Il cancro al fegato è anche noto come carcinoma epatico; Questa malattia è un tessuto epatico maligno. Sebbene questa malattia sia rara nei paesi industrializzati occidentali, la tendenza è in aumento. Nel sud-est asiatico e in Africa, tuttavia, il cancro al fegato è uno dei tumori più comuni.

Cos'è il cancro al fegato?

I segni del cancro al fegato sono generalmente piuttosto non specifici in una fase precoce. Il fegato non può essere sentito nella maggior parte delle persone sane.
© Kateryna_Kon - stock.adobe.com

Il tessuto maligno nel fegato è anche chiamato cancro al fegato. Di questa malattia, che è piuttosto rara in Germania, gli uomini sono significativamente più frequentemente colpiti rispetto alle donne, per cui le persone di età superiore ai 70 anni sono particolarmente a rischio.

Le differenze sono il carcinoma epatico primario e secondario. Si dice che il primo sia quando il tumore si sviluppa direttamente dalle cellule del fegato, mentre il carcinoma epatico secondario sono metastasi che si diffondono da altre parti del corpo nel fegato. Quest'ultima forma di cancro al fegato è molto più comune.

cause

Una delle cause più comuni di cancro al fegato è la cirrosi epatica. Questa malattia, nota anche come riduzione del fegato, è innescata dall'abuso di alcol e dall'epatite.

L'alcol è comunemente considerato il fattore scatenante numero uno per il cancro al fegato. Allo stesso modo, alcuni farmaci possono causare il cancro al fegato - ecco alcuni ormoni sessuali.

I calcoli biliari, le cisti e le ulcere biliari sono anche noti per causare il cancro al fegato. La cosiddetta malattia da accumulo di ferro è l'ultima causa nota di cancro al fegato.

Sintomi, reclami e segni

I segni del cancro al fegato sono generalmente piuttosto non specifici in una fase precoce. Il fegato non può essere sentito nella maggior parte delle persone sane. Il dolore ripetuto nella parte superiore dell'addome, che può anche irradiarsi e la sensazione di sentire un gonfiore sotto le costole, dovrebbe essere presentato rapidamente al medico di famiglia.

Lo stesso vale per la perdita di appetito e la perdita di peso indesiderata. Entrambi possono essere segni di problemi al fegato. Quando il fegato smette di funzionare come organo disintossicante a causa di un tumore al fegato, in molti pazienti si osserva un ingiallimento degli occhi. Pertanto, gli occhi giallastri devono essere chiariti prontamente da un medico.

Lo stesso vale per i punti simili a ragnatele sulle guance e un colore rosso dei palmi. Entrambi i sintomi possono essere dovuti a una disfunzione del fegato. Non deve necessariamente essere un carcinoma del fegato. Tuttavia, i cerotti sul viso e lo scolorimento persistente dei palmi devono essere presentati a uno specialista.

Le metastasi nel fegato sono spesso causate da un tumore primario che è stato altrove nel corpo. I malati di cancro dovrebbero quindi prestare particolare attenzione al dolore nella parte superiore dell'addome e allo scolorimento degli occhi, in modo che, se necessario, possano essere immediatamente cercati possibili metastasi nel fegato.

Diagnosi e storia

Le possibilità di una cura per il cancro al fegato sono maggiori quanto prima viene rilevata e trattata la malattia. Sfortunatamente, i sintomi sono generalmente in ritardo e il cancro è già ben avanzato.

Nelle fasi iniziali, spesso non sono riconoscibili sintomi, solo gradualmente ci sono perdita di appetito, nausea generale e dolore nell'addome superiore. Anche inspiegabile per la perdita di peso del paziente può indicare il cancro al fegato. Nella fase avanzata può quindi arrivare a un ingiallimento della pelle e degli occhi. Per tutti i sintomi sopra indicati, per precauzione, consultare un medico. Tuttavia, questi segni non derivano necessariamente dal cancro al fegato, ma possono anche avere cause innocue.

Una forma speciale di cancro al fegato è il cancro del dotto biliare - in questo un sintomo inconfondibile è l'urina di colore scuro. Al fine di fare una chiara diagnosi di cancro al fegato, di solito sono necessarie alcune indagini. Oltre a un esame fisico completo, ovvero la scansione del fegato attraverso la parete addominale, è anche necessario un esame ecografico.

