Il sanguinamento si riferisce al sanguinamento che si verifica con ritardo dopo l'intervento chirurgico. Possono svilupparsi su tutti gli organi del corpo e avere effetti potenzialmente letali se non vengono rilevati in tempo.

Cosa stanno ricucendo?

Il sanguinamento si riferisce al sanguinamento che si verifica con ritardo dopo l'intervento chirurgico. Possono insorgere su tutti gli organi del corpo.

Il sanguinamento è possibile nella cavità addominale, nonché dopo l'estrazione del dente o su ferite esterne a causa di incidenti. Sono tra i rischi operativi più comuni e possono avere caratteristiche diverse.

Il sanguinamento successivo si verifica spesso quando l'anestetico svanisce, perché provoca la contrazione dei vasi sanguigni. Rilassa i vasi, il flusso sanguigno è di nuovo maggiore. Nel caso di ferite dentali, ad esempio, sulla ferita possono comparire sanguinamenti spontanei o emorragie trasudanti.

In ginecologia, il termine rebleeding si riferisce a un'estensione del sanguinamento mestruale, complicanze chirurgiche o un ciclo intermestruale. Si verifica anche emorragia postpartum.

A seconda dell'entità e dell'organo interessato, il reeding è un'emergenza che deve essere curata dal medico o dalla clinica. Il sanguinamento si verifica soprattutto nelle persone con disturbi della coagulazione del sangue o infezioni della ferita.

L'ipertensione aumenta il rischio. Suture inadatte, caricamento troppo precoce da parte del paziente, disturbi della guarigione delle ferite o ematomi all'interfaccia possono causare lo scoppio di una sutura chirurgica.

L'infezione della ferita immettendo i batteri nella ferita può causare infiammazione locale e scoppio della ferita. La rimozione delle mandorle, una procedura altrimenti innocua nella faringe, comporta anche il rischio di ripiegamento.

cause

Dopo una rimozione faringea delle tonsille, la crosta si dissolve circa 5-8 giorni dopo l'operazione, accompagnata da una leggera emorragia, che di solito si ferma da sola. Ciononostante, il ricadere con circa il 4% è la complicanza più comune della tonsillite faringea (tonsillectomia).

Di norma, questi sanguinamenti indesiderati vengono arrestati mediante elettroagulazione. Il medico chiude il tessuto mediante combustione puntuale mediante elettricità. I bambini devono essere attentamente monitorati dopo una rimozione delle mandorle, poiché la tosse può causare sanguinamento. Il sanguinamento pesante richiede sempre un trattamento in ospedale.

In ginecologia, non tutte le emorragie possono essere classificate come pericolose; anche il sanguinamento durante la gravidanza può avere molte cause. Il sanguinamento intermittente all'inizio della gravidanza è percepito come minaccioso, ma non porta necessariamente ad un aborto spontaneo. Anche gli spotting nella gravidanza successiva sono generalmente innocui. Tuttavia, se si verifica un sanguinamento rosso intenso e intenso, il paziente deve andare immediatamente in ospedale, oltre a sanguinare per il dolore. Anche alla fine della gravidanza, in alcune donne si verifica una scarica sanguinolenta di muco, che di solito è un segno di Vorwehen.

Dopo un rapporto sessuale o un esame, può verificarsi sanguinamento poiché i piccoli vasi sanguigni potrebbero essere stati feriti. Questo non sempre mostra immediatamente, a volte l'emorragia si verifica solo un giorno dopo.

Molte operazioni addominali non sono complicate, ma comportano sempre il rischio di ricadute. Dopo la rimozione uterina, il sanguinamento è una complicanza comune che può derivare da lesioni al tessuto adiacente. Il sanguinamento cervicale si verifica spesso durante la rimozione dei tessuti sulla cervice.

In menopausa, anche dopo molto tempo può verificarsi sanguinamento improvviso. Quindi il livello ormonale non si è ancora stabilizzato. Ma possono anche essere il sintomo di un carcinoma. È pertanto sempre necessaria una visita medica.

