• Friday April 3,2020

mediastiniti

La mediastinite è un'infiammazione del mediastino (mediastino). La mediastinite acuta di solito deriva dalla perforazione dell'esofago o dopo un intervento chirurgico al cuore (sternotomia mediana). I sintomi includono forte dolore toracico, respiro corto e febbre. La mediastinite viene trattata con antibiotici o interventi chirurgici.

Che cos'è la mediastinite?

Se il mediastino - lo spazio tissutale in cui sono incorporati tutti gli organi del torace - è interessato da un'infezione, il risultato è una malattia grave e pericolosa per la vita. Un ritardo nella diagnosi o nel trattamento può portare alla morte, il tasso di mortalità è del 50% dei casi di malattia.

Streptococchi, stafilococchi e pseudomonas sono patogeni che possono causare mediastinite. L'infiammazione purulenta del tessuto si diffonde ad alta velocità attraverso i vasi sanguigni e infetta il flusso sanguigno e altre parti del corpo.

La mediastinite provoca cicatrici significative e disturba il funzionamento del cuore e dei polmoni. La mediastinite fibrosa cronica restringe lo spazio dei tessuti e porta a lungo termine a menomazioni come una muscolatura vascolare ispessita. Gli uomini di tutte le etnie di età compresa tra 30 e 50 anni appartengono alla categoria di rischio più elevato.

cause

La causa di una mediastinite è di solito un'infezione. Questo può accadere improvvisamente (acuto) o svilupparsi lentamente (cronicamente). Si verifica più comunemente a seguito di perforazione esofagea in pazienti esposti all'endoscopia superiore o alla chirurgia mammaria.

Altre cause di danno all'esofago possono essere vomito grave, ingestione di sostanze tossiche o contusioni (traumi).

La mediastinite può anche essere causata da respirazione artificiale, infezioni dei denti, gengive, orecchie o seni nasali, radiazioni o tubercolosi.I fattori di rischio includono malattie esofagee, diabete, problemi del tratto gastrointestinale superiore, cancro e un sistema immunitario indebolito.

Sintomi e segni tipici

  • Febbre e brividi
  • dolore al petto
  • difficoltà nella respirazione
  • gonfiore della gola
  • difficoltà a deglutire
  • confusione

Diagnosi e storia

I pazienti con mediastinite avvertono sintomi come febbre e brividi, respiro corto, dolore o dolore toracico e malessere generale.

Hai respiro corto o dolore alla gola. Alcuni pazienti si ammalano gravemente in poche ore, mentre altri sintomi compaiono in seguito. La mediastinite viene diagnosticata mediante tomografia computerizzata (TC) o radiografia del torace ed è generalmente evidente in base ai sintomi e all'anamnesi della malattia.

Dovrebbe anche essere considerato in pazienti che sono molto malati. Per determinare il tipo di infezione, è possibile prelevare un campione di tessuto con un ago dall'area dell'infiammazione.

Quando dovresti andare dal dottore?

Gravi dolori al petto, febbre e disturbi respiratori sono segni di un'irregolarità esistente. Una visita da un medico è necessaria per il trattamento o per ottimizzare un piano di cura esistente. La mediastinite è comune nei pazienti sottoposti a cardiochirurgia. Altri gruppi a rischio includono persone con perforazione esofagea.

Se la persona che soffre di un disturbo respiratorio acuto, è necessario un servizio di ambulanza. Dopo essere stato avvisato, è necessario fornire il pronto soccorso. È necessario garantire una fornitura sufficiente di ossigeno in modo che non si verifichino minacce di morte o morte prematura della persona colpita.

In caso di difficoltà a deglutire, confusione mentale o disorientamento, è necessario un medico. Se c'è un respiro corto per lungo tempo, l'organismo soffre di una carenza di ossigeno. Una carnagione pallida, uno scolorimento blu delle labbra o una sensazione di freddo dovrebbero quindi essere presentati a un medico. Se si tratta di un tiro al petto, anomalie del ritmo cardiaco o ansia, consultare un medico. Disturbi del sonno, malessere generale e brividi sono ulteriori segni di compromissione della salute. Se i sintomi persistono per diversi giorni o aumentano di intensità, consultare un medico. Un gonfiore intorno al collo, una sensazione di oppressione alla gola o disagio con l'assunzione di cibo dovrebbe essere chiarito da un medico.