In questo milza e reni possono essere rappresentati. Inoltre, il medico prenderà il sangue: questo esame del sangue può fornire informazioni sulla concentrazione di ferro nel sangue. Se non è chiaro se si tratti di carcinoma epatico primario o secondario, potrebbero essere necessari stomaco e colonscopia.

complicazioni

Di solito, il cancro al fegato è una malattia molto grave. Se non trattato, provoca una morte prematura del paziente e può limitare e ridurre in modo significativo la qualità della vita della persona interessata. Nella maggior parte dei casi, i pazienti soffrono di forti dolori addominali e nausea e vomito.

Porta anche alla perdita di appetito e quindi a una perdita di peso e sintomi di carenza. Le persone colpite si sentono deboli e stanche e soffrono anche di una capacità di recupero notevolmente ridotta. Allo stesso modo, può passare attraverso il cancro al fegato fino all'ittero. Altri organi possono anche essere danneggiati dal cancro al fegato, che può portare ad esempio a insufficienza renale. Anche questo porta non curato alla morte del paziente.

Di solito, il cancro al fegato può essere trattato solo con un intervento chirurgico. La persona interessata, tuttavia, fa affidamento su un organo donatore. Non si può prevedere se abbia successo nel trapianto. Inoltre, le persone colpite dipendono anche dalla chemioterapia, che è spesso associata a vari effetti collaterali. L'aspettativa di vita del paziente è di solito significativamente ridotta dal cancro al fegato.

Quando dovresti andare dal dottore?

Il dolore o il disagio a livello dello stomaco devono essere presentati a un medico. Se il dolore continua ad aumentare o diffondersi ulteriormente nella parte superiore del corpo, è necessario un medico. In caso di calo delle prestazioni abituali, aumento della necessità di dormire o affaticamento rapido, l'interessato necessita di assistenza medica. Se si tratta di uno scolorimento giallastro della pelle, irregolarità nei movimenti intestinali o cambiamenti nel viso, dovrebbe essere fatta una visita medica. I palmi gialli o lo scolorimento degli occhi devono essere presentati al medico appena possibile.

Il gonfiore della parte superiore del corpo, una sensazione di oppressione al petto o un malessere generale devono essere esaminati e trattati. Sviluppa sotto le costole, si consiglia la visita di un medico. Se si notano disturbi della circolazione sanguigna o del ritmo cardiaco, le osservazioni devono essere discusse con un medico. Anche le interruzioni della memoria, la perdita di appetito o la perdita di peso sono indicazioni che devono essere studiate.

Se si tratta di anomalie emotive o apatia, si consiglia la visita di un medico. Di norma, si consigliano controlli regolari e controlli con un medico in età adulta. Poiché il cancro al fegato può portare a una malattia fatale, i controlli per la diagnosi precoce sono molto utili. Inoltre, è fondamentale per l'ulteriore corso consultare un medico ai primi segni e irregolarità dell'attività epatica.

Terapia e terapia

In molti pazienti con carcinoma del cancro al fegato è inevitabile. Qui vengono rimosse le singole parti del fegato o si arriva al completo trapianto del fegato, in cui il fegato viene sostituito da un organo donatore.

La terapia dipende da un lato dal tipo, dalla posizione e dalle dimensioni del tumore, dall'altro, ma anche dall'età e dalla salute del paziente.

Oltre all'intervento chirurgico, sono anche possibili procedure terapeutiche locali. Questi includono, ad esempio, l'irradiazione epatica o la terapia del contrasto. In alcuni pazienti, il trattamento con compresse, come la chemioterapia, può ottenere buoni risultati.

Outlook e previsioni

La prognosi per il carcinoma epatico viene data in base alle condizioni di salute individuali. Se la malattia viene rilevata nelle sue fasi iniziali, il trattamento del cancro può aiutare ad alleviare i sintomi o farti recuperare. Il trattamento è esteso e associato a numerosi effetti collaterali e rischi. In un paziente fondamentalmente sano con un sistema immunitario stabile e una mezza età, ci sono prospettive per una cura. Più la persona colpita è anziana e più malattie preesistenti, più difficile è il decorso della malattia.

