Sotto il Mitilene la medicina comprende un avvelenamento da cozze. I sintomi possono anche comparire nel sistema nervoso e sulla pelle oltre al tratto gastrointestinale. Il trattamento dell'avvelenamento da cozze è sintomatico, in quanto non esistono antidoti.

Cos'è l'avvelenamento da cozze?

Il mitismo è un avvelenamento causato dal consumo di cozze. Questo avvelenamento da cozze può essere diviso in quattro diverse forme:

  • forma nervosa centrale
  • forma neurotossica
  • forma di diarrea
  • forma paralitica.

Le sottomaschere sono caratterizzate da diversi sintomi guida e possono eventualmente fondersi l'una nell'altra. In singoli casi, la particolare forma di avvelenamento può verificarsi solo con confini diffusi rispetto alle altre tre forme.

A volte, al posto dei quattro citati, si distinguono solo tre forme di avvelenamento da cozze. Questa classificazione si riferisce principalmente al sistema anatomico in cui si verificano i sintomi di intossicazione. La forma neurotossica si distingue per questo schema di forma allergica e gastrointestinale. Di solito, le tossine scatenanti entrano nelle cozze attraverso l'acqua e la catena alimentare. Nelle ostriche, tuttavia, le tossine corporee vengono prodotte durante la stagione della deposizione delle uova. Anche la putrefazione nelle cozze può causare avvelenamento.

cause

L'avvelenamento da cozze è dovuto principalmente al consumo di cozze e cozze. I sintomi di intossicazione sono ancora meno comuni dopo che le ostriche sono state consumate. Nell'avvelenamento neurotossico, i sintomi dell'intossicazione sono causati dalle neurotossine. I dinoflagellati, ad esempio, formano la sassitossina nel plancton. Le cozze accumulano questa sostanza durante la filtrazione planante nella carne. Il rosso e le diatomee, d'altra parte, producono acidi domino e fanno anche parte della catena alimentare di varie cozze.

La forma diarroica è causata da acidi okadaici. Le brevetoxine si verificano anche come tossine nelle cozze e possono quindi essere anche la causa dell'avvelenamento da cozze. Alcuni avvelenamenti da cozze sono causati dai prodotti in decomposizione che si formano nelle cozze non più fresche. Questi prodotti di decadimento causano nell'uomo in particolare disturbi gastrointestinali. Per inciso, è un malinteso diffuso che le tossine come quelle menzionate ribollono o possano essere lavate via.

Sintomi, reclami e segni

I sintomi di avvelenamento da cozze differiscono con la tossina causale e il suo dosaggio. Nella forma gastrointestinale, i prodotti di decomposizione delle cozze causano disturbi gastrointestinali, la cui gravità dipende dalla dose e dall'età delle cozze. Diarrea e vomito sono i sintomi principali. I brividi possono essere accompagnati da esso. L'avvelenamento allergico da cozze di solito provoca eruzioni cutanee innocue.

La forma paralitica delle neurotossine è caratterizzata da globi nella gola, sensazioni di disagio e paralisi. Si verificano anche disturbi del movimento e disturbi del linguaggio. La temperatura corporea dei pazienti a volte aumenta il pericolo di vita e insorgono ansia e si verificano disturbi della coscienza. Nella forma nervosa centrale sono presenti difficoltà respiratorie. La forma paralitica è la forma più grave di avvelenamento da cozze e può causare arresto respiratorio o cardiaco.

Diagnosi e decorso della malattia

Il medico fa la diagnosi di mitilismo principalmente attraverso la storia. L'occorrenza locale consente al medico di valutare la probabilità delle diverse forme di avvelenamento da cozze. Il quadro clinico è relativamente tipico nell'avvelenamento da pesci e molluschi. La diagnosi differenziale tra le diverse forme di avvelenamento è, tuttavia, spesso associata a problemi nei singoli casi.

Il rilevamento di alcune tossine nei molluschi è considerato diagnostico, ma raramente può essere fornito. Il corso dell'avvelenamento dipende fortemente dalla rispettiva tossina e dalla gravità. I processi potenzialmente letali possono verificarsi soprattutto in forma paralitica. Per le altre forme, la prognosi è generalmente più favorevole.

complicazioni

A causa dell'avvelenamento da cozze può portare a gravi disturbi fisici. Di solito, si verificano effetti collaterali come diarrea e vomito o brividi che, se non curati, possono portare a disidratazione e problemi circolatori. Nei casi più gravi, l'avvelenamento da cozze può causare disturbi del linguaggio e disturbi del movimento. A volte la temperatura corporea aumenta in pericolo di vita e si tratta di ansia e disturbi della coscienza.

