• Thursday February 20,2020

Chirurgia refrattiva

Il termine Chirurgia refrattiva serve come termine generico per la chirurgia oculare in cui viene modificato il potere rifrattivo totale dell'occhio. In questo modo, il paziente non ha più bisogno di occhiali o lenti a contatto.

Cos'è la chirurgia refrattiva?

Il termine Chirurgia refrattiva serve come termine generico per la chirurgia oculare in cui viene modificato il potere rifrattivo totale dell'occhio.

Per chirurgia refrattiva si intendono tutte le procedure chirurgiche sull'occhio che portano a un cambiamento nel potere rifrattivo totale dell'occhio. Con questi metodi, è possibile sostituire gli ausili visivi convenzionali come occhiali o lenti a contatto. La chirurgia refrattiva è considerata efficace e sicura per la correzione dei problemi della vista oculare.

È iniziato con la chirurgia refrattiva all'inizio del XX secolo. Negli anni '30 furono eseguiti i primi studi di modellizzazione corneale, che includevano esperimenti sulla cheratotomia radiale per correggere la miopia. Tuttavia, queste procedure hanno spesso avuto complicazioni, come cicatrici della cornea. Dal 1978, la cheratomia radiale è stata sempre più utilizzata negli Stati Uniti e in URSS. Nel 1983, la correzione della rifrazione usando un laser ad eccimeri fu descritta per la prima volta. Il primo trattamento umano ebbe luogo a Berlino nel 1987 con la cheratomia fotorefrattiva (PRK).

Negli anni seguenti, l'ulteriore sviluppo di questo metodo ha seguito la procedura LASEK. Dal 1989, la cheratomilosi potrebbe essere combinata con il metodo laser ad eccimeri. Il nuovo metodo è stato chiamato LASIK (cheratomileusi laser in situ).

In Germania, circa lo 0, 2 per cento di tutti i tedeschi è stato trattato con chirurgia refrattiva. Ogni anno si svolgono circa 25.000 a 124.000 interventi. La tendenza è in aumento.

Funzione, effetto e obiettivi

La chirurgia refrattiva viene utilizzata per la correzione della visione difettosa come miopia, ipermetropia e astigmatismo. Un difetto assiale della visione refrattiva è presente quando la lunghezza degli occhi e la lunghezza focale del sistema ottico non coincidono. La miopia è sinonimo di miopia quando il bulbo oculare è troppo lungo per il potere degli occhi.

D'altra parte, se il bulbo oculare è troppo corto, si verifica ipermetropia. Se sono presenti punti focali diversi in diversi meridiani nel sistema ottico dell'occhio, si tratta di astigmatismo (astigmatismo). Utilizzando metodi di chirurgia refrattiva, il potere di rifrazione complessivo del sistema ottico può essere regolato per dare all'ambiente un forte focus sulla retina. O il potere di rifrazione della cornea viene modificato o la lente dell'occhio viene sostituita o integrata dall'impianto. La correzione della potenza di rifrazione avviene cambiando la sua curvatura.

A tale scopo l'oftalmologo utilizza un laser per rimuovere i tessuti o effettuare incisioni definite. La pressione intraoculare porta a una forma modificata. Mentre in miopia, si ottiene una riduzione del potere di rifrazione, si verifica con lungimiranza, un aumento del potere di rifrazione. Tuttavia, la chirurgia refrattiva non corregge la presbiopia. Pertanto, un ripristino terapeutico di questa ametropia non è possibile.

Al momento, prevalgono principalmente i metodi laser per l'applicazione della chirurgia refrattiva. Il metodo più comune è il metodo LASIK. Usando un fine laser a femtosecondi o un microcheratomo, l'oculista taglia una lamella con un diametro da 8 a 9, 5 millimetri nella cornea dell'occhio. Quindi piega l'epitelio da parte e tratta l'ametropia con l'aiuto della tecnologia laser. Di norma, sono necessari solo 30 secondi per irradiazione laser, ma ciò dipende in definitiva dall'entità dell'ametropia.

Il metodo LASIK ha il vantaggio che i pazienti hanno di nuovo la visione completa poche ore dopo la procedura. Quindi la cornea non cresce di nuovo, perché viene semplicemente messa da parte durante l'operazione. Inoltre, il paziente non sente quasi alcun dolore. La procedura LASIK viene utilizzata per correzioni da piccole a medie. La gamma del difetto visivo varia tra +4 e -10 diottrie.

