La stereognosia è la capacità di riconoscere oggetti basati su una semplice esperienza tattile. Oltre ai singoli componenti del senso del tatto, questa capacità coinvolge principalmente la regione post-centrale del lobo parietale. Le lesioni in queste regioni possono interferire con questa capacità e causare la cosiddetta astereognosia (stereoagnosi).

Cos'è la stereognosi?

La stereognosia è la capacità di riconoscere oggetti basati su una semplice esperienza tattile.

Le aree cerebrali postcentrali del lobo parietale svolgono un ruolo cruciale nel senso umano del tatto. Queste parti del cervello a volte hanno la capacità di riconoscere forme e coerenze attraverso processi tattili e di assegnare l'oggetto da toccare a un oggetto specifico a causa delle sue proprietà specifiche. Queste abilità sono riassunte dal concetto di stereognosi.

La stereoagnosi dipende da un lato dalle strutture intatte del senso del tatto e dall'altro dalla capacità interpretativa dell'individuo. L'assoluta incapacità di riconoscere gli oggetti mediante processi tattili è chiamata stereoagnosi in medicina. Distinto dalla stereognosi è la stereoestesia. Questa capacità è un prerequisito per la stereognosi, ma non è sinonimo di essa. La stereoestesia si basa su una combinazione di sensibilità epicritica e sensibilità alla profondità ed è una delle qualità più complesse della sensibilità tattile. Il fallimento di questa capacità si chiama stereoanestesia e si traduce automaticamente in stereoagnosi simultanea.

Funzione e attività

La percezione toccando attivamente determinati oggetti è chiamata tattica. Insieme alla percezione tattile, forma la totalità del senso del tatto, la cui base biofisiologica è il sistema somatosensoriale e il sistema sensomotorio.

La stereognosia è una qualità della percezione tattile. Ad ogni percezione aptica sono coinvolti diversi recettori, in particolare i meccanorecettori. Sono suscettibili agli stimoli di stiramento, pressione e vibrazione e sono stimati in numero fino a 600 milioni all'interno degli strati della pelle. I meccanorecettori più comuni sono i corpi Vater-Pacini per gli stimoli di vibrazione fino a 300 Hz, i corpi Meissner per i cambiamenti di pressione, le cellule Merkel per gli stimoli di pressione sostenuti e i corpi Ruffini per l'espansione dei tessuti. I peli del corpo umano sono dotati di tali sensori tattili. Questi sensori sono completati dalle terminazioni nervose sensibili al tocco nello strato superiore della pelle.

A differenza di altre percezioni sensoriali, la percezione aptica si basa sull'integrazione di più informazioni da diversi recettori. La densità del recettore sulla punta delle dita è estremamente elevata ed è quindi particolarmente cruciale per la stereognosi. Le informazioni dei singoli recettori migrano attraverso i nervi sensoriali afferenti nel midollo spinale e raggiungono la corteccia cerebrale attraverso il talamo. All'interno del talamo, l'informazione è soggetta all'interconnessione nel nucleo posteriore ventrale. I neuroni residenti proiettano nelle aree somatosensoriali secondarie e primarie.

L'elaborazione corticale continua attraverso afferenti al lobo parietale. Le sue regioni posteriori nelle aree 5 e 7 di Brodmann sono particolarmente cruciali per la stereognosi. Anche le regioni somatosensoriali e le aree parietali temporali 22, 37, 39 e 40 svolgono un ruolo. Lo stesso vale per l'insula e le cortecce di associazione temporale o frontale. L'integrazione multisensoriale viene eseguita principalmente dai neuroni nella corteccia parietale posteriore. Queste aree determinano tutta la cognizione che avviene in base alle percezioni. Le connessioni all'insula aiutano a mappare le informazioni sulla forma di un oggetto e controllano i componenti affettivi. Nel lobo temporale i processi di memoria avvengono sulla base delle precedenti esperienze tattili, che aiutano il riconoscimento degli oggetti.

Da un lato, la stereognosi dipende dall'integrità delle strutture descritte e dall'altro è influenzata dalle catene di associazione e dalle esperienze tattili immagazzinate nelle rispettive regioni cerebrali.

Malattie e lamentele

Una stereoagnosi può insorgere sulla base di lesioni cerebrali o danni alle vie nervose afferenti. Lo stesso vale per la stereoestesia e la stereoagnosi di accompagnamento. Le lesioni cerebrali nelle aree descritte possono essere causate, ad esempio, da un ictus. Inoltre, le lesioni infiammatorie sono cause immaginabili. Lo stesso vale per tumori o lesioni traumatiche come il trauma craniocerebrale.

Una stereoagnosi può esprimersi in diversi modi. Se, ad esempio, le orbite afferenti sono danneggiate, le informazioni tattili non raggiungono più il cervello e quindi non possono servire al riconoscimento degli oggetti. Anche se le informazioni tattili raggiungono il cervello, non portano necessariamente al riconoscimento degli oggetti. Ad esempio, se la memoria per le informazioni tattili è influenzata da lesioni, il paziente potrebbe non essere più in grado di posizionare l'oggetto nonostante le proprietà dell'oggetto percepito quando viene toccato, poiché manca il quadro di riferimento. In questo caso, l'inoltro e l'elaborazione delle informazioni sono intatti, ma non hanno la capacità di interpretare. Inoltre, i problemi con l'integrazione multisensoriale possono favorire la stereoagnosi. Secondo lo stato attuale delle conoscenze, tali disturbi di integrazione possono avere una componente genetica e quindi essere innati.

La sclerosi multipla della malattia neurologica è spesso associata a una diagnosi stereo. La malattia è una malattia autoimmune. Il sistema immunitario identifica il proprio tessuto nervoso del sistema nervoso centrale come un pericolo e lo attacca. Gli anticorpi causano infiammazione nel cervello o nel midollo spinale e possono quindi anche creare percorsi conduttivi per le informazioni sensoriali. Allo stesso modo, possono causare infiammazione nell'elaborazione di aree cerebrali come le aree cerebrali postcentrali del lobo parietale, danneggiando così la base per la stereognosi. A seconda di dove si trova l'infiammazione, tale distruzione del tessuto nervoso centrale può manifestarsi come stereoagnosi di vario tipo.

Tutti i tipi di stereoagnosia hanno una cosa in comune: gli oggetti non possono più essere rilevati con gli occhi chiusi in base alla semplice esperienza tattile.

Tag: 
  • neonati e bambini 
  • hausmittel 
  • dispositivi medici 
  • droga 
  • piante medicinali 
  • Top