Le dieci domande e risposte più importanti sul sangue del cordone ombelicale

Da qualche tempo, banche del sangue specializzate offrono ai genitori l'opportunità di conservare le cellule staminali dal sangue del cordone ombelicale. È senza dubbio una buona idea rimuovere e conservare il sangue del cordone ombelicale dopo il parto, perché può essere prezioso per il bambino più avanti nella vita. Tuttavia, prima di prendere la decisione finale, è consigliabile chiarire alcune importanti domande sul sangue del cordone ombelicale e sui suoi effettivi benefici. Spesso i genitori in attesa si rendono conto solo per quale scopo viene prelevato il sangue e quali effetti di vasta portata può avere sulla propria vita.

Come viene prelevato il sangue del cordone ombelicale?

Prima che il sangue venga prelevato dal cordone ombelicale, il bambino nasce completamente solo. Non importa se si tratta di un taglio cesareo o di un parto naturale, perché in tutti i casi è utile il sangue del cordone ombelicale. Secondo Kidsgo, è persino possibile prelevare il sangue dopo un parto in acqua.

Il medico curante ha bisogno di un set speciale per prelevare il sangue, che consiste in alcuni utensili. Solo dopo Abnabeln viene condotto il sangue nel cordone ombelicale bloccato su un ago appuntito in un sacchetto sterile. Immediatamente dopo, il trasporto avviene in una banca del sangue specializzata.

La rimozione è pericolosa?

La rimozione è completamente indolore e non ci sono rischi per la salute.

Ci sono requisiti specifici per lo stoccaggio?

Dopo aver trasportato il sangue del cordone ombelicale nella banca del sangue, il sangue viene immagazzinato in un modo speciale. Ecco alcuni punti importanti da tenere a mente per mantenere la durabilità e l'integrità delle cellule staminali:

  • Prima della conservazione, il sangue del cordone ombelicale viene testato ed esaminato in condizioni igieniche rigorose.
  • Le cellule staminali isolate vengono conservate a una temperatura di circa -195 gradi Celsius.
  • Tutti i dati rilevanti sulle proprietà del sangue e delle cellule staminali sono documentati per iscritto.

Quanto dura il sangue del cordone ombelicale?

Oggi è chiaro che le cellule staminali correttamente conservate possono durare per molti decenni e possono quindi essere utili ai loro proprietari in età adulta. Quindi è possibile scegliere tra diversi modelli temporali per l'archiviazione privata.

Contro quali malattie possono aiutare le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale?

Il potenziale di guarigione del sangue del cordone ombelicale non è stato completamente esplorato, anche dopo molti anni di ricerca. Tuttavia, il fatto è che ci sono un gran numero di malattie in cui la somministrazione di sangue del cordone ombelicale o delle cellule staminali può portare a una cura.

malattiaStato della ricerca
leucemiaSoprattutto con i bambini malati di leucemia, le possibilità di recupero con sangue del cordone ombelicale sono molto grandi. Negli adulti, la quantità di cellule non è sempre sufficiente, motivo per cui ha bisogno di più di un donatore.
autismoOra ci sono diversi studi sul trattamento dell'autismo con sangue del cordone ombelicale. Risultati concreti su questo argomento non sono ancora disponibili.
diabeteIn uno studio, i pazienti con diabete di tipo 1 sono stati in grado di migliorare significativamente le loro condizioni attraverso il trattamento con sangue del cordone ombelicale.
paralisi cerebraleIn studi recenti, è stato possibile mitigare gli effetti di questa malattia con la somministrazione di sangue del cordone ombelicale.

Sulla base delle quattro malattie menzionate, è chiaro che il sangue del cordone ombelicale è molto importante in medicina. Dopotutto, la ricerca continua a svilupparsi in questo campo, motivo per cui in futuro ulteriori malattie avranno la possibilità di essere trattate con sangue del cordone ombelicale. Ictus, morbo di Alzheimer, sclerosi multipla e attacchi di cuore sono tra le malattie potenzialmente curabili.

Il sangue del cordone ombelicale è utile solo per il suo ex donatore?

Non solo il tuo bambino può beneficiare delle cellule staminali dal suo sangue del cordone ombelicale. Quindi è del tutto possibile che anche i familiari malati possano essere curati dalle cellule staminali. Inoltre, il sangue del cordone ombelicale che non viene conservato privatamente ma donato pubblicamente è utile per qualsiasi destinatario idoneo. Per questo motivo, i dati sulle cellule staminali sono ben documentati, registrati e resi disponibili a livello internazionale.

La rimozione è sempre a pagamento?

Può costare solo l'archiviazione privata del sangue del cordone ombelicale. L'importo di questi importi dipende dalla durata della conservazione e, naturalmente, dalla scelta del fornitore. Tuttavia, ci sono due casi in cui i genitori non devono pagare per la conservazione del sangue del cordone ombelicale:

La donazione pubblica va a beneficio del grande pubblico, il che la rende completamente gratuita per i genitori. Il sangue del cordone ombelicale viene rimosso a tale scopo nella clinica e quindi inviato a una banca del sangue pubblica. Esiste una costante riconciliazione dei dati genetici di tutti i potenziali destinatari e una volta trovata una persona adatta, il sangue del cordone ombelicale può essere utilizzato per loro.

La donazione diretta è un caso speciale nel campo della rimozione del sangue del cordone ombelicale, perché già al momento della nascita, il destinatario del sangue è fisso. Questo può essere, ad esempio, un fratello, che può essere curato dalla somministrazione di sangue del cordone ombelicale da una grave malattia. Poiché la rimozione avviene in questo caso specificamente a scopo di guarigione, le compagnie di assicurazione sanitaria assumono tutti i costi derivanti.

Quali sono le differenze tra una donazione pubblica e l'archiviazione privata?

La differenza principale non è il costo di una donazione pubblica rispetto all'archiviazione privata. Il più decisivo è il fatto che il bambino nella fase successiva non ha diritto al proprio sangue del cordone ombelicale.

Quindi, se in futuro avrà bisogno delle proprie cellule staminali, potrebbero già essere state utilizzate per un altro donatore. Fondamentalmente, tuttavia, questo non è sempre drammatico, perché non tutte le malattie rendono utile la somministrazione delle proprie cellule staminali. Ad esempio, alcune malattie, come la leucemia, possono essere curate solo con sangue del cordone ombelicale donato da un'altra persona, poiché le loro stesse cellule staminali contengono molto probabilmente la predisposizione alla leucemia sin dall'inizio.

Il sangue del cordone ombelicale viene esaminato prima della conservazione?

Di norma, ha luogo un esame approfondito del sangue del cordone ombelicale. Qui, il sangue è anche testato per agenti patogeni.

Inoltre, viene determinato il numero di cellule staminali e esiste una documentazione precisa dei punti chiave genetici, sulla base della quale può essere garantita l'idoneità di un successivo destinatario.

Ogni sangue di cordone ombelicale estratto può essere utilizzato per la conservazione?

Non è sempre possibile isolare sufficienti cellule staminali dal sangue del cordone ombelicale inviato. In tal caso, o anche nell'infestazione del sangue con agenti patogeni pericolosi, una conservazione non si materializza.

Tag: 
  • dentizione 
  • cosmetici e benessere 
  • processi corporei 
  • medico 
  • hausmittel 
  • Top