Malattie con questo sintomo

  • tumore
  • pascolare
  • infezione della ferita
  • tra sanguinamento
  • taglio
  • lacerazione
  • la guarigione della ferita
  • aborto spontaneo
  • morso della ferita
  • contuso
  • disturbo della coagulazione
  • smacchiatura

complicazioni

Il sanguinamento postoperatorio è una complicazione della chirurgia, che può variare notevolmente a seconda della procedura e della posizione. Questi si presentano soprattutto quando le navi dell'area operata non sono state completamente chiuse o sono presenti disturbi della coagulazione. A seconda della posizione dell'emorragia, può portare ad altre conseguenze pericolose.

Il sanguinamento è molto pericoloso intorno al collo e alla gola. La trachea può essere ristretta anche con piccole quantità di sangue, in modo che il risveglio possa causare difficoltà respiratoria e soffocamento. Il sanguinamento nell'addome provoca forti dolori di stomaco e può portare ad un'appendicite di diagnosi errata.

Nel peggiore dei casi, può portare a uno shock emorragico, specialmente nel sanguinamento interno di grandi dimensioni, che è un'emergenza medica. C'è un calo della pressione sanguigna e un aumento della frequenza cardiaca. Quando colpiti, gli organi importanti non ricevono più sangue sufficiente e possono morire rapidamente. Se non trattata, una forte perdita di sangue può persino portare alla morte del paziente.

Se l'emorragia persiste a lungo dopo l'operazione, si perde una grande quantità di ferro. Il ferro è importante per la formazione del sangue e provoca un'anemia (anemia sideropenica). La capacità della persona colpita diminuisce drasticamente ed è caratterizzata da affaticamento cronico.

Quando dovresti andare dal dottore?

Il sanguinamento è una complicanza tipica dell'intervento chirurgico e di solito priva di problemi. Si consiglia la visita di un medico per forti sanguinamenti intorno al collo e alla gola, poiché in questo caso c'è un soffocamento acuto. Per emorragie intense o di lunga durata, consultare un medico. Un leggero sanguinamento deve essere chiarito se provoca un forte disagio come nausea e vomito o infiammazione dell'area della cicatrice.

Ciò è particolarmente vero se l'emorragia è stata causata da una caduta o da un movimento innaturale. Se si sospetta che la cicatrice chirurgica sia stata riaperta, deve essere discussa immediatamente con il medico responsabile per evitare ulteriori disagi e gravi complicazioni. Il sanguinamento, associato a un calo della pressione sanguigna e un aumento della frequenza cardiaca, suggerisce un grave shock emorragico. In questo caso, il servizio di salvataggio deve essere avvisato immediatamente. Il sanguinamento cronico deve essere chiarito dal medico curante in modo che non ci siano anemia e sintomi di carenza.

Medici e terapisti nella tua zona

↳ Per trovare medici e terapisti specializzati nella tua zona, fai clic su: "Cerca specialisti nella tua zona" o inserisci un indirizzo a tua scelta (ad es. "Berlino" o "Augustenburger Platz 1 Berlino"). f.name) .join (', ') "> ↳ Sei un medico o un terapista e non trovi qui? Contattaci!

Malattie e lamentele

Il sanguinamento postoperatorio si verifica ancora e ancora. La tendenza al sanguinamento postoperatorio è determinata da fattori esterni e dipende dalla costituzione individuale del paziente. Dopo l'intervento chirurgico, si può notare un'emorragia se la sala di recupero è ben monitorata e il paziente si lamenta di disagio.

La gravità del sanguinamento dipende dalla posizione dell'organo interessato e dalla quantità di perdita di sangue. Nel caso di una ferita esterna, la perdita di sangue può essere localizzata con precisione e la ferita può essere facilmente fornita applicando una medicazione. Dopo poco tempo si formano delle croste a causa della coagulazione del sangue e la ferita guarisce.

Se viene ferito un flusso sanguigno interno, si forma un ematoma e il sangue non penetra all'esterno. Poiché il sanguinamento interno può passare inosservato per molto tempo, sono molto più pericolosi. Sebbene il sanguinamento esterno possa essere minaccioso, di solito vengono trattati più velocemente.

Un litro di perdita di sangue può essere potenzialmente letale per un adulto medio. Per i bambini c'è il rischio di morte anche con meno perdite di sangue. Se sono interessati solo i piccoli vasi sanguigni dello strato superiore della pelle, la perdita di sangue è generalmente bassa. Tuttavia, se i vasi sanguigni nel tessuto sottocutaneo o le arterie principali sono feriti, c'è già una grave perdita di sangue nelle piccole incisioni. Se le arterie sono ferite, il sangue fuoriesce al ritmo del polso.

Un forte sanguinamento può portare all'incoscienza e al collasso circolatorio. Esiste il rischio di sanguinamento shock. Quindi ci sono gli stessi sintomi di ogni shock: la persona colpita si congela, è pallida e ha il sudore freddo sulla fronte. Nel peggiore dei casi, l'arresto cardiaco minaccia.

L'emofilia, tuttavia, è un disturbo ereditario della coagulazione del sangue e colpisce principalmente gli uomini. Poiché il loro sangue in questo caso, manca un importante fattore di coagulazione, possono sanguinare anche con piccole lesioni, a meno che non siano trattati prontamente corretti.

Outlook e previsioni

Il sanguinamento può verificarsi in molte ferite e non porta necessariamente a complicazioni. Di norma, il medico può chiudere il risanguinamento con l'aiuto dell'elettricità relativamente bene e fermare l'emorragia in tal modo. Tuttavia, se l'emorragia è molto grave, è necessario visitare urgentemente un ospedale o chiamare un'ambulanza.

Il sanguinamento si verifica anche durante il rapporto sessuale, ma è un sintomo innocuo. Nella maggior parte dei casi, l'emorragia si interrompe dopo breve tempo e non porta a ulteriore dolore.

Se il reeding non viene trattato correttamente, possono svilupparsi infiammazione o un'infezione. Questo porta a dolore e prurito. La probabilità di risanguinamento dipende fortemente dalla regione su cui è stato operato. Soprattutto nell'area dei polmoni o della trachea, tale sanguinamento è pericoloso e deve essere trattato da un medico.

Se il paziente perde troppo sangue, può morire. Questo caso si verifica raramente. Nella maggior parte dei casi, il risanguinamento può essere relativamente ben fornito e chiuso.

Puoi farlo da solo

Il sanguinamento è un sintomo grave e deve sempre essere controllato prima da un medico. Accompagnando il trattamento medico, i sintomi possono essere alleviati da impacchi freddi e rimedi casalinghi rilassanti come cannella o pepe di Cayenna. Le tisane regolano la circolazione e inibiscono l'infiammazione e il dolore.

Quando si sanguina dopo un'operazione di mandorle, aiuta a posizionare i cubetti di ghiaccio nel collo o fare i gargarismi con acqua ghiacciata fino a quando il sanguinamento non si placa. Se ciò non aiuta, consultare uno specialista ORL. Il risanguinamento esterno può anche essere ridotto dalla vaselina o dall'aceto. Per le ferite fortemente sanguinanti, l'amido di mais aiuterà a diffondersi direttamente sulla ferita e fermerà l'emorragia. Sugar e Listerine hanno un effetto simile.

L'allume ha un effetto emostatico e può essere applicato direttamente sulla ferita sotto forma di un perno di allume o di un blocco di allume. Inoltre, si consiglia di cambiare la medicazione e di collegare la ferita con una benda sterile. L'area interessata del corpo deve essere conservata il più possibile e risparmiata fino a quando non si interrompe il sanguinamento. Il sanguinamento acuto può essere fermato da una pressione costante sulla ferita.

Tag: 
  • dispositivi medici 
  • hausmittel 
  • anatomia 
  • formazione scolastica 
  • consulente 
  • Top