• Thursday February 20,2020

rettocele

Rectocele è il termine usato per descrivere un'escrescenza della parete anteriore del retto nella vagina. È spesso associato a un abbassamento del pavimento pelvico.

Che cos'è un rettocele?

Si parla di un rettocele quando si verifica una crescita del retto. Viene direttamente ai muscoli dello sfintere a un rigonfiamento nella vagina femminile. Nella maggior parte dei casi, il rettocele è nella direzione della vagina o della vescica. Interessati da lei sono esclusivamente donne. L'Aussackung è associato all'affondamento generale dell'intestino inferiore. Il pavimento pelvico cede sotto pressione.

Inoltre, ci sono disturbi nello svuotamento delle feci. In circa il 50 percento di tutte le donne di età superiore ai 50 anni, un rettocele viene rilevato in esami medici. La terapia, tuttavia, ha luogo solo quando le persone colpite soffrono di lamentele.

cause

Le cause dello sviluppo di un rettocele non sono state ancora completamente chiarite. Non di rado, le persone colpite soffrono di una diminuzione o insufficienza del pavimento pelvico, che provoca cambiamenti nell'anatomia ordinaria. Esistono diversi fattori di rischio noti che possono favorire l'insorgenza di un rettocele.

Questi includono gravidanze, nascite naturali, costipazione cronica, interventi chirurgici ginecologici, età superiore, sovrappeso e movimenti significativi della stampa durante i movimenti intestinali. A causa di condizioni anatomiche, un rettocele si verifica solo nel sesso femminile. Pertanto, i muscoli dello sfintere maschile sono ugualmente pronunciati, mentre nelle donne lo sfintere esterno sul davanti si diluisce sempre di più.

Inoltre, la prostata (ghiandola prostatica) del maschio provoca la diffusione dell'intestino in avanti. Tuttavia, le donne non hanno tali ostacoli anatomici. A causa di diverse nascite e della diminuzione del tessuto connettivo, il pavimento pelvico può spostarsi nella direzione inferiore con l'aumentare dell'età. Pertanto, sotto l'anello osseo, c'è spazio sufficiente per l'espansione del retto, che si diffonde senza resistenza.

Sintomi, reclami e segni

Se la dimensione del rettocele aumenta, provoca gravi problemi alla defecazione delle feci. Per questo motivo, il rettocele è considerato un fattore scatenante frequente per la sindrome da defecazione ostruttiva (ODS). Se una donna è stata stitica per diversi anni, i cambiamenti non sono quasi mai registrati da lei mentre progrediscono lentamente.

I sintomi tipici del rettocele comprendono una pressione grave e prolungata durante lo svuotamento delle feci, l'eczema, il prurito, la comparsa di sangue o muco durante la defecazione, il dolore nella regione rettale o perineale e l'eliminazione delle feci in più fasi. Non di rado, i pazienti devono ricorrere a lassativi, quindi c'è persino una defecazione. Occasionalmente compaiono anche ulcere all'interno del retto, che i professionisti medici chiamano ulcera solitaria del retto.

I sintomi possono essere così intensi da influenzare in modo significativo la qualità della vita delle donne colpite. Sono causati dal fatto che prima dello svuotamento il rettocele è pieno di feci. Se c'è anche un affondamento del pavimento pelvico, l'angolo del retto e dell'ano cambia. Quando si preme la pressione non è quindi sull'ano, ma sul rettocele.

La parete rettale è assottigliata nell'area del rettocele in modo che non abbia più muscoli funzionanti. Nella direzione anteriore, la parete rettale è più lunga. Nel caso di un retto vuoto, si formano quindi le rughe, che cadono nella direzione dell'ano. Questo incidente è indicato in medicina come un prolasso rettale.

Diagnosi e decorso della malattia

La diagnosi di un rettocele è difficile e noiosa, poiché loro e le loro lamentele spesso sorgono solo negli anni. Innanzitutto, viene creata la storia medica del paziente. Quindi il medico esegue un esame fisico, di solito con un abbassamento della diga può essere visto. Come parte di un blanking digitale viene spesso rilevata una debolezza dello sfintere.

Un'altra possibilità è l'endoscopia, che consiste in una rettoscopia o proctoscopia. Occasionalmente, vengono eseguiti ulteriori esami come una colonscopia per chiarire una costipazione o esami ginecologici. Fondamentale per la diagnosi di un rettocele è la defecografia.