Se il tumore al fegato è già avanzato, le prospettive di attenuazione diminuiscono. Se si sono formate metastasi o se le cellule tumorali sono state in grado di diffondersi attraverso il flusso sanguigno nell'organismo, spesso ci sono poche possibilità di recupero. Oltre all'intervento chirurgico, potrebbe essere necessario disporre di un organo donatore. In alcuni pazienti, questo è l'unico modo per aumentare le possibilità di sopravvivenza.

Il trapianto di organi è anche associato a varie complicazioni. Se l'operazione ha esito positivo, l'organismo deve accettare l'organo donatore. Se ciò ha esito positivo, aumentano le possibilità di alleviare i sintomi. È necessario un trattamento permanente affinché la funzionalità sia adeguatamente monitorata. Nonostante la cura raggiunta dal cancro al fegato, può giungere in qualsiasi momento nel corso di un'ulteriore vita a una nuova formazione di un carcinoma. La prognosi è peggiore a una reinfestazione.

prevenzione

Per prevenire il cancro al fegato, si dovrebbe prestare attenzione a uno stile di vita sano. Ciò include, in particolare, che l'uso moderato di alcol e fumo di sigaretta dovrebbe essere ampiamente limitato. Inoltre, il rischio di epatite B dovrebbe essere ridotto il più possibile - qui si raccomanda una vaccinazione regolare.

Tuttavia, la prevenzione non è l'unica cosa importante e non dovresti rinunciare alla cura post-malattia se la malattia è stata sconfitta con successo. Il primo follow-up dovrebbe essere effettuato entro e non oltre sei mesi dopo l'operazione.

post-terapia

Il tipo di assistenza post-terapia è correlato all'esito del trattamento iniziale. Se non è possibile rimuovere completamente il tumore, l'aspettativa di vita diminuisce drasticamente. Aftercare ha un carattere palliativo. Ciò significa che il paziente riceve supporto per la vita rimanente. Significativo in questo contesto è la terapia del dolore. Ma anche un chiarimento delle questioni elementari della vita può far parte dell'assistenza post-terapia.

D'altra parte, se il cancro al fegato è stato sconfitto in una terapia di prima linea, la prognosi è positiva. Il rischio di formazione del cancro non deve essere sottovalutato nei prossimi mesi e anni. Pertanto, i medici concordano con il follow-up programmato dei loro pazienti. In questi, un carcinoma nelle prime fasi dovrebbe essere riconosciuto e quindi trattato immediatamente.

Ciò si traduce nelle migliori possibilità di recupero. Oltre a evitare una ricorrenza, il trattamento di possibili malattie secondarie occupa anche molto spazio. I reclami sono alleviati dai farmaci. I problemi sociali e psicologici possono essere discussi nelle terapie.

Come ritmo per l'assistenza post-terapia, inizialmente si consiglia un intervallo di tre mesi. Questo può essere esteso di volta in volta se non ci sono risultati. A partire dal quinto anno dalla diagnosi, è sufficiente un follow-up annuale. Gli esami consistono in una tomografia a risonanza magnetica, un esame ecografico e un esame del sangue.

Puoi farlo tu stesso

Nel caso del cancro al fegato, che viene anche definito cancro al fegato, è importante che l'interessato possa parlare apertamente con il proprio medico del trattamento e delle possibilità di guarigione.

A causa del disagio fisico, si consiglia al paziente di trattare delicatamente il proprio corpo. Regolari periodi di riposo e un sonno adeguato sono di grande importanza. Inoltre, è importante mantenere una dieta sana. Una dieta sana dovrebbe essere preparata con un medico o un nutrizionista che tenga conto anche di un equilibrio acido-base equilibrato del corpo. Bere alcolici dovrebbe essere completamente evitato in quanto l'alcol è dannoso per il fegato.

Oltre ai sintomi fisici associati a tale malattia, anche la psiche è pesantemente gravata. Psico-oncologi, psicologi specializzati in pazienti oncologici, offrono tali cure. Inoltre, può aiutare il paziente, se partecipa a un gruppo di supporto per i malati di cancro al fegato o per i malati di cancro. Lo scambio con altre vittime porta a un sollievo mentale. Il paziente impara a gestire la sua situazione e allo stesso tempo ha diversi contatti con cui può comunicare.

Tag: 
  • ingredienti attivi 
  • dispositivi medici 
  • cuore e circolazione 
  • Malattie 
  • gravidanza 
  • Top