• Thursday February 20,2020

radicolopatia

Una radicolopatia è intesa come danno o irritazione delle radici nervose. Ciò porta a dolore, disturbi sensoriali o paralisi.

Che cos'è la radicolopatia?

La radicolopatia è anche nota come radicolite, sindrome radicale o neurite radicale. Ciò si riferisce al danno alla radice del nervo, che può avere un decorso sia acuto che cronico. È associato a dolore, disturbi sensoriali e paralisi.

Se la compromissione colpisce diverse radici nervose, si tratta di una poliarticolopatia. Le radici nervose sono fibre nervose che si irradiano nel midollo spinale o emergono da esso. Quindi si uniscono per formare un nervo a spirale.

Esistono due radici nervose sul lato destro e sinistro di ciascun segmento di radice. I dati sensibili vengono trasmessi al midollo spinale dalle radici dei nervi posteriori. Al contrario, le radici dei nervi anteriori funzionano per inviare impulsi motori dal midollo spinale ai muscoli periferici.

Se queste radici nervose sono colpite, i medici parlano di una radicolopatia. Particolarmente colpite da una sindrome di radice sono le persone in età media e anziana.

cause

Le cause della radicolopatia sono numerose cause. Nella maggior parte dei casi, i cambiamenti patologici nella colonna vertebrale sono responsabili della condizione. La maggior parte delle radicolopatie si trova nella regione lombare o sacrale.

Le cause più comuni includono la sporgenza dei dischi intervertebrali o l'ernia del disco, che a sua volta provoca irritazione o danno alle radici nervose adiacenti. Nel caso di ernia del disco, il rigonfiamento del disco completo si verifica sulle radici nervose.

A volte può persino venire a un livido. Un'altra causa della radicolopatia sono le osteopatie, che sono cambiamenti infiammatori nelle ossa. In rari casi, il danno alle radici nervose è causato da un tumore osseo.

Tuttavia, il sistema muscolo-scheletrico non è sempre coinvolto nello sviluppo della radicolopatia. Pertanto, la funzione della radice nervosa può anche essere causata da alterazioni del sistema nervoso. Un altro possibile fattore scatenante di una sindrome di radice è l'herpes zoster, una malattia causata da virus.

Il virus responsabile appare prima sotto forma di varicella. Dopo l'infezione sopravvissuta, rimane all'interno delle cellule gliali del corpo. Da lì, può causare malattie per il resto della tua vita. Un'altra malattia infettiva responsabile della radicolopatia è la borreliosi di Lyme, che è causata dal batterio trasmesso dalle zecche Borrelia burgdorferi.

Sintomi, reclami e segni

Un sintomo caratteristico della radicolopatia è il dolore radicolare. Ciò significa che il disagio emana dalle radici nervose della colonna vertebrale. A seconda del decorso del nervo danneggiato, il dolore si irradia nel segmento.

Nell'area del segmento esterno il dolore è spesso sentito più intenso rispetto alla sua origine. A volte il dolore radicolare raggiunge un'intensità tale che la qualità della vita del paziente soffre considerevolmente. In alcune persone, questa circostanza provoca persino la depressione.

Come ulteriori lamentele mostrano disagio nella regione della radice del nervo interessata. Anche i disturbi sensoriali o le menomazioni motorie sono nel raggio del possibile. Occasionalmente, alcuni riflessi possono fallire. La radicolopatia coinvolge diverse radici nervose che alimentano i muscoli respiratori o il diaframma, portando quindi a un rischio di insufficienza respiratoria pericolosa per la vita.

Diagnosi e decorso della malattia

Non è sempre facile diagnosticare la radicolopatia perché i sintomi non sono specifici e possono indicare altre malattie. Pertanto, il medico curante si occupa prima della storia medica del suo paziente e gli chiede possibili condizioni preesistenti e altri reclami.

Di solito le digestioni possono essere ottenute mediante tecniche di imaging. Questi includono esami radiografici per rilevare i cambiamenti ossei, mielografia iniettando un agente di contrasto e tomografia computerizzata (TC) o imaging a risonanza magnetica (MRI), che comporta la ripresa di immagini della regione del midollo spinale.