Un altro metodo di chirurgia refrattiva è la procedura LASEK, che consente di rimuovere i tessuti dalla pelle. Con l'aiuto dell'alcool, l'oftalmologo sostituisce completamente l'epitelio. Dopo la procedura, il paziente riceve una medicazione che protegge la cornea. Una variante del metodo LASEK è il metodo EpiLASEK. In questo metodo, l'epitelio viene sollevato con un microcheratomo.

La più antica procedura laser di chirurgia refrattiva è la cheratomia fotorefrattiva, mentre l'oftalmologo rimuove l'epitelio con una pialla speciale. Quindi deve essere formato di nuovo. Ci vorrà del tempo prima che la visione ritorni. La chirurgia refrattiva comporta anche l'inserimento di lenti intraoculari, che sono lenti artificiali realizzate con una varietà di materiali biocompatibili. Vengono impiantati nell'occhio, cambiando il loro potere di rifrazione complessivo.

Rischi, effetti collaterali e pericoli

Come con tutte le altre procedure chirurgiche, esiste anche il rischio di rischi ed effetti collaterali nella chirurgia refrattiva. Per questo motivo, una consultazione dettagliata con l'oftalmologo dovrebbe sempre aver luogo prima di decidere una procedura di questo tipo.

Tra le complicazioni più comuni della chirurgia refrattiva dell'occhio c'è la compromissione della vista. Ciò può essere manifestato tra l'altro da una visione limitata al crepuscolo o durante il buio. Ulteriori effetti collaterali includono un effetto lucido, lo sviluppo di aloni o alogeni e una ridotta sensibilità al contrasto. A volte il paziente percepisce fenomeni nel campo visivo. Allo stesso modo, dopo la procedura sono concepibili correzioni eccessive o insufficienti. Vengono creati cambiando di nuovo la diottria.

Nella maggior parte dei casi, è necessario un trattamento di follow-up per correggere le complicanze. In questo caso, un nuovo intervento può essere utile. Alcuni pazienti soffrono anche di rari effetti collaterali come irritazione agli occhi, arrossamento o lacrime gravi.


Articoli Interessanti

Rimedi domestici alla depressione

Rimedi domestici alla depressione

La depressione è una delle malattie mentali più comuni. Tuttavia, i farmaci forti non sono sempre necessari e molte persone temono anche gli effetti collaterali. Per le forme più leggere di depressione o per gli stati d'animo depressivi, ci sono una varietà di rimedi domestici diversi e ben efficaci. Ha

Arteria maxillaris

Arteria maxillaris

L'arteria mascellare accoppiata rappresenta la naturale continuazione dell'arteria carotide esterna dall'insorgenza dell'arteria temporale superficiale. L'Arteria maxillaris può essere divisa in tre sezioni e forme nelle sue connessioni di area terminale ad altri vasi arteriosi, che derivano dall'arteria facciale.

Malattia da accumulo di ferro (siderosi)

Malattia da accumulo di ferro (siderosi)

La malattia da accumulo di ferro o siderosi è una condizione che provoca un contenuto di ferro totale notevolmente aumentato nel corpo umano. Dopo essere stato incubato per decenni, questo ferro arricchito nel corpo può, se non trattato, portare a gravi danni agli organi, in particolare al fegato e al pancreas.

fecondazione

fecondazione

La fecondazione descrive la connessione dell'uovo e dello sperma maschio. Entrambi i nuclei cellulari si fondono e combinano parte del DNA materno con quello del padre. Dopo la fecondazione, l'ovulo inizia a dividersi e ad evolversi per diventare un bambino di nascita entro 9 mesi. Qual è la fecondazione?

fava

fava

Il fagiolo di campo, noto anche con numerosi altri sinonimi, viene utilizzato principalmente come trasportatore di proteine ​​nei mangimi. In Germania, il fagiolo di campo per l'alimentazione umana, i cui precursori nel Vicino Oriente sono noti da almeno 8.000 anni, svolge un ruolo molto diverso a livello regionale. Vi

La malattia di migliore

La malattia di migliore

La malattia di Best è una malattia dell'occhio geneticamente ereditaria e cronica che provoca la distruzione delle cellule nella retina di entrambi gli occhi. È tipico che la malattia di Best si manifesti già nell'adolescenza. Qual è la malattia di Best? La migliore malattia è congenita, quindi il decorso della malattia può essere interrotto solo in modo sintomatico. © Gi