Una tensione muscolare è, oltre all'indurimento muscolare, una lesione sportiva tipica e comune. Proprio come il tendine del ginocchio, la tensione muscolare è una delle lesioni muscolari chiuse perché solo il muscolo è interessato. Esternamente, tuttavia, nulla deve essere riconosciuto, il che suggerirebbe una tensione.

Che cos'è una tensione muscolare?

Soprattutto gli atleti li conoscono molto bene: la tensione muscolare. In questa lesione, la pelle rimane intatta, quindi si tratta di una lesione muscolare chiusa (vedi anche lesioni sportive). A seconda delle parti del corpo caricate, la tensione può verificarsi in ciascun gruppo muscolare.

Mentre i corridori sono più inclini allo sforzo muscolare nei muscoli del polpaccio e della coscia, i giocatori di basket saranno particolarmente turbati dai muscoli della parte superiore del braccio o della spalla. I sintomi sono principalmente dolore spasmodico nella parte interessata del corpo. A seconda della gravità della lesione, potrebbe esserci una limitazione dei movimenti. Tuttavia, la tensione muscolare non è in linea di principio una vera lesione muscolare, ma indurisce il muscolo, poiché il tono muscolare è disturbato.

cause

Una tensione muscolare, a differenza di altre lesioni sportive, non è causata da danni dall'esterno, ma ha le sue cause nel disturbo della funzione muscolare. Lo stress eccessivo per un lungo periodo di tempo o a causa di un cambiamento di carico molto rapido può portare a un disturbo della tensione muscolare, che porta a un indurimento del rispettivo muscolo.

Il risultato è dolore spasmodico, poiché il muscolo non può rilassarsi come al solito. Oltre ai carichi elevati, ci sono altri fattori di rischio che promuovono lo sviluppo della tensione muscolare. Soprattutto le persone i cui muscoli sono indeboliti a causa della mancanza di esercizio fisico tendono ad essere tesi quando i muscoli diventano improvvisamente più stressati.

Esiste anche un rischio se non ti riscaldi sufficientemente prima di esercitare per allungare i muscoli e quindi aumentare la capacità di carico. Spesso sono colpite le persone che hanno troppo poco liquido ed elettroliti nel corpo o sono scarsamente nutrite. Le malattie, come il raffreddore, indeboliscono i muscoli e possono quindi comportare un ulteriore rischio di tensione muscolare.

Sintomi, reclami e segni

In uno sforzo muscolare, inizialmente si manifestano sintomi lievi come una sensazione di oppressione o una leggera trazione nel muscolo interessato. La maggior parte del tessuto è indurito, ma ciò non limita la capacità di muoversi. Spesso i malati cercano di alleviare queste tensioni attraverso massaggi o sport moderati.

Nei prossimi giorni, ci sono dolori di disegno che lentamente diventano più forti e alla fine si sviluppano in sintomi di crampi. Successivamente, l'arto interessato non può più essere spostato indolore. Esternamente, una tensione muscolare può essere riconosciuta solo dall'indurimento descritto dei muscoli. Di solito non si verificano sanguinamento o versamenti.

Se l'esercizio viene interrotto e la tensione viene trattata rapidamente, i reclami si risolvono di nuovo entro 4-6 giorni. Quindi puoi ricominciare con un allenamento moderato. Tuttavia, se il muscolo tirato continua ad essere pesantemente caricato, anche la tensione aumenta.

Quindi può verificarsi in determinate circostanze una lacerazione della fibra muscolare, che è connessa con ulteriori complicazioni. Anche un trattamento sbagliato - come massaggi troppo intensivi - può aggravare i sintomi. Quindi il dolore può diffondersi nelle aree circostanti e, nel peggiore dei casi, si sviluppa una sindrome del dolore cronico.

malattia

A differenza di altre lesioni sportive, la tensione muscolare si sviluppa in genere gradualmente, mentre una fibra muscolare strappata appare improvvisamente dopo una mossa sbagliata.

Il corso di una varietà è per lo più simile. L'allungamento eccessivo del muscolo provoca una forte contrazione, che a sua volta porta all'indurimento.