Nella maggior parte dei casi, la radicolopatia ha un corso positivo. Tuttavia, se il trattamento medico inizia troppo tardi, spesso si verificano complicazioni. Lo stesso vale per le malattie croniche preesistenti, che hanno un decorso degenerativo. Le possibili conseguenze possono essere danni alla colonna vertebrale, al sistema nervoso o al midollo spinale. A volte arriva persino all'incapacità.

complicazioni

Il dolore tipico della radicolopatia può svilupparsi in una condizione cronica nel corso della malattia. Di conseguenza, la qualità della vita del malato soffre in modo significativo e talvolta si manifesta una depressione. Inoltre, ci sono sensazioni anomale nelle radici nervose interessate che, in assenza o in un trattamento troppo tardi, portano alla completa paralisi dell'area interessata.

Occasionalmente, alcuni riflessi possono fallire - incidenti o cadute sono una possibile conseguenza. Se le radici nervose dei muscoli respiratori o del diaframma sono interessate, può verificarsi un'insufficienza respiratoria pericolosa per la vita. Se il trattamento è iniziato troppo tardi, la radicolopatia potrebbe già aver causato gravi danni alle radici nervose.

Anche le condizioni preesistenti protratte causano complicazioni. Quindi ci sono danni permanenti al sistema nervoso, alla colonna vertebrale e al midollo spinale. Anche il dolore cronico può essere impostato nel caso delle corrispondenti condizioni preesistenti. Durante il trattamento, le complicanze dipendono dalla terapia scelta.

Sia la terapia farmacologica che le radiazioni e la chemioterapia possono causare gravi disagi e danneggiare il corpo a lungo termine. A seguito di interventi chirurgici, sono possibili emorragie, disturbi della guarigione delle ferite, infezioni e altre complicanze tipiche.

Quando dovresti andare dal dottore?

La radicolopatia deve essere sempre trattata da un medico. Questa malattia non può essere curata per mezzo di auto-aiuto e non arriva a un'autoguarigione. Prima il medico visita la radicolopatia, maggiori sono le possibilità di una cura completa. Di norma, un medico deve essere consultato quando la persona soffre di un forte dolore, che si irradia dal nervo danneggiato. Il dolore può anche manifestarsi sotto forma di dolore a riposo e avere un effetto negativo sul sonno del paziente.

Allo stesso modo, molti pazienti soffrono di gravi restrizioni ai movimenti e anche di disturbi della sensibilità che hanno un impatto negativo sulla qualità della vita. In alcuni casi, la radicolopatia può anche portare a depressione o altri disturbi mentali che dovrebbero essere trattati da uno psicologo. La radicolopatia stessa è curata da uno specialista. Se si tratta di una guarigione completa, non può essere universalmente previsto. Tuttavia, l'aspettativa di vita del paziente rimane invariata.

Terapia e terapia

Il trattamento della radicolopatia dipende dalla causa responsabile. Se c'è un prolasso del disco, di solito un trattamento conservativo sotto forma di terapia del dolore ed esercizi fisioterapici. Nella fase acuta della malattia, il dolore viene trattato con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

Se il dolore è intenso, è possibile utilizzare una combinazione di oppioidi e neurolettici. Se il paziente soffre di osteoporosi (perdita ossea), infezione, incontinenza o ritenzione urinaria, la chirurgia è considerata utile. Come trattamento di prima scelta, si raccomanda la nucleoplastica minimamente invasiva.

Se un tumore osseo è la causa della radicolopatia, può anche essere rimosso chirurgicamente. Se il tumore è esteso, la radioterapia o la chemioterapia devono essere utilizzate per ridurlo prima dell'intervento chirurgico. Dopo la procedura, il trattamento è spesso continuato con ulteriori radiazioni o con la somministrazione di citostatici.

Se la radicolopatia del virus dell'herpes zoster, il paziente riceve agenti antivirali come valaciclovir, aciclovir o brivudina. La borelliosi cronica di Lyme, d'altra parte, è considerata difficile da trattare. Al fine di evitare la radicolopatia, si raccomanda una terapia antibiotica precoce.

prevenzione

In alcuni casi, la radicolopatia può essere prevenuta. Per contrastare l'ernia del disco, è necessario prestare attenzione a muscoli della schiena stabili e forti. Anche importanti sono l'esercizio sufficiente e la riduzione dell'obesità.

post-terapia

La radicolopatia è un disturbo neurologico in cui alcune radici nervose vengono ferite o attaccate. Il paziente avverte dolore nell'area interessata, si verificano anche paralisi o sensazione di intorpidimento. In alcuni casi, la rispettiva area non può più essere spostata. Nei casi più gravi, il danno ai nervi attacca il muscolo polmonare, causando difficoltà respiratoria e pericolo mortale.

