Un'ernia ombelicale, nel gergo chiamato ernia ombelicale, si riferisce a una lacrima o apertura nella parete addominale attraverso la quale i visceri possono visibilmente emergere in avanti. Sono colpiti spesso i bambini, ma anche le donne di mezza età. Gli esperti raccomandano che le ernie ombelicali negli adulti funzionino in linea di principio.

Cos'è un'ernia ombelicale?

Rappresentazione schematica di un'ernia ombelicale nei neonati. Clicca per ingrandire

Sotto un'ernia ombelicale i dottori non capiscono una pausa nel vero senso. Piuttosto, è una crepa o un buco nella parete addominale, che fa avanzare l'intestino.

Spesso ciò accade con una pressione violenta o una pressione attraverso la quale la parete addominale cede. Gli intestini vengono quindi mantenuti solo dalla pelle all'interno. Otticamente, un'ernia ombelicale è riconoscibile da un rigonfiamento chiaramente visibile nella regione dell'ombelico, il cosiddetto sacco per fratture.

Le ernie ombelicali sono particolarmente comuni nei neonati. Tuttavia, anche gli adulti, in particolare le donne di età compresa tra 50 e 70 anni, possono essere colpiti.

cause

Un'ernia ombelicale può insorgere per diversi motivi. Fondamentalmente, una debolezza della parete addominale nell'area dell'ex cordone ombelicale innesca la fuoriuscita dell'intestino.

Questa debolezza è genetica. Può essere innato o educare lentamente nel corso della vita. Spesso, la parete addominale non cresce correttamente dopo la nascita, che è la causa delle comuni ernie ombelicali nei bambini.

Se un adulto soffre di ernia ombelicale, la debolezza della parete addominale si è sviluppata nel corso degli anni. Quindi un forte carico sui muscoli addominali o una pressione violenta in gravidanza o costipazione, per causare una lacrima nella parete addominale.

Sintomi, reclami e segni

Un'ernia ombelicale è dapprima evidente da un gonfiore o una sporgenza attorno all'ombelico. Il gonfiore di solito non provoca lamentele all'inizio. A seconda che parti dell'intestino siano intrappolate, può verificarsi una trazione o un bruciore. Inoltre, sono caratteristici segni infiammatori come punti duri o arrossati.

Il dolore si verifica principalmente quando si piega, si preme, si tossisce o si sollevano carichi pesanti. Raramente, l'intestino può depositarsi nel sacco per fratture, causando forti dolori. Inoltre, la regione intestinale interessata non è più adeguatamente dotata di sangue e ossigeno, che possono portare a necrosi. Un corso così difficile è anche espresso dal sangue nelle feci e da altri disturbi durante i movimenti intestinali.

Inoltre, in alcuni casi possono verificarsi coliche, febbre, nausea e vomito. Un intrappolamento dell'intestino si verifica in quattro su cento pazienti. Nei restanti casi, l'ernia ombelicale è priva di sintomi e viene diagnosticata solo durante un esame di routine. Se l'ernia ombelicale non viene trattata, i sintomi aumentano.

Alla fine, può esserci una perforazione che può portare a sanguinamento interno, infezione e altre complicazioni potenzialmente letali. Con la diagnosi e il trattamento precoci, i sintomi dell'ernia ombelicale scompaiono completamente entro poche settimane.

Diagnosi e storia

Se è presente un'ernia ombelicale, il medico curante può determinare principalmente eseguendo un esame ecografico.

In questo modo può vedere se le viscere hanno cambiato posizione. Può anche provare a spingerla indietro nella cavità addominale con una leggera pressione. Se ciò non è possibile o si verifica dolore, è possibile che l'intestino sia pizzicato.

Quindi diventa necessaria un'operazione rapida. Fondamentalmente, un'ernia ombelicale non deve necessariamente essere trattata perché non rappresenta alcun pericolo immediato per la salute senza inceppare gli organi, ma le persone colpite devono rendersi conto che non guariscono da sole - questo succede solo ai bambini fino a tre anni.

complicazioni

Durante i primi due anni di vita, un'ernia ombelicale di solito guarisce da sola: in età avanzata, un'ernia ombelicale, specialmente se non trattata tempestivamente, può portare a complicazioni gravi e talvolta persino pericolose per la vita. Parti dell'intestino possono rimanere intrappolate nel sacco fratturato, che è accompagnato da un dolore molto forte e colico. L'addome diventa molto sensibile alla pressione, anche tocchi leggeri durante l'esame possono causare dolore estremo al paziente.

