La tensione muscolare si riferisce allo stato di tensione della muscolatura, chiamato anche "tono". Ciò è causato dagli stimoli del sistema nervoso e dall'elasticità del tessuto. La tensione muscolare può essere differenziata in attiva e passiva, per cui questo processo rappresenta sempre la controforza alla forza del peso di stiramento. L'interazione tra lo stato attivo e passivo ha z. B. Effetti sull'intera postura e sul ciclo di riduzione della tensione. Se il tono muscolare diventa doloroso, c'è una tensione che è spesso associata a una postura sbagliata, causata da stress o altri fattori.

Qual è la tensione muscolare?

La tensione muscolare si riferisce allo stato di tensione della muscolatura, chiamato anche "tono".

Il muscolo è un organo contrattile che mette in moto l'intero organismo attraverso contrazioni e rilassamento delle strutture esterne ed interne. A causa di questo processo fisico, la locomozione è assolutamente possibile, così come la funzione dei singoli organi. Senza la tensione muscolare l'uomo non potrebbe nemmeno mantenere la sua postura abbastanza normale. Né seduti né in piedi, figuriamoci correre sarebbe possibile.

La contrazione dei muscoli si verifica come un processo meccanico innescato dall'impulso dei nervi. Se osservi attentamente, diverse molecole proteiche si spostano l'una nell'altra. Non appena i nervi cessano di pulsare con il muscolo, si rilassa di nuovo.

Fondamentalmente, i muscoli sono inizialmente in un cosiddetto tono di riposo. Ciò significa che i muscoli hanno uno stress residuo nonostante il riposo, nonché una resistenza agli stimoli esterni. Il muscolo a riposo è quindi sostanzialmente esposto a una forza e tensione. Opposto a questo è il tono attivo innescato dalle contrazioni. Questa tensione può anche essere misurata.

Questo viene fatto mediante elettromiografia, un metodo neurologico per studiare l'attività dei muscoli. Gli elettrodi ad ago concentrici vengono utilizzati per derivare le potenziali fluttuazioni delle unità motorie, per rilevare le singole fibre muscolari e per rilevare il potenziale d'azione effettivo (l'attività elettrica di un muscolo in contrazione). Anche sulla pelle per mezzo di elettrodi di superficie, è possibile effettuare una misurazione, ma questo è in qualche modo inaccurato.

Funzione e attività

In medicina, la tensione attiva e passiva dei muscoli è differenziata. Le proprietà dei materiali, la struttura e la posizione del tessuto anatomico, nonché la composizione delle fibre muscolari svolgono un ruolo nella determinazione del tono passivo, nonché nello stato di riempimento delle cavità del fluido intra- ed extracellulare. L'influenza ha anche ossigenazione, temperatura e flusso sanguigno, grado di affaticamento e tipo di stress muscolare.

La tensione muscolare nei muscoli scheletrici è creata dalla contrazione delle singole fibre muscolari. Ciò mantiene un livello di tensione anche quando i muscoli sono a riposo. La situazione è diversa con le cellule muscolari lisce, che si contraggono in modo permanente e causano una tensione muscolare costante.

La tensione muscolare nel tono a riposo significa quindi la forza con cui i muscoli contrastano una forza che agisce. Il tutto viene controllato smussando gli archi riflessi sul muscolo, che a loro volta sono processi neurali che innescano un riflesso del corpo, cioè la tensione muscolare.

Malattie e lamentele

La misurazione mediante elettromiografia è necessaria per controllare la tensione muscolare in una persona, che può essere aumentata o diminuita, in quanto esercita una grande influenza su varie aree dell'organismo, ma anche sul cervello, sull'attività e sulle emozioni. Non di rado si tratta di disturbi che si presentano sotto forma di dolore, spasmo, tensione o debolezza muscolare.

Ma ci sono numerosi fattori scatenanti che possono essere più o meno innocui ma anche più gravi. La tensione muscolare può portare ad un aumento del dolore, z. B. nel midollo spinale. Soprattutto il mal di schiena è un grave onere nella vita di tutti i giorni e talvolta può verificarsi a causa dei minimi stimoli che non hanno una causa apparente. Principalmente, l'aumento della tensione muscolare è accompagnato da frenesia, stress, mancanza di esercizio fisico o una postura errata.

Ogni volta che il corpo è esposto a una situazione stressante, reagisce con alcune reazioni di stress che inizialmente hanno senso, poiché il corpo è alimentato con energia. La muscolatura ha molti compiti e quindi richiede molta energia. Con movimenti attivi, il fabbisogno energetico aumenta molte volte. Il calore è un sottoprodotto del ricambio di energia muscolare, quindi anche il calore corporeo svolge un ruolo nella tensione muscolare.

In caso di stress persistente, i muscoli sono sottoposti a stress e tensione costanti, i vasi sanguigni si allargano, la respirazione è più piatta, il cuore batte più velocemente, il tono muscolare aumenta enormemente. Non solo la schiena, ma anche il collo e le spalle sono interessati. Se l'aumento della tensione muscolare non diminuisce, sorgono tensioni che causano dolore.

Anche la capacità di attenzione dell'uomo è collegata alla tensione muscolare. Al fine di percepire le persone, l'ambiente e se stessi allo stesso tempo, i muscoli devono allentarsi e stringere. Poiché questi si trovano tra la pelle e le ossa, per così dire, tra le regioni interne ed esterne del corpo, il mondo sensoriale dipende da loro e determina la relazione tra condizioni esterne ed interne, rendendo così la sensazione e l'attenzione possibili in questo modo.

In effetti, la tensione muscolare influisce anche sulle emozioni delle persone. Se i muscoli si induriscono, la persona si sente tesa. Questa tensione porta allo stress e crea persino paure, poiché eventi e situazioni non possono più essere risolti e reagiti con calma. A una tensione più alta la respirazione è più piatta, il cervello e l'intero organismo devono andare d'accordo con meno ossigeno.

Al contrario, il rilassamento dei muscoli aiuta, per i quali esistono diversi metodi, tra cui la tecnica di rilassamento progressivo secondo Edmund Jacobsen. Un sacco di esercizio fisico, una respirazione consapevole e profonda o un bagno caldo sono anche sufficienti per ridurre l'aumento della tensione muscolare e costruire più pace interiore.

Tag: 
  • salute e stile di vita 
  • neonati e bambini 
  • sintomi 
  • valori di laboratorio 
  • formazione scolastica 
  • Top