Terapia e terapia

Il trattamento di una mediastinite si basa sui fattori causali ed è sicuramente sotto controllo medico.

I pazienti che si ammalano a seguito di un'operazione recente devono essere riaperti, accuratamente puliti e drenati per diversi giorni. Il tessuto necrotico o danneggiato viene rimosso. Dopo aver subito una rottura o una frattura dell'esofago, l'area danneggiata viene trattata e l'area infetta viene drenata.

La terapia successiva con antibiotici come ceftriaxone o clindamicina è di solito programmata per 4-6 settimane. L'obiettivo è prevenire la diffusione della mediastinite nei vasi sanguigni, nelle ossa, nel cuore e nei polmoni e prevenire le cicatrici. Ciò è principalmente causato dalla mediastinite cronica. In questo caso, viene utilizzata la rimozione di prodotti metabolici che trasportano farmaci (i cosiddetti corticosteroidi).

Questo ha lo scopo di prevenire la proliferazione del tessuto connettivo negli organi colpiti. Per prevenire le infezioni fungine, gli antimicotici possono anche essere usati per la terapia. Il trattamento della mediastinite cronica è estremamente difficile e dovrebbe quindi essere visto nel contesto di alleviare i metodi di trattamento per alleviare gli effetti correlati alla malattia.

Outlook e previsioni

I pazienti con mediastinite ricevono una buona prognosi nella maggior parte dei casi. Indipendentemente dalla causa, ci sono varie opzioni di trattamento, che alla fine spesso causano una denuncia libera. Tuttavia, può anche portare alla morte prematura della persona colpita in caso di decorso sfavorevole della malattia. Normalmente viene utilizzato un trattamento farmacologico. La persona deve assumere medicine per un po 'di tempo, in modo che l'area danneggiata sull'esofago possa guarire completamente. In condizioni ottimali, uno stato senza reclami viene documentato entro poche settimane.

Se si verificano lesioni gravi o si verificano complicazioni, viene eseguita la chirurgia. Ciò rimuoverà il tessuto danneggiato e agirà per consentire all'esofago di riprendere la piena funzionalità. Nell'ulteriore processo di guarigione vengono anche utilizzati farmaci per ottenere un recupero ottimale. Anche in questo caso la persona interessata ottiene la completa libertà di reclamo entro pochi mesi.

In rari casi, possono verificarsi malattie croniche o infezioni aggiuntive. Inoltre, possono verificarsi complicazioni e disturbi durante l'intervento chirurgico. In queste situazioni, la prognosi è significativamente peggiorata. Se la causa della mediastinite è un cancro, l'ulteriore sviluppo è legato alle prospettive di guarigione della malattia primaria. In un caso molto sfavorevole, il paziente è minacciato di morte prematura.

prevenzione

L'unico modo preventivo per prevenire la mediastinite a seguito di un intervento chirurgico è di fornire ferite chirurgiche sterili dopo l'intervento chirurgico. Il trattamento tempestivo e efficace della tubercolosi, della sarcoidosi o di altri disturbi associati alla mediastinite può evitare ulteriori rischi. Ciò include anche la guarigione affidabile dei processi infiammatori nella zona della testa e del torace come bronchite o infiammazione delle radici.

post-terapia

La mediastinite è spesso associata a gravi complicazioni e disagio. Pertanto, la malattia deve essere trattata da un medico in ogni caso, in modo da non ridurre l'aspettativa di vita della persona interessata. La persona interessata dovrebbe quindi consultare un medico ai primi sintomi e lamentele della malattia.

La maggior parte dei pazienti soffre di mediastinite a causa dei sintomi di influenza o raffreddore. Pertanto, sono necessarie cure di follow-up coerenti per evitare la riacutizzazione della malattia o la superinfezione da batteri. L'assistenza post-terapia è iniziata e supervisionata dal medico curante, di solito il medico di famiglia.

Le persone colpite dovrebbero tornare lentamente nella vita di tutti i giorni senza allenarsi troppo. Innanzitutto, questo non significa stressare il tuo corpo troppo presto. Lo sport può essere esercitato solo dopo aver consultato il medico, in modo da non esporre il sistema cardiovascolare troppo presto.