In questa procedura, il rettocele può essere visualizzato durante la defecazione usando un mezzo di contrasto. Un rettocele non provoca sempre disagio. Tuttavia, un licenziamento più grande può causare problemi di rimozione, che richiedono cure mediche.

complicazioni

Molto spesso la rettocitosi non provoca sintomi e spesso non necessita di cure. Tuttavia, RCC più grandi possono portare a disagi e complicazioni che richiedono almeno un trattamento conservativo o, in rari casi, un intervento chirurgico. Soprattutto le donne più anziane o le donne che hanno avuto gravidanze multiple, anche le donne in sovrappeso, hanno maggiori probabilità di avere un rettocele più grande.

Come complicazione, in questi casi può verificarsi la cosiddetta sindrome da defecazione ostruttiva. In questa sindrome c'è una costipazione cronica in primo piano. Le donne colpite soffrono di un costante bisogno di defecare, che è associato alla sensazione persistente di svuotamento incompleto. Oltre al dolore addominale, alla costante sensazione di disagio e nausea, l'incontinenza fecale può svilupparsi nel tempo.

Inoltre, il rettocele più grande è spesso caratterizzato da prurito lancinante ed eczema nella zona anale. L'area perineale è spesso dolorante, con il movimento intestinale faticosamente espresso è coperto di sangue e muco. A volte anche le ulcere si sviluppano nel retto, che sono anche chiamate ulcera del retto.

La qualità della vita delle donne può essere così compromessa da causare problemi di salute mentale. Alcune donne soffrono di depressione o altre malattie mentali a causa dei loro sintomi cronici. In rari casi, i sintomi possono diventare così gravi che diventa necessario un intervento chirurgico. I rischi operativi dipendono dall'entità della procedura chirurgica richiesta.

Quando dovresti andare dal dottore?

Un rettocele deve essere sempre trattato da un medico. Solo attraverso le cure mediche si possono evitare ulteriori complicazioni. L'auto-guarigione non si verifica in questa malattia. Il medico deve essere consultato nel caso del rettocele se la persona soffre di costipazione per diversi anni. La costipazione può verificarsi sporadicamente o cronicamente. Se questi sintomi sono presenti, è necessario un trattamento medico. Inoltre, può anche portare a prurito dopo defecazione all'ano, poiché la persona interessata deve premere forte durante i movimenti intestinali.

In alcuni casi, i pazienti ricorrono anche a lassativi per alleviare i sintomi del rettocele. Se questi sintomi si verificano quindi per un periodo più lungo e non guariscono da soli, è necessario consultare un medico. Il rettocele è curato da un internista, proctologo o medico di medicina generale. L'ulteriore trattamento dipende fortemente dall'esatta gravità dei sintomi.

Terapia e trattamento

Normalmente, un rettocele viene inizialmente trattato in modo conservativo. C'è un cambiamento nella dieta del paziente. Inoltre, vengono somministrati i suoi farmaci per ammorbidire la sedia. Inoltre, il paziente riceve preparati che aumentano la velocità di transito intestinale. Le misure fisioterapiche avvengono in caso di indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico o problemi di coordinazione.

Se si verificano complicazioni come ulcere, prolasso del retto o sanguinamento, o se il rettocele aumenta di dimensioni, di solito viene eseguita la chirurgia. I metodi chirurgici includono la chirurgia STARR o l'escissione vaginale posteriore. Come parte della procedura STARR, il chirurgo rimuove una cuffia del retto da quattro a otto centimetri attraverso l'ano.

Nella colposrhapie posteriore rinforza l'area intermedia tra il retto e la vagina e la parete vaginale posteriore, per cui viene contrastata un'ulteriore espansione del rettocele.

prevenzione

Affinché non si verifichi affatto un rettocele, si raccomanda alle donne di sottoporsi regolarmente a una ginnastica di recupero e ginnastica del pavimento pelvico. Allo stesso modo, dovrebbe essere considerato un allenamento dello sfintere anale.

post-terapia

Il follow-up per un rettocele dipende dal decorso della malattia. Un piccolo rettocele non deve sempre essere trattato. Un esame di follow-up una tantum è generalmente sufficiente. Se il paziente non presenta sintomi insoliti, non sono necessarie ulteriori azioni. In alcuni casi, viene effettuato un trattamento con siringa e il medico di famiglia deve chiedere, nel contesto dell'assistenza post-terapia, se si verificano effetti collaterali o complicazioni mediche nel paziente.

Dopo un'operazione, come è necessario con un lungo rettocele, di solito avviene una breve degenza ospedaliera. Il medico principale controlla la ferita chirurgica ed esegue una storia medica. Se necessario, i farmaci prescritti devono essere riaggiustati o sospesi. Anche durante l'intervento chirurgico, l'ulteriore procedura dipende dal corso.

