• Thursday February 20,2020

Regressione (degli occhi)

Durante la lettura, gli occhi non si muovono continuamente da sinistra a destra sul testo, ma a scatti (saccadici) da vista a vista. Nel 15-20 percento delle saccadi è - di solito inconsciamente - una saccade all'indietro, la regressione eseguita, perché il testo non è stato completamente compreso o perché gli occhi sono saltati un po 'troppo lontano durante l'ultima vista e il testo non è completo con la fovea centralis potrebbe essere rilevato.

Qual è la regressione?

Il termine regressione gioca un ruolo soprattutto nella lettura. Durante il processo di lettura, lo sguardo non scivola continuamente da sinistra a destra attraverso le linee, ma si muove inconsciamente in passi letterali, chiamati saccadi.

Il termine regressione gioca un ruolo soprattutto nella lettura. Durante il processo di lettura, lo sguardo non scorre continuamente da sinistra a destra attraverso le linee, ma si muove inconsciamente in passi letterali, chiamati saccadi, dalla fissazione alla fissazione.

La lettura non avviene in un processo continuo, ma in immagini fisse instabili e consecutive, ciascuna della durata di circa 250 millisecondi. I salti di aspetto o le saccadi sono molto veloci. Durante la saccade, l'informazione visiva viene in gran parte soppressa, in modo tale che lo schiocco degli occhi non venga percepito consapevolmente.

È comune per circa il 15-20 percento delle saccadi incorporare un salto all'indietro degli occhi, una regressione che nella maggior parte dei casi si verifica completamente inconsciamente. Le regressioni si verificano sempre quando il testo corrispondente non è stato immediatamente compreso o quando qualcosa si è subliminalmente irritato, in modo che il subconscio decida di rivedere il testo o la parola.

Anche un errore di stampa percepito nel subconscio o un termine tecnico sconosciuto, che solo successivamente penetra in una saccade, può innescare una regressione. Inoltre, non viene percepito consapevolmente, a meno che le informazioni poco chiare o incomprese non possano ancora essere risolte con la regressione nella normale durata dell'occhio. In tal caso, il normale processo di lettura viene interrotto e l'attenzione viene indirizzata alla parola o al passaggio corrispondente, usando la coscienza.

Le regressioni non sono solo comuni nella lettura. Gli occhi eseguono inconsciamente questi movimenti in molte altre situazioni quotidiane.

Funzione e attività

Un testo può essere chiaramente riconosciuto ed elaborato dal cervello solo quando viene rilevato attraverso la fovea, la piccola area della visione più nitida con percezione del colore. La fovea, situata nel punto giallo, fa solo circa 1 grado nell'intero campo visivo, che comprende circa 100 gradi. Ciò significa che durante la lettura, l'occhio salta saccadicamente da "grado a grado" e il cervello può solo elaborare l'area di testo che cade nell'area della fovea.

Il vantaggio è che il processo di lettura scorre uniformemente attraverso l'acquisizione simultanea di parole intere. In media, la fissazione rileverà da 7 a 9, ma non più di 15 caratteri o lettere alla volta. Per problemi minori con il riconoscimento del testo, ha luogo una regressione, un ritorno alla fissazione precedente.

La regressione serve a risolvere il problema nella mente subconscia senza interrompere in modo decisivo il flusso della lettura. Ciò significa che una regressione normalmente non viene nemmeno notata.

Il vantaggio è che i problemi più piccoli vengono risolti dalla regressione durante la lettura del liquido con una velocità leggermente ridotta. Il sistema di fissazioni e regressioni di sequenziamento per la risoluzione di problemi minori con il riconoscimento del testo determina un enorme aumento della velocità di lettura rispetto al riconoscimento del testo attraverso una noiosa e deliberata acquisizione di singole lettere.

Sebbene l'inclusione delle regressioni nella raccolta di testi possa ridurre la velocità di lettura del 15-20 percento, ha il vantaggio di non interrompere definitivamente il flusso di lettura. Senza regressione, ogni più piccolo problema di riconoscimento del testo dovrebbe essere portato alla coscienza, il che non solo richiederebbe molto tempo, ma probabilmente la solita fluidità della lettura non potrebbe verificarsi.

