• Tuesday February 25,2020

quetiapina

Quetiapina è il nome dato a un farmaco usato per curare le malattie mentali. Appartiene al gruppo dei neurolettici atipici.

Che cos'è la quetiapina?

La quetiapina è un neurolettico atipico. Questo gruppo di farmaci viene utilizzato principalmente per il trattamento dei disturbi bipolari e della schizofrenia. La quetiapina ha anche il vantaggio di essere un antipsicotico di seconda generazione, con minori effetti collaterali.

La quetiapina è stata sviluppata dalla società farmaceutica internazionale AstraZeneca negli anni '90. Questo è stato seguito da un ulteriore sviluppo della prima generazione di neurolettici tipici. L'approvazione della quetiapina è avvenuta nel 1997 negli Stati Uniti. Poco tempo dopo seguirono i paesi europei. Dopo la scadenza del brevetto di quetiapina nel 2012, sono stati rilasciati molti farmaci generici.

In Germania, il neurolettico atipico con il nome commerciale Seroquel® è sul mercato. Poiché la quetiapina è soggetta a prescrizione medica, è necessario effettuare una prescrizione in farmacia.

Azione farmacologica

Tra le sostanze messaggere più importanti tra il cervello umano e le cellule nervose c'è la dopamina. Lo spurgo del neurotrasmettitore fa sì che le cellule nervose a valle ricevano segnali attraverso i recettori che fungono da docking site.

È la capacità di ricordare le cose, essere felici, essere motivati ​​o fare movimenti orientati all'obiettivo. Tuttavia, un eccesso di dopamina minaccia problemi che vanno dal piacere maniacale alla schizofrenia e alla perdita della realtà.

Per il trattamento di questi disturbi mentali correlati alla dopamina viene utilizzata la quetiapina. Il neurolettico atipico lega i recettori della dopamina nel cervello senza che la loro attivazione abbia luogo. In questo modo, si verifica un blocco, che garantisce una riduzione della dopamina a livelli normali.

Uno svantaggio della quetiapina, tuttavia, è che il farmaco occupa anche i recettori dell'adrenalina e della noradrenalina. Di conseguenza, esiste il rischio di effetti collaterali come bassa pressione sanguigna e sonnolenza.

Dopo la sua ammissione, il metabolismo della quetiapina si verifica completamente all'interno del fegato. I prodotti di degradazione del farmaco hanno anche effetti antipsicotici. Circa il 50 percento del neurolettico ha lasciato l'organismo dopo circa sette ore. La quetiapina viene escreta per il 75 percento con l'urina e il 25 percento con le feci.

Applicazione e uso medici

La quetiapina è usata nel trattamento della psicosi. Questi includono soprattutto la schizofrenia, i disturbi bipolari e le malattie maniacali. Inoltre, il farmaco ha un effetto calmante su agitazione, disturbi d'ansia e depressione. Le fasi depressive o maniacali non possono contrastare completamente la quetiapina. Tuttavia, il farmaco è considerato utile per prevenire le ricadute.

Mentre dosi più elevate di neurolettici vengono somministrate come parte di un trattamento acuto, una dose più lunga di terapia si traduce in una dose più bassa. L'assunzione di quetiapina di solito avviene in compresse. I pazienti di solito assumono compresse a rilascio prolungato, che rilasciano il principio attivo con un ritardo. Ciò può raggiungere un livello ematico stabile.

Il dosaggio di quetiapina dipende dal rispettivo campo di applicazione. In tutti i casi, il trattamento è iniziato lentamente. Ciò significa che il paziente inizialmente riceve solo dosi più piccole, che vengono poi gradualmente aumentate nel corso della terapia fino a quando si manifesta l'effetto desiderato. Come parte della terapia di mantenimento, il medico riduce la quantità di ingrediente attivo alla dose ragionevole più bassa.

La quetiapina viene assunta una o due volte al giorno, indipendentemente dai pasti. È importante adattare la dose individualmente al paziente.

Rischi ed effetti collaterali

L'uso di quetiapina può essere associato ad effetti collaterali indesiderati, ma non tutti i pazienti. Nella maggior parte dei casi, effetti collaterali come mal di testa, sonnolenza, sonnolenza, aumento di peso, aumento del colesterolo, diminuzione del colesterolo HDL, aumento dei livelli di trigliceridi, tachicardia (battito cardiaco accelerato), secchezza delle fauci, naso che cola, costipazione, nausea, vomito, una leucopenia (mancanza di globuli bianchi) e un elevato livello di zucchero nel sangue.

