• Monday April 6,2020

Muscolo inferiore della longitudinale

Il muscolo inferiore longitudinale appartiene ai muscoli della lingua interna. Le sue fibre si estendono longitudinalmente attraverso la lingua causando diversi movimenti della lingua. La paralisi ipoglossale provoca il collasso del muscolo longitudinale con altri muscoli della lingua, causando in genere problemi di deglutizione e linguaggio.

Qual è il muscolo longitudinale inferiore?

Il muscolo longitudinale inferiore si trova nella lingua, motivo per cui l'anatomia lo conta tra i muscoli interni della lingua. La sua struttura non è chiaramente differenziata dagli altri muscoli in questo gruppo.

Invece, i muscoli della lingua interna formano una maglia che può essere approssimativamente suddivisa in strati in base alla posizione e all'orientamento delle fibre. Il muscolo inferiore longitudinale incarna le fibre longitudinali inferiori della lingua. Le fibre longitudinali superiori, d'altra parte, corrispondono al muscolo longitudinale superiore. Gli altri due muscoli della lingua rappresentano il muscolo trasverso della lingua e il muscolo verticale della lingua.

Oltre ai muscoli della lingua interna, le persone hanno anche i muscoli della lingua esterna. Questi sono i muscoli hyoglossal, genioglossal, styloglossus, palatoglossal e condroglossal. Tutti i muscoli della lingua sono composti da fibre striate e appartengono alla muscolatura scheletrica.

Anatomia e costruzione

L'origine del muscolo inferiore longitudinale si trova alla radice della lingua. Questo è anche noto come Radix linguae e si trova nella parte posteriore della lingua, che si trova di fronte alla faringe. Alla base, alcune fibre del muscolo longitudinale inferiore si mescolano con le fibre del muscolo stiloglosso. Questo muscolo della lingua esterna si estende tra l'osso ioide (osso ioide) e la lingua. Le singole fibre del muscolo longitudinale inferiore sono anche collegate all'osso ioide.

Il muscolo inferiore longitudinale si estende longitudinalmente dalla radice della lingua attraverso la lingua e si attacca alla punta (Apex linguae). Lì, le sue fibre incontrano il muscolo genioglosso, che sporge dalla mascella inferiore nella lingua come un mento e un muscolo della lingua.

Come muscolo scheletrico striato, il muscolo inferiore longitudinale è costituito da segmenti (sarcomeri) che ricorrono all'interno delle singole fibre. I filamenti di proteine ​​sono disposti alternativamente in essi. I filamenti sono strutture di miosina e complessi di actina e tropomiosina. Mentre il muscolo si stringe, questi filamenti si muovono insieme, accorciando le fibre muscolari.

Funzione e compiti

Il muscolo longitudinale inferiore ha il compito di alzare la punta della lingua. Inoltre, è in grado di accorciare la lingua e l'arco. Il muscolo inferiore longitudinale funge da antagonista del muscolo trasverso della lingua e del muscolo verticale della lingua. Tuttavia, di solito interagisce con il muscolo longitudinale superiore perché le sue fibre seguono un corso simile attraverso la lingua e svolgono le stesse funzioni.

Il muscolo longitudinale inferiore riceve segnali nervosi dal nervo ipoglosso, noto anche come decimo nervo cranico. Il suo nucleo risiede nel sistema nervoso centrale nel midollo allungato (midollo allungato). Il nervo ipoglosso defluisce dal cranio nel collo attraverso il canale ipoglosso (Canalis nervi hypoglossi). Tutti i muscoli della lingua, tranne il muscolo palatoglossale, ricevono l'ordine di contrarsi sul decimo nervo cranico. Le fibre nervose rappresentano i lunghi processi delle singole cellule nervose e trasportano informazioni sotto forma di impulsi elettrici. I tratti nervosi motori si aprono sul muscolo in una piastra terminale del motore in cui il segnale nervoso passa dalla fibra neuronale al muscolo.

Insieme agli altri muscoli della lingua interni ed esterni, il muscolo longitudinale inferiore controlla i movimenti della lingua. Sostiene la masticazione spingendo ripetutamente il cibo dal centro della bocca ai denti. Inoltre, la lingua aiuta a deglutire e supporta l'articolazione dei suoni. La lingua svolge un ruolo particolarmente importante nella formazione del linguale (suoni della lingua).

malattie

In un colpo, può verificarsi insufficienza del nervo ipoglosso se il disturbo circolatorio nel cervello colpisce l'area centrale del nervo cranico.