Aftercare è necessario per evitare un tale corso. L'obiettivo è quello di evitare un quadro clinico potenzialmente letale. Inoltre, il dolore dovrebbe essere alleviato, la funzione motoria ripristinata e il paziente curato dopo la terapia. La causa può essere varie malattie di base. Il medico fa la diagnosi e inizialmente tratta la malattia causale.

Durante il follow-up, controlla l'avanzamento della cura, il paziente riceve analgesici per i reclami. Se c'è una radicolopatia cronica, l'assistenza post-terapia è a lungo termine. A regolari appuntamenti medici, viene determinata la condizione della persona interessata. Se necessario, lo specialista prescrive farmaci aggiuntivi.

La radicolopatia causa l'incapacità di funzionare in molti pazienti. La psicoterapia simultanea è consigliabile se la persona sviluppa la depressione. L'ultima opzione di trattamento può richiedere un intervento chirurgico. L'assistenza post-terapia inizia dopo l'intervento chirurgico nel reparto chirurgico ed è continuata dal medico di famiglia.

Puoi farlo da solo

La radicolopatia è associata a dolore e cattiva postura. Per alleviare questi sintomi, i muscoli della schiena devono essere allenati in modo coerente. Questo ha successo sotto la guida di un fisioterapista o di un medico sportivo addestrato. Anche un allenamento indipendente è possibile e dà alla schiena la stabilità necessaria.

I pazienti devono comportarsi in modo da proteggere la schiena e non sollevare carichi pesanti. Queste misure prevengono un aumento dei sintomi e, associato a questo, una ricorrenza della radicolopatia. Symptomathisch può anche essere usato antidolorifico naturale. Prodotti comprovati hanno dimostrato di essere l'aloe vera o l'artiglio del diavolo, che, da un lato, riduce il dolore e, dall'altro, inibisce i processi infiammatori nel corpo.

In caso di radicolopatia grave, deve essere eseguita un'operazione che può essere supportata dal paziente attraverso misure di risparmio e dietetiche. Quali passaggi hanno senso in dettaglio saranno spiegati dal medico responsabile. Infine, il fattore scatenante della radicolopatia deve essere trovato e corretto. Molti malati cambiano professione dopo una grave lesione alle radici nervose o cambiano i loro hobby per alleviare la schiena. L'acquisto di un letto per la schiena e / o una sedia da ufficio può supportare la terapia.


Articoli Interessanti

valvola aortica

valvola aortica

La valvola aortica è una delle quattro valvole cardiache o una delle due cosiddette falde tascabili. Si trova all'uscita del ventricolo sinistro nell'aorta. La valvola aortica si apre durante la contrazione sistolica del ventricolo sinistro e consente l'espulsione del sangue dalla camera nell'aorta, l'inizio della circolazione sistemica.

cellula nervosa

cellula nervosa

La cellula nervosa viene definita nella scienza come un neurone. Questa è una cellula speciale progettata per trasmettere eccitazioni all'interno del corpo. È essenziale per lo scambio di informazioni. Cos'è una cellula nervosa? La trasmissione degli impulsi è il compito più importante della cellula nervosa. In

Tinea corporis

Tinea corporis

La tinea corporis è un'infezione fungina della pelle del corpo, comprese le estremità senza mani e piedi. L'infezione si verifica attraverso funghi filamentosi ed è sintomaticamente accompagnata da arrossamento della pelle o pustole con forte prurito. Più di 30 specie di funghi filamentosi sono conosciute come agenti causali della tinea corporis nell'uomo. Ch

Epidermophyton floccosum

Epidermophyton floccosum

L'epidermophyton floccosum è una specie di fungo del sottogruppo Eurotiomycetidae e della classe Eurotiomycetes, che viene calcolata agli Onygenales e al di sotto della famiglia fungina Arthrodermataceae e del genere Epidermophytes. Il fungo è un dermatofita e quindi un possibile agente causale della dermatofitosi.

pensiero

pensiero

Il pensiero è generalmente indicato come la cancellazione di un'opinione o di una visione. Ma anche i desideri, le idee e le idee nascono dai pensieri. Il pensiero è il prodotto del processo di pensiero umano e può assumere la forma di un giudizio o di un concetto. Che cos'è un pensiero? Il pensiero è il prodotto del processo di pensiero umano e può assumere la forma di un giudizio o di un concetto. I pe

Graft-versus-host disease

Graft-versus-host disease

La reazione del trapianto contro l'ospite è una complicazione immunologica che può portare al rigetto del trapianto nei trapianti allogenici. Nel frattempo, la reazione può essere controllata dalla somministrazione profilattica di immunosoppressori. Tuttavia, anche oggi si applica un tasso di mortalità del dieci percento. Qu