Nel caso di un intervento chirurgico, l'assistenza di follow-up è fornita dal medico principale responsabile. Nella maggior parte dei casi, il ginecologo del paziente è incluso nelle cure di follow-up. Nella misura in cui il rettocele funziona bene, il paziente può essere dimesso. Il medico ti istruirà su eventuali rischi e incoraggerà regolari controlli di routine. Un ulteriore follow-up di solito non è necessario per un rettocele curato.

Puoi farlo da solo

Il rettocele può essere alleviato con auto-aiuto in modo condizionale nei loro sintomi inquietanti. Ciò riguarda in particolare la defecazione, che è spesso ostacolata dalla protuberanza a forma di borsa durante la pressatura. La misura in cui l'auto-aiuto è possibile e come appare è meglio discussa con il medico curante o un fisioterapista specializzato.

La defecazione è un problema importante nel paziente quando si tratta del rettocele. Qui è importante facilitare la defecazione attraverso misure mirate. In particolare, è necessario evitare una forte pressione poiché questo intensifica il rettocele e rende particolarmente difficile il movimento intestinale. La costipazione ostacola particolarmente il rettocele. Pertanto, la regolamentazione della sedia come auto-aiuto è molto importante. Ciò si ottiene con una dieta ricca di fibre e una quantità sufficiente di bere. Inoltre, l'esercizio fisico è utile in quanto può stimolare naturalmente i movimenti intestinali. Se queste misure non bastano, i preparati di psillio sono utili. Questo dovrebbe essere preso solo dopo aver consultato il medico curante.

Il rettocele può anche essere in qualche modo influenzato dall'allenamento del pavimento pelvico e dall'allenamento dei muscoli vaginali. Gli esercizi possono essere appresi da fisioterapisti e ginecologi e sono progettati per un normale uso domestico. In generale, le feci dovrebbero durare solo poco tempo, una seduta prolungata sul water rafforza i sintomi. I pazienti preferiscono andare di nuovo in bagno più tardi piuttosto che iniziare un movimento intestinale premendo con forza.


Articoli Interessanti

Rimedi domestici alla depressione

Rimedi domestici alla depressione

La depressione è una delle malattie mentali più comuni. Tuttavia, i farmaci forti non sono sempre necessari e molte persone temono anche gli effetti collaterali. Per le forme più leggere di depressione o per gli stati d'animo depressivi, ci sono una varietà di rimedi domestici diversi e ben efficaci. Ha

Arteria maxillaris

Arteria maxillaris

L'arteria mascellare accoppiata rappresenta la naturale continuazione dell'arteria carotide esterna dall'insorgenza dell'arteria temporale superficiale. L'Arteria maxillaris può essere divisa in tre sezioni e forme nelle sue connessioni di area terminale ad altri vasi arteriosi, che derivano dall'arteria facciale.

Malattia da accumulo di ferro (siderosi)

Malattia da accumulo di ferro (siderosi)

La malattia da accumulo di ferro o siderosi è una condizione che provoca un contenuto di ferro totale notevolmente aumentato nel corpo umano. Dopo essere stato incubato per decenni, questo ferro arricchito nel corpo può, se non trattato, portare a gravi danni agli organi, in particolare al fegato e al pancreas.

fecondazione

fecondazione

La fecondazione descrive la connessione dell'uovo e dello sperma maschio. Entrambi i nuclei cellulari si fondono e combinano parte del DNA materno con quello del padre. Dopo la fecondazione, l'ovulo inizia a dividersi e ad evolversi per diventare un bambino di nascita entro 9 mesi. Qual è la fecondazione?

fava

fava

Il fagiolo di campo, noto anche con numerosi altri sinonimi, viene utilizzato principalmente come trasportatore di proteine ​​nei mangimi. In Germania, il fagiolo di campo per l'alimentazione umana, i cui precursori nel Vicino Oriente sono noti da almeno 8.000 anni, svolge un ruolo molto diverso a livello regionale. Vi

La malattia di migliore

La malattia di migliore

La malattia di Best è una malattia dell'occhio geneticamente ereditaria e cronica che provoca la distruzione delle cellule nella retina di entrambi gli occhi. È tipico che la malattia di Best si manifesti già nell'adolescenza. Qual è la malattia di Best? La migliore malattia è congenita, quindi il decorso della malattia può essere interrotto solo in modo sintomatico. © Gi