessuti adiposi? Non tutti i grumi nella mammella indicano il cancro al seno.