Il micoplasma hominis è un tipo di batterio che vive come un commensale nell'intestino umano. Il germe a volte può causare infezioni del tratto urinario.

Che cos'è Mycoplasma hominis?

Mycoplasma hominis è un membro della famiglia delle Mycoplasmataceae. I micoplasmi o micoplasmi appartengono ai batteri liberi dalle pareti cellulari e sono correlati agli ureaplasmi.

L'unico serbatoio è Mycoplasma hominis man. La specie batterica si presenta, tra l'altro, nella sua flora intestinale. Poiché è vicino all'area urogenitale, l'agente patogeno innesca disturbi del tratto urinario in alcune persone.

I micoplasmi appartengono alla classe dei mollicuti e hanno un genoma molto piccolo. Per questo motivo, sono anche interessanti per la genetica. Se il Mycoplasma hominis o altri micoplasmi causano una malattia, si parla in medicina di un'infezione da micoplasma.

Presenza, distribuzione e caratteristiche

I micoplasmi sono tra i più piccoli tipi di batteri. Pertanto, Mycoplasma hominis raggiunge solo una dimensione da 0, 1 a 0, 6 micron. Il batterio è dotato sia di DNA che di RNA. Sebbene i micoplasmi siano considerati estremamente flessibili, hanno solo una bassa resistenza osmotica. Pertanto, Mycoplasma hominis non può essere contrassegnato da una colorazione di Gram. Per questo motivo, la somministrazione di antibiotici beta-lattamici non ha successo nell'infezione da Mycoplasma hominis. Pertanto, questi ottengono solo un effetto su quei batteri da cui è costruita una parete cellulare, che ha un Mureinschicht. Altrettanto inefficace è l'enzima lisozima, che si presenta nell'endosoma.

Tra le caratteristiche tipiche di Mycoplasma hominis è che il batterio non può eseguire la sintesi del colesterolo, a causa del suo alterato metabolismo. Per questo motivo, le specie batteriche richiedono una cellula ospite per crescere. Inoltre, Mycoplasma hominis è dotato di molecole di superficie speciali. Tuttavia, questo non è Pili. Tuttavia, come citoadesine consentono l'attacco all'epitelio dell'intestino.

Il micoplasma hominis è diffuso in tutto il mondo. Si stima che i mollicuti esistano da 65 milioni di anni e abbiano meccanismi di sopravvivenza molto efficienti. Poiché hanno solo dimensioni minuscole, non hanno pareti cellulari e sono semplicemente attrezzati e deformabili, sono considerati perfettamente equipaggiati per un'esistenza parassitaria. Sono in grado di attaccarsi saldamente alle membrane delle loro cellule ospiti. Se necessario, possono anche fare movimenti di scorrimento e raggiungere la mobilità.

Come Mycoplasma hominis commensale vive nell'intestino e nel tratto urogenitale degli esseri umani. Contrariamente a un vero parassita, un commensale si nutre dei residui di cibo del corpo ospite. Tuttavia, il batterio di solito non subisce danni all'organismo, sebbene sfrutti il ​​corpo umano a suo favore. Se il sistema immunitario della persona funziona senza intoppi, Mycoplasma hominis non può avere alcun effetto patogeno ed è classificato come non patogeno. Parte del micoplasma si trova anche sulla mucosa genitale.

Malattie e lamentele

In alcune circostanze, Mycoplasma hominis può causare un effetto patogeno. Questo vale principalmente per le persone che soffrono di un indebolimento locale o generale del loro sistema immunitario. Ciò deriva, ad esempio, da un trattamento con farmaci antibiotici. Lo stesso vale per le procedure chirurgiche, la nascita o il cancro.

Il micoplasma hominis a volte provoca infiammazione locale. Questi includono soprattutto un'uretrite (infiammazione dell'uretra), un'infiammazione della pelvi renale, dell'utero o della vagina e della ghiandola prostatica maschile. Inoltre, sono possibili infezioni progressive in cui le persone colpite soffrono di sintomi generali o febbre.

Inoltre, i micoplasmi possono essere trasmessi attraverso i rapporti sessuali. Per questo motivo, le infezioni da micoplasma sono annoverate tra le malattie a trasmissione sessuale. È controverso, tuttavia, se i batteri siano anche responsabili dell'infertilità e degli aborti spontanei. Il numero di micoplasmi sulla mucosa genitale dipende da quanto la persona è sessualmente attiva e da quanti partner sessuali ha. Pertanto, quantità maggiori di micoplasma si trovano in persone che spesso intrattengono rapporti sessuali con partner in mutamento. In linea di principio, gli anticorpi contro il micoplasma possono essere rilevati in circa il 95 percento di tutte le persone di mezza età nel sangue.

I sintomi causati da Mycoplasma hominis sono spesso aspecifici e lievi. Inoltre, si concentrano sul sito del corpo in cui si verifica l'infiammazione. La maggior parte dei pazienti soffre di bruciore durante la minzione, dolore ai reni o secrezione giallastra.

Non è sempre facile chiarire la causa dell'infezione da Mycoplasma hominis poiché il batterio si verifica anche in persone sane. È possibile coltivare il germe su un mezzo nutritivo speciale. L'urina, le macchie dalla vagina o l'uretra della donna, nonché la secrezione della prostata o l'eiaculato dell'uomo possono essere utilizzate come materiale d'esame.

Il trattamento dell'infezione da Mycoplasma hominis è con antibiotici. Tuttavia, non tutti i rimedi di questo tipo sono adatti alla terapia, poiché i micoplasmi non hanno una parete cellulare. Ad esempio, i patogeni sono resistenti alla penicillina. Invece, vengono utilizzati antibiotici come l'eritromicina, che hanno altri meccanismi d'azione.

Tag: 
  • viaggiare 
  • ingredienti attivi 
  • anatomia 
  • dispositivi medici 
  • gravidanza 
  • Top