La mielografia si riferisce a una procedura diagnostica radiologica per la visualizzazione delle condizioni di spazio nel canale spinale. La mielografia è diventata meno importante a causa di procedure diagnostiche non invasive come il computer o la risonanza magnetica. Tuttavia, questo viene spesso utilizzato per domande specifiche, in particolare nelle sindromi da compressione della radice spinale, come metodo diagnostico aggiuntivo.

Cos'è la mielografia?

La procedura diagnostica invasiva può essere utilizzata nella sospetta compressione del midollo spinale e / o dei nervi spinali o del midollo spinale.

La mielografia si riferisce a un esame con mezzo di contrasto ai raggi X per l'imaging del canale spinale o dello spazio subaracnoideo (spazio del fluido spinale), del midollo spinale e dei nervi spinali in uscita.

La procedura diagnostica invasiva viene in genere utilizzata nei casi di sospetta compressione del midollo spinale e / o dei nervi del midollo spinale quando altre tecniche di imaging come la tomografia computerizzata (TC) o la risonanza magnetica (MRI) non sono sufficienti per una diagnosi dettagliata,

Iniettando un mezzo di contrasto nello spazio subaracnoideo seguito da immagini a raggi X in diverse proiezioni o da diverse prospettive, lo spazio disponibile per il mielone e i nervi spinali può essere visualizzato graficamente.

Funzione, effetto e obiettivi

Diverse menomazioni del midollo spinale associate a danni ai nervi nel canale spinale possono essere la ragione della mielografia se non è possibile fornire informazioni sufficienti mediante TC o RM.

Di norma, questi sono dovuti a malattie degenerative della colonna vertebrale, che possono causare, ad esempio, una stenosi del canale spinale (restringimento del canale spinale) con danni alla pressione delle strutture neuronali. Questi si manifestano sulla base del dolore, dei disturbi sensoriali delle gambe e delle braccia e dell'impotenza.

La mielografia può anche essere indicata in caso di sospetta stenosi neuroforamenale (restringimento locale di uno o più canali delle radici nervose). Inoltre, la procedura diagnostica viene spesso utilizzata prima della chirurgia spinale come decompressione o fusione spinale come ausilio alla pianificazione. Lo scopo di una mielografia è la rappresentazione pittorica delle condizioni spaziali nel canale spinale al fine di determinare e valutare l'estensione e la posizione di potenziali danni ai nervi, alla colonna vertebrale o al disco.

A tale scopo, i valori della coagulazione del sangue vengono controllati prima dell'esame mediante un'analisi del sangue e i farmaci per fluidificare il sangue vengono sospesi per evitare il rischio di sanguinamento. Inoltre, una radiografia della colonna vertebrale viene spesso eseguita prima della mielografia per determinare l'accesso ottimale al canale spinale per la puntura. Dopo la puntura di anestesia locale, l'agente di contrasto idrosolubile (da 10 a 20 ml) viene iniettato nell'area della colonna lombare con una cannula (puntura lombare) in modo che possa essere distribuito nel tubo dura (tubo meningea).

I colli di bottiglia esistenti modificano il flusso del mezzo di contrasto e vengono visualizzati dalle successive immagini radiografiche. Mediante un'immagine a raggi X dalla parte anteriore (ap), la distribuzione del mezzo di contrasto può essere utilizzata per visualizzare le condizioni dello spazio nello spazio del midollo spinale e dei nervi spinali mediante recessi del mezzo di contrasto. Le radiografie oblique consentono la valutazione dei rami del nervo spinale, mentre le immagini laterali durante l'anteprima e la retroflessione (in avanti e all'indietro) della parte superiore del corpo consentono conclusioni sullo spazio disponibile nel canale spinale.

Inoltre, in seguito può essere eseguita una tomografia computerizzata (Myelo-CT). La combinazione di iniezione di mezzo di contrasto e imaging di fetta fornisce le informazioni più dettagliate per la valutazione e il rilevamento del gene del midollo spinale e della compressione nervosa. Per evitare o ridurre al minimo il mal di testa causato da variazioni temporanee della pressione nel liquido cerebrospinale (spazio dell'acqua nervosa) a causa della puntura, dopo la mielografia dovrebbe essere mantenuto un riposo a letto di 24 ore.

Inoltre, è necessario garantire un'assunzione di liquidi sufficientemente elevata per una rapida compensazione della perdita di acqua nervosa. Nel contesto di una rara mielografia RM (acquisizione rapida con mielografia con miglioramento del rilassamento), è anche possibile ottenere immagini specifiche dell'acqua molto veloci, che forniscono informazioni su un trasferimento dello spazio subaracnoideo, ad esempio mediante tumori.

Rischi, effetti collaterali e pericoli

Di regola, raramente si possono osservare complicanze nella mielografia. L'effetto collaterale più comune è il mal di testa temporaneo causato dalla perdita di acqua nervosa. Inoltre, la lesione dei vasi sanguigni può causare sanguinamento nel canale spinale (ematoma epidurale), che può provocare danni ai nervi.

Se l'ago della mielografia (cannula) non è posizionato correttamente, i nervi in ​​uscita del midollo spinale possono essere danneggiati, il che può causare dolore, disturbi sensoriali e paralisi. Poiché la mielografia è una procedura invasiva a causa di una lesione della pelle, può causare infezioni a causa della trasmissione del germe. Questo può essere solo superficiale o coinvolgere strutture più profonde della colonna vertebrale come il corpo vertebrale, il disco intervertebrale o il midollo spinale.

Nel caso peggiore, può manifestarsi un'infiammazione crescente del midollo spinale e delle meningi (meningite). Se la dura (midollo spinale) non è isolata, il liquido cerebrospinale può fuoriuscire continuamente dal sito di puntura, causando spesso una chiusura chirurgica. La mielografia può essere controindicata in presenza di ipertiroidismo (ipertiroidismo) a causa degli agenti di contrasto iodati utilizzati.

Allo stesso modo, l'ipersensibilità allo iodio, che può portare a shock anafilattico (shock circolatorio grave), può facoltativamente impedire la mielografia.

Tag: 
  • consulente 
  • notizia 
  • processi corporei 
  • sintomi 
  • anatomia 
  • Top