Il nucleo del nervo ipoglosso si trova nel midollo allungato, che contiene i neuroni responsabili del controllo motorio del muscolo inferiore longitudinale e della maggior parte dei muscoli della lingua. Di norma, un ictus porta a un fallimento unilaterale del nervo ipoglosso. I malati soffrono spesso di disfagia e disturbi del linguaggio, in quanto la paralisi ipoglossale limita il funzionamento della lingua. Sintomaticamente la lingua si sposta da un lato. Mentre la lingua è in bocca, lascia il posto che non è disturbato dall'ictus. Tuttavia, quando il paziente tira fuori la lingua, si inclina verso il lato danneggiato.

Inoltre, un ictus provoca spesso numerosi altri sintomi. Questi includono disturbi sensoriali, confusione, vertigini, nausea, vomito, visione offuscata, mal di testa, disturbi della ricerca di parole, abbandono, difficoltà di orientamento, coordinazione e / o camminata. Inoltre, le estremità individuali, un lato del corpo o il viso possono essere paralizzati. Non tutti i disturbi devono presentarsi insieme e sono possibili ulteriori sintomi. In un colpo, è richiesto un trattamento rapido per arginare il danno al cervello causato dal disturbo circolatorio.

La paralisi ipoglossale e quindi un fallimento dei muscoli della lingua non è sempre associata a un ictus. Altre possibili cause includono tumori, infiammazione e demenza. Ulcere e infiammazioni non devono verificarsi nel cervello, ma possono verificarsi anche nel corso successivo del nervo ipoglosso e comprometterne la funzione. Inoltre, sono possibili lesioni nervose in gravi lesioni alla testa.


Articoli Interessanti

rettoscopia

rettoscopia

Per controllare l'intestino sensibile alle anomalie patologiche, i medici usano il metodo della rettoscopia. È uno studio frenetico, ma molto prezioso, nel suo uso. Cos'è la rettoscopia? Una rettoscopia è un riflesso del retto. Un medico esamina il retto durante questa procedura e di solito anche una parte dell'ano. U

costipazione

costipazione

La costipazione (costipazione) è un sintomo comune e comune. Una costipazione è caratterizzata da un difficile movimento intestinale. Il movimento intestinale è generalmente ritardato o irregolare e la sua consistenza è generalmente dura o indurita. Cos'è la costipazione? Una costipazione è caratterizzata da un difficile movimento intestinale. Il m

Ipertensione portale

Ipertensione portale

L'ipertensione portale si riferisce alla pressione eccessiva nella vena portale, la vena portae. Anche il termine ipertensione portale viene usato come sinonimo. La vena porta è responsabile del passaggio del sangue dagli organi addominali, come stomaco, intestino e milza, nel fegato. Qualsiasi pressione superiore a 4 - 5 mmHg nella vena porta è considerata ipertensione portale.

Viszerozeption

Viszerozeption

Il termine viscousception comprende tutti i sistemi sensoriali del corpo che percepiscono la condizione e l'attività degli organi interni, come il sistema digestivo e la circolazione cardio-polmonare. I vari sensori segnalano le loro percezioni principalmente attraverso percorsi afferenti del sistema nervoso autonomo al cervello, che elabora ulteriormente i messaggi.

Osteoporosi (perdita ossea)

Osteoporosi (perdita ossea)

L'osteoporosi o la perdita ossea è una delle malattie ossee più comuni nel nostro paese. Ciò porta a una forte riduzione della massa ossea, che porta a danni alla massa ossea e alla struttura ossea nel corso. Questi disturbi influenzano quindi la funzione ossea, che spesso porta a fratture ossee. L

sindrome KIDD

sindrome KIDD

La sindrome KiDD è la sequela della sindrome di Kiss non trattata, mentre nella sindrome KiDD si tratta di disfunzione delle articolazioni della testa, che successivamente hanno effetti sull'organismo. Poiché tali disturbi non "crescono troppo", è quindi importante cercare un trattamento precoce. L