• Tuesday February 25,2020

cuore destro

L'ipertrofia del cuore destro è un miocardio patologicamente amplificato del ventricolo destro. Mentre un limitato potenziamento del muscolo cardiaco durante l'esercizio cardiovascolare provoca un aumento della gittata cardiaca, le prestazioni dell'ipertrofia del muscolo cardiaco diminuiscono nuovamente a causa della crescente rigidità delle pareti interessate. L'ipertrofia del lato destro influisce sulla circolazione polmonare, nota anche come circolazione sanguigna ridotta.

Cos'è l'ipertrofia del cuore destro?

In una certa misura, il potenziamento del muscolo cardiaco dell'intero cuore, che può essere ottenuto attraverso l'esercizio cardiovascolare, si traduce in un aumento delle prestazioni. Solo quando lo stimolo per la crescita del muscolo cardiaco del ventricolo destro o sinistro continua, si verifica un'ipertrofia del cuore destro o sinistro. L'ipertrofia del cuore destro si manifesta in un aumento patologico del tessuto muscolare del ventricolo destro.

La parete del cuore nell'area del ventricolo destro è pesantemente ispessita e intervallata da tessuto fibroso. Di conseguenza, il muscolo cardiaco diventa anelastico e l'afflusso di sangue capillare non può seguire completamente la maggiore necessità di ossigeno, in modo da stabilire un ulteriore apporto di ossigeno per le cellule muscolari lisce del muscolo cardiaco. La crescente rigidità del muscolo cardiaco in relazione alla fornitura di ipossia porta a una riduzione delle prestazioni dell'ipertrofia del cuore destro del cuore.

La ridotta prestazione di espulsione del ventricolo destro inizialmente influenza la circolazione polmonare, detta anche piccola circolazione sanguigna, poiché il sangue del ventricolo destro viene pompato attraverso la valvola polmonare aperta nell'arteria polmonare durante la contrazione (sistole).

cause

La causa più comune dell'ipertrofia del cuore destro è l'insufficienza ventricolare sinistra. La ridotta capacità di espulsione del ventricolo sinistro, che pompa il sangue attraverso la valvola aortica nel grande flusso sanguigno o nella circolazione sistemica durante la sistole, provoca un arretrato della circolazione polmonare. L'aumento della pressione nell'arteria polmonare nel ventricolo destro innesca lo stimolo a un maggiore potere di pompaggio.

Tuttavia, poiché il problema del riflusso non viene risolto da questo, persiste l'incentivo del ventricolo destro per migliorare le prestazioni e vi è una graduale ipertrofia. L'ipertrofia ventricolare destra può anche essere causata da un'ostruzione parziale dei polmoni. L'enfisema polmonare, la tubercolosi o la fibrosi polmonare diffusa possono provocare il trasferimento di una parte della circolazione polmonare. Ciò provoca un aumento della resistenza vascolare nell'arteria polmonare, chiamata ipertensione arteriosa polmonare.

Simile al riflusso causato dall'insufficienza ventricolare sinistra, il ventricolo destro inizialmente risponde con una maggiore potenza, ma non risolve il problema. Di conseguenza, l'ipertrofia si sviluppa gradualmente. Altre cause possono essere la stenosi della valvola polmonare o un difetto del setto ventricolare. In entrambi i casi, il ventricolo destro "cerca" di bilanciare la diminuzione dell'apporto di aorta durante la sistole con un aumento della produzione, che quindi innesca gradualmente l'ipertrofia.

Una causa molto rara è la tetralogia di Fallot, una malattia genetica del cuore. Si manifesta attraverso la comparsa simultanea di quattro difetti che restringono l'ingresso dell'arteria polmonare - paragonabile a stenosi polmonare, chiusura incompleta del setto cardiaco tra le due camere, entrata aortica mal posizionata e l'ipertrofia risultante. Anche un soggiorno prolungato ad altezze estreme può portare all'ipertrofia del cuore destro.

Sintomi, reclami e segni

Un incipiente ipertrofia del cuore destro è inizialmente privo di sintomi e privo di sintomi. Solo con una diminuzione dell'uscita del ventricolo destro (disfunzione diastolica), durante l'esercizio compaiono i primi segni di mancanza di respiro. Soprattutto prima di una stanchezza generale e non specifica notevole, che è dovuta alla mancanza cronica di fornitura di ossigeno (ipossia).

Ci può essere una congestione del sangue nel tratto digestivo, che porta ad una compromissione della digestione e una ridotta capacità di assorbimento dei nutrienti nell'intestino tenue. Inoltre, possono verificarsi alterazioni di alcune funzioni epatiche. I segni visibili dall'esterno sono uno scolorimento blu-verdastro della pelle e delle mucose (cianosi). In alcuni casi si verificano accumuli della forma del fluido tissutale (edema) e congestione nelle vene giugulari.

