Il lobo temporale è il secondo lobo più grande del cervello. Svolge diverse importanti funzioni.

Qual è il lobo temporale?

Il lobo temporale è anche noto come lobo temporale, cervello temporale o lobo temporale. Fa parte del cervello ed è il secondo lobo più grande dopo il lobo frontale. Il lobo temporale si applica sia nelle sue funzioni sia anatomicamente come una componente varia del cervello umano.

Pertanto, contiene importanti strutture di memoria, il centro linguistico di Wernicke e la corteccia audiotorica primaria. Il lobo temporale forma la parte inferiore e laterale del cervello. La sua demarcazione avviene contro i lobi frontali (lobus frontalis) e i lobi parietali (lobus parietalis). Sul retro è separato dal lobo occipitale (Lobus occipitalis).

Anatomia e costruzione

Il lobo temporale all'interno del gruppo del cranio medio, chiamato anche fossa cranii media, può essere trovato. La maggior parte del lobo temporale si trova nell'area sopra le orecchie e proprio davanti a loro. Nella direzione del vertice e dell'occipite, passa nel lobo parietale e nel lobo occipitale. La fessura laterale, una profonda scanalatura, separa i lobi temporali dai lobi frontali. Nel profondo è l'insula. I due lobi temporali incorniciano il tronco cerebrale.

Sulla superficie laterale del lobo temporale, di solito ci sono tre spirali cerebrali e due solchi. Questi sono il Gyrus temporalis superior, il Gyrus temporalis medius, il Gyrus temporalis inferiore e il Sulcus temporalis superiore e il Sulcus temporalis inferiore. Un analogo rilievo superficiale si trova sulla superficie centrale del lobo temporale. Questi sono il giro parahippocampale, compreso il giro uncircus, il giro mediale, chiamato anche gyrus forsiformis, e il solco laterale e il solco laterale occipitotemporalis.

Sia la parte centrale posteriore che la parte basale del lobo temporale ricevono il loro afflusso di sangue attraverso l'arteria cerebrale posteriore (ACP). La fornitura di sangue al tronco anteriore e alla parte laterale è di competenza dei rami dell'Arteria cerebri media. Il sangue venoso viene raccolto attraverso la vena superficiale superficiale e la vena cerebrale discendente superficiale nel seno cavernoso e nel seno trasverso.

Funzione e compiti

Il lobo temporale svolge alcune importanti funzioni. Questo include l'ascolto in primo luogo. Pertanto, il centro uditivo primario si trova all'interno della fessura laterale profonda. Negli avvolgimenti si arriva alla sezione finale della Hörbahn. Questo è responsabile della trasmissione dei segnali delle cellule sensoriali nell'abalone.

Il centro uditivo primario è anche chiamato Heschlsche Querwindungen e raggiunge solo le dimensioni di un timbro. Significativamente più grandi sono i centri uditivi terziari e secondari situati nelle corde centrale e superiore del lobo temporale. Quasi l'intera superficie corticale del lobo temporale viene presa da loro. Nel punto di transizione tra la convoluzione temporale media e superiore alle cortecce del lobo occipitale, vi è una sovrapposizione di funzioni audiomotorie e visive. Ci sono anche centri lessicali ospitati. Servono a riconoscere parole parlate e scritte. Il centro più noto è il centro del linguaggio sensoriale di Wernicke, che si trova principalmente nell'emisfero sinistro.

Un altro compito importante del lobo temporale è l'odore. Il percorso olfattivo trova la sua fine sull'incusore (uncino). L'incus è una piccola sporgenza che è diretta verso l'interno. Tra la corteccia olfattiva c'è l'amigdala, che appartiene funzionalmente al sistema limbico. Tra le altre cose, l'amigdala è responsabile del sentimento di paura.

Il lobo temporale è anche estremamente importante per la memoria umana. Ciò è particolarmente vero per il giro parahippocampale, in cui si trova la corteccia entorinica. Ciò costituisce, per così dire, un'interfaccia tra le cose che sono state appena vissute e la memoria. Pertanto, l'entorhinale Cortex e la formazione di Ippocampo forniscono l'ingresso di nuovi contenuti di memoria e il recupero di memorie già esistenti. Nonostante la ricca conoscenza del lobo temporale, non si sa ancora esattamente quali funzioni vengano eseguite nelle sue aree frontali.

malattie

Poiché il lobo temporale svolge molte funzioni importanti, le lesioni traumatiche possono portare a gravi interruzioni di questa struttura cerebrale.

Il primo caso noto fu il lavoratore americano Henry Gustav Molaison (1926-2008). Molaison soffriva di epilessia che non riusciva a trattare con successo. Per questo motivo, negli anni '50, si verificò la rimozione chirurgica delle sezioni mediali di entrambi i lobi temporali. A seguito della procedura, si è verificata un'amnesia antegrado significativa a Molaison. Ciò significava che il paziente non poteva più inserire cose nuove apprese nella sua memoria a lungo termine.

L'epilessia del lobo temporale è una delle menomazioni più comuni del lobo temporale. Le crisi epilettiche sorgono nell'amigdala, nell'ippocampo e nelle bobine adiacenti. Con una quota del 27 percento, l'epilessia del lobo temporale è l'epilessia correlata alla localizzazione più comune. Le caratteristiche tipiche delle crisi epilettiche includono la comparsa di aure viscerali e sensazioni spiacevoli nella zona dello stomaco. Dopodiché si tratta di movimenti della bocca da masticare, movimenti su tutto il corpo e perdita di coscienza. Un trattamento farmacologico dell'epilessia del lobo temporale è considerato difficile.

Se si verifica una lesione nella corteccia temporale associativa, si traduce spesso in disturbi audiotici e visivi. Ciò è notevole per problemi nell'identificazione di facce o oggetti. Occasionalmente non è possibile rilevare melodie, ritmi o suoni.

Tag: 
  • neonati e bambini 
  • parassita 
  • hausmittel 
  • droga 
  • anatomia 
  • Top