La febbre di Lassa è una malattia virale che si manifesta preferibilmente solo in alcune parti dell'Africa occidentale. I paesi interessati includono Nigeria, Costa d'Avorio e Guinea. In Germania finora si sono verificate solo malattie isolate. Se viene rilevata la febbre di Lassa, è necessario segnalare.

Cos'è la febbre di Lassa?

In due casi su dieci, la malattia è associata a sintomi influenzali, quali febbre, muscoli, dolore alla testa e alle articolazioni e affaticamento.
© Kateryna_Kon - stock.adobe.com

La febbre di Lassa è una delle febbri emorragiche virali (associate a sanguinamento interno), che comprende Ebola, febbre gialla e infezione da virus di Marburg. La febbre è stata nominata in base ad un accordo internazionale dopo il luogo Lassa, in cui è stato dimostrato per la prima volta.

È causato da virus e inizialmente funziona come un'influenza. Il malato soffre di febbre, mal di testa e dolori muscolari, successivamente mal di gola, tosse secca, dolore toracico e crampi addominali. I primi sintomi si verificano dopo 6-21 giorni di incubazione.

In molti casi, i malati soffrono solo di sintomi lievi e non ogni singolo caso provoca sanguinamento interno. Tuttavia, il tasso di mortalità della malattia è di circa il 10-20 percento nelle donne in gravidanza anche del 50 percento.

cause

La causa della febbre di Lassa è il virus Lassa, che viene trasmesso dal ratto multirazziale africano. Il virus passa attraverso le escrezioni dei ratti (escrementi o urina) sul cibo e da lì nell'organismo umano.

In alcune aree, i ratti stessi vengono consumati e trasmettono direttamente il virus. Il ratto stesso non mostra sintomi della malattia. Per infezione da goccioline, è anche possibile una trasmissione della febbre di Lassa da persona a persona.

Allo stesso modo, il contatto con sangue, saliva, sperma, vomito, urina o feci di un paziente in quanto la causa dell'infezione è un'opzione.

La febbre di Lassa si verifica quando le cattive condizioni igieniche facilitano un terreno fertile ideale per la contaminazione degli alimenti o la trasmissione di vitus da uomo a uomo.

Sintomi, reclami e segni

La febbre di Lassa causa spesso o solo segni impercettibili di malattia. In due casi su dieci, la malattia è associata a sintomi influenzali, quali febbre, muscoli, dolore alla testa e alle articolazioni e affaticamento. I sintomi del tratto respiratorio compaiono dopo 5-7 giorni.

Questi includono tosse, mal di gola grave e gonfiore della laringe, ma anche infiammazione della faringe e delle tonsille. Sulle tonsille formano quindi depositi bianchi o giallastri, che emettono un odore sgradevole. I possibili sintomi associati alla febbre di Lassa sono dolore toracico e forti mal di testa.

Inoltre, la febbre emorragica può causare fluttuazioni della pressione sanguigna e occasionalmente causare insufficienza circolatoria. Se l'agente patogeno viene rapito, esiste il rischio che gli organi interni vengano infettati. Quindi la congiuntivite si sviluppa con sanguinamento interno o pericardite. L'edema può verificarsi nelle palpebre e nell'area del collo.

Questi accumuli di acqua sono generalmente associati a ulteriore dolore e un forte disagio, spesso si tratta di restrizioni ai movimenti. La febbre di Lassa può anche causare disturbi gastrointestinali come nausea, vomito e crampi addominali. I sintomi menzionati si verificano strisciando e suonano rapidamente con un trattamento esperto. In otto pazienti su dieci, è prevedibile un lieve decorso della malattia senza gravi sintomi o disagi.

Diagnosi e storia

La febbre di Lassa può essere chiaramente diagnosticata rilevando il virus causale nel sangue, nelle urine, nella gola o nei campioni di tessuto del paziente. Gli anticorpi specifici contro il virus possono essere rilevati nel sangue circa una settimana dopo l'inizio della febbre di Lassa.

Al fine di ottenere una buona prognosi ed escludere il più tardi possibile i sintomi tardivi, in caso di sospetto si dovrebbe iniziare un esame del sangue il prima possibile. A causa dei sintomi, soprattutto nelle prime fasi spesso chiusi ad altre malattie. La febbre di Lassa inizialmente mostra sintomi simil-influenzali, quindi si può presumere che una grave infezione influenzale.