Nella forma nervosa centrale possono verificarsi difficoltà respiratorie, nella forma paralitica respiratoria e cardiaca. Raramente, può verificarsi un'infezione da Toxi nel corso della quale può verificarsi per avvelenamento del sangue. Soprattutto, le persone che sono già fisicamente deboli o gravemente stressate sono a rischio di tali complicanze. Ad esempio, donne in gravidanza, anziani, neonati, pazienti con sistema immunitario indebolito e altri gruppi a rischio.

Nel trattamento dell'avvelenamento da cozze, i medicinali prescritti possono causare intolleranza e reazioni allergiche. Molti antibiotici causano disturbi gastrointestinali, eruzioni cutanee e disagio fisico. Nel contesto della terapia occupazionale comunemente prescritta, può verificarsi un sovraccarico fisico o il sistema immunitario già indebolito è sovraccarico. Di norma, un avvelenamento da cozze può essere curato senza gravi complicazioni, a condizione che venga rilevato e trattato in anticipo.

Quando dovresti andare dal dottore?

Se la persona avverte un grave disagio, nausea o vomito immediatamente dopo o durante l'assunzione di cozze, consultare un medico. Con il sudore, una carnagione pallida e un forte calo della pressione sanguigna, è necessario un medico. In casi acuti, un servizio di ambulanza deve essere avvisato poiché la persona interessata deve essere trattata immediatamente con terapia intensiva. Altrimenti, un avvelenamento da cozza minaccia la morte prematura.

Grave diarrea, mal di stomaco e crampi sono ulteriori segni di irregolarità. In caso di aumento della temperatura corporea, sensazione di calore interno o vertigini, consultare un medico. Cambiamenti improvvisi nell'aspetto della pelle, prurito o disagio sulla pelle devono essere esaminati e trattati. È inoltre necessario agire in caso di paralisi o disturbi respiratori. Se si verifica un fallimento dell'attività respiratoria o un'improvvisa perdita di conoscenza, è necessario avvisare anche un medico di emergenza. Al fine di garantire la sopravvivenza del sopravvissuto fino al suo arrivo, le misure di pronto soccorso devono essere prese contemporaneamente dai presenti.

Se i sintomi menzionati si verificano dopo o durante una visita a un ristorante, è necessaria anche la visita di un medico. In alcuni casi, i cuochi usano le vongole per raffinare o condire un pasto preparato in modo che gli avanzi o le porzioni minuscole della carne di vongole vengano elaborate in un menu a insaputa del malato.

Terapia e terapia

Il mitismo non può essere trattato in modo causale, ma solo sintomaticamente. Ad esempio, in caso di difficoltà respiratoria, può essere indicata la fornitura di ossigeno di un paziente. I sintomi del tratto gastrointestinale possono causare disidratazione. Se necessario, questa disidratazione viene riequilibrata dalla somministrazione endovenosa di liquidi.

Per drenare le tossine dal corpo il più rapidamente possibile, il bilancio idrico dovrebbe essere mantenuto relativamente alto. L'escrezione di tossine con l'urina viene stimolata in questo modo. Se si verificano sintomi dermatologici, il prurito viene alleviato da unguenti e impacchi. L'ansia può essere alleviata dall'uso mirato di tranquillanti.

Tuttavia, le condizioni del sistema cardiovascolare svolgono un ruolo decisivo, in quanto possono portare a insufficienza cardiaca in assenza di considerazione. Lo svuotamento gastrico di solito non è più efficace quando compaiono i primi sintomi, poiché le tossine sono già assorbite nel sangue entro 2-5 ore. Se le paralisi si sono concluse e non si risolvono entro pochi giorni, può essere indicato un trattamento fisioterapico per riguadagnare la mobilità.

Anche l'ergoterapia può avere senso in questo contesto. Se sono presenti disturbi del linguaggio persistenti, di solito viene disegnato un logopedista.

Outlook e previsioni

La previsione dell'avvelenamento da cozze dipende dalla tossina esatta, dal sito di azione e dalla dose. Molti avvelenamenti da cozze sono considerati innocui. Pertanto, l'avvelenamento che colpisce solo il tratto digestivo, di solito è sopravvissuto bene. Pericolosa qui è probabilmente la disidratazione dovuta alla diarrea. Il danno permanente non deve essere temuto in questa forma di mitilismo. Questa forma di avvelenamento è principalmente causata dall'acido okadaico.