Diagnosi e decorso della malattia

L'ipertrofia del cuore destro può essere rilevata mediante ultrasuoni (ecocardiografia). L'ECG consente anche conclusioni sulla funzione del cuore. Se necessario, la risonanza magnetica (MRI) fornisce ulteriori risultati e approfondimenti sul progresso o sulla gravità della malattia. Negli stadi più avanzati si sviluppa dolore toracico simile a quello dell'angina pectoris.

L'ipertrofia del cuore destro può anche essere un fattore scatenante per l'aritmia cardiaca o addirittura causare un infarto. Il decorso della malattia aumenta in gravità, a condizione che la causa dell'ipertrofia non venga trovata né trattata.

complicazioni

L'ipertrofia del cuore destro inizialmente non presenta sintomi, ma ha sempre conseguenze tardive. Durante il decorso della malattia, inizialmente si sviluppa una mancanza di respiro, che si verifica principalmente durante lo sforzo fisico e limita considerevolmente la vita quotidiana della persona interessata. La stanchezza che si verifica in genere si trasforma in un esaurimento fisico, che è anche associato a limitazioni nella vita di tutti i giorni e nella vita lavorativa.

Occasionalmente, può verificarsi stasi del sangue nel tratto digestivo, con conseguente compromissione della digestione e ridotto assorbimento dei nutrienti nell'intestino tenue. A lungo termine ci sono spesso alterazioni delle funzioni epatiche, che sono accompagnate da edema, cianosi e altri disturbi. I diuretici, che possono causare effetti collaterali, sono comunemente usati nel trattamento.

I possibili sintomi includono vertigini, mal di testa, crampi muscolari ed eruzione cutanea. In alcuni casi, il farmaco favorisce malattie articolari come la gotta, l'impotenza e i crampi mestruali. Se l'ipertrofia del cuore destro viene trattata chirurgicamente, ovvero viene utilizzata una valvola cardiaca artificiale, ciò rappresenta sempre un grande onere per l'organismo.

Le possibili complicanze includono fibrillazione atriale, sanguinamento, infezione, ictus e sintomi psicologici transitori. In caso di condizioni preesistenti non riconosciute, può eventualmente portare a insufficienza cardiaca.

Quando dovresti andare dal dottore?

L'ipertrofia del cuore destro deve essere sempre trattata da un medico. Nel peggiore dei casi, questa malattia può portare alla morte della persona colpita se l'ipertrofia del lato destro non viene trattata in tempo. Il medico deve essere consultato se si verificano gravi difficoltà respiratorie. Questi possono verificarsi soprattutto in situazioni stressanti o stressanti e hanno un impatto molto negativo sulla qualità della vita del paziente. Inoltre, una grave mancanza di respiro indica anche ipertrofia del cuore destro e deve essere studiata.

La stanchezza grave può anche indicare la condizione. Non di rado, i pazienti soffrono anche di digestione limitata e non possono assorbire cibo e liquidi senza disagio. Nei casi più gravi l'ipertrofia del lato destro può anche portare alla cianosi. In questo caso, un medico di emergenza dovrebbe essere chiamato immediatamente o visitato direttamente in ospedale. In generale, l'ipertrofia del cuore destro viene curata da un cardiologo. Tuttavia, potrebbe essere necessaria una procedura operativa.

Terapia e trattamento

Il focus del trattamento e della terapia dell'ipertrofia del cuore destro è il trattamento dell'anomalia o della malattia che ha causato l'ipertrofia. In molti casi ciò significa che l'aumento della pressione polmonare deve essere ridotto per dare al ventricolo destro l'incentivo a compensare il basso flusso sanguigno nell'arteria polmonare.

I diuretici possono aiutare il processo aiutando a scovare il fluido tissutale accumulato attraverso i reni in caso di edema o enfisema, riducendo così la pressione venosa centrale. In altri casi in cui è presente insufficienza della valvola mitrale o della valvola polmonare, l'impianto di una valvola cardiaca artificiale può essere la soluzione al problema.

prevenzione

Le misure preventive per la prevenzione dell'ipertrofia del cuore destro possono sempre essere solo nella prevenzione o nella prevenzione degli stati patologici, che hanno come danno secondario un'ipertrofia del cuore destro nel bagaglio. Ciò significa che dovrebbe essere chiarito il verificarsi di sintomi non specifici come affaticamento cronico, mancanza di prestazioni fisiche e frequente scolorimento blu delle labbra e delle estremità.

Se non viene trovata alcuna causa o spiegazione impeccabile per i sintomi, si raccomanda una valutazione cardiologica mediante ECG ed ecocardiografia al fine di contrastare il prima possibile - se possibile anche prima della manifestazione dell'ipertrofia.

post-terapia

Nel caso dell'ipertrofia del lato destro, nella maggior parte dei casi la persona colpita ha a disposizione solo misure limitate di cure di follow-up, poiché questa è una malattia rara. Se la malattia è presente dalla nascita, di solito non può essere completamente guarita. Pertanto, in caso di figlio, l'interessato dovrebbe sottoporsi a un esame genetico e una consulenza per prevenire il ripetersi della malattia.