Sono anche possibili confusione con la malaria o altre malattie della febbre emorragica. I sintomi tipici della febbre di Lassa includono edema del viso, congiuntivite, escrezione proteica nelle urine, faringite e dolore dietro lo sterno.

Nelle malattie gravi, si verificano infine sanguinamenti degli organi interni, delle mucose e della pelle, che possono provocare l'insufficienza del sistema cardiovascolare.

complicazioni

A causa della febbre di Lassa i malati soffrono dei soliti sintomi dell'influenza. Si tratta di una forte e alta febbre e anche di dolori muscolari. La resilienza dei pazienti diminuisce significativamente a causa della malattia, quindi si tratta di stanchezza e affaticamento. Provoca anche mal di gola e mal di testa.

Non di rado, i pazienti soffrono di dolori addominali o vomito a causa della febbre di Lassa. Allo stesso modo, la malattia può essere scambiata per malaria in molti casi, causando un trattamento ritardato di queste condizioni. Se non esiste un trattamento per la febbre di Lassa, può portare alla morte cardiaca del paziente. Il trattamento stesso viene effettuato con l'aiuto di farmaci e di solito porta rapidamente a un successo.

Non si verificano complicazioni speciali, quindi è possibile registrare un decorso positivo della malattia. L'aspettativa di vita del paziente non è ridotta quando si tratta di un inizio precoce del trattamento. Inoltre, non si verificano complicazioni o reclami speciali. Le persone colpite, tuttavia, potrebbero non mantenere il contatto con altre persone, poiché la febbre di Lassa ha un alto rischio di infezione.

Quando dovresti andare dal dottore?

Le persone che hanno l'influenza dopo essere state in un paese con scarsa igiene dovrebbero consultare il proprio medico di famiglia. Se si aggiungono tosse, mal di gola e altri segni di febbre di Lassa, consultare immediatamente un medico. I sintomi indicano una malattia grave, che deve sempre essere chiarita da un medico. Se si manifesta un forte dolore al petto o mal di testa, la persona deve essere portata in ospedale.

In caso di insufficienza circolatoria, forti fluttuazioni della pressione sanguigna e altre complicanze tipiche, il medico di emergenza deve essere avvisato. La persona interessata dovrebbe prendersi cura, in caso di dubbio devono essere prese misure di pronto soccorso. Il trattamento della febbre di Lassa da parte del medico di famiglia o di un internista. A seconda dei sintomi, devono essere consultati cardiologi, oculisti o gastroenterologi. Le persone che soffrono di una malattia cronica o allergia dovrebbero rivolgersi al medico responsabile. Se un bambino mostra sintomi di febbre di Lassa, i genitori dovrebbero chiamare i servizi di emergenza. Anche le donne in gravidanza e le persone in condizioni critiche devono avere immediatamente chiarito sintomi insoliti.

Terapia e terapia

Viene trattata la febbre di Lassa, in cui si inibisce il più possibile la moltiplicazione del virus e allevia i sintomi del paziente. Inoltre, l'interessato deve ricevere un liquido sufficiente. A causa della possibilità di un'ipotensione improvvisa (bassa pressione sanguigna) è spesso necessaria una terapia intensiva.

I pazienti ricevono il farmaco ribavirina per arginare il virus. Con la febbre di Lassa, una diagnosi rapida e l'inizio del trattamento nei primi sei giorni dopo l'inizio dei primi sintomi è un fattore importante nella prognosi.

Inoltre, la modalità di somministrazione del farmaco svolge un ruolo cruciale. Il tasso di mortalità diminuisce di un fattore tre con l'inizio precoce del trattamento e la somministrazione orale (per via orale) di ribavirina, anche di un fattore 10 se somministrato per via endovenosa.

Outlook e previsioni

Nella maggior parte dei pazienti, la febbre di Lassa è lieve. Ti riprendi completamente. Un buon 20 percento non percepisce alcun reclamo. In tutti gli altri i sintomi tipici compaiono in diversa intensità. Dalla seconda settimana di malattia, inizia un miglioramento significativo. Il tasso di mortalità è dell'1-2% circa di tutte le infezioni. È sorprendente che la maggior parte delle persone muoia intorno al dodicesimo giorno di malattia in giro. Il fallimento dei reni e la circolazione occupano uno spazio significativo. Può anche verificarsi sanguinamento.