A seconda di come è il processo di guarigione, anche la durata della tensione può variare. Di norma, il dolore si attenua dopo alcuni giorni, ma la guarigione completa richiede in genere fino a tre settimane.

Prima viene diagnosticata e trattata la tensione muscolare, più velocemente la persona colpita è di nuovo libera da sintomi.

complicazioni

Naturalmente, possono verificarsi varie complicazioni in caso di tensione muscolare. Nella maggior parte dei casi, una tensione muscolare causata da un sovraccarico o da violenza esterna. In questo caso, i legamenti e i tendini si allungano molto fortemente, in modo che si sforzi.

Se la persona interessata continua a sollecitare molto questa parte del corpo, può persino portare a una rottura muscolare. Questa complicazione deve essere definitivamente valutata da un medico o trattata di conseguenza. Altrimenti, possono verificarsi danni consequenziali permanenti, in modo che un recupero completo non sia più possibile.

In altri casi, l'infiammazione può anche formarsi nel muscolo o sulle singole articolazioni, portando ad un ascesso. Un ascesso è un accumulo eccessivo di pus che richiede un trattamento. Se batteri e virus entrano nel flusso sanguigno, può verificarsi un'infezione. Ne derivano nausea, vomito, febbre, arti e mal di testa.

Senza cure mediche e senza l'uso di farmaci adeguati, si può sviluppare una grave infezione, in modo da ricorrere a un trattamento medico obbligatorio. Solo così si potranno evitare le suddette complicazioni. Tuttavia, coloro che decidono per un trattamento tempestivo, possono contare su una pronta guarigione e senza gravi complicazioni.

Quando dovresti andare dal dottore?

Se improvvisi movimenti muscolari, attività fisica o attività fisica causano dolore muscolare inaspettato grave, consultare un medico. Dopo una caduta o un incidente, dovrebbe essere effettuata anche una visita medica. Vari test e l'uso di tecniche di imaging devono escludere lesioni gravi o danni al sistema scheletrico.

Se la persona interessata non è più in grado di caricare il suo corpo come al solito, ci sarà un'improvvisa riduzione della forma fisica o un forte dolore che richiede aiuto. Si sconsiglia l'assunzione autodeterminata di un antidolorifico. Esiste un alto rischio di possibili effetti collaterali, quindi si consiglia di consultare un medico per evitare complicazioni prima della somministrazione del farmaco.

Compromissione della locomozione, disturbi del movimento generale o sensazione di malattia devono essere presentati a un medico. Una sensazione di trazione nel corpo durante il movimento, un disturbo sensoriale o cognitivo e un'irritabilità devono essere esaminati e trattati. Se si tratta di ipersensibilità al tatto, dolore a riposo o pressione, è necessario il chiarimento di un medico. Una tensione muscolare deve anche essere distinta da un medico da un nervo pizzicato o da un danno esistente alle fibre nervose. In questi casi, le menomazioni permanenti minacciano di essere evitate.

Terapia e terapia

Il trattamento di una tensione muscolare viene principalmente attenuato dai sintomi che vengono mitigati e il malfunzionamento del muscolo viene corretto in modo che possa essere nuovamente rilassato. In ogni caso, il carico sul muscolo deve essere regolato in modo che non possa causare ulteriori lesioni.

Inoltre, il rispettivo muscolo deve essere raffreddato con ghiaccio e immagazzinato in alto per mantenere il dolore il più basso possibile. A seconda della gravità della tensione, è spesso utile creare una fasciatura a pressione e, idealmente, avvolgerla in combinazione con un impacco di ghiaccio.

Tuttavia, è necessario prestare attenzione per evitare il congelamento. È anche importante che il bendaggio compressivo non causi ulteriore dolore o addirittura problemi circolatori perché è stato avvolto troppo stretto. Inoltre, occorre prestare attenzione a non limitare la mobilità. Inoltre, un gel sportivo di raffreddamento può fornire sollievo in uno sforzo muscolare.

Outlook e previsioni

La prognosi di uno sforzo muscolare dipende dal trattamento della persona interessata dallo sforzo muscolare e dal trattamento. Le distanze idealmente trattate e protette hanno quasi il 100% di possibilità di guarigione completa. Questo di solito avviene in giorni o settimane e dipende molto dal muscolo interessato, nonché dalle condizioni di salute della persona interessata.

