La moxibustione, chiamata anche terapia moxa o abbreviazione di moxa, è una variante speciale dell'agopuntura e appartiene alla medicina tradizionale cinese, TCM. A differenza dell'agopuntura classica, gli aghi non sono sempre usati sulla moxin. La base della terapia Moxa è il riscaldamento di alcuni punti di agopuntura mediante la combustione di erbe di artemisia finemente setacciate.

Che cos'è la moxibustione?

Nella moxibustione, i punti di agopuntura sono stimolati dal calore. Piccole quantità di fibre di artemisia essiccate, chiamate moxa, vengono bruciate direttamente in corrispondenza o al di sopra di determinati punti della pelle.

Nella moxibustione, i punti di agopuntura sono stimolati dal calore. Piccole quantità di fibre di artemisia essiccate, chiamate moxa, vengono bruciate direttamente in corrispondenza o al di sopra di determinati punti della pelle. Questi punti della pelle, che vengono trattati, giacciono sui canali energetici, i cosiddetti meridiani e corrispondono generalmente a quelli dei punti di agopuntura.

Questi sono distribuiti in tutto il corpo. Il Qi, l'energia del corpo stesso, scorre nei percorsi. La stimolazione da parte del riscaldamento dei punti dovrebbe risolvere i blocchi energetici e riportare quindi l'energia al flusso. L'artemisia, che viene utilizzata come erba di moxa, è nota da migliaia di anni come un'efficace pianta medicinale che penetra in profondità nel corpo quando riscaldata. I componenti più importanti di artemisia includono olii essenziali come la canfora e il tujone, i lattoni sesquiterpenici vulgarina e pilostachyin, i flavonoidi quercetina e rutina, l'idrossicumarine umbelliferina e l'esculetina.

Inoltre, polioli, triterpeni e carotenoidi fanno parte dell'erba. Le foglie della pianta medicinale vengono raccolte in primavera ed essiccate e quindi trasformate in un batuffolo di cotone fine. Per ottenere un bagliore uniforme sui punti di agopuntura, è richiesta una consistenza uniforme e fine delle fibre. Nella medicina tradizionale cinese, la moxibustione è considerata un metodo equivalente di agopuntura. In Europa, questo metodo di trattamento era già noto nella seconda metà del 17 ° secolo, ma in realtà non attecchì fino al 20 ° secolo.

Funzione, effetto e obiettivi

Esistono diverse varianti di moxibustione, inizialmente suddivise in una terapia moxa diretta e indiretta. Nella moxibustione diretta, un piccolo gel di moxa viene illuminato direttamente sulla pelle. Questo metodo può essere doloroso, quindi è usato raramente in Germania, ma è ancora ampiamente usato in Cina e Giappone.

Nella moxibustazione indiretta, l'erba viene bruciata senza contatto diretto con la pelle. Invece, il terapeuta posiziona una nuova fetta di zenzero o aglio sul punto di agopuntura. Adatto anche come base sono sale, carta, terra curativa o tofu. Secondo la dottrina TCM si dovrebbero ottenere effetti diversi. Sulla base del Moxakegel è acceso, che poi si illumina lentamente. Invece di un cono, viene spesso usata un'asta lunga circa 20 centimetri. È costituito da erbe di artemisia arrotolate avvolte in carta sottile. Con l'asta illuminata, chiamata anche sigaro moxa, il terapista si avvicina al punto di agopuntura selezionato fino a circa mezzo centimetro. Se il paziente avverte una netta sensazione di calore, la punta incandescente viene brevemente rimossa o spinta in un altro punto.

Il processo viene ripetuto fino a quando la pelle nel punto di agopuntura si è arrossata in modo significativo. Una terza variante della terapia con moxa è la moxibustione con aghi. Ciò imposterà l'ago sul punto di agopuntura selezionato. All'altra estremità dell'ago, la moxa è attaccata e illuminata. L'ago reindirizza il calore verso il sito di agopuntura. L'obiettivo di qualsiasi moxibustation è risolvere i blocchi energetici per alleviare i problemi di salute. L'effetto del calore è dissolvere il freddo e l'umidità dai meridiani e favorire la circolazione nei percorsi energetici.

Mentre la moxibustione viene anche utilizzata per prevenire le malattie in Cina e in Giappone, viene utilizzata solo in Europa per le malattie esistenti. Lo spettro terapeutico varia da sensazioni di freddo del corpo come congelamento o piedi freddi, bassa pressione sanguigna, disturbi circolatori, malattie respiratorie croniche, diarrea, sindrome dell'intestino irritabile, depressione, dolore alla schiena, sindrome da affaticamento cronico a deficit immunitario.

Rischi, effetti collaterali e pericoli

Per escludere le lesioni, a differenza dell'agopuntura, le aree del viso, del cranio, del collo e della mucosa vengono incassate. Anche direttamente attraverso gli organi o le vene varicose, la terapia Moxa non viene eseguita. Se una moxibustione viene utilizzata correttamente, di solito non dovrebbero verificarsi lamentele o dolore. Tuttavia, può venire nel contesto di una terapia per un mal di testa o problemi di addormentamento del paziente.

Quindi il trattamento deve essere interrotto immediatamente. La moxibustione diretta senza una base può causare ustioni o persino vesciche, causando cicatrici. In determinate condizioni, la moxibustione non è consigliabile. Questo vale per febbre, infezioni acute e infiammazioni, ipertensione, sanguinamento, durante le mestruazioni, con forte nervosismo e irrequietezza, insonnia e malattie della pelle. Persino direttamente sulle ferite la moxibustione è un tabù. Si consiglia cautela nei diabetici con polineuropatia diabetica. A causa di questo disturbo sensoriale, il calore della moxa spesso non viene percepito correttamente, in modo che possa rapidamente bruciare. Un atto di bilanciamento è il trattamento dei bambini.

Le complicazioni indesiderate, come l'infezione della ferita, possono avere conseguenze pericolose, come le cicatrici, che possono potenzialmente essere deturpanti. Pertanto, nel trattare i bambini, deve essere presente il consenso del minore se è in grado di prendere una decisione, oppure il genitore deve rilasciare una dichiarazione di consenso. Inoltre, deve essere garantita un'implementazione medica professionale. Ma fallisce perché l'efficacia scientifica della moxibustione non è stata finora dimostrata. Non ci sono studi scientifici significativi.

Tag: 
  • dentizione 
  • cuore e circolazione 
  • Malattie 
  • anatomia 
  • droga 
  • Top