• Thursday February 20,2020

movimenti reattivi

I movimenti reattivi sono risposte motorie a stimoli fisici ed emotivi, che possono essere distinti dai movimenti spontanei. In sostanza, il movimento reattivo si basa sul ciclo di accorciamento dello stiramento che si verifica nell'estensione attiva dei muscoli. Il potere reattivo è soggetto a interferenze nelle lesioni neurogeniche del sistema extrapiramidale.

Cosa sono i movimenti reattivi?

I movimenti reattivi di solito corrispondono a un lavoro eccentrico e concentrico rapidamente consecutivo dei muscoli, come quando si lancia.

La neurologia conosce vari tipi di movimento del sistema muscolo-scheletrico neuromuscolare. In linea di principio, ogni movimento consiste nella forza muscolare e nella contrazione indotta dai nervi motori efferenti dal sistema nervoso centrale.

I movimenti involontari come la contrazione fascicolare dopo la stimolazione dei neuroni periferici vengono definiti movimenti spontanei. Di questi, si devono distinguere i cosiddetti movimenti reattivi. Un movimento reattivo è un movimento che risponde a uno stimolo fisico o emotivo. I movimenti reattivi di solito corrispondono a un lavoro eccentrico e concentrico rapidamente consecutivo dei muscoli.

La forma di azione muscolare del movimento reattivo è nota come ciclo di accorciamento dello stiramento. Il ciclo di accorciamento del tratto si verifica nell'estensione attiva della muscolatura, seguita immediatamente da una contrazione del muscolo corrispondente.

Le proprietà elastiche in plastica dei muscoli provocano la contrazione subito dopo lo stretching. Il muscolo si contrae così prima di adattarsi allo sforzo. L'energia immagazzinata dei movimenti precedenti rende il ciclo di risparmio energetico e veloce.

La forza per eseguire movimenti reattivi è chiamata forza reattiva.

Funzione e attività

L'operazione combinata dei muscoli svolge un ruolo importante nella vita quotidiana umana. Svolge un ruolo ancora più importante in un contesto sportivo. Tutti i movimenti reattivi sono caratterizzati da modalità eccentriche rapidamente successive, che producono eccentricità e superamento del funzionamento concentrico dei muscoli. Nella fase eccentrica di un movimento reattivo, il sistema tendo-muscolare, all'interno delle sue strutture serialmente elastiche e parallele elastiche, immagazzina l'energia cinetica dal movimento eseguito. Nella successiva fase concentrica del ciclo, l'energia immagazzinata viene rilasciata. Questo è un aumento di forza e aumento di potenza rispetto alla precedente contrazione concentrica.

Il potere reattivo dipende da vari fattori, inclusi i fattori neuro-muscolari. Inoltre, l'estensibilità delle strutture tendinee svolge un ruolo cruciale. La base della prestazione aumentata all'interno di un movimento reattivo è il ciclo di accorciamento dello stiramento, che attiva i recettori del fuso muscolare. L'attivazione dei recettori del fuso muscolare è quindi lo stimolo che deve precedere qualsiasi movimento reattivo.

La forza reattiva è esattamente la forza che raggiunge la massima forza possibile nel ciclo di espansione-accorciamento. Il ciclo stesso di accorciamento della tensione è la fase tra il lavoro eccentrico di cedimento e il superamento concentrico della muscolatura. Un buon potere reattivo è il risultato di una buona forza massima, tono muscolare reattivo adeguato e rapida contrattilità. La capacità di tensione reattiva deriva dalle forze di elasticità passiva della muscolatura e dei tendini.

La forza reattiva richiede che l'essere umano esegua forme di movimento come salti, sprint o tiri. Tutti questi movimenti hanno un carattere essenzialmente reattivo.

Il sistema extrapiramidale è una struttura anatomicamente cruciale per i movimenti reattivi. I processi di controllo del sistema motorio possono quindi essere trovati nuovamente in questo sistema non appena non attraversano i tratti piramidali del midollo spinale. Le vie neurali del sistema corrono dalle aree centrali della corteccia cerebrale attraverso i gangli basali subcorticali, il ruber del nucleo e la sostantia nigra nel mesencefalo. Da lì, continuano nel nucleo di ulivi del midollo allungato e corrono lungo il midollo spinale.

Nei primati, il sistema extrapiramidale ha una certa posizione dominante nel controllo locomotore. Non esiste neppure una separazione funzionale del sistema piramidale ed extrapiramidale nei primati.