In altre forme di avvelenamento da cozze, la prognosi è molto peggio. L'acido domoico, la ciguatossina e la sassitossina sono molto più pericolosi e possono causare problemi respiratori o circolatori. C'è anche la possibilità per le persone colpite di sopravvivere all'avvelenamento nonostante i sintomi gravi. In altri casi, la condizione può essere pericolosa per la vita, che è particolarmente il caso di alte dosi di veleno. In questi casi, le persone avvelenate devono essere trattate il più rapidamente possibile. Con l'aumentare della durata dell'avvelenamento senza aiuto e trattamento il tasso di mortalità aumenta.

Un avvelenamento da cozza trattato e sopravvissuto non lascia danni consequenziali. Il risultato è il completo recupero dalla debilità fisica transitoria. Va ricordato che l'avvelenamento da cozze non ha nulla a che fare con il sistema immunitario e può verificarsi ripetutamente.

prevenzione

L'avvelenamento da cozze può essere prevenuto. Le cozze delle acque impure non dovrebbero essere consumate, per esempio. Fondamentalmente le cozze dovrebbero sempre essere poste in acqua pura prima del consumo per disintossicare le loro tossine. Nei mesi estivi è consigliabile una rinuncia generale alle cozze, perché nella stagione calda molte alghe si formano e le cozze arrivano sempre più in estate con le loro tossine a contatto.

post-terapia

Poiché un avvelenamento da cozze è associato a un grave decorso dell'infezione del tratto gastrointestinale, un recupero completo e finale del paziente richiede alcune settimane. Durante le cure di follow-up, il paziente deve essere consapevole della giusta scelta di stomaco e cibo intestinale. La preparazione del cibo dovrebbe essere fatta durante questo periodo in modo molto delicato e con sollievo gastrointestinale.

Gli alimenti con un aumentato rischio di germi, come carne cruda, cibi crudi o pesce, dovrebbero essere evitati. Come parte del post-trattamento, è consigliabile una riabilitazione gastrointestinale. Questo di solito viene fatto con l'aiuto di preparati contenenti batteri vivi dell'acido lattico, che vengono utilizzati per stabilizzare e costruire una flora intestinale sana per diverse settimane. Poiché il sistema immunitario e il tratto gastrointestinale sono stati indeboliti e compromessi, l'organismo è molto sensibile a ulteriori infezioni e malattie causate da batteri e germi.

Le visite di follow-up al medico curante possono quindi essere prontamente effettuate a seguito di rinnovati disturbi gastrointestinali. Se la diarrea si ripresenta, la sedia del paziente deve essere esaminata dal laboratorio. Mediante esami di follow-up, il medico diagnostica se l'avvelenamento da cozze si è sviluppato o meno in gastrite. Questo sarebbe quindi trattato di conseguenza dal punto di vista medico e medico.

Puoi farlo tu stesso

Non esiste un antidoto all'avvelenamento da cozze. Le misure di auto-aiuto devono quindi concentrarsi sulla prevenzione e il trattamento dei singoli sintomi. Se le cozze causano problemi gastrointestinali, ciò è dovuto principalmente al fatto che i cibi non erano veramente freschi quando venivano consumati e si sono già trasformati in putrefazione. Se cucini le cozze da solo, dovresti sempre comprarle fresche e usarle lo stesso giorno. Tuttavia, alcuni sintomi di intossicazione derivano da neurotossine che accumulano le cozze nella loro carne. C'è poco spazio per le misure preventive qui. Tuttavia, questo fenomeno è meno comune nelle ostriche rispetto ad altri tipi di cozze. Quindi, se non vuoi farne completamente a meno, puoi ridurre il rischio di avvelenamento neurotossico mangiando solo ostriche ed evitando cozze e cozze.

Nausea, diarrea e vomito sono in genere sintomi piuttosto innocui di avvelenamento da cozze.In casi lievi, questi effetti collaterali possono anche essere trattati con farmaci da banco della farmacia. Inoltre, il malato dovrebbe prendersi del tempo per riposare e assicurarsi di bilanciare la perdita di liquidi che è spesso associata alla diarrea. Oltre all'acqua, si consiglia di bere tè non zuccherato o brodo vegetale. Poiché spesso l'equilibrio elettrolitico è disturbato, lo spuntino di biscotti salati può essere utile.

Se si verificano paralisi, disturbi del linguaggio, ansia, coscienza compromessa o difficoltà respiratorie, è essenziale consultare immediatamente un medico. In questo caso, il paziente è in pericolo di morte, poiché forme gravi di avvelenamento da cozze possono portare ad arresto respiratorio o cardiaco.

Tag: 
  • formazione scolastica 
  • dispositivi medici 
  • sintomi 
  • hausmittel 
  • cuore e circolazione 
  • Top