Malattie e lamentele

Non sono noti disturbi speciali che interessano solo le saccadi regressive. Le menomazioni funzionali in quest'area sono generalmente associate a restrizioni sulla motilità oculare. Le limitazioni possono essere causate da problemi con il sistema muscolo-scheletrico degli occhi, dalla trasmissione di segnali sensoriali o motori attraverso fibre nervose afferenti o efferenti o dall'elaborazione di segnali nel sistema nervoso centrale.

La muscolatura degli occhi è composta da 3 coppie di muscoli che servono ciascuno uno dei tre possibili assi di rotazione. Se solo uno dei 6 muscoli ha limitazioni funzionali, di solito ci sono problemi con l'esatta guida parallela degli occhi. Questo vale per i movimenti oculari di grandi dimensioni, nonché per microsaccadi e regressioni.

I problemi sensoriali e di trasmissione motoria possono essere causati da lesioni o alterazioni malate dei nervi cranici motori III e IV o del nervo cranico misto V (nervo trigemino), chiamato anche nervo facciale. Un'altra area problematica per una possibile compromissione funzionale della regressione microsaccadica può essere nel tronco encefalico o nel cervelletto.

I cambiamenti neurologici degenerativi come l'Alzheimer o il Parkinson sono le cause più comuni del disturbo della motilità oculare indotto dal SNC. All'inizio delle menomazioni, di solito si può osservare un "tiraggio" decrescente di una saccade. Dopo aver dato un'occhiata - anche dopo microsaccadi e regressioni - gli occhi devono essere regolati quasi impercettibilmente. Si perde la capacità di leggere fluentemente e di cogliere rapidamente il testo, quindi la lettura fa grandi sforzi per gli interessati e li rende molto stancanti.


Articoli Interessanti

Rimedi domestici alla depressione

Rimedi domestici alla depressione

La depressione è una delle malattie mentali più comuni. Tuttavia, i farmaci forti non sono sempre necessari e molte persone temono anche gli effetti collaterali. Per le forme più leggere di depressione o per gli stati d'animo depressivi, ci sono una varietà di rimedi domestici diversi e ben efficaci. Ha

Arteria maxillaris

Arteria maxillaris

L'arteria mascellare accoppiata rappresenta la naturale continuazione dell'arteria carotide esterna dall'insorgenza dell'arteria temporale superficiale. L'Arteria maxillaris può essere divisa in tre sezioni e forme nelle sue connessioni di area terminale ad altri vasi arteriosi, che derivano dall'arteria facciale.

Malattia da accumulo di ferro (siderosi)

Malattia da accumulo di ferro (siderosi)

La malattia da accumulo di ferro o siderosi è una condizione che provoca un contenuto di ferro totale notevolmente aumentato nel corpo umano. Dopo essere stato incubato per decenni, questo ferro arricchito nel corpo può, se non trattato, portare a gravi danni agli organi, in particolare al fegato e al pancreas.

fecondazione

fecondazione

La fecondazione descrive la connessione dell'uovo e dello sperma maschio. Entrambi i nuclei cellulari si fondono e combinano parte del DNA materno con quello del padre. Dopo la fecondazione, l'ovulo inizia a dividersi e ad evolversi per diventare un bambino di nascita entro 9 mesi. Qual è la fecondazione?

fava

fava

Il fagiolo di campo, noto anche con numerosi altri sinonimi, viene utilizzato principalmente come trasportatore di proteine ​​nei mangimi. In Germania, il fagiolo di campo per l'alimentazione umana, i cui precursori nel Vicino Oriente sono noti da almeno 8.000 anni, svolge un ruolo molto diverso a livello regionale. Vi

La malattia di migliore

La malattia di migliore

La malattia di Best è una malattia dell'occhio geneticamente ereditaria e cronica che provoca la distruzione delle cellule nella retina di entrambi gli occhi. È tipico che la malattia di Best si manifesti già nell'adolescenza. Qual è la malattia di Best? La migliore malattia è congenita, quindi il decorso della malattia può essere interrotto solo in modo sintomatico. © Gi