Di norma, non può verificarsi alcuna guarigione indipendente. La maggior parte dei malati dipende dall'assunzione di vari farmaci, prestando sempre attenzione al dosaggio corretto e anche all'assunzione regolare. In caso di domande o ambiguità, consultare sempre un medico e consultare anche il medico per gli effetti collaterali.

Anche i controlli regolari da parte di un medico sono molto importanti. Se la malattia viene trattata da un intervento chirurgico, la persona dovrebbe prendersi cura dopo la procedura e proteggere l'area interessata. Questo può prevenire infezioni e infiammazioni. In molti casi, l'ipertrofia del cuore destro limita anche l'aspettativa di vita della persona interessata, sebbene non sia possibile prevedere un decorso generale.

Puoi farlo da solo

I pazienti con ipertrofia del cuore destro dovrebbero prestare attenzione ai segni del loro organismo. Lo sforzo fisico o le situazioni di uso eccessivo provocano affaticamento rapido e affaticamento rapido. L'interessato dovrebbe fare delle pause ed evitare completamente il verificarsi di un onere gravoso. Le attività sportive intense non dovrebbero essere esercitate.

Il tempo libero è di adattarsi alle possibilità dell'organismo. Lo stress o l'interruzione emotiva devono essere eliminati in anticipo. Utile è la pratica di tecniche di rilassamento come lo yoga o la meditazione. Inoltre, le sessioni di allenamento mentale aiutano a rafforzare la mente. I conflitti con altre persone dovrebbero essere chiariti il ​​più rapidamente possibile e non dovrebbero essere intensificati. Le tecniche cognitive aiutano a cambiare il proprio comportamento ed evitare situazioni di contatto con altre persone. Nella vita professionale bisogna fare attenzione a non superare i limiti fisici o mentali.

Nella vita di tutti i giorni, il paziente deve imparare a rispondere ai propri segnali fisici. Costruire stimoli positivi è importante per promuovere il benessere e la qualità della vita. Gli hobby e le attività ricreative sono orientati al rafforzamento della gioia di vivere. Ciò riduce lo stress e supporta una buona salute.

Inoltre, è necessario assicurarsi che il peso corporeo rientri nell'intervallo normale dell'IMC. Qualsiasi sovrappeso può essere ridotto mediante la conversione e l'ottimizzazione dell'approvvigionamento alimentare.


Articoli Interessanti

Menorragia (periodo mestruale lungo e pesante)

Menorragia (periodo mestruale lungo e pesante)

Un periodo mestruale lungo e forte si chiama ginecologia nella menorragia. Si accumula durante il ciclo mensile molto mucosa e durante il periodo mestruale si verifica un sanguinamento lungo e pesante. L'opposto della menorragia è l'oligomenorrea (periodo mestruale breve e debole). Che cos'è la menorragia?

acido glutammico

acido glutammico

L'acido glutammico, i suoi sali (glutammati) e la glutammina, un aminoacido correlato all'acido glutammico, sono stati a lungo oggetto di numerosi resoconti dei media. L'acido glutammico è un componente di tutte le proteine ​​e i loro sali, che fungono da additivi in ​​molti alimenti, hanno il compito di migliorare il gusto. Cos'

solfito

solfito

Il biocatalizzatore solfito ossidasi provoca la conversione dei composti di zolfo tossici dalla scomposizione degli aminoacidi in solfati non tossici. È vitale e quindi si verifica in tutti gli organismi. Se la sua funzione è disturbata da un difetto genetico, porta alla carenza di solfite ossidasi.

Emmentaler

Emmentaler

L'Emmentaler originale proviene dalla Svizzera dall'Emmental. Il formaggio è fatto con enormi ruote. Oggi è offerto in tutti i supermercati, ma queste sono spesso solo "copie" del vero Emmentaler, perché il termine formaggio Emmentaler non è mai stato protetto. L'autentico emmentaler svizzero originale è solitamente disponibile solo in un negozio di formaggi. Que

Cancro al fegato (carcinoma epatico)

Cancro al fegato (carcinoma epatico)

Il cancro al fegato è anche noto come carcinoma epatico; Questa malattia è un tessuto epatico maligno. Sebbene questa malattia sia rara nei paesi industrializzati occidentali, la tendenza è in aumento. Nel sud-est asiatico e in Africa, tuttavia, il cancro al fegato è uno dei tumori più comuni. Cos'è il cancro al fegato? I se

Necrosi del tessuto adiposo nel seno

Necrosi del tessuto adiposo nel seno

La necrosi del tessuto adiposo è un cambiamento generalmente non doloroso nel tessuto adiposo nella mammella, spesso a causa di un trauma. Una necrosi del tessuto adiposo non presenta rischi per la salute e generalmente non necessita di cure. Che cos'è una necrosi dei tessuti adiposi? Non tutti i grumi nella mammella indicano il cancro al seno.