Malattie e lamentele

La potenza reattiva può essere allenata in modo specifico. Gli atleti, ad esempio, usano il cosiddetto allenamento pliometrico per sviluppare movimenti reattivi, sviluppando così un potere reattivo superiore alla media. Durante il ciclo di accorciamento degli allungamenti e quindi la base di tutti i movimenti reattivi, i tendini devono essere allungati fino all'arresto per produrre gli effetti di movimento necessari. In questo contesto, un'elevata estensibilità può influire negativamente sullo sviluppo del ciclo e quindi mostrare conseguenze sfavorevoli per i movimenti reattivi.

Oltre a queste relazioni, i movimenti reattivi possono essere influenzati da lesioni neurogene. Ad esempio, la sindrome extrapiramidale si riferisce a un disturbo del movimento dovuto a tali lesioni. Un aumento o diminuzione dello stato di tensione della muscolatura provoca un aumento o una diminuzione drastici dei movimenti.

Il sistema extra-piramidale è inconsciamente attribuito a movimenti involontari che caratterizzano le sequenze di movimenti automatizzati. Inoltre, il sistema contribuisce in modo significativo al coordinamento di tono e movimento. A causa del sistema extrapiramidale, ad esempio le braccia sono mitgependelt mentre si cammina.

Inoltre, il sistema exrapyramidal inibisce e controlla la funzione motoria volontaria del tratto piramidale. I disturbi del sistema sono ipercocinetici-ipertonici, ad esempio nel morbo di Parkinson, o ipercinetici-ipotonici come nella corea o nel balismo.

Anche i farmaci come i neurolettici possono causare disturbi corrispondenti. Le conseguenze di questi disturbi sono fenomeni come atassia, tremore o inibizioni iniziali, che corrispondono a un inizio disturbato del movimento.

Tutti i movimenti reattivi sono ridotti come parte della forma ipocinetica-rigida della sindrome extrapiramidale. I pazienti con questa malattia spesso soffrono di una tendenza a cadere mentre si cammina, poiché la camminata è associata a movimenti reattivi. Lesioni o altri stati patologici dei muscoli possono anche essere il risultato di una ridotta potenza reattiva.


Articoli Interessanti

Rimedi domestici alla depressione

Rimedi domestici alla depressione

La depressione è una delle malattie mentali più comuni. Tuttavia, i farmaci forti non sono sempre necessari e molte persone temono anche gli effetti collaterali. Per le forme più leggere di depressione o per gli stati d'animo depressivi, ci sono una varietà di rimedi domestici diversi e ben efficaci. Ha

Arteria maxillaris

Arteria maxillaris

L'arteria mascellare accoppiata rappresenta la naturale continuazione dell'arteria carotide esterna dall'insorgenza dell'arteria temporale superficiale. L'Arteria maxillaris può essere divisa in tre sezioni e forme nelle sue connessioni di area terminale ad altri vasi arteriosi, che derivano dall'arteria facciale.

Malattia da accumulo di ferro (siderosi)

Malattia da accumulo di ferro (siderosi)

La malattia da accumulo di ferro o siderosi è una condizione che provoca un contenuto di ferro totale notevolmente aumentato nel corpo umano. Dopo essere stato incubato per decenni, questo ferro arricchito nel corpo può, se non trattato, portare a gravi danni agli organi, in particolare al fegato e al pancreas.

fecondazione

fecondazione

La fecondazione descrive la connessione dell'uovo e dello sperma maschio. Entrambi i nuclei cellulari si fondono e combinano parte del DNA materno con quello del padre. Dopo la fecondazione, l'ovulo inizia a dividersi e ad evolversi per diventare un bambino di nascita entro 9 mesi. Qual è la fecondazione?

fava

fava

Il fagiolo di campo, noto anche con numerosi altri sinonimi, viene utilizzato principalmente come trasportatore di proteine ​​nei mangimi. In Germania, il fagiolo di campo per l'alimentazione umana, i cui precursori nel Vicino Oriente sono noti da almeno 8.000 anni, svolge un ruolo molto diverso a livello regionale. Vi

La malattia di migliore

La malattia di migliore

La malattia di Best è una malattia dell'occhio geneticamente ereditaria e cronica che provoca la distruzione delle cellule nella retina di entrambi gli occhi. È tipico che la malattia di Best si manifesti già nell'adolescenza. Qual è la malattia di Best? La migliore malattia è congenita, quindi il decorso della malattia può essere interrotto solo in modo sintomatico. © Gi