Occasionalmente possono verificarsi anche tic o contrazioni, diabete mellito di tipo 2, convulsioni, eruzioni cutanee, prurito, angioedema o svenimento. Se l'uso della quetiapina provoca una sindrome neurolettica maligna, la terapia deve essere immediatamente interrotta.

La quetiapina non deve essere utilizzata se il paziente è ipersensibile al farmaco. Poiché il fegato subisce un intenso rimodellamento della sostanza, non è consentito assumere altri medicinali che causano lo stesso metabolismo. Questi farmaci includono inibitori della proteasi dell'HIV-1, nefazodone antidepressivo, agente antifungino ketoconazolo e antibiotici claritromicina ed eritromicina.

Un'attenta valutazione del rapporto rischio-beneficio da parte del medico è necessaria in caso di funzionalità epatica compromessa, diabete, convulsioni, bassa pressione sanguigna, malattie cardiache e circolatorie gravi e ictus. Il dosaggio deve essere il più basso possibile. Inoltre, le funzioni degli organi e l'immagine del sangue devono essere controllate regolarmente.

Non ha senso somministrare la quetiapina negli anziani con psicosi correlata alla demenza. Pertanto, hanno un aumento del tasso di mortalità durante la terapia.

Anche durante la gravidanza e l'allattamento è di astenersi dall'uso di quetiapina. Pertanto, non è stato possibile dimostrare un uso sicuro di madre e figlio. Inoltre, vi è un aumentato rischio per il nascituro a causa di effetti collaterali come disturbi del movimento nell'ultimo terzo della gravidanza.

Articoli Interessanti

Menorragia (periodo mestruale lungo e pesante)

Menorragia (periodo mestruale lungo e pesante)

Un periodo mestruale lungo e forte si chiama ginecologia nella menorragia. Si accumula durante il ciclo mensile molto mucosa e durante il periodo mestruale si verifica un sanguinamento lungo e pesante. L'opposto della menorragia è l'oligomenorrea (periodo mestruale breve e debole). Che cos'è la menorragia?

acido glutammico

acido glutammico

L'acido glutammico, i suoi sali (glutammati) e la glutammina, un aminoacido correlato all'acido glutammico, sono stati a lungo oggetto di numerosi resoconti dei media. L'acido glutammico è un componente di tutte le proteine ​​e i loro sali, che fungono da additivi in ​​molti alimenti, hanno il compito di migliorare il gusto. Cos'

solfito

solfito

Il biocatalizzatore solfito ossidasi provoca la conversione dei composti di zolfo tossici dalla scomposizione degli aminoacidi in solfati non tossici. È vitale e quindi si verifica in tutti gli organismi. Se la sua funzione è disturbata da un difetto genetico, porta alla carenza di solfite ossidasi.

Emmentaler

Emmentaler

L'Emmentaler originale proviene dalla Svizzera dall'Emmental. Il formaggio è fatto con enormi ruote. Oggi è offerto in tutti i supermercati, ma queste sono spesso solo "copie" del vero Emmentaler, perché il termine formaggio Emmentaler non è mai stato protetto. L'autentico emmentaler svizzero originale è solitamente disponibile solo in un negozio di formaggi. Que

Cancro al fegato (carcinoma epatico)

Cancro al fegato (carcinoma epatico)

Il cancro al fegato è anche noto come carcinoma epatico; Questa malattia è un tessuto epatico maligno. Sebbene questa malattia sia rara nei paesi industrializzati occidentali, la tendenza è in aumento. Nel sud-est asiatico e in Africa, tuttavia, il cancro al fegato è uno dei tumori più comuni. Cos'è il cancro al fegato? I se

Necrosi del tessuto adiposo nel seno

Necrosi del tessuto adiposo nel seno

La necrosi del tessuto adiposo è un cambiamento generalmente non doloroso nel tessuto adiposo nella mammella, spesso a causa di un trauma. Una necrosi del tessuto adiposo non presenta rischi per la salute e generalmente non necessita di cure. Che cos'è una necrosi dei tessuti adiposi? Non tutti i grumi nella mammella indicano il cancro al seno.