Importante per una buona possibilità di una guarigione semplice è l'immediata interruzione della tensione muscolare quando si verifica la tensione. Se un muscolo tirato continua ad essere teso, può causare un muscolo strappato, che è più doloroso e lungo nel trattamento.

Per una prognosi ottimale, il muscolo interessato deve essere raffreddato e conservato il più velocemente possibile. Ciò impedisce la penetrazione dei liquidi corporei e quindi riduce il gonfiore. Inoltre, la guarigione del tessuto interessato è notevolmente facilitata.

Nella maggior parte dei casi, una tensione muscolare guarisce bene entro 4-6 giorni. Tuttavia, un carico pesante sui muscoli dovrebbe essere evitato per alcuni giorni. Tuttavia, si raccomanda un allenamento leggero in cui il gruppo muscolare è stressato (cioè anche allungato) per ripristinare la normale mobilità. Può succedere che una volta trascinati i muscoli vengano tirati più e più volte. Il più delle volte questo è dovuto a un sovraccarico cronico.

post-terapia

L'assistenza post-terapia di uno sforzo muscolare si concentra sulla revisione del processo patologico da parte dello specialista responsabile. Se la tensione muscolare non guarisce o si desidera una guarigione rapida, offrire anche misure di promozione della guarigione. Possibili sono i trattamenti attuali di stimolazione. In questa forma di terapia, i muscoli tesi vengono attivati ​​con scosse elettriche, che dovrebbero favorire la guarigione muscolare.

Un'altra alternativa sono i preparati enzimatici, che dovrebbero contribuire alla completa guarigione dei sintomi nel contesto del follow-up. Le applicazioni fisiche come il linfodrenaggio o i trattamenti a freddo supportano il muscolo ancora indebolito nel recupero. Dopo che lo sforzo muscolare è guarito il più possibile, è necessario consultare nuovamente il medico. Il medico eseguirà la scansione del muscolo e, se necessario, eseguirà la diagnostica per immagini.

Per sforzi muscolari più gravi, sono indicati la fisioterapia o la PNF. Lo stretching attivo è anche parte dell'assistenza post-terapia. Per lesioni gravi è necessario un intervento chirurgico. Dopo l'intervento chirurgico e l'immobilizzazione dell'arto interessato, che richiede in base alla lesione tra le tre e le cinque settimane, il medico deve essere consultato per un esame di follow-up. Dopo l'intervento chirurgico, una fisioterapia muscolo-tonica è spesso necessaria per migliorare la mobilità dei muscoli. L'assistenza post-terapia è fornita dal medico di medicina generale, da un medico sportivo o da un ortopedico.

Puoi farlo tu stesso

Una tensione muscolare richiede sicuramente una visita medica. I reclami acuti vengono trattati secondo il principio PECH: rottura, ghiaccio, compressione, campi alti.

Se si sospetta una tensione, l'attività atletica deve essere interrotta immediatamente. Il muscolo interessato non deve essere ulteriormente caricato e richiede un rapido raffreddamento, ad esempio sotto forma di spray di raffreddamento o copertura fredda e umida. Successivamente, è necessario creare una fasciatura elastica. Idealmente, l'involucro del ghiaccio è integrato nella medicazione per garantire un raffreddamento a lungo termine. Infine, il corpo ferito deve essere immagazzinato. La lesione deve quindi essere nuovamente esaminata da un medico e curata se necessario.

Dopo il trattamento, è indicata la protezione. Il muscolo può essere caricato nuovamente dopo due settimane al più presto, nella misura in cui il medico responsabile dà il suo consenso. Se si verificano dolore, gonfiore o altri sintomi, è meglio consultare il medico.

Un corso positivo è garantito, tra l'altro, da massaggi e altre misure di raffreddamento. In consultazione con il medico, possono essere utilizzati anche rimedi alternativi come unguento alla calendula o rimedi a base di erbe. Anche un bagno caldo o un moderato esercizio fisico rafforzano il sistema cardiovascolare e quindi accelerano il recupero.

Tag: 
  • Malattie 
  • Cibo 
  • gravidanza 
  • sintomi 
  • processi corporei 
  • Top