La linfangite è un'infiammazione del sistema linfatico causata da agenti patogeni invasori o sostanze tossiche. È trattata con antibiotici e di solito guarisce completamente. Se la causa non viene trattata, la malattia può diventare cronica.

Cos'è la linfangite?

La linfangite è un'infiammazione nei vasi linfatici. Questi attraversano il corpo nei canali linfatici e trasportano la linfa, un fluido giallastro contenente plasma linfatico e linfociti (globuli bianchi).

La linfa viene trasportata in vari linfonodi, dove viene liberata da sostanze nocive e purificata. I vasi linfatici sono una parte essenziale del sistema immunitario umano. I linfonodi più importanti sono ben palpabili al collo, all'inguine e sotto le ascelle.

Nella linfangite, agenti patogeni o sostanze nocive, come veleni di serpenti o sostanze chimiche, invadono il sistema linfatico e causano infiammazione. Si distingue tra linfangite acuta e cronica. La forma acuta è generalmente causata da una ferita infiammata, mentre la linfangite cronica è causata da cambiamenti nei tessuti dei vasi linfatici.

cause

La causa di una linfangite acuta è o il tessuto infiammato nelle immediate vicinanze dei linfatici o è direttamente nel sistema linfatico invaso agenti patogeni o sostanze dannose. Nella linfangite acuta è di solito un'infiammazione batterica sulla pelle o sugli organi adiacenti prima.

È più comunemente causato da stafilococchi o streptococchi. Soprattutto se si formano pus o un ascesso, l'infiammazione può diffondersi ai linfatici. Tuttavia, parassiti o funghi possono anche causare linfangite acuta, ma questo è raro.

Un altro possibile innesco è il veleno di insetto o serpente. La linfangite cronica può essere dovuta a una linfangite acuta non guarita. Può anche essere causato da un difetto nel sistema linfatico. Quando il flusso nei linfatici è disturbato, si verificano congestione e cambiamenti nei tessuti, che possono innescare processi infiammatori.

Infine, la linfangite cronica può essere causata anche da procedure chirurgiche in cui è stato necessario rimuovere parti del sistema linfatico.

Sintomi e segni tipici

  • striscia rossa che punta nella direzione del cuore (nave linfatica infiammata)
  • linfoadenopatia
  • febbre
  • brividi
  • pustole
  • linfedema
  • Gambe pesanti
  • eritema
  • pizzicore

Diagnosi e storia

Rappresentazione schematica dell'anatomia e della struttura dei linfonodi. Clicca per ingrandire

I sintomi della linfangite acuta sono inizialmente stanchezza e affaticamento, febbre e brividi, a volte tachicardia (tachicardia).

L'ambiente della ferita infetta è gonfio, caldo e rosso e la parte interessata del corpo fa male. Dalla ferita, una striscia rossa si tira verso il cuore. Questa striscia è comunemente accettata come segno di avvelenamento del sangue, ma i linfatici infiammati rossastri sono visibili attraverso la pelle. I linfonodi nelle immediate vicinanze sono gonfi e rispondono alla pressione con dolore.

Nella linfangite cronica, i sintomi della forma acuta si verificano ancora e ancora e nel corso di un linfedema si verifica spesso (accumulo di liquidi nei vasi linfatici), che può essere riconosciuto da un gonfiore nella zona interessata. La pelle cambia e si sviluppa eczema pruriginoso.

La linfangite viene solitamente diagnosticata sulla base dei sintomi e della storia della malattia. Un esame del sangue può essere utilizzato per determinare se c'è infiammazione nel corpo. Con ulteriori esami fisici, ecografia e tomografia computerizzata, il medico può scoprire quali sono le cause della linfangite.

complicazioni

A causa della linfangite si tratta di vari disturbi che possono continuare ad essere pronunciati in modo diverso. Nella maggior parte dei casi, le persone colpite soffrono di febbre e forte affaticamento. Si verifica anche affaticamento e le persone colpite non partecipano più attivamente alla vita.

Inoltre provoca brividi e ulteriore prurito o arrossamento della pelle. Le gambe del paziente si sentono pesanti a causa della linfangite e provano dolore alle estremità. Inoltre, può verificarsi tachicardia, riducendo significativamente la qualità della vita del paziente. I linfonodi stessi possono mostrare dolore alla pressione.

La linfangite viene trattata con l'aiuto di antibiotici, senza particolari complicazioni o limitazioni. Di norma, i sintomi scompaiono relativamente rapidamente e non ci sono altri sintomi. Se non si tratta di un trattamento, allora un decorso cronico della malattia può adattarsi. L'aspettativa di vita del paziente di solito non è ridotta da questa malattia. Nei casi più gravi potrebbe essere necessario rimuovere gli ascessi mediante un intervento chirurgico.

Quando dovresti andare dal dottore?