Soprattutto i pazienti con comorbilità gravi o croniche, le donne in gravidanza, le persone con sistema immunitario debole, gli anziani e i bambini piccoli dovrebbero prestare attenzione alle cure post-terapia del proprio medico. La remissione completa della mediastinite senza ricaduta può quindi essere raggiunta in larga misura. Lo stile di vita sano e la protezione sono i due fattori su cui si basa la cura post-terapia.

Puoi farlo tu stesso

Se è stata diagnosticata la mediastinite, è comunque necessario un trattamento medico. Il medico curerà l'infiammazione con antibiotici o inizierà un intervento chirurgico. I singoli sintomi possono essere auto-trattati.

La disfagia può essere alleviata da rimedi casalinghi come miele caldo o tè di camomilla. Accanto a questo, sono disponibili vari rimedi dall'omeopatia, come la preparazione Belladonna nella potenza D12 o la preparazione all'arnica. La tosse e la mancanza di respiro possono essere ridotte inalando soluzioni di acqua salata. Tuttavia, è necessario discutere preventivamente le misure appropriate con un medico per evitare complicazioni. Dopo un'operazione, vengono innanzitutto indicati la protezione e il riposo a letto. Il corpo e soprattutto il sistema immunitario è ancora molto indebolito nei primi giorni della procedura e pertanto deve essere risparmiato.

In consultazione con il medico, vari rimedi casalinghi possono essere utilizzati per promuovere la guarigione. Ad esempio, le condizioni di caldo si sono dimostrate efficaci, così come le misure di raffreddamento. Per evitare gravi cicatrici, la ferita deve essere ben curata ed esaminata regolarmente da un medico. Se si manifestano complicanze, viene anche indicata una visita da un medico.


Articoli Interessanti

prolina

prolina

La prolina è un amminoacido. L'organismo umano è in grado di produrre prolina a base di acido glutammico. È un aminoacido non essenziale. Che cos'è il prolina? La prolina è uno degli amminoacidi secondari o iminoacidi non essenziali nell'organismo umano, poiché può produrre prolina in modo indipendente. Tutta

Se non va oltre: arresto alla nascita

Se non va oltre: arresto alla nascita

In caso di arresto alla nascita non vi è ulteriore apertura della cervice o ingresso del bambino nella pelvi della madre. Spesso abbastanza cambiamenti di posizione, esercizi di rilassamento o una camminata per fermare l'arresto. Se ciò non bastasse, viene attaccato un farmaco addominale o viene eseguito un taglio cesareo.

paura

paura

La paura è un sentimento di base degli umani. In situazioni minacciose, questa condizione si esprime con una maggiore eccitazione di sentimenti negativi. Che cos'è la paura? La paura diventa un problema solo quando assume una scala più ampia e avvisa il corpo quando, oggettivamente parlando, non c'è effettivamente alcun pericolo, quindi la qualità della vita della persona interessata è limitata. Che

dermatomiosite

dermatomiosite

In caso di cattive condizioni generali con improvvisa debolezza muscolare o dolori muscolari persistenti, dovrebbe essere presa in considerazione una dermatomiosite o una malattia Lilla, specialmente nelle donne e nei bambini. Alcuni cambiamenti della pelle sul viso e sul collo sono anche segni di questa malattia

La sindrome di compressione della vena cava

La sindrome di compressione della vena cava

La sindrome da compressione della vena cava si verifica principalmente nelle donne in gravidanza. I cambiamenti nell'utero esercitano una pressione sulla vena cava. Il limitato riflusso di sangue al cuore provoca problemi circolatori di varia gravità. Al di fuori della gravidanza, la sindrome da compressione della vena cava è un'indicazione di una massa addominale.

menta romana

menta romana

La cosiddetta zecca femmina è in realtà uno del tipo di famiglia delle margherite e non è quindi una vera zecca. Probabilmente ha ottenuto il suo nome a causa della sua fragranza simile alla menta. Condivide anche il suo effetto positivo sugli organi digestivi con la menta. Presenza e coltivazione della zecca della donna In origine, la zecca proviene dalla regione del Caucaso e fu successivamente naturalizzata nell'Europa meridionale e in Asia. M