Se l'ECG cardiaco, l'ECG da sforzo e l'ecografia cardiaca (ecocardiografia) sono anormali, ma la diagnosi non è accurata, la scintigrafia miocardica è il metodo di scelta. Non è invasivo e ha un alto valore informativo.

Cos'è la scintigrafia miocardica?

Il medico vuole riconoscere come i disturbi circolatori influenzano il muscolo cardiaco. La causa della circolazione sanguigna disturbata è di solito nelle costrizioni delle arterie coronarie.

La scintigrafia miocardica è una delicata procedura diagnostica medico-nucleare per esaminare il flusso sanguigno, il metabolismo e la massa del muscolo cardiaco. L'esame del cuore si svolge in due fasi: sotto stress e a riposo.

Successivamente, i risultati vengono confrontati tra loro. Nel scintigramma, il medico può vedere come i disturbi circolatori influenzano il muscolo cardiaco. La causa della circolazione sanguigna disturbata è di solito nelle costrizioni delle arterie coronarie. Una mancanza di flusso di sangue al cuore comporta il rischio di un attacco cardiaco potenzialmente letale. La scintigrafia miocardica può determinare se l'entità dei problemi circolatori richiede cateterismo cardiaco e può anche salvare alcuni pazienti.

Funzione, effetto e obiettivi

La scintigrafia miocardica consente al medico di determinare la quantità di sangue che raggiunge il cuore a riposo e sotto stress. Confrontando le immagini, può determinare se diverse aree del cuore sono meno ben rifornite di sangue durante l'esercizio rispetto ad altre. Un basso flusso sanguigno potrebbe essere un segno di vasocostrizione e un aumentato rischio di infarto.

Se il paziente ha già avuto un attacco di cuore, è possibile determinare la dimensione della cicatrice, l'entità del danno tissutale e il flusso di sangue residuo verso l'area infartuata. Il risultato determina se è necessaria un'operazione di bypass o se è necessario impostare uno stent. Oltre a queste domande, la scintigrafia miocardica fornisce approfondimenti sul potere di pompaggio del cuore e sulla capacità fisica del paziente, che sta peggio dopo un infarto che in un tessuto sano e ben perfuso.

Per la scintigrafia miocardica, è previsto un accesso alla vena brachiale su cui, durante la prova di esercizio sull'ergometro da bicicletta, è possibile iniettare una sostanza vettore leggermente marcata radioattivamente, che rende visibili i vasi cardiaci. Nei pazienti fisicamente limitati, z. B. a causa di problemi ortopedici o se la pressione sanguigna a riposo è già troppo alta, è possibile somministrare mentre giace un farmaco per lo stress.

Lo stress test è controllato da un medico e monitorato da un elettrocardiogramma. Nella fase di aumento del carico, un veicolo radioattivo viene iniettato tramite l'accesso. Dopo l'esercizio segue un periodo di riposo da 30 a 60 minuti, durante il quale il paziente deve assumere un pasto il più grasso possibile. Dopo la fase di riposo, la gamma camera impiega circa 20 minuti sdraiata e la valuta. Sulla base di queste immagini, viene deciso se è ancora necessario un esame di riposo.

A volte lo stress test è sufficiente. Se è ancora necessario un controllo per chiarimenti, la radioattività nel cuore deve essere rimossa per circa 2 ore prima della seconda parte dell'esame. Quindi segue di nuovo la stessa procedura, solo senza carico.

La scintigrafia miocardica ha sempre senso escludere la malattia coronarica (CHD) se persistono i seguenti fattori di rischio:

  • L'alta pressione sanguigna
  • fumo
  • sovrappeso
  • Diabete mellito
  • livelli elevati di colesterolo
  • disposizione familiare alle malattie cardiache
  • Angina pectoris
  • Anomalie nell'ECG

Poiché la scintigrafia miocardica determina l'estensione del disturbo circolatorio, può aiutare a ottimizzare il trattamento ed evitare inutili procedure chirurgiche. Dopo trattamenti di successo, può essere utilizzato come metodo non invasivo per controllare le nuove costrizioni vascolari. Può anche determinare un rischio cardiaco individuale. L'esame è offerto da tutte le compagnie di assicurazione sanitaria obbligatorie e private come prestazione standard.

Rischi, effetti collaterali e pericoli

Effetti collaterali come le allergie sono rari nelle sostanze radioattive, piuttosto che nei raggi X in risposta agli agenti di contrasto. L'esposizione alle radiazioni è bassa e non superiore a quella dei raggi X. Tuttavia, un rischio molto basso di cancro come risultato ritardato non può essere completamente escluso. Pertanto, benefici e rischi devono sempre essere valutati individualmente.

Anche la fase di stress raramente porta a complicazioni anche in pazienti con malattie cardiache. Al fine di garantire un valore informativo ottimale del risultato dell'esame, il paziente deve raggiungere il livello più alto possibile per lui. In casi estremamente rari può causare aritmia e infarto. Occasionalmente possono verificarsi effetti collaterali lievi come senso di costrizione toracica, sensazione di calore, respiro corto, sensazione di pressione nell'addome, mal di testa, dolore alle braccia e alle gambe e vertigini. Tuttavia, questi si verificano solo in caso di stress indotto da farmaci. La stessa sostanza radioattiva non provoca effetti collaterali.

Durante la gravidanza, la scintigrafia miocardica viene eseguita solo in casi eccezionali: durante l'allattamento, le madri devono fare una pausa di due giorni dopo l'esame. Nelle gravi malattie degli organi, lo stress sul sistema cardiovascolare potrebbe essere troppo elevato. Altre controindicazioni sono infezioni febbrili, infarto miocardico acuto o insufficienza cardiaca, ipertensione incontrollabile, aritmie cardiache gravi e difetti valvolari e miocardite acuta.

I pazienti devono essere a digiuno per almeno 12 ore e possono bere solo acqua leggermente a basse emissioni di carbonio. Le medicine dovrebbero essere assunte, le medicine del cuore dovrebbero essere esposte per 24 ore, i beta-bloccanti anche da 2 a 3 giorni. Se necessario, possono essere assunti prima della fase di riposo. I diabetici sono autorizzati a mangiare un piccolo pasto a basso contenuto di grassi.

Tag: 
  • processi corporei 
  • neonati e bambini 
  • droga 
  • patogeno 
  • ingredienti attivi 
  • Top