La linfangite è una grave malattia del sistema linfatico. La diagnosi precoce previene gravi complicanze e migliora significativamente le possibilità di recupero. Chiunque abbia il sospetto di soffrire di infiammazione del sistema linfatico o di qualsiasi altra malattia del sistema linfatico dovrebbe parlare con il medico di famiglia. Il medico può diagnosticare rapidamente la malattia in base ai sintomi chiari e suggerire una terapia adeguata. Al più tardi quando si nota la striscia caratteristica che migra verso il cuore, è necessario un aiuto medico.

La linfangite acuta è spesso notata dalle persone colpite, mentre la forma cronica all'inizio non mostra sintomi chiari. Entrambe le forme devono essere diagnosticate e trattate il prima possibile. I pazienti di età superiore ai 40 anni o con precedente trattamento del cancro sono a rischio e devono informare il medico di eventuali anomalie. Il medico di famiglia consulterà un linfologo e altri internisti a seconda della natura e della gravità dei sintomi. Se i sintomi sono correlati a un aborto spontaneo o una gravidanza nella cavità addominale, è necessario consultare il ginecologo.

Terapia e terapia

Il trattamento della linfangite acuta dipende dalla sua causa. Se l'infiammazione proviene da una ferita infetta o da un organo infiammato, vengono somministrati antibiotici per controllare l'infezione.

Nella maggior parte dei casi, questa terapia farmacologica è sufficiente. Inoltre, è necessario immobilizzare la parte interessata del corpo, raffreddare ed eventualmente applicare buste disinfettanti. L'applicazione di unguenti anti-infiammatori aiuta anche a guarire. Se la linfangite è già avanzata e si è formato un ascesso con pus, deve essere rimosso in una procedura chirurgica.

Se i vasi linfatici sono gravemente danneggiati dall'infiammazione, le parti interessate devono essere rimosse. Se l'edema si è sviluppato nella linfangite cronica, il linfodrenaggio viene spesso utilizzato come terapia. In questo processo, il fluido accumulato nel tessuto viene trasportato sui linfonodi utilizzando una tecnica speciale. Inoltre, la ginnastica speciale aiuta con la linfangite cronica, che previene la nuova congestione.

Outlook e previsioni

La prognosi della linfangite è favorevole. C'è una malattia infiammatoria che può essere curata dalla somministrazione di farmaci. Se non trattati, i sintomi aumenteranno. In un sistema immunitario sano e stabile, tuttavia, è ancora possibile una cura senza somministrazione di farmaci. Il processo di guarigione è prolungato in queste circostanze e aumenta il rischio di complicanze.

Se la malattia viene diagnosticata in una fase precoce, la terapia può iniziare immediatamente. In condizioni ottimali, il paziente viene di solito dimesso dal trattamento entro pochi giorni o settimane. Gravi danni ai vasi linfatici o un sistema immunitario indebolito possono causare ritardi. Le persone che hanno un sistema di difesa proprio immaturo o molto debole, sono spesso una malattia grave o soffrono di diffusione di infiammazione nell'organismo. Ciò può portare a ulteriori malattie, che devono essere prese in considerazione nella prognosi. Se il trattamento medico non è sufficiente, possono essere avviate ulteriori misure di trattamento, come il linfodrenaggio.

In casi molto rari c'è una formazione di pus, che entra nel sistema sanguigno. È possibile ottenere la sepsi. L'avvelenamento del sangue è una condizione potenzialmente pericolosa per la vita della persona interessata e deve essere trattato in modo intensivo.

prevenzione

Si può prevenire la linfangite trattando correttamente ferite e lesioni in modo che non prendano fuoco. Se c'è già un'infiammazione, dovresti consultare immediatamente un medico. Con la giusta terapia, la linfangite può essere prevenuta.

Puoi farlo tu stesso

Nella maggior parte dei casi, la linfangite può essere trattata relativamente bene e il trattamento può anche essere supportato dall'auto-aiuto. Tuttavia, non è possibile trattare la linfangite da sola mediante auto-aiuto.

Se la malattia si verifica a causa di una ferita, le persone colpite dipendono dall'assunzione di antibiotici. Inoltre, il paziente deve proteggere la ferita da infiammazione o altre infezioni e deve quindi essere coperto con una medicazione sterile. Inoltre, è consigliabile anche l'immobilizzazione della regione interessata. Il possibile dolore può essere alleviato dal raffreddamento. Va notato che il materiale di raffreddamento non è posizionato direttamente sulla zona interessata per evitare ustioni. Tuttavia, se la linfangite progredisce o si forma il pus, consultare sempre un medico, poiché di solito è necessario un intervento chirurgico.

Poiché in alcuni casi la linfangite può anche limitare la routine quotidiana del paziente, le persone colpite dipendono dall'aiuto di altre persone. Soprattutto, l'aiuto di amici o della propria famiglia ha un effetto molto positivo sul decorso della malattia e può anche evitare lamentele psicologiche.

Tag: 
  • piante medicinali 
  • formazione scolastica 
  • medico 
  • cosmetici e benessere 
  • consulente 
  • Top