Le grandi ernie ombelicali con parti dell'intestino crasso o tenue nella sacca dell'ernia possono causare diarrea o costipazione, e talvolta i pazienti vedono anche sangue nelle loro feci. Inoltre, esiste il rischio che le parti dell'intestino intrappolate non siano più adeguatamente alimentate con sangue e sforzi. Manca la parete addominale protettiva, può portare a lesioni pericolose all'intestino, che spesso richiedono un intervento chirurgico di emergenza.

Altre possibili complicanze comprendono la febbre alta associata a nausea e vomito. In caso di intrappolamento, si verificano frequentemente sudorazione, sete angosciosa, battito cardiaco accelerato e grave ipotensione.

In caso di trattamento tardivo, esiste anche il pericolo che il contenuto della frattura si incendi o si attacchi all'ambiente, in modo che la frattura non possa più essere ridotta. Se un intervento chirurgico ritardato richiede un intervento chirurgico di emergenza, aumenta il rischio di embolia polmonare.

Quando dovresti andare dal dottore?

Irregolarità e disturbi nell'ombelico devono essere presentati a un medico. Se si tratta di gonfiore, scolorimento della pelle o deformità, è necessario agire. Una visita dal medico è necessaria se c'è una sporgenza o formazione di nodi all'ombelico. Se il gonfiore aumenta di dimensioni, consultare un medico il prima possibile.

Se si verifica dolore, la persona interessata ha bisogno di aiuto. L'ingestione di farmaci analgesici deve essere omessa e deve sempre essere eseguita solo in consultazione con un medico. Vi sono rischi ed effetti collaterali, sui quali l'interessato deve essere informato e informato. Il sanguinamento o la perdita di altri fluidi corporei dall'ombelico sono preoccupanti. Devono essere presentati a un medico in modo che sia possibile chiarire la causa e redigere un piano di trattamento. Se si tratta di sangue nelle feci o nelle urine, questi reclami devono essere discussi con un medico.

Malessere generale, nausea, indigestione, battito cardiaco irregolare o debolezza interna sono segni di cattiva salute. Se i sintomi persistono o mostrano intensità crescente, è necessario un medico. In caso di febbre, convulsioni o coliche, consultare immediatamente un medico. Poiché possono verificarsi sviluppi potenzialmente letali in un'ernia ombelicale, al primo segno dovrebbe aver luogo una visita di controllo da parte di un medico.

Terapia e terapia

Se il medico curante ha chiaramente diagnosticato un'ernia ombelicale, deve essere considerato se e come dovrebbe essere trattato. Nei neonati, il trattamento dell'ernia di solito non si verifica, poiché di solito guarisce da solo fino all'età di circa tre anni.

In determinate circostanze, l'addome può essere bendato per favorire questo processo. Se un adulto soffre di ernia ombelicale, non c'è possibilità di auto-guarigione. Gli esperti suggeriscono che la frattura dovrebbe essere trattata chirurgicamente per ridurre al minimo il rischio di deadlock di organi potenzialmente letali.

Tale chirurgia può anche essere eseguita in regime ambulatoriale; Il paziente di solito può lasciare la clinica dopo poche ore.

Fondamentalmente, ci sono due metodi chirurgici tra cui scegliere, che differiscono per quanto è grande l'ernia ombelicale in ogni singolo caso. Per fessure fino a circa 2 cm, la parete addominale è suturata con una cucitura solida. Qui rimane solo una piccola cicatrice operativa.

Per fessure o fori più grandi, la parete addominale è ulteriormente rinforzata con una rete di plastica, in modo che non possa portare a ernie ombelicali ulteriori o ripetute. Se la procedura procede senza complicazioni, il paziente può essere nuovamente attivo dopo circa 14 giorni senza esitazione.

Outlook e previsioni

Nei neonati, la prognosi della guarigione è molto buona. Le ernie ombelicali guariscono nei neonati il ​​90 percento di tutti i casi nel primo anno senza complicazioni. A volte i genitori hanno bisogno di un po 'più di pazienza, poiché la chiusura completa della parete addominale può durare fino a 3 anni. Se l'ernia ombelicale è indolore e un'ecografia non mostra anomalie, le condizioni nei bambini sono buone per l'autoguarigione.

