Il muscolo occipitofrontale è un muscolo della pelle del muscolo occipitale e del muscolo frontale, che appartiene ai muscoli facciali. I muscoli sollevano e abbassano le sopracciglia per aggrottare le sopracciglia o stringere. Nelle lesioni del nervo facciale si verifica la paralisi del muscolo occipitofrontale.

Cos'è il muscolo occipitofrontale?

Poiché Musculi epicranii è un gruppo muscolare noto, che viene attribuito ai muscoli mimici e si adatta strettamente al cranio. L'approccio del gruppo muscolare risiede nell'aponeurotica della Galea. Diversi muscoli appartengono ai muscoli epicranici, ad esempio il muscolo frontale e il muscolo occipitale. Il primo è un muscolo della pelle.

Insieme al muscolo occipitale, si chiama muscolo occipitofrontale o, nella traduzione tedesca, il muscolo occipitale della fronte. I due muscoli sono innervati dal nervo facciale, che controlla l'intera muscolatura delle espressioni facciali. Le due pance del muscolo occipitofrontale si trovano su poli del cranio opposti. L'aponeurotica della Galea stabilisce la connessione tra le due parti. I sinonimi per le due pance muscolari dell'occipitofrontale sono le espressioni Venter frontalis e Venter occipitalis.

Anatomia e costruzione

Il Venter frontalis trae origine dal Margo supraorbitalis dell'osso frontale e vicino a Glabella. Il muscolo irradia le fibre nella muscolatura mimica del vicinato immediato, comunicando così con i muscoli procero, ondulatore supercili e orbicularis oculi.

La pancia del muscolo antipolare dell'Occipitofrontalis Occipitalis trae origine dalla linea nuchae suprema dell'osso occipitale e in parte dall'osso temporale. Entrambi i piloni muscolari inviano le loro fibre verticalmente nella direzione cranica per irradiarsi nella piastra tendinea della calotta cranica. In questo aponeurotica della Galea trovano un approccio comune. Ciascuna delle pance muscolari ha una pianta quasi quadrangolare. Tuttavia, la ventola frontale diventa più pronunciata e mostra tratti di fibra più lunghi.

Come tutti i muscoli della pelle, il muscolo frontale si trova tra la fascia e la pelle. Motormente, la ventola frontale è innervata dai rami temporali del nervo facciale. Nel Venter occipitalis il Nervus auricularis posteriore del Nervus Facialis assume l'Innervazione.

Funzione e compiti

Come tutti i muscoli mimici, il muscolo occipitofrontale è coinvolto nelle espressioni facciali umane. Mimic ha il valore espressivo e comunicativo per l'uomo. Rispetto alla comunicazione linguistica, la comunicazione mimica corrisponde a una forma di comunicazione più originale e relativamente completa.

Anche i neonati sono in grado di interpretare i segnali mimici. Questa connessione conferma le radici geneticamente profonde della comunicazione mimica. Molto prima che esistesse il linguaggio, l'uomo era già in grado di esprimersi grazie alla forma mimica dell'espressione. Inoltre, l'espressione mimica è caratterizzata da differenze culturali molto inferiori rispetto all'espressione linguistica. Durante la comunicazione verbale, le persone ricevono indizi sull'effettivo stato emotivo del loro interlocutore attraverso piccoli movimenti delle espressioni facciali. Molti movimenti mimici sono quasi automatici e "tradiscono" trattenuti verbalmente.

Come ogni muscolo mimico, il muscolo occipitofrontale assume quindi funzioni comunicative ed espressive. La contrazione del muscolo frontale si acciglia e solleva le sopracciglia. Pertanto, il muscolo è coinvolto nell'espressione mimica di dubbi o incomprensioni. La contrazione del muscolo occipitale leviga la fronte rugosa e abbassa le sopracciglia. Come i muscoli occipitofrontali vengono così riassunti due muscoli antagonisti dell'espressione facciale. Mentre una delle tensioni muscolari si estende, l'altra deve rilassarsi. La contrazione simultanea di entrambi i muscoli è impossibile.

Poiché il muscolo occipitofrontale rilascia fibre individuali in altri muscoli dell'espressione facciale, è nel senso più ampio coinvolto in ulteriori movimenti delle espressioni facciali. A causa del coinvolgimento nel muscolo procero, le singole fibre del muscolo occipitofrontale, ad esempio, includono l'espressione dell'ira nella forma di una piega arrabbiata. Inoltre, le fibre muscolari del muscolo orbicularis oculi sono coinvolte nella distribuzione del liquido lacrimale. Come muscolo della pelle, viene chiamato il muscolo occipitofrontale perché la sua contrazione muove alla fine la pelle della fronte.

malattie

Come tutti gli altri muscoli, il muscolo occipitofrontale forma un'unità neuromuscolare con il suo nervo che fornisce. Questo nervo corrisponde a diverse parti del nervo facciale, che distribuisce i comandi di contrazione dal sistema nervoso centrale sotto forma di eccitazione bioelettrica ai due singoli muscoli.

I danni al nervo possono interferire con il muscolo occipitofrontale e tutti gli altri muscoli dei muscoli facciali nel loro lavoro. La paralisi del nervo facciale può essere preceduta da cause innate ma anche acquisite come fratture del cranio. Anche cause infiammatorie come l'infiammazione dell'orecchio medio, la meningite cronica o la malattia di Lyme sono ipotizzabili come causa. Inoltre, i tumori dell'angolo cerebellopontino e i processi immunologici come la sindrome di Guillain-Barré, la sindrome di Heerfordt o la sindrome di Melkersson-Rosenthal causano la paralisi facciale.

La lieve paralisi facciale mostra solo sintomi discreti. La paralisi più grave provoca cambiamenti nell'espressione facciale, spesso con un cipiglio sollevato o ridotto, chiusura incompleta delle palpebre e angoli della bocca cadenti. Poiché il nervo facciale innerva sensibilmente la lingua, possono verificarsi anche disturbi del gusto. La paralisi isolata dei muscoli occipitali ha meno effetto sull'espressione facciale rispetto alla paresi isolata del muscolo frontale.

Una paralisi isolata di un singolo muscolo si verifica con un danno localmente limitato al nervo facciale, come può essere causato principalmente dall'infiammazione. Come qualsiasi altro muscolo, il muscolo occipitofrontale può essere affetto da tipiche malattie muscolari come la miopatia o l'atrofia. Lacrime di fibre muscolari e fenomeni correlati sono estremamente rari nei muscoli mimici.

Tag: 
  • trattamenti 
  • sintomi 
  • formazione scolastica 
  • hausmittel 
  • Cibo 
  • Top