La febbre di Lassa è originaria del continente africano. Lì è provato in Nigeria, Guinea, Liberia e Sierra Leone. Le malattie nei paesi industrializzati come la Germania sono scarse. A volte il virus veniva importato inosservato.

A causa del rischio di infezione, i pazienti devono osservare misure precauzionali contro altre persone. Mentre la fase della malattia dura per un massimo di quattro settimane, a volte i virus con potenziale contagioso possono essere rilevati nell'escrezione per dieci settimane. I trasferimenti sono possibili anche tramite sangue e saliva. Se la febbre di Lassa è sfavorevole, il tempo di recupero è finito. I pazienti quindi soffrono di sordità e disturbi muscoloscheletrici. Un inizio precoce del trattamento è considerato il rimedio più efficace per la febbre di Lassa.

prevenzione

Il contagio con la febbre di Lassa può essere prevenuto evitando il contatto con ratti e persone già malate il più possibile e garantendo un'igiene adeguata. Il virus Lassa può essere escreto nelle urine per un massimo di nove settimane e nel seme fino a tre mesi dopo l'insorgenza della malattia e portare a infezione. Contro la febbre di Lassa si formano anticorpi che escludono una nuova malattia.

post-terapia

Spesso le misure di follow-up per la febbre di Lassa sono fortemente limitate. Con la presente, le persone interessate dipendono principalmente da una rapida e soprattutto da un trattamento immediato dei reclami, in modo che non possano più verificarsi ulteriori complicazioni. Un'auto-guarigione della malattia di solito non è possibile, quindi la persona interessata dovrebbe consultare un medico ai primi segni e sintomi della febbre.

Di solito, l'infezione viene trattata assumendo diversi farmaci. È importante garantire un'assunzione regolare con un dosaggio corretto per alleviare in modo permanente i sintomi e il limite. In caso di domande o ambiguità, consultare sempre prima un medico. Anche con gli effetti collaterali del farmaco, consultare prima un medico.

La maggior parte dei pazienti dipende dall'aiuto e dalla cura degli altri durante il trattamento della febbre di Lassa, e in particolare la cura della propria famiglia può avere un effetto positivo sull'ulteriore decorso della malattia. Questo può anche prevenire la depressione o altri disturbi mentali. Alla fine, la febbre di Lassa riduce l'aspettativa di vita della persona colpita, con l'ulteriore decorso della malattia fortemente dipendente dal momento della diagnosi.

Puoi farlo tu stesso

La febbre di Lassa è una malattia altamente contagiosa e quindi riferibile. Inoltre, il disturbo è molto pericoloso e può essere fatale. Il rischio è particolarmente elevato per le donne in gravidanza, in questo gruppo la morbilità è addirittura del 50 percento, se la malattia non viene immediatamente trattata professionalmente.

Le migliori misure di auto-aiuto che il paziente può prendere sono quindi la prevenzione e la consultazione immediata con un medico, se vi è il sospetto di infezione. La febbre di Lassa si verifica quasi esclusivamente nell'Africa occidentale. Il virus che causa la malattia viene trasmesso dai ratti. In nessun caso la carne di ratto deve essere consumata. Poiché gli animali diffondono anche il virus con altri mezzi, come le loro feci, non si dovrebbe mangiare cibo crudo. Per i frutti, è preferibile la frutta a guscio. La trasmissione può anche essere effettuata da persona a persona mediante infezione da goccioline. Particolarmente pericoloso è il contatto con la saliva o lo sperma di persone infette.

Il periodo di incubazione è compreso tra alcuni giorni e fino a tre settimane. Se si manifestano sintomi di influenza durante un soggiorno o poco dopo il ritorno da un'area ad alto rischio, è necessario consultare immediatamente un medico e indicare esplicitamente la possibile infezione da febbre di Lassa, in modo che il sospetto possa essere chiarito immediatamente e iniziato tempestivamente con un trattamento adeguato.

Tag: 
  • viaggiare 
  • valori di laboratorio 
  • Malattie 
  • consulente 
  • dispositivi medici 
  • Top