Gli adulti, tuttavia, devono avere un'ernia ombelicale operata prima o poi per evitare complicazioni. Il corpo adulto non chiude più i fori e le crepe in modo indipendente. L'autoguarigione è quasi impossibile. In un'operazione, il foro è coperto da una rete di plastica e la guarigione è accelerata. Dopo tale intervento, raramente si verificano complicanze. In alcuni pazienti, c'è una forte cicatrice. Nel sito trattato esiste un aumentato rischio di rottura a causa di forti stress (tosse grave, sport intensi o sollevamento di carichi pesanti). Le attività fisiche sono in gran parte limitate a condizione che la fessura non venga trattata. Il pericolo che l'ernia ombelicale si ingrandisca e l'operazione più difficile è grande.

prevenzione

Poiché un'ernia ombelicale è causata da una debolezza della parete addominale, non può essere prevenuta direttamente. In caso di sospetto di ernia ombelicale, consultare un medico per escludere un blocco d'organo. Anche se nella maggior parte dei casi non è necessario alcun trattamento per i bambini piccoli, devono sempre essere presentati al medico in caso di ernia ombelicale. Questo aiuta a evitare possibili complicazioni e a supportare la guarigione.

post-terapia

Lo scopo dell'assistenza post-vendita è, tra l'altro, prevenire il ripetersi di nuovi reclami. Pertanto, i medici fanno affidamento su un attento follow-up. Nell'ernia ombelicale circostanze esterne portano alla malattia. Il paziente può solo provare a aggirarli. Le misure preventive comprendono l'astensione dal sollevamento di carichi pesanti e la riduzione dell'obesità.

Un rafforzamento dei muscoli addominali impedisce anche in modo dimostrabile una rinnovata ernia ombelicale. L'implementazione di queste misure precauzionali è a carico del paziente. Se necessario, il medico ti informerà sulle misure preventive appropriate durante la terapia iniziale. Un'ernia ombelicale guarisce sempre completamente.

Nei neonati e nelle future mamme non è richiesto alcun trattamento. Con loro, di solito arriva dopo poco tempo a una guarigione spontanea. A causa dell'assenza di sintomi, non vi è alcuna rilevanza per le cure di follow-up alla fine della terapia. Non sono necessari né un trattamento a lungo termine né un accompagnamento quotidiano.

Il paziente è autorizzato a lasciare l'ospedale entro pochi giorni. Nel caso di una procedura ambulatoriale, il recupero avviene a casa. Durante un esame finale, il medico esegue la scansione dell'area interessata con le mani. Un esame ecografico può fornire informazioni sul fatto che tutto sta guarendo secondo le aspettative.

Puoi farlo da solo

Poiché l'ernia ombelicale è spesso dovuta alla debolezza del tessuto connettivo nell'addome, il paziente interessato può fare poco al riguardo. Nei bambini, le ernie ombelicali sono relativamente comuni e generalmente innocue. Poiché un'ernia ombelicale nei bambini ritorna molto spesso da sola, di solito non vengono prese misure terapeutiche. Il bendaggio del centro del corpo può favorire il processo di guarigione, ma raramente è necessario. Tuttavia, la frattura, che è riconoscibile come una protuberanza sotto la pelle, dovrebbe essere osservata dai caregiver del bambino. Se l'area cambia, se il bambino soffre o la pelle diventa bluastra, consultare immediatamente un medico.

Anche durante la gravidanza, ci sono occasionali ernie ombelicali, che sono anche dopo la nascita ma anche molto spesso da sole regresso. La ginnastica ed evitare un eccessivo aumento di peso può ridurre il rischio di avere un'ernia ombelicale nelle donne in gravidanza.

Le ernie ombelicali negli adulti che non si aspettano un bambino sono spesso dovute a un lavoro fisico scorretto o a un'obesità grave. Di solito non sono pericolosi, ma dovrebbero essere trattati chirurgicamente per prevenire lo stallo di organi potenzialmente letale, che è molto più comune negli adulti che nei bambini. Chiunque soffra di un'ernia ombelicale acuta dovrebbe, soprattutto, astenersi dal sollevarsi duramente, per non allargare il punto di rottura. Anche dopo un'operazione riuscita dovrebbe essere evitato un sollevamento pesante, quindi non arriva a un'altra ernia ombelicale. Se sei in sovrappeso, perdere peso riduce il rischio di ernia ombelicale.

Tag: 
  • trattamenti 
  • cuore e circolazione 
  • gravidanza 
  • consulente 
  • neonati e bambini 
  • Top