La ghiandola parotide è molto sensibile a varie forme di malattia a causa del libero accesso attraverso l'orecchio. A causa della connessione con la cavità orale, questo di solito è anche influenzato dall'infiammazione. Le cause della parotite sono altrettanto diverse e dovrebbero sempre essere valutate da uno specialista.

Che cos'è la parotite?

In una malattia della ghiandola parotide, il cosiddetto parotide, di solito è un'infiammazione. Le pietre salivari (sialolite) possono ridurre il drenaggio della saliva. Ancora una volta, è probabile una diffusione dell'infiammazione. Particolarmente spiacevole per le persone colpite sono il conseguente dolore nel gonfiore della ghiandola parotide. A causa della guaina stretta con uno strato di tessuto connettivo, i tratti nervosi sono spesso schiacciati. Ciò può causare varie disfunzioni e forti dolori.

cause

Per una malattia della ghiandola parotide sono possibili diverse cause: infezioni batteriche e virali, malattie autoimmuni, calcoli salivari, gonfiori della ghiandola salivare, tumori benigni e maligni.

Un quadro di malattia è la cosiddetta parotite. Innescato dal virus della parotite. È un'infiammazione molto dolorosa. L'infezione batterica si verifica spesso in associazione con altre malattie della ghiandola parotide, come i calcoli salivari. Il drenaggio della saliva bloccato porta ad un assedio con batteri, che a loro volta causano infiammazione dello stesso. La maggior parte di questi sono stafilococchi o streptococchi. Un'infezione batterica può rapidamente sviluppare un'infiammazione cronica. Pertanto, si consiglia un trattamento tempestivo e coerente.

La ghiandola parotide può anche essere affetta da una malattia autoimmune. Questa è una bocca secca cronica che in combinazione con altri sintomi, la cosiddetta sindrome di Sjögren. Soprattutto gli uomini sono colpiti dalla formazione delle cosiddette pietre salivari (scialitiasi). Ciò è spesso dovuto alla salivazione alterata in combinazione con un cambiamento nella composizione salivare.

Il gonfiore indolore delle ghiandole salivari è solitamente associato a malattie autoimmuni come diabete mellito o ipertiroidismo, ipertiroidismo. Anche l'assunzione di alcuni farmaci può causare un gonfiore della ghiandola salivare. Inoltre, può portare a ulcere sulla ghiandola salivare.

Sintomi, reclami e segni

I sintomi della parotite si verificano di solito improvvisamente e fortemente. Inoltre, i reclami sono spesso unilaterali. Solo con una malattia della parotite arriva da entrambe le parti a lamentele. Anche se non ci sono sintomi, possono ancora essere presenti calcoli salivari. Da quando la persona che soffre di disagio dipende dalle dimensioni della pietra.

In ogni caso, il punto si gonfia, fa male e diventa duro. I sintomi aumentano quando si assumono i pasti, in quanto ciò porta ad un aumento della salivazione. La saliva a sua volta preme sul tessuto infiammato. A causa del processo infiammatorio esistente, il corpo di solito reagisce con la febbre.

La pelle intorno alla ghiandola salivare diventa rossa e si sente calda. Se l'infiammazione è già avanzata, può anche portare a pus in bocca. Se una malattia delle ghiandole salivari è semplicemente una pietra salivare, può anche essere senza sintomi. Tuttavia, questa zona è gonfia.

Diagnosi e decorso della malattia

Per la diagnosi è necessario un esame approfondito della ghiandola salivare. Per differenziare se è solo una pietra salivare o addirittura un'infiammazione, il medico eseguirà una storia approfondita. Se il pus entra in bocca durante la palpazione della ghiandola, questa è un'ulteriore prova di infiammazione. Il medico effettuerà un tampone della sostanza e avvierà un esame di laboratorio.

Ciò consente di determinare i batteri responsabili dell'infiammazione. È inoltre indicato un ulteriore esame della cavità orale in quanto può fornire indizi sulla causa della malattia. Allo stesso modo, è possibile un esame del sangue. Per essere in grado di distinguere tra calcoli salivari, ascessi o tumori, il medico ordinerà un esame ecografico. L'uso di una risonanza magnetica, una TC o un'endoscopia sono anche possibili metodi di esame. Un'altra tecnica di imaging è la scialografia. Il medico inietta un mezzo di contrasto. Nell'immagine a raggi X successiva, possono essere rappresentati i sistemi di andatura della ghiandola salivare. Pertanto, è possibile ottenere la conoscenza delle dimensioni e della posizione delle pietre salivari.

complicazioni

Di norma, i pazienti soffrono di un forte gonfiore a causa della parotite. Ciò può verificarsi anche su entrambi i lati della testa e riduce enormemente la qualità della vita. Inoltre, porta anche alla febbre e un malessere generale. I pazienti si sentono deboli e picchiati e soffrono anche dei sintomi di un'infezione influenzale.

Inoltre, si tratta di arrossamento e riscaldamento della pelle e delle ghiandole salivari da parte della parotite. In bocca, il pus può svuotarsi se la malattia non viene curata. Nella maggior parte dei casi, la parotite non causa particolari complicazioni. Inoltre, il trattamento diretto non è sempre necessario in modo che in alcuni casi la parotite possa essere completa senza sintomi.

Il trattamento della parotite viene effettuato con l'aiuto di antibiotici e di solito porta relativamente rapidamente al successo. Non ci sono complicazioni L'aspettativa di vita del paziente non è influenzata negativamente dalla parotite.

Quando dovresti andare dal dottore?

Il dolore nelle e nelle orecchie deve essere esaminato da un medico. L'uso di un antidolorifico non è raccomandato senza consultare un medico. Può portare a complicanze e sequele, con conseguente ulteriore indebolimento della salute. La riduzione dell'udito è preoccupante e deve essere presentata a un medico. È irrilevante se si tratti di irregolarità unilaterali o bilaterali. La formazione di pus è un segnale allarmante.

Se viene percepito un sapore sgradevole in bocca o se l'infiammazione si diffonde, consultare un medico. Può presentarsi un decorso sfavorevole della malattia in sepsi, quindi esiste un rischio per la persona interessata. Se è consigliabile un aumento dei sintomi associati ad un aumento della salivazione, è consigliabile la visita di un medico.

Dopo aver mangiato o in altre situazioni stimolanti, si verifica la stimolazione della salivazione. Questo irrita le aree infiammate. Una irrequietezza interiore, malessere, disturbi della concentrazione e un aumento della temperatura corporea sono ulteriori segni di un danno alla salute. È necessaria una visita da un medico per consentire la diagnosi e l'assistenza medica. Il gonfiore nelle orecchie indica anche una condizione che deve essere chiarita.

Terapia e terapia

La terapia dipende sempre dal fattore scatenante dell'infiammazione. In generale, è vantaggioso stimolare la salivazione e lavare le ghiandole in questo modo. Questo aiuta con pastiglie acide e dolci e liquidi come il succo di limone. In caso di infestazione batterica viene prescritto un antibiotico. Un'infestazione virale può aiutare con antidolorifici e farmaci antinfiammatori.

Anche in questo caso, è necessario prestare attenzione per garantire un'igiene orale completa e il lavaggio della ghiandola. Ascessi e tumori possono essere rimossi solo con un intervento chirurgico. Le pietre di saliva, d'altra parte, possono essere rilasciate da una cosiddetta fessura dell'andatura e massaggi quando si trovano nell'area di uscita. Pietre profonde con una dimensione massima di otto millimetri o quelle che non possono essere toccate, il medico può trattare con un suono mirato. Nel migliore dei casi, questi si rompono e vengono trasportati attraverso la saliva verso l'esterno. Pietre più grandi dovrebbero anche essere rimosse chirurgicamente.

Outlook e previsioni

La prognosi della parotite è favorevole nella maggior parte dei casi. Se la malattia è debole, la persona interessata può iniziare autonomamente un recupero. In questi casi, la salivazione deve essere stimolata. Questo può essere fatto indipendentemente dall'assunzione di cibo. L'aumento della salivazione aiuta ad alleviare i sintomi e può provocare una guarigione spontanea. In linea di principio, anche con sintomi lievi, la cooperazione con un medico dovrebbe essere cercata per determinare lo stadio della malattia della ghiandola parotide e per essere in grado di reagire immediatamente a qualsiasi cambiamento.

In caso di sintomi più pronunciati, si verifica la somministrazione di farmaci. I principi attivi somministrati aiutano a uccidere i patogeni. Successivamente, vengono trasportati via attraverso il flusso sanguigno dell'organismo ed escreti. Nel giro di poco tempo c'è già un sollievo dei reclami e dopo alcuni giorni o settimane viene documentato un reclamo.

Nel caso di un decorso molto sfavorevole della malattia, i medicinali somministrati rimangono inefficaci. Se i patogeni si sono già diffusi ampiamente o sono pazienti ad alto rischio, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Un'operazione è associata a questa malattia in pochi passaggi, quindi le possibili complicanze sono molto basse. Dopo il processo di guarigione della ferita, la persona interessata viene normalmente rilasciata dal trattamento entro poche settimane come procedura priva di sintomi.

prevenzione

Il maggior rischio di infiammazione delle ghiandole salivari è dovuto alla formazione di calcoli salivari. Ciò può essere facilmente evitato prestando attenzione a una quantità sufficiente di acqua potabile e un'igiene orale approfondita. Per purificare le ghiandole salivari, si consiglia di stimolare la salivazione mediante caramelle senza zucchero. Quindi anche le piccole pietre esistenti possono essere risciacquate.

post-terapia

Nel caso della parotite, l'interessato di solito ha solo poche e persino limitate possibilità e misure di assistenza di follow-up diretto disponibili. Per questo motivo, un medico deve essere consultato molto presto in questa malattia per prevenire l'insorgenza di altre complicanze e lamentele. La parotite non può essere autorigenerante, quindi la persona interessata deve sempre fare affidamento su visita medica e trattamento.

La maggior parte dei malati dipende dall'uso di vari farmaci nella malattia. Spesso vengono anche presi antibiotici, per cui l'interessato dovrebbe fare attenzione a non prenderli insieme all'alcol. È anche importante assicurarsi che il dosaggio sia corretto e che i medicinali vengano assunti regolarmente per alleviare i sintomi in modo permanente.

Controlli regolari da parte di un medico sono anche molto importanti in quanto potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. Dopo tale operazione, l'area interessata è particolarmente ben protetta, quindi non arriva a infezioni o infiammazioni. La parotite di solito non riduce l'aspettativa di vita della persona interessata. Altre misure e opzioni per l'assistenza di follow-up non sono disponibili per il paziente.

Puoi farlo da solo

Il trattamento farmacologico della parotite può essere supportato positivamente con alcuni rimedi casalinghi. I pazienti devono essere consapevoli dei cibi morbidi e dell'idratazione adeguata durante la terapia. Questo tipo di dieta allevia le ghiandole salivari e fornisce una buona prevenzione della secchezza della saliva.

Ad esempio, il sollievo dal dolore può portare buste di raffreddamento. Per un dolore più intenso può essere utilizzato su antidolorifici, il cosiddetto "reumatismo" (ad esempio: diclofenac di droga). Il consumo di caramelle acide o bevande acide (ad esempio, succo di limone) dovrebbe accelerare la secrezione di saliva. Lo stesso effetto ha anche un massaggio della ghiandola parotide interessata. In questo modo viene impedita la formazione di calcoli salivari. In questo modo si possono secernere anche pietre di saliva più piccole già esistenti. I medici raccomandano anche di masticare gomme da masticare senza zucchero per il supporto terapeutico.

Dopo ogni pasto, i pazienti devono pulire a fondo i denti per garantire un'adeguata igiene orale. Inoltre, i pazienti devono anche usare il collutorio per pulire anche con i punti difficili da raggiungere in bocca. Si consiglia ai pazienti con parotite acuta di dare al corpo riposo sufficiente. Inoltre, un'irradiazione con la luce rossa porta un miglioramento.

Tag: 
  • anatomia 
  • consulente 
  • Malattie 
  • patogeno 
  • medico 
  • Top