Le cheratine sono sostanze speciali. Si verificano nell'organismo umano e anche nell'organismo animale. Il nome "cheratina" deriva dal greco e significa "corno". Pertanto, gli importanti amminoacidi per il corpo sono anche chiamati cellule cornee.

Cosa sono le cheratine?

Il termine "cheratine" comprende varie proteine ​​delle fibre idrofobe che sono il principale costituente di capelli, dita delle unghie e dei piedi e dello strato superiore della pelle (epidermide). Si riferisce sia alle proteine ​​fibrose stesse che alle microfibrille che formano.

Negli animali, le importanti cellule di cheratina (cheratinociti) si trovano anche in corna, zoccoli, artigli, piume, spine, vasche e becco. La proteina naturale è prodotta dall'organismo stesso ed è generalmente sempre presente in quantità sufficiente. La medicina distingue alfa e beta-cheratine. Le cheratine alfa si trovano solo nelle cellule di mammiferi.

Le cheratine hanno una resistenza inferiore a quelle delle dita e delle unghie dei piedi. La sostanza del corno è naturalmente incolore e ottiene il suo rispettivo colore solo attraverso la melanina del pigmento. Grazie alla struttura a filamento delle cellule del corno e alla loro speciale elasticità, i capelli possono essere trattati con permanente.

Funzione, effetto e compiti

Le cellule di cheratina circondano le cellule del midollo del nucleo dei capelli con uno strato elastico stretto di piccole squame. Levigano la superficie dei capelli e forniscono quindi lucentezza naturale. I capelli possono essere tirati e attorcigliati senza strapparli.

I cheratinociti hanno un'influenza stabilizzante sulla parete cellulare e quindi garantiscono una protezione cellulare ottimale. Aumentano anche la forza e la resilienza delle unghie. Senza l'effetto stabilizzante di graffiare la cheratina o aggrapparsi con le unghie non sarebbe affatto possibile. Nella pelle del viso, rafforza anche le cellule, in modo che l'epidermide diventi elastica. L'effetto curativo della ferita dei cheratinociti viene utilizzato dalla medicina nel trapianto ambulatoriale.

Rimuove alcune cellule di cheratina dai capelli di pazienti con ferite aperte e le moltiplica in una soluzione nutritiva. Alcune settimane dopo, la ferita viene coperta con il tessuto cutaneo appena formato. Altre quattro o sei settimane dopo, la ferita si è chiusa. Sporcizia e agenti patogeni non possono più penetrare e portare a infezioni. La nuova skin ha le stesse proprietà di quella precedentemente trovata sul sito.

Le cellule cheratiniche sono anche utilizzate per diagnosticare i tumori nel corpo umano: se una cellula cancerosa contiene cheratina, il medico può concludere che il tumore è stato formato da cellule epiteliali. Ulteriori informazioni sul tipo di tumore sono fornite dalla rilevazione immunologica dei sottotipi di cheratina.

Istruzione, occorrenza, proprietà e valori ottimali

Le cellule cornee insolubili in acqua sono proteine ​​che si trovano nelle cellule epiteliali come filamenti di cheratina vagamente organizzati prima della cheratinizzazione (precursore della cheratina). La cheratina dei capelli è meno solida di quella delle unghie.

La ragione di ciò è che il componente proteico L-cisteina contenuto nella cheratina lì forma un numero minore di ponti disolfuro (composti dello zolfo) con altri aminoacidi rispetto alle cellule dell'unghia. L'amminoacido cisteina è responsabile dell'elevato contenuto di zolfo nella cheratina. Di conseguenza, i capelli bruciati hanno anche un forte odore di zolfo, ad esempio. Le cellule di cheratina hanno una struttura così forte che non possono essere distrutte da batteri e altri microbi. Sono molto flessibili, ma in circostanze normali non possono rompersi.

Inoltre, i cheratinociti sono sensibili alla temperatura. Né temperature estremamente fredde né estremamente calde possono cambiare le loro proprietà. La cheratina forma due sottofamiglie: il tipo A comprende proteine ​​che reagiscono in modo più acido, il tipo B è neutro-basico. La capacità della cisteina di formare ponti di zolfo utilizza cosmetici moderni nel trattamento permanente delle onde dei capelli: in questo processo, i legami incrociati vengono prima separati e poi rielaborati.

Malattie e disturbi

La cheratina è di solito una sostanza abbastanza resistente. Tuttavia, lo strato protettivo dei capelli può diventare permeabile all'acqua salata (vacanze al mare) ed eccessiva esposizione al sole: i capelli diventano opachi e possono persino rompersi sotto un carico pesante.

Anche un'asciugatura frequente dei capelli con un asciugacapelli troppo caldo e shampoo con un'alta percentuale di tensioattivi può danneggiare lo strato di forfora. Si tratta di asciugare i capelli opachi e le doppie punte. Per rigenerare i capelli così alterati, il paziente deve somministrare cheratina sotto forma di siero per capelli contenente cisteina altamente concentrato. Penetra immediatamente nello strato di forfora e lo chiude. Gli shampoo per la cura della cheratina con cui può lavare i capelli hanno un effetto edificante.

Dopo aver lavato lo shampoo, l'effetto rigenerante della cheratina è che i capelli sono più facili da pettinare rispetto a prima. Inoltre, la cheratina fornisce il cosiddetto effetto anti-crespo: i capelli sono distesi sul cuoio capelluto. La pelle danneggiata può essere curata con speciali lozioni e creme per il corpo alla cheratina. Al fine di prevenire una carenza di cheratina, si raccomanda una dieta ricca di proteine, per cui l'accento dovrebbe essere posto sulle proteine ​​vegetali.

Il fatto che un paziente abbia una mancanza di cheratina, il medico riconosce le sue unghie fortemente arcuate, le scanalature delle unghie e una crescita dei capelli disturbata. La causa di ciò è una malattia del fegato. L'organo danneggiato non è più in grado di produrre in quantità sufficiente gli aminoacidi che formano la cheratina cisteina e metionina.

Tag: 
  • neonati e bambini 
  • droga 
  • notizia 
  • gravidanza 